Recensioni per
Priests- Un legame sancito col sangue
di Marty_199

Questa storia ha ottenuto 53 recensioni.
Positive : 53
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 [Prossimo]
Recensore Veterano
14/09/17, ore 11:57
Cap. 27:

povera elena, speriamo che arriva arages nonostante tutto e l aiuta. ben tornata finalmente, spero che non sparisci piu e aggiorna presto :)

Recensore Master
10/07/17, ore 12:14
Cap. 26:

Ciao Marty!
Aggiorni e non mi avverti? Vabbè, per fortuna sono venuta a controllare. Sono felicissima che tu abbia aggirnato, aspettavo questo capitolo con ansia. Come sai la tua storia mi ha affascinata e catturata fin dalla trama e, capitolo dopo capitolo, mi ha emozionata e presa sempre più.
Se nopn ricordo male, il capitolo precedente era terminato con il barbone che faceva la sua comparsa mentre Elena e Jonas erano insieme vicino alla casa di lei, o sbaglio? Non ricordo se già allora tu avessi detto che era un demone oppure no (dico "tu" perché non so se quel pezzo è stato scritto da te o dalla tua amica, comunque ci tengo a precisare che state facendo entrambe un lavoro eccellente e che sono contenta lo stiate portando avanti insieme).
In ogni caso, concentriamoci su questo capitolo. Questo pezzo mi ha fatto salire un'ansia!
"Il demone era pieno di furore, emanava un’aura rossa luminescente e intrisa di sangue. Sentivo di conoscerla... ma non capivo. Qualcosa prese a premere di nuovo dentro di me, volevo alzarmi e combattere! Aiutare Jonas, uccidere il demone.
Ma la pressione era forte, troppo forte. Sarei esplosa, lo sentivo, il fiato mi mancava sempre più. Avevo provato la stessa sensazione quando ero stata attaccata dal demone a scuola, mentre Arages combatteva, e l’unica cosa che ero stata in grado di fare era muovere la mano a caso, creando poi delle linee… delle linee. Avevo forse creato un sigillo senza attivarlo col mio sangue?
Le mani presero a prudermi, a farmi male, come se i tendini e i muscoli si stessero tirando troppo. Percepii il verso strozzato di Jonas, alzai gli occhi, il demone lo aveva preso per il collo e tirato su, lo avrebbe ucciso.
Cosa stavo facendo?
“ Sono una sacerdotessa.”"
Come mi aspettavo, Elena sembra proprio essere una creatrice di sigilli. Certo manca il suo sangue per completare l'operazione, ma già il fatto che riesca a creare quelle linee è una gran cosa. Il suo potere, quindi, è davvero immenso. Certo bisogna ancora capire se è una creatrice o no (sto recensendo pian piano mentre leggo, quindi non so se l'hai scritto o no in seguito), ma comunque il fatto che se ne sia resa conto è un gran passo in avanti.
Mi ha fatto male leggere che abbia provato quella sensazione di non riuscire a ombattere a causa della pressione che provava, la stessa che ha sentito a scuola. Dev'essere stato terribile, per lei, rimanere lì impotente mentre il suo nuovo amico rischiava di essere strozzato da quel demone maledetto!
Però quando sente le mani prudere capisce che c'è una forza dentro di lei,qindi ora forse combatterà... Proseguo con la lettura per scoprirlo.
"La polverina aumentò intorno a suo copro, l’odore di bruciato raggiunse le mie narici."
Qui c'è un piccolo errore: hai scritto "a suo copro" anziché "al suo corpo".
Speravo che l'attacco di Elena avrebbe fatto effetto, invece non sembra. Cioè, c'è la polverina nera, ma il demone non sembra dissolversi, non sembra morire. Non ricordo più se hai scritto come muore un demone. Prima di leggere questo capitolo ho riguardato un po' il resto della storia. Non avevo dimenticato molto, però alcune cose ho preferito rivederle per essere sicura di scrivere una recensione decente. Meno male che il demone ha lasciato Jonas, ma sembra ancora forte e anche molto.
"Non capivo di cosa lo incolpasse, comprendevo solo che trattava di eventi passati dei quali Jonas non aveva alcuna colpa. Arages stava per ucciderlo per qualcosa che aveva compiuto Rose Raven. 
Con uno scattò lo riafferrò per la maglietta, Jonas era disarmato, troppo debole per poter davvero competere, nonostante tentasse di tenergli testa."
Anche qui ci sono un paio di errori. C'è scritto "trattava" anziché "si trattava" e "scattò" anziché "scatto".
Oh mio Dio, è Arages! Nemmeno io me lo sarei mai aspettata, sinceramente. E sta per uccidere Jonas che non ha colpe in tutto questo. Oh madonna! Elena forse perderà il suo nuovo amico, sembrava comunque tenere un po' a lui anche se non si conoscono da molto. No, no, no e no, non può morire! Non può morire! Oddio che ansia che mi sta faendo venire questo capitolo! Che angoscia!
Anche qui c'è lo stesso errore di prima:
"Arages lo colpì con gli artigli, lanciandolo nuovamente a terra con forza, lo scattò del suo corpo crepò il pavimento."
"scattò" e invece dovrebbe essere "scatto".
Oddio, Arages è davvero forte! Lo sapevo anche prima, ma addirittura un crepo nell'asfalto... Mi sta facendo davvero apaura in questo momento. Riesci proprio a far vedere il contrasto tra l'Arages che ha una parte umana, che a volte riesce ad essere carino, anche se non dolce e invece questo Arages, che è la stessa persona ma demone, e sembra completamente diverso tanto da incutermi timore.
Altro piccolo errore:
"I peli da lupo erano spessi e ruvidi sotto i palmi della mia mano che li stringevano, emanavano un odore particolare, quasi selvaggio, umido come un bosco la sera."
"il palmo", non "i palmi", a meno che tu non volessi dire "i palmi delle mie mani", perché in questo caso "li stringevano" sarebbe giusto. Ma se intendevi dire "il palmo", allora è "li stringeva", non "li stringevano". Non serve usare la terza persona plurale in questo caso.
Elema è stata coraggiosissima, secondo me. Ammiro davvero la sua forza e la determinazione che ha avuto in questa situazione. E' vero, non è riuscita a combattere, o melgio ci ha provato, ma contro Arages... beh, cfredo sia quasi impossibile vincere, no? Soprattutto per lei che, diciamo, è+ ancora inesperta riguardo i combattimenti dei sacerdoti contro i demoni. In ogni caso ha avuto la forza di affrontare Arages, di farsi ferire senza mostrare il proprio dolore. Son orimasta sorpresa quando lui l'ha confusa con Alba, non credevo davvero che lui l'avesse scambiata con la ua antenata. Certo, comunque, mi avevi detto tempo fa di tenere in mente il nome Alba Morgan ed è ovvio e giusto che tu lo faccia ritornare nella storia.
Questopassaggio è semplicemnte meraviglioso:
"" Stavi... e ti sei fermato... perché ti sei fermato?"
Una voce domandava nella mia testa tale quesito, il rosso era ormai scemato, non vi era più nessuna preda e nessun cacciatore. Mi ero fermato... mi ero fermato nell'attimo in cui credevo impossibile impormi un freno, tutto per una ragazzina dagli occhi innocenti.
Il familiare bruciore del fuoco si spense, gli ululi del Fenrir tacerono e gli artigli si ritirarono nella carne, i muscoli si rimpicciolirono di conseguenza con estrema lentezza. Alzai appena le mani, il sangue ricopriva le unghie… il suo sangue.
I miei occhi scattarono verso Elena, si era avvicinata al ragazzo, si teneva una mano sulla ferita, quando incontrò il mio sguardo... non vi era niente che potessi riconoscere di suo senza ricollegarlo alla sua antenata.
" Alba."
Quello non era lo sguardo di Elena, era pieno di odio, disgusto, gli occhi duri come pietre, le labbra contratte in una smorfia simile alla rabbia, sembrava che non avesse fatto altro che mordersi il dentro delle guance. In effetti Elena non aveva urlato... esattamente come aveva fatto Alba, non aveva mostrato il suo dolore.
Perché sentivo il senso pesante della colpa risalirmi dentro? Non avevo niente di cui sentirmi in colpa! Si era messa sulla mia strada, mi aveva impedito di uccidere quel bastardello, era lei ad avermi stupidamente sfidato. Eppure cresceva, troppo velocemente, avevo eliminato l'innocenza dai suoi occhi, ero stato io a farlo. Solo poco tempo prima avevo accettato che si stringesse a me per la paura della sua morte, perché sentivo dentro un calore diverso dal fuoco delle fiamme.
" Elena...""
Arages è un demone, ma ha anche una parte umana, e questo lo riempie di contrasti. Si sente in colpa, tuttavia pensa di no navere colpe. Si è fermato, anche se la sua parte demoniaca avrebbe voluto uccidere Elena. In quel momento, secondo me, la sua parte umana ha prevalso. Gli occhi di Elena, così dolci e, come dice lui, "innocenti" l'hanno fatto desistere.
Tuttavia ora giustamente Elena vede il demone sotto una luce nuova, diversa e ovviamente molto meno bella. E forse si sente anche in colpa, perché c'erano stati dei momenti in cui la parte umana del demone era venuta fuori (per esempio quando lui l'aveva protetta, o quando avevano guardato la televisione insieme) e lei pensava di poterlo ripulire da tutto il male che aveva dentro, e invece, razie alla sua trasformazione e a quel che ha fatto a Jonas... ora lei pensa di aver fallito.
Adesso sono molto preoccupata per il ragazzo: ce la farà? Morirà? Oh santo cielo! Se morirà, Elena non perdonerà più Arages, credo! E anche se non lo farà, ci metterà molto tempo prima di perdonare il demone, o forse comunque non lo farà mai.
Ho letto l'ultima parte del capitolo con il fiato sospeso.
Le urla di Elena hanno fatto male ad Arages, ma è quello che si meritava. Insomma, ha fatto una cosa orribile! Eppure tutto ciò gli ha fatto male, l'ha ferito dentro, e anche qui ha dimostrato la sua parte umana. Devo ammetterlo: questacosa mi piace. Mi piace quando mostra la sua parte umana.
In ogni caso ha fatto la cosa giusta: se n'è andato.
Ora mi domando cosa succederà, se Jonas ce la farà o no, se Elena dirà tutto a Beatrice e a William quando si sveglierà, se i due si rivedranno ancora... Ho tantissime domande nella testa, che credo sia normale e giusto farsi.
Con questa storia, capitolo dopo capitolo, tu e la tua amica riuscite a tenere sempre alta la curiosità di noi lettori e infatti, leggendola, non mi sono mai annoiata. Anzi, mi avete sorpresa sempre più!
C'è qualche errore, che però può essere corretto con facilità e per il resto è tutto okay. La storia scorre liscia, lo stile è scorrevole e leggero come sempre e in questo capitolo siete riuscite a creare momenti di violenza, di dolore e di tensione che mi hanno tenuta con il fiato sospeso fino alla fine! State continuando a fare un ottimo lavoro. Complimenti!
Giulia

Recensore Master
22/01/17, ore 22:46
Cap. 25:

Ehi, ciao, Martina! Sono felicissima che tu abbia aggiornato. Ora aspetto con trepidazione l'aggornamento dell'altra tua storia, su Eulalia.
Ma passiamo alla recensione di questo bellissimo ed in teressante capitolo.
Innanzitutto, se la memoria non mi inganna, penso che la traduzione sia corretta. :)
Poi, spero che William stia presto meglio, mi manca molto quell'uomo, la sua presenza nella vita di Elena, le loro chiacchierate (non sempre amichevoli e pacifiche), tutto insomma.
Ti prego, fallo guarire e svegliare presto, per favore!
Mi dispiace molto per quello che prova il poliziotto, si vede proprio che tiene a quel caso e che vuole ritrovare Elena, che crede che sia viva, a differenza di quanto magari fanno altri suoi colleghi, ed è disposto a tutto per trovarla, persino fare una cosa illegale per la quale, se venisse scoperto, potrebbe essere sospeso, o addirittura destituito per sempre dall'incarico di poliziotto. E' molto coraggioso, da parte sua, prendere comunque questa scelta, pur conoscendo i rischi che
corre.
Per quanto concerne Elene a Jonas sono carini insieme. Lui le ha raccontato un sacco di cose sui travelers, persone a mio parere tanto interessanti quanto misteriose. Mi sembra brutto che lei non provi niente per il fatto ch i travelers facciano esperimenti anche sui bambini demoni, a me soinceramente questa cosa fa star male. Forse è perchè sono stati prprio i demoni ad uccidere i suoi genitori, che leisi sente così, però, quindi non c'è da biasimarla completamente, non ha tutti i torti insomma. D'altra parte, è anche vero che non è colpa dei bambini se nascono come figli di demoni.
E così Alain ha questo potere immenso. Beh, nemmeno io me l'spettavo , in realtà. E' una cosa ch ha sorpresso anche me.
E tornndo a Jonas, si percepisce che è preoccupato per tutte le responsabilit che, lo sa, graveranno presto sulle sue spalle.
Il fatto che Alain non abbia potuto scegliere di essere un traveler e il fatto che, se non supererà quella prova (che comunque sarà molto dolorosa) morirà, è sconvolvente e scioccante. Quando l'ho letto ci sonorimasta proprio male. Insomma, che senso ha ucciderlo se non supera la prova? E' qualcosa di atroce!
Elena ha solo 14 anni, eppure è stata catapultata in questo suo mondo che è davvero molto più grande di lei. Per ora sembra abbastanza tranquilla, ma allo stesso tempo... non so... mi sembra così tanto per una ragazzina della sua età! Non ha ancora chissà che responsabilità sulle sue spalle, non è questo che intendo, ma solo che le informazioni che continua ad imparare, capitolo dopo capitolo, sono smpre di più e non dev'essere facile, per lei, assiimlarle tutte,per quanto comunque si stia abituando a vivere la vita che sta vivendo (scusa il gioco di parole XD).
E che altro posso dire?
Bel capitolo, interessante, ben scritto, emiozionante, in certi punti mi ha fatta soffrire.
Ma sono contenta che Elena abbia un amico; invece mi fa agitare il fatto che Alain sappia tutto, anche se non rivelerà niente a nessuno.
Mi domando, invece, cosa farà William quando scoprirà ogni cosa; e che succederà quando tornerà Arages? Inoltre, sono curiosissima di sapere di più su Alba Morgan, si scoprire qual è stato il suo errore e di sapere anche se Elena è realmente una creatrice di sigilli oppure no. Secondo me sì, non so cosa, ma c'è qualcosa che me lo dice. E' come un'intuizione, non so se mi spiego... Se avrà una responsabilità così grande a gravarle sulle spalle, dovrà imparare un sacco di cose. Non sarà troppo per una ragazzina così giovane come lei?
Sono felicissima di aver letto questo capitolo.
Non vedo l'ora di farlo con il prossimo!
Giulia

Recensore Junior
16/01/17, ore 11:31
Cap. 25:

Ciao grazie per il capitolo!! Lo aspettavo da tanto!!! Adesso aspetterò con impazienza il prossimo 😆

Recensore Master
06/12/16, ore 09:03
Cap. 24:

Martina, ciao! E' da tanto che non ci sentiamo. Ti lascio questa recensione sperando che tu mi risponda presto. Mi manchi tantissimo e ti penso spesso! :(
per quanto riguarda il cpitolo, molto bello dvvero. Mi sono piaciute tantissimo le riflessioni di Arages sul fatto della guerra, del sangue che ha visto uscire, di tutte le ferite e di quel solo, unico uomo che con orrore si è accorto di cos'era colui che l'aveva ucciso. Mi ha dato molto fastidio, invece, la sua opinione sul genere umano. Ormai ho imparato a conoscerlo e so cosa ne pensa su di noi, ma credevo ce conoscendo Elena avesse cambiato idea, o almeno che il suo odio nei confronti degli esseri umani fosse diminuito, invece non è così, purtroppo.
Allora, a quanto ho capito, Arages e Alba Morgan hanno avuto una relazione, giusto? Ma poi quando lei è riuscita a rinchiudere i quattro originali lui ha cominciato ad odiarla, è così? O almeno, ci sono arrivata vicino?
Bellissimo anche il fatto che Arages si senta diviso a metà. d una parte vorrebbe fare del male ad Elena ma dall'altra non può a causa del patto e comunque nel profondo non vuole, anche se non lo ammetterà mai, soprattutto davanti a lei.
Il ragazzo che Arages ha visto per strada è Alain, quindi. E lo odia perché lui lotta contro i demoni, immagino.
Alain ha scoperto tutto. Beh, me lo aspettavo sinceramente. Era ora che ci fosse un cambiamento, che qualcuno capisse qualcosa; ed ora sono curiosissima di sapere come si svolgeranno gli eventi. E pero, inoltre, che tra Elena e Laura si instaurerà un bel rapporto di amicizia. Voglio dire, sarebbe un peccato se non si parlassero più, o se lo facessero solo ed esclusivamente da semplici conoscenti.
Ci vediamo al prossimo capitolo!
Questo è stato un po' corto, ma molto bello; e poi lo aspettavo da tantissimo. Anzi, scusa se non sono riuscita a recnsire prima, ma non sto bene in questo periodo.
Giulia

Recensore Junior
16/11/16, ore 17:35
Cap. 24:

Grazie mille per il nuovo capitolo!!!! Un pò corto ma lo aspettavo da così tanto che mi va bene lo stesso xD

Recensore Master
01/10/16, ore 09:51
Cap. 23:

Per quanto Arages, nell'ultima parte del capitolo, abbia fatto il duro, sa che la sua parte umana a volte viene fuori, anche se non credo abbia ancora capito che è questo che Elena vuole provare a fargli fare. In ogni caso, capisco perché abbia detto "Purtroppo sì" parlando del suo lato umano. Lui odia essere così, eppure Elena, in certi momenti, lo sta cambiando. Con lei Arages spesso diverso, non sembra nemmen o quasi più un demone. Sembra dolce, a volte addirittura gentile.
Spero che lui decida di fare star meglio William. Povero, è da giorni che sta male e per Elena non dev'essere facile sapere che non si riprende. Dev'essere difficile, per lei, anche andare a scuola con quel pensiero... Insomma, William sta guarendo, sì, però non si sente ancora bene, per cui la ragazzina sarà sicuramente preoccupata. Io in una situazione del genere non riuscirei nemmeno ad andare a scuola...
In ogni caso, bel capitolo come sempre. Per fortuna le ustioni dela ragazza non sono molto gravi. E' stato, per fortuna, un capitolo più tranquillo rispetto agli ltri.
L'unica cosa che mi ha fatto pensare molto è stato il momento nel quale Elena ha pianto per quell'uomo che il demone che l'ha attaccata ha ucciso. Posso solo immaginare come si sente. E sì, è vero, Arages non capisce, non può capire, almeno non ancora.
Mi è piaciuto tantissimo questo passaggio:
"Nel momento stesso in cui mi ero staccata da Arages, avevo allungato lo sguardo verso quel pover uomo ancora steso per terra immerso nel suo stesso sangue. Era orribile pensare di essere la causa della sua morte... come avevo potuto accantonarlo?.
Non piangevo perché vi ero affezionata o perché avrei sentito la sua mancanza, io non lo conoscevo neanche e il suo volto era già sparito dai miei ricordi... com’erano i suoi occhi? Il suo naso? La sua espressione? Non lo sapevo.
Io provavo dolore al pensiero che qualcuno lo avrebbe pianto, sarebbe caduto in lutto a causa della sua morte, destinata a restare nel mistero.
Arages aveva quasi fatto scomparire il suo corpo, rendendolo a niente meno che polvere, ma lo avevo fermato.
Qualcuno avrebbe ritrovato il corpo e sarebbe stato riconosciuto, non potevo riportarlo in vita. Il minimo che potessi fare era far in modo che i parenti, gli amici o chiunque facesse parte della vita di quell’uomo avesse un corpo da riconoscere, a cui dare una degna sepoltura secondo i loro voleri, e non renderlo un granello di polvere disperso nell’aria e scomparso dal mondo, non era giusto levargli anche quello."
Elena ha avuto ragione a non permettere ad Arages di polverizzare quel povero uomo. i parenti hanno bisogno di avere un cpro sul quale piangere. Magari quell'uomo aveva una moglie e dei bambini... Non avere un corpo sul quale piangere dev'essere tremendo, per cui, Elena, mi rivolgo a te per dirti che sei stata brava.
La durezza di Arages a volte mi dà davvero fastidio, un fastidio che non immaginineanche (o forse sì, non so), lo ammetto, però, come ho scritto prima, ci sono molti momenti nei quali lo apprezzo.
Molto bello anche il ricordo di Elena e la riflessione della madre sulle sue cicatrici è stata fantastica e mi ha fatta emozionare e riflettere molto. Vedere le cicatrici e le ferite a quel modo è qualcosa di positivo, che dà sicuramente più forza interiore a chi le porta.
Credo di aver detto tutto.
Ci vedremo quando aggiornerai la prossima volta. Io sarò sempre qui, magari arriverò un po' in ritardo, ma tornerò.
Adoro questa storia!
crazy lion

Recensore Master
01/10/16, ore 09:22
Cap. 22:

Finalmente quel maledetto mezzo demone che ha attaccato Elena è morto! Alleluja!
A parte questo, è stato bello e interessantissimo che tu abbia parlato di ciò che è succeso dopo dal punto di vista di Arages e della ragazza, facendo capire i loro pensieri e le emozioni che provano.
Tutti e due hanno questa lotta interiore che ancora non ha fine, non sanno se stare così uniti e conoscersi sia la cosa giusta; Arages odia la sua parte umana che Elena fa uscire, ma in certi momenti sembra provarne conforto; e lei, dal canto suo, ha parlato ancora meglio, qui, con i suoi pensieri, del rapporto odio-amore che li lega. Anche a me, come a lei del resto, fa paura il momento nel quale il patto si romperà. Che succederà, allora, tra loro? Si odieranno e cominceranno a ocmbattersi? Si ameranno e creeranno uno scandalo alla famiglia di Elena? In ogni caso, questa loro lotta psicologica interiore mi intriga moltissimo, sul serio. E più tu vai avanti con i cpaitoli, più non vedo l'ora di scoprire cosa succederà dopo.
Mi è piaciuta molto questa parte:
"Da piccola mi aspettavo che loro ci sarebbero sempre stati, era una delle poche certezze della vita, chi altri avrebbe potuto scacciare i demoni sotto il letto se non mio padre?. Chi altri mi avrebbe consolata sotto le lacrime di un voto andato male a scuola?.
Aiutarmi davanti drammi per me insormontabili ma non veramente gravi da essere considerati tali.
Non vi era certezza più grande e dolorosa, perché se si infrangeva, il mondo ti inghiottiva senza il minimo senso di colpa.
Io non avevo avuto la possibilità di crescere ed accorgermi col tempo debito di quanto quella realtà vacillasse davanti il vero volto del mondo. Avevo dovuto scoprirlo di botto, senza avere quel qualcosa di prezioso come il tempo.
E ciò in cui potevo rifugiarmi, colui in cui tale realtà sembrava allontanarsi da me per un po'era proprio Arages, colui che apparteneva al mondo di quelli che mi avevano strappato tutto... perché non potevo odiarlo del tutto e senza ripensamenti come poco tempo prima? Cosa c'era di sbagliato nel mio cuore?."
Con questa riflessione Elena ha voluto far capire che nulla è stabile, nella vita; se da piccoli si è felici e spensierati e si pensa che la propri famiglia e la propri casa siano un paradiso, e che tutto andrà bene, poi crescendo, perun motivo o per l'altro, per lutti o altri problemi, si viene messi, volenti o nolenti, faccia a faccia con la realtà. Una realtà che, la maggior parte delle volte, non è piacevole e che fa male. Okay, magari questa riflessione Elena non l'ha proprio fatta, forse ci ha solo pensato, ma ecco, ciò che hai scritto me l'ha fatto pensare.
Mi domando cosa farà Arages ora: cancellerà i ricordi dai suoi compagni e dai profssori o li lascerà lì? E che spiegazioni dovrà dare Elena una volta tornata a casa?
Entrambi, lei e Arages, stanno lottando con le loro emozioni. Lui vorrebbe ucciderla, però non ci riesce, ma sa chedovrebbe farlo... Oh Dio io spero che non lo farà mai. Insomma, nel tempo i due si sono legati, ao lameno hanno cominciato a farlo, anche se non molto. Elena dovrebbe aver paura di lui ma non ce l'ha, non più almeno, anche se tiene sempre la guardia alta. Questa cosa mi intriga, sì, però ammetto che mi fa anche salire un'ansia incredibile. Immagino che sia questo il tuo obiettivo, giusto? Perché mi è successo in più di un capitolo, come sai. In ogni caso, Arages ovviamente mi piace molto di più quando fa uscire la sua parte umana. A dirla tutta, mi emoziono un sacco quando succede e mentre lo leggo il mio cuore batte più forte e in modo diverso; e non vedo l'ora che Elena cominci a togliere la ruggine da quellaparte per far tornare la luce. Non so se ci riuscirà. Qui la capa sei tu perché la storia è tua e quindi devi decidere tu cosa succederà, ma io spero che c la farà, perché Arages secondo me, pur essendo un mezzo demone, ha anche una parte buona; ed è questo che non mi spinge ad odiarlo completamente. Certo, se poi penso che ha ucciso delle persone innocenti in passato mi viene da dire che è uno schifoso bast****, ma c'è qualcosa, non so cosa, che mi ferma dal pensare di lui questo in ogni momento. Ci rifletto solo a volte.
Che altro posso dirti? La mia curiosità è alle stelle!
Vado al prossimo capitolo.
crazy lion

Recensore Master
01/10/16, ore 08:49
Cap. 21:

Che capitlo... violento. Davvero, ciò che le ha fatto quel demone è stato davvero orribile, ma andiamo per gradi.
Allora, è bello che Elena abbia notato di sentirsi più grande, credo che accada a molte adolescenti della sua età, comunque; e, aggiungo io, con tutto quello che, purtroppo, ha dovuto passare, è maturata parecchio. Sfortunatamente, sono sempre, o quasi, le brutte esperienze a far crescere le persone.
Poveretta, aveva un sacco di sonno e si è addormentata in classe. E' successo anche a me una volta hahaha.
Di certo, però, non mi aspettavo quello che sarebbe successo dopo, quando è andata in bagno. pensavo che la barriera l'avrebbe protetta, che non ci sarebbero stati problemi almeno a scuola; e invece... Oh mamma, qul mezzo demone facev proprio paura! *trema* Mi hai fatto sentire, nella mia mente, il dolore fisico che provava Elena, tutta la sua paura, le sue sensazioni, le sue emozioni. E' stato tremendo, sul serio!
E poi la morte di quell'uomo che in realtà voleva solo aiutarla, mi ha fatto venire da piangere; chissà come si è sentita Elena in quel momento. Non ha visto solo i suoi genitori morire, non bastava quello a sconvolgerle la vita. No, ora il demone maledetto uccide anche un uomo innocente che voleva solo aiutarla. Mio Dio, deve essere sconvolta!
Per fortuna ha chiamato Arages e lui è riuscito ad arrivare. Speriamo che risolva la situazione e che ad Elena non succeda niente. Ho davvero temuto per la sua vita, in questo capitolo.
Ovviamente, come fai spesso, l'hai terminato lasciando ai lettori una suspence e un'ansia pazzesca, ma ormai ti conosco, so che lo fai per aumentare la nostra curiosità, quindi a me va più che bene.
Vado al successivo per capire cosa succederà.
crazy lion

Recensore Master
01/10/16, ore 08:05
Cap. 20:

Ciao Marty! Eccomi qui di nuovo. Voglio mettermi in pari con i capitoli, oggi.
Beh, finalmente grazie a Beatrice sono riuscita a scoprire qualcosa in più su William e Livia. So cosa significa essere felici con una persona e poi perderla, er cui capisco il suo dolore; però Elena ha ragione quando dice:
"Sembrava una caratteristica di famiglia, una di quelle che si fa di tutto per eliminare e modificare ma che si ripete sempre."
In ealtà, leggendo il racconto di Beatrice, era quello che avevo pensato anche io e sono rimasta colpit quando tu l'hai scritto.
La giornata di scuola per Elena è stata, come hai detto tu stessa, normale. Laura sembra molto simpatica e mi fa piacere che Elena non si sia chiusa completamente. So che probabilmente non resterà lì per molto e che non vuole fare amicizie perché sa che, una volta andata ad Horatium, soffrirà, però c'è comunque qualcosa che la spinge a non isolarsi completamente e questo mi fa piacere. Chissà, magari quella Laura sarà per lei una buona conoscenza, se non un'amica.
Per quanto riguarda Beatrice, io la adoro! La adoro davvero! E' una donna dolcissima e molto buona, gentile con William e con Elena e sì, si comporta quasi come una madre per lei. Si prende cura di loro con assiduità e credo che sia una persona straordinaria. Mi piace tantissimo, sul serio.
E' bello che Elena abbia chiamato zio William e non vedo l'ora che lui possa sentirlo, così magari sorriderà e le racconterà qualcosa in più.
Mi dispiace tantissimo che lui e Beatrice abbiano sofferto, anche se in modi diversi; diciamo che posso capire più Beatrice, che ha perso una sua cara amica. Ma credo che perdere la persona che ami, moglie, marito, fidanzata o fidanzato che sia, debba essere terribile. Non riesco nemmmeno ad immaginare il dolore che Wiliam deve aver provato. Non vedo l'ora che si svegli!
E chissà cosa succederà quando Elena racconterà tutto, di Aareges, del patto... Ho paura che ci sarà un bel po' di casino!
Mi è piaciuto anche il fatto che lei dica di provare amore e odio per Arages, ma di odiare con tutta se stessa gli altri demoni. E' qualcosa che trovo davvero molto interessante.
Ho trovato un errore: hai scritto "introno" anziché "intorno", ma non ricordo a che punto; ah sì, poi quando parlavi di Beatrice, in una delle prime scene mi sembra, hai scritto "gli" quando avrebbe dovuto essere "le", cioè "a lei".
Vado al prossimo capitolo.
crazy lion

Recensore Junior
10/09/16, ore 00:16
Cap. 23:

Sono assolutamente adorabili quei due!!! Mi fanno una tenerezza!!! Mi sembrano molto un fratello maggiore con la sua sorellina ahahahaha come sempre bel capitolo xD

Recensore Junior
06/09/16, ore 11:03
Cap. 1:

Davvero bellissimo e toccante!!! Nella scena dell'abbraccio mi sono commossa!!!!!

Recensore Junior
01/09/16, ore 22:12
Cap. 21:

Capitoli bellissimi!!!! Ma non puoi far finire così!!!! 😆😆

Recensore Master
31/08/16, ore 05:12
Cap. 19:

*Canta: ha aggiornato, evviva Marty ha aggiornato, sì sì sì sì sì sì sì sì*
Heilà, ciao!
Lo so, sono un po' pazza XD, ma non vedevo l'ora di leggere un altro capitolo di questa storia che si fa sempre più interessante.
Elena ha scoperto un sacco di cose nuove sugli originali e quindi su Arages, nemmeno io ho capito bene la questione del caos, sincermaente, ma credo che quello che il libro vuole far capire è che Arages è capace di distruggere il mondo che lo circonda per puro divertimento, o qualcosa del genere, o anche solo per rabbia, come infatti si vede nell'ultima parte del capitolo. A proposito, Arages, lo so che sei un demone, che vuoi distruggere, che sei arrabbiatissimo perché non trovi tuo fratello e bla bla bla, ma datti una calmata, eh! Sinceramente, questa tua voglia continua e incondizionata e illimitata di distruggere, uccidere innocenti (che siano uomini o animali) e di fare in sostanza un casino immane, sta cominciando a rompere le... lasciamo perdere cosa, è meglio.
A proposito di questa parte del capitolo, molto belle tutte le descrizioni dei paesaggi e anche della parte umana di Arages che cerca di venir fuori e ci riesce per un po', ma che lui poi respinge con tutte le sue forze. insomma, è come se lei bussasse continuamente alla porta del suo cuore, da quando lui ed Elena si sono conosciuti, ma credo che Arages consideri questa sua parte una debolezza, per tale motivo non la lascia uscire, anche perché altrimenti non si sentirebbe più demone.
Invece, parlando della prima parte del capitolo, a parte tutte le cose che Elena ha scoperto, mi è piaciuto moltissimo il fatto che abbia incontrato di nuovo quei ragazzi. Mi domandavo, infatti, quando si sarebbero rivisti. A quanto pare lei e Jonas diventeranno amici, eh? Mi piacerebbe che conoscesse megio anche gli altri. Per esempio sarei contenta se diventasse amica di Cristina, ma non so se succederà mai dato che la ragazza ci è rimasta male quando Elena è andata via con Jonas. Non è che per caso ne è segretamente innamorata e vederlo con Elena l'ha fatta ingelosire?
Jonas sa un sacco di cose, cavolo, è una fonte di informazioni preziosa per Elena, le ha raccontato tanto che lei non sapeva e poi è simpatico.
Molto bello questo passaggio, il mio prferito del capitolo:
"<< Hai paura?>> i suoi occhi mi scrutarono, erano seri, ma stavano davvero riflettendo su quella mia semplice domanda.
Certo la mia domanda era semplice, due parole messe una dietro l’altra, era la risposta la cosa difficile.
<< In un mondo come il nostro, nel quale vediamo il suo vero volto... sarei uno sciocco a non averne.>>"
In generale bel capitolo, pieno di cose nuove che la ragazza ha scoperto, scritto bene; e poi appunto ho adorato quel pomeriggio tra adolescenti, finalmente Elena ha avuto un po' di normalità.
crazy lion

Recensore Master
19/08/16, ore 17:10
Cap. 18:

Eccomi qui di nuovo! Ti avevo detto che oggi mi sarei messa in pari con questa storia e così è stato. Beh, devo dire che leggere cinque capitoli in una giornata è stato bellissimo. Cioè, continuavo a pensare a questa storia, solo a questa e non vedevo l'ora di arrivare a questo punto per capire cosa sarebbe successo. E sai cosa? Non hai affatto deluso le mie aspettative, come sempre. :)
Allora, innanzitutto credevo che Arages ad un certo punto se ne fosse andato, invece è stato lì con lei tutta la notte, cosa che mi ha fatto un po' di tenerezza. Se non avessero parlato la sera prima, se non avessero cominciato ad avere un rapporto un po' più, diciamo, confidenziale e se non avessero cominciato ad aprirsi l'un l'altra (anche se poco), sicuramente lui non ci avrebbe pensato due volte a alsciarla lì sul divano. Certo che è strano, come dice lei, che quel demone prima volesse ucciderla e invece adesso parla con lei dell'Ottocento, di ciò che pensa, fanno battutine a vicenda e all fine lui è stato anche affettuoso, ma di questo parlerò tra un po'.
Insomma, lei l'ha lasciato stare lì anche mentre faceva colazione, sicuramente questa cosa non sarebbe affatto stata gradita da William né dai suoi genitori, se fossero stati vivi, ma non è che mi sia dispiaicuto, anzi. Il fatto che per evocarlo bisogna che Elena si provochi dolore mi dà un certo fastidio, ma vabbè, per un piccolo taglio. Di certo, però, non mi aspettavo che lui sarebbe caduto sulla strada hahaha, che ridere.
Comunque, a parte questo e il legame forte che ha con la lancia, che è stato omlto toccante, a dir la verit, ciò che è accaduto pri,a, cioè la comparsa di quel demone, mi ha fatto venire i brividi. Credevo che Elena si sarebbe fatta male, o che Arages non sarebbe riuscito a sconfiggerlo e lui avrebbe fatto chissà cosa, magari ferito ulteriormente William... Ho avuto secondi e secondi di puro terrore. Sei brava a far nascere sentimenti forti con le tue storie, te l'ho già detto ma te lo ripeto, perché capitolo dopo capitolo lo scopro sempre di più.
Comunque alla fine Arages è riuscito a sconfiggere quell'odioso demone talpa, faceva schifo, tra
l'altro.
In ogni caso, se la barriera è debole, non ho capito se è perché Alan l'ha fatta male, o se è perché col passare dei giorni questa si indebolisce (non ricordo se l'avevi spiegato in qualche capitolo).
Infine, questo passaggio è bellissimo:
"Il gesto che seguì le sue parole fu sconcertante quanto rassicurante, alzò la mano sulla mia testa dandomi una leggera scompigliata di capelli e spostandomela di lato, il gesto di un fratello nel suo attimo più affettuoso, nel suo caso, nel suo attimo più umano.
Poi scomparve ed io mi ritrovai a sorridere, un'altra piccola gemma si era schiusa nel mio cuore, un'altra piccola scheggia si era piano piano sciolta e non potevo credere che fosse stato proprio lui a creare quella reazione in me."
Non pensavo che Arages sarebbe addirittura arrivato a scompigliarle i capelli in un gesto così affettuoso. Fino a qualche tempo prima questo sarebbe stato ben lungi dal suo ocmportamento, ma adesso, è vero, qualcosa in lui sta cambiando e mi fa piacere.
Beh, sono felice di essermi messa in pari e aspetterò con ansia il prossimo capitolo.
A presto,
crazy lion

[Precedente] 1 2 3 4 [Prossimo]