Recensioni per
NE RESTERÀ SOLTANTO UNO
di TigerEyes

Questa storia ha ottenuto 338 recensioni.
Positive : 338
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 [Prossimo]
Recensore Junior
10/06/17, ore 12:33

Ho questa immagine di Ranma che si lava sotto la cascata ghiacciata, le goccioline -disgraziate, quanto le invidio!-, lui che emana calore manco fosse una fornace... Inutile ripetere insieme ad Akane "È un’illusione, solo questo, un’illusione!"; dopo cotanta magnificenza il mio destino di zitella è segnato. Confessa: era questo il tuo obiettivo, volevi farci innamorare tutte di Ranma, vero? E ci sei riuscita perfettamente, parola mia ahahah :P
Scherzi a parte, ciao! Alla fine sono giunta anche io al quindicesimo capitolo, e non so dire se sono più felice per quanto è stato bello o più triste perché adesso non potrò più leggere un capitolo nuovo tutte le sere. Ma lascio il sentimentalismo per dopo.
Piccola Akane, mi dispiace vederla tormentata da incubi. D'altronde penso che sia normale rimanere sconvolti, considerando che lei ha sempre vissuto tra quattro mura. Probabilmente questo le terrà la mente occupata per un po', ma prima o poi i dubbi su Ranma -fomentati anche dalle parole dell'abate- che nasconde in profondità prenderanno sempre più piede. Intanto può godere di una vista mozzafiato e Ranma se la ride! Ieri sera ho pensato: lui sente la sua presenza e sa che lei lo sta spiando, ma può anche sentire i battiti del cuore... e chissà a quanto galoppava quello di Akane! Che figuraccia :P però così è sleale, poverina!
Ma, a parte il fatto che ci prova gusto nel girare nudo con lei che ormai conta pure le foglie pur di non guardarlo, è molto dolce nel volerla aiutare a migliorare i suoi punti deboli. Questo è uno -e che dire, speriamo in altre lezioni pratiche per aiutarla!-.
Nel frattempo diventano sempre più intimi, e quanto ho riso per quelle nespole! La serenità di questi momenti purtroppo viene sempre spazzata via, ma per questo penso che siano ancora più preziosi.
Ed ecco che emerge l'altro punto debole di Akane: l'ingenuità.
Sarà che riesci a imprimere un'anima ai tuoi scritti tanto da non farle sembrare solo parole su un foglio bianco, o sarà la tua capacità di far empatizzare il lettore con i personaggi, ma per quanto sapessi che quel bambino non era semplicemente un bambino, sono rimasta comunque "sconvolta": è davvero come vivere in un incubo, non puoi fidarti di nessuno. Ranma la mette in guardia, cerca sempre -a suo modo- di rassicurarla. Ti confesso che qui su efp non ho mai letto capitoli così lunghi perché mi stufo subito, mentre qui, credimi, non ne avrei mai abbastanza!
Intanto si scopre qualcosa di più riguardo Akari! Il suo rapporto con Ryoga è dolcissimo. La cosa più bella è che quelli che per gli altri sono i difetti di Ryoga, per lei sono pregi, cose che non vorrebbe perdesse mai. E adesso, col nobile Hibiki di mezzo, le cose si fanno ancora più interessanti! Se li farà spiare vorrà dire che non potranno limitarsi a dormire insieme, giusto? eppure sarebbe brutto unirsi perché costretti, mentre qualcuno li spia, anche perché non credo che Ryoga ci riuscirebbe senza problemi. Chissà come andranno le cose, sono curiosissima!
Intanto anche Kodachi trama e si aggiunge alla lista di quelli che vogliono fare fuori Happosai. Eccone un altro a cui dovrebbero fischiare le orecchie ad oltranza! Non mi resta che attendere il prossimo capitolo, che spero non tarderà troppo! In ogni caso aspetterò pazientemente ;) per ottenere capitoli del genere penso ci voglia tanto tempo e tanta dedizione, perciò grazie per l'impegno che ci metti, non è da tutti.
Nell'attesa, credo proprio che rileggerò tutti i capitoli! Alla prossima!!! :*

P.S: dopo anni che non prendevo una matita, ho iniziato a disegnarli a tutto spiano :P lasciano un po' a desiderare, ma se mai me ne venisse uno decente sarei felice di fartelo vedere ^^

Recensore Junior
09/06/17, ore 11:52
Cap. 14:

Ciao! Questo "fiore rosso" si è rivelato più utile di quanto pensassi!
Quella che avrebbe dovuto essere la recita di una sera è diventata la recita di quattro giorni, e Akane si è sentita sprofondare peggio di quando era a casa sua. Il pensiero di quella gabbia era sopportabile solo perché ci sarebbe stato Ranma a vegliare su di lei, ma quando "l'ha abbandonata" si è sentita nuovamente soffocare sotto il peso dei kimono, dell'etichetta, ma ancora di più dal non parlare con nessuno e doversi trattenere costantemente. Contemporaneamente si è sentita una stupida a essersi fidata di lui, e ti assicuro che tutti questi sentimenti sono talmente tangibili che mi sono sentita oppressa insieme a lei.
Il Rospo, insieme al fiore rosso, è stato l'altra cosa utile perché questa separazione è servita a unirli ancora di più e a far evolvere ulteriormente il loro rapporto. Vero, Ranma? :P
Lui che vuole andare a riprendersi Akane ma si nasconde dietro la scusa di Happosai è dolcissimo. Ma tanto noi lo sappiamo! Ed è fantastico vedere questo sentimento crescere di capitolo in capitolo, lentamente e profondamente.
Quando si rivedono è stato come un peso che si è tolto dal petto, che scivola via con le risate che finalmente Akane può concedersi. In un certo senso è come essere a casa: sicuro e confortevole, ma non scontato... perché è una sensazione che lei non ha mai provato.
Il momento più bello -insieme a quello scritto sopra- è quando Ranma va a prenderla.
"E dire che questa volta avrebbe voluto davvero evitare una strage. Peccato." e si ripete che non ha importanza mentre la chiama e cerca di raggiungerla. Tutti i sentimenti negativi di Akane a inizio capitolo vengono spazzati da lui, dal fatto che è tornato e che ora ripartiranno insieme più uniti -e forse anche più consapevoli.

Nel frattempo Nabiki e Soun continuano a tramare. Nabiki sarà anche subdola e assetata di potere, ma almeno è sveglia e intelligente... Al contrario di Soun, che tanto intelligente non è, e vede le figlie solo come possibili alleanze. Uno peggio dell'altro.

In ogni caso, capitolo fantastico come sempre! Purtroppo non ho potuto lasciare una recensione più corposa, ma sappi che anche questo capitolo a mio parere passa con il massimo dei voti!
E ora che quei due sono ancora più uniti, io sono sempre più impaziente di sapere! Alla prossima :)

Recensore Junior
08/06/17, ore 14:17

Mi credi se ti dico che ho faticato ad addormentarmi, tanto mi è piaciuto questo capitolo? Bravissima, riesci a superarti ogni volta.
Comunque, rieccomi anche oggi! Sono già al capitolo tredici... come farò poi, senza la mia oretta in compagnia dei tuoi personaggi?
A questo giro ti sei concentrata esclusivamente su Ranma e Akane, e ho apprezzato tanto la scelta: hai permesso al lettore di concentrarsi sul lento sviluppo del loro rapporto che diventa man mano più profondo (senza comunque smettere di battibeccare, perché che Ranma&Akane sarebbero senza battibecchi?).
Akane ci prova a mantenere un minimo di decoro, ma finché il suo stomaco si mette a urlare vendetta e per di più ci si mette anche il ciclo è dura riuscirci, anche perché Ranma non perde occasione per metterla in imbarazzo! D'altronde in quasi un millennio di vita ha visto tante di quelle cose che per lui è normale parlarle di quell'argomento in maniera disinteressata, come fosse un dottore, e Akane non può che arrendersi al fatto che ha bisogno di lui. Pian piano sta scoprendo le atrocità e le ingiustizie del mondo, ma anche la semplicità di piccole cose che le erano state precluse e che guarda con gli occhi di una bambina, mentre Ranma, che quell'entusiasmo l'ha perso da secoli ormai, non può che rimanere colpito e perplesso. Bellissima la scena del fiume di ghiaccio, mi fa morire da ridere come li fai interagire. Lui che cerca di "impartirle una lezione d'umiltà" e lei che, ancora una volta, si esalta nell'affrontare quell'esperienza nuova, mostrando l'inconfondibile caparbietà che ho sempre ammirato in lei.
"“Non riesco a fermarmi, mi fa male ovunque…”, cercò di dire tra una risata e l’altra ruotando su un fianco. “Dovresti provare, sai? A camminare, dico. Da quanto non cammini, invece di sfiorare appena la terra?”" Ed ecco che centra ancora il bersaglio. Per quanto ingenua, non è stupida e riesce a vedere e percepire cose di Ranma che lo lasciano sempre spiazzato. Tra l'altro si rende conto che c'è qualcosa di lui che le sfugge, ma non osa chiedere... Penso che però stando a stretto contatto in questo modo le stranezze aumenteranno di pari passo con le sue domande, e a quel punto non credo che sarà così facile contenersi, neppure se sull'altro piatto della bilancia c'è la voglia di ottenere la sua fiducia.
Attraverso lei, Ranma sta riassaporando quelle sensazioni talmente intorpidite dentro di lui da risultare estranee, ed è stato bellissimo vederli così! Purtroppo però questi momenti vengono spazzati via dalla realtà. La descrizione della bambina è stata così intensa che quasi mi sono commossa anche io. E mentre Akane piomba nella negazione, ci si rende conto del perché quell'entusiasmo che Ranma aveva si è intorpidito: dopo una vita in mezzo a quelle atrocità chi riuscirebbe a mantenere la purezza di un bambino? A maggior ragione che, data la sua natura immortale, non avranno mai fine.
Quasi come a conferma di questa consapevolezza, arriva l'altra scena brutale: i briganti, gli stupri, gli omicidi. Sei davvero una bravissima scrittrice.
Ed ecco che, grazie ad Akane, riescono a rimediare un posto dove stare. È stato strano rivederla costretta a indossare quella maschera che le sta tanto stretta, e ho odiato almeno quanto Ranma quello sproloquio di buone maniere: in questo modo è stato possibile comprendere ancora di più Akane e la sua voglia di fuggire. Come si può resistere in un posto così soffocante?
Hanno empatizzato l'uno con l'altra, e il lettore insieme a loro.
La parte finale, poi, è stata fantastica. Mi sto innamorando sempre di più di questo Ranma, uffa! Anche qui si intrecciano momenti più leggeri -ma non per questo meno emozionanti!- a momenti più seri.
Adoro questi piccoli contatti che hanno, il modo in cui Akane reagisce e Ranma non può trattenere le risate. Sembra quasi impossibile che riesca a trovare qualcosa per cui sorridere considerata la sua vita, eppure Akane ci riesce senza troppe difficoltà, seppur involontariamente. In effetti la sua goffaggine è adorabile, ho riso anche io come una stupida :P

“Sei più carina quando sorridi”. WO, ci credo che per poco Akane non ci resta secca!
Ma siamo sicuri che fosse solo un modo per distrarla? eheh resto in questa piacevole ignoranza :P
Ora sono inevitabilmente più intimi e i loro discorsi più volti a capirsi l'un l'altra. Lei cerca di procedere in avanti rifiutandosi di considerare normali le brutalità del mondo, perché vorrebbe dire perdere poco alla volta la sua umanità, mentre Ranma di tanto in tanto indietreggia per riacquistarla, l'umanità. Sono sempre più emozionanti i loro momenti, non so quante volte ho riletto l'ultimo pezzettino. Ranma la osserva mentre dorme, poi la svolta: "Forse valeva la pena tornare a calpestare la terra".
E io non vedo l'ora di leggerlo! Mi dispiace che le tue insicurezze in merito a questi ultimi capitoli persistano, ma spero che ti aiuti almeno un po' sapere che secondo me sono impeccabili sotto ogni punto di vista! Alla prossima :)

P.S: ti ringrazio di cuore per avermi consigliato la lettura dello spin off "con passi lenti", mi è piaciuto moltissimo! (anche se ho lottato parecchio contro la gelosia :P)

Recensore Junior
07/06/17, ore 12:42

Ciao!
Avevo quasi finito di scriverti questa recensione quando la finestra, quella grandissima s-... ehm, si è chiusa. Finite le imprecazioni, ora mi rimetto a lavoro e spero di non dimenticare niente! Allora: come mi aspettavo, anche questo capitolo mi è piaciuto. Capisco bene i periodi no -mancanza d'ispirazione, mancanza di voglia e chi più ne ha più ne metta- perché anch'io, di tanto in tanto, scrivo qualcosina e ogni volta penso "ma ho scritto davvero quella roba?". Nel tuo caso però vorrei rassicurarti: hai fatto un ottimo lavoro!
Impiattati con maestria troviamo: ambientazione vivida e accurata, trama coinvolgente e psicologia dei personaggi interessante e coerente. Tutti gli ingredienti che mi hanno conquistata. Infine, ovviamente, il tocco segreto: il capitolo non finisce quando il lettore smette di leggere, perché inevitabilmente ci pensa e ripensa.
Quindi non preoccuparti, a mio parere la ricetta è sempre quella vincente. In ogni caso non mancherò di farti sapere se gli altri capitoli saranno da meno -anche se ne dubito!- ^^
Akane che non intende mollare il suo orgoglio da samurai e pretende il rispetto dovuto al suo rango l'ho trovata estremamente divertente: cozza con Ranma in un modo che trovo adorabile, a tratti quasi infantile. Eppure non molla, se ne frega di ciò che la gente potrebbe pensare di lei, sorride, non si arrende nemmeno ora, e poi vola di nuovo tra le braccia di Ranma come quella volta da bambina (solo che ora è completamente nuda!), ma soprattutto per riesce a vedere oltre... E Ranma resta disarmato per un momento. Mi fanno impazzire insieme!
Nonostante ci siano demoni e immortali, questo capitolo è più fantasy del solito e l'ho amato anche per questo. La "nebbia", i vecchietti, il demone e le anime che urlano il loro tormento, poi la rivelazione: il demone altro non era che un essere umano. Devo dire che nonostante sia una che si difficilmente si inquieta, un po' di ansia mi è salita! Molto bello, e bello anche lo spazio che hai dedicato agli altri personaggi.
Che Ryoga si trovasse male in quel mondo era chiaro, ma qui è possibile vedere quanto questo sentimento sia simile a quello di Akane. Dolcissimo il modo in cui pensa ad Akari, come cerca in tutti i modi di prendersene cura.
"è perfetta come compagna.
Increspò la fronte.
Compagna?
Dama di compagnia, sì, ecco. Akari è perfetta come dama di compagnia. È dolce, solare, gentile e discreta. E premurosa. E intelligente.
Ryoga sorrise senza quasi rendersene conto.
Sì, era perfetta."
Lapsus freudiano, Ryoga? :P
E, mentre Nabiki continua a espandere i suoi tentacoli, anche Kodachi si dà da fare... In tutti i sensi! Per questo devo farti i complimenti: hai descritto la scena in modo molto fine, e penso non sia facile quando si parla di sesso. Inoltre questa combinazione tra violenza, bellezza, morte e sesso costruisce un personaggio molto interessante. Ero convinta che finisse in un bagno di sangue, invece a quanto pare Kodachi aveva altri piani. Comunque con tutta questa gente che trama alle spalle di Ranma mi chiedo come le orecchie non gli fischino dalla mattina alla sera ahahah :P
Alla prossima! ^^

Recensore Junior
06/06/17, ore 13:28
Cap. 11:

Ciao!
Ieri mi hai scritto "spero che i prossimi capitoli non ti deludano"... Ma... Ma... Come potrebbe deludere un capitolo del genere? Dire che è stato perfetto è minimizzare! Sono entusiasta!
Mi sono divertita troppo a immaginarli mentre se le davano di santa ragione. Ho apprezzato in particolar modo come hai descritto Akane perché hai reso perfettamente la sua diversità: non è la classica protagonista minuta e perfetta in tutto. Si allena, perciò è muscolosa; è bella, ma non secondo i canoni giapponesi; ha un animo buono, ma bisogna avere a che fare anche con la sua cocciutaggine e, eventualmente, aggressività. Mi piace perché non si è risparmiata e non ti sei risparmiata nemmeno tu: normalmente in una storia romantica, indipendentemente dal carattere della donna, il massimo che avrebbe fatto per "picchiare" l'uomo sarebbero stati un paio di pugni sul torace urlando e piangendo. Qui no! Costole che si rompono, ossa che scricchiolano, sangue che cola... Così si fa!
Ranma sorpreso dalla forza e dall'abilità di Akane che "si sarebbe leccato le labbra per la soddisfazione" è una visione che mi manda su di giri. E ancor di più quando lui si pente di averla sottovalutata e non averla fatta svenire alla prima occasione. Ovviamente lui è immensamente più forte di lei e non può fare sul serio, però Akane si sta battendo bene e "vederlo in difficoltà" mi è piaciuto troppo.
Poi si pente di aver esagerato mentre lei, seppur dolorante, resta determinata a pestarlo. E vogliamo parlare di quando lei gli lancia addosso la vasca da bagno? "Rimase a fissare inebetito quella specie di uomo sotto mentite spoglie finché lei, i denti serrati per uno sforzo immane, non gliela lanciò contro" avrò riso cinque minuti per questa scena. Sono loro, non c'è alcun dubbio! IC fino al midollo.
L'incendio interrompe momentaneamente il loro scontro e anche in questo caso Ranma resta colpito dal comportamento di Akane. Non fa che stupirlo, qualsiasi cosa faccia.

Nel frattempo Nabiki sta continuando a tessere la sua tela. Non guarda in faccia a nessuno pur di raggiungere i suoi scopi e mi chiedo fin dove si spingerà. Che qualcuno salvi Kasumi!

"La nobile mocciosa dormiva ancora. A bocca aperta. E con un braccio e un piede fuori dalla coperta." che soddisfazione. Akane è Akane anche quando dorme.
Quando Ranma le blocca il viso per osservarla e inizia a riflettere ero al settimo cielo, ma quando poi Akane ha aperto gli occhi sono esplosa! Quel pezzo è stato dolcissimo: lui rimane interdetto e si lascia toccare, e per un momento lei non è l'Akane "per niente carina" che vediamo di solito. Poi la bolla si rompe, tutto torna come prima, quindi perché non rompergli il naso e cercare di scappare? Li adoro. E TI adoro, stai scrivendo una storia straordinaria.
L'immagine che li raffigura, lui sopra di lei, è fantastica. Forse dovrei smettere di leggere la storia di notte perché prima o poi mi manderanno a dormire in balcone con tutti gli schiamazzi che mi escono. Però è impossibile restare seri: lui sopra, il solo perizoma a dividerlo da lei, e Akane che continua a lottare infiammata dall'imbarazzo. Se le loro lotte finiranno per prendere sempre questa piega interessante, ti prego, falli massacrare più spesso! (Che già conoscendoli non bisogna pregarli per fare a cazzotti :P)

Il salto indietro nel tempo è stato molto bello. Passato e presente sempre intersecati alla perfezione. Ranma è molto diverso da allora, molto più... Stanco. Di tutto.
La vita di Ukyo è stata un vero inferno... Penso che lui le abbia voluto bene veramente. Non so se fosse amore, ma di certo ci teneva molto.

Ora però c'è Akane, che continua a sorprenderlo non poco.
"Nel giro di poche ore gli aveva messo i piedi in testa e gli aveva rotto il naso. Nemmeno ricordava l’ultima volta che se l’era rotto, ammesso che fosse mai accaduto. A questo punto le cose erano due: o la sposava o la uccideva." ... Quanta soddisfazione. Troppa. E poi ancora di più quando si sono ritrovati "abbracciati" e infine lui ha iniziato a imboccarla.
Lei che cerca di tenersi stretta la dignità pur trovandosi in quella situazione e lui che si trattiene per non ridere. Li si ama :P
Hai incastrato perfettamente ogni cosa. Mi ritrovo ad amare ogni capitolo più del precedente e non trovo più le parole per esprimerti quanto mi piacciano :P
Akane finisce per toccare un tasto dolente, forse IL tasto dolente, e penso che sia la cosa che colpisce Ranma più di tutte: "Le persone si limitavano a rifuggire i suoi occhi, a biasimarli, a maledirli. Non a guardarci dentro. Lei l’aveva fatto, prima a dieci anni, poi a venti".
Si rende conto di quanto è unica, eppure deve proseguire per la sua strada. La riporterà davvero a casa? Come mi crogiolo.
Nel frattempo Ranma ha compiuto un sacco di buone azioni: ha salvato quella madre dalle fiamme, ha pagato il proprietario della locanda per i danni subiti e ha aiutato Topino più di una volta. Potrei sbagliare, ma penso che la vicinanza di Akane, in un modo o nell'altro, faccia riemergere la sua personalità. Vedremo...
Questa volta il ringraziamento speciale va alla neve che allungherà il loro percorso; chissà cosa succederà nel frattempo! Inutile dirlo ormai, ma lo dico lo stesso: non vedo l'ora di saperlo!
B r a v i s s i m a.
Alla prossima! ;)

Recensore Junior
05/06/17, ore 12:07
Cap. 10:

Sono di nuovo insieme finalmente! Quanto sono felice! Ieri sera, mentre leggevo a letto, ho iniziato a scalciare in aria dalla gioia, tant'è che mia sorella si è svegliata spaventata chiedendomi se fossi pazza. Ma sono giustificata, no? Questi due fanno davvero scintille e tu sei fantastica nel descriverle.
Ma andiamo con ordine: ciao! Spero che non finirai per odiarmi, dato che ti sto tartassando tutti i giorni!
Akane sta avendo modo di scontrarsi con la realtà al di fuori del castello: non c'è mai una scelta facile e per quanto non si penta di quella che ha preso, ora non può fare a meno di pensare alle conseguenze. Mi è piaciuta la presenza costante della sua coscienza, come lei stessa si rimprovera ma continua ad andare avanti, consapevole che quelle difficoltà non sono che il primo passo.
Nel frattempo Kodachi sprizza follia da ogni poro, ma la vera domanda è: cos'ha in mente? Forse non hai appositamente disseminato indizi o forse io non sono stata brava a coglierli, ma non ne ho proprio idea. Anche se la domanda che mi assilla più di tutte, dopo aver letto la tua risposta alla precedente recensione, è sapere cosa cavolo NON ha fatto Happosai! Anche qui, non ne ho idea. Ma meglio: mi piace l'attesa, soprattutto quando dietro si nascondono grandi misteri. Tra l'altro descrivi la psicologia dei personaggi con una tale precisione e chiarezza che è praticamente impossibile non empatizzare con ognuno di loro, quindi mi ritrovo divisa tra mille fuochi. Una cosa è certa: il tuo Ranma è maledettamente intrigante. Come si fa a non innamorarsene? Già ora è possibile intravedere quanto sia profondo, e sono sicura che più avanti mi toccherà leggere con accanto i pacchi di fazzoletti.
Intanto ha ritrovato Akane e sono impazzita per quella scena, però credo che il bello debba ancora venire :3 e niente, concludo la recensione come l'ho iniziata: sono felice. E anche impaziente di vedere come Akane gli terrà testa! Alla prossima ;*

Recensore Junior
04/06/17, ore 12:19
Cap. 9:

Ciao anche oggi!
Che siano di passaggio o meno, i tuoi capitoli non deludono mai; spesso, tra una cosa e l'altra, mi ritrovo a fantasticarci durante il giorno -cosa che raramente mi è capitata con una ff!- e quindi agogno la lettura serale come i dolci durante una dieta ferrea.
Nabiki, nel suo essere subdola e calcolatrice, è un personaggio interessante: si muove nell'ombra e da questo deriva il suo potere, mi piace vederla all'opera. Spero che Ranma complichi i suoi piani perché mi ha divertito, nel pezzo iniziale, vederla alterata! (“E chi sarebbe questo Saotome Ranma?!”.)
La piega che ha preso la situazione mi piace da impazzire! Questo Ranma è tremendamente affascinante e ora che è parte della ricerca non vedo l'ora che trovi Akane, perché è chiaro che anche lei sia diretta a ovest, nonostante Happosai si stia dirigendo a sud convinto di trovarla lì. Ultimamente sta perdendo colpi; per un attimo ho pensato che potesse mandare Ranma da Akane perché lui riacquistasse una scintilla attraverso lei, ma sarebbe controproducente e deleterio per Akane -che se già non vuole sposare Ryoga adesso, figuriamoci dopo aver rivisto Ranma-, dunque ho scartato l'ipotesi perché è molto più probabile che sia esattamente come appare: Happosai pecca nel sottovalutare continuamente chi si trova di fronte. Da un lato sono trepidante di gioia perché rivedremo Ranma e Akane insieme, dall'altro sono preoccupata perché la ricompensa che Ranma vuole è LO scontro. Mi dispiace vederlo così freddamente intenzionato a ottenere la testa di Happosai...
In ogni caso, un enorme "grazie" a Nabiki che, attraverso Hatsue, ci ha concesso una visione paradisiaca! :P
Finalmente ritroviamo anche Ryoga, timido e dolce come sempre! Lui è probabilmente l'unico personaggio che Happosai tende a elogiare e non a sottovalutare :P menomale, anche perché ci pensa già Ryoga in prima persona a dare una cattiva immagine di sé. L'incontro con Ranma è stato fantastico, molto IC. Mi è sempre piaciuto il loro legame: nonostante siano eterni rivali e amino la stessa ragazza, l'amicizia che li lega è sincera e profonda. Mi chiedo se anche qui, prima o poi, legheranno! Intanto sono stata molto felice di leggere l'accenno ad Akari, non vedo l'ora di saperne di più!
Ed eccoci alla fine: Nabiki acquista sempre più fiducia da parte di Soun -quindi più potere- e Ranma e Happosai si dividono per iniziare la ricerca.
A proposito, ieri non ho avuto modo di risponderti, ma so bene che per il momento Ranma non prova nulla per Akane, solo che insomma... Sono Ranma e Akane, e io mi gaso con poco :P
"E Ranma si leccò il labbro inferiore.
Sta’ tranquillo, vecchio, non te la sciupo." ... Se poi fa così, è impossibile contenere l'entusiasmo.
Bravissima, non posso che rinnovarti i miei complimenti ad ogni capitolo! Alla prossima :)

Recensore Junior
03/06/17, ore 11:52

Eccomi a recensire anche questo capitolo! :)
Inizio col dirti che ho sofferto, vedere Ranma e Happosai così mi ha spezzato il cuore. Per questo devo farti i complimenti: per quanto uno scritto possa essere tecnicamente perfetto se non suscita emozioni è incompleto, mentre tu riesci perfettamente a trasmettere lo stato d'animo dei personaggi; perciò il fatto che fossi incommensurabilmente addolorata penso sia una buona cosa! :P
Devo dire che, in parte, mi ha anche divertita: cosa c'è di meglio di una bella scazzottata -formato immortale- per "salutarsi" dopo così tanto tempo? E poi sedersi insieme e conversare. Ah, gli uomini... Decisamente fantastici. Senza contare, poi, i loro botta e risposta!
In primis quando Happosai resta sconcertato dal modo in cui Ranma si siede: "Happosai osservò incredulo il monile, più consunto di quanto ricordasse, poi alzò di nuovo gli occhi su Ranma e si accigliò.
“Mi fai il favore di sederti in modo decente? Non è me che devi impressionare”". Ho riso veramente tanto, ma mai come quando hanno iniziato a parlare di Akane!
"“Ora rammento… come sta la scimmietta?”.
“Disgraziato! Ringrazia che siamo in un tempio!”.
“Devo dedurne che ti ha reso la vita difficile”.
“L’hai fatto apposta, vero?”.
“Naturalmente”"
Qui ero piegata da ridere. Tra l'altro... La chiama "scimmietta", eh? Sono dal computer e non posso mettere l'emoji maliziosa, ma ci starebbe bene in questo caso! Scherzi a parte, mi ha fatto tenerezza il suo modo di ricordarla. Ci voleva questo momento di serenità tra loro, anche se purtroppo ha avuto vita breve.
Ranma è sprofondato in un oceano di sentimenti negativi senza avere neanche un misero legnetto cui appoggiarsi, e nel tempo si è logorato talmente tanto che nemmeno il suo maestro lo riconosce. Happosai lo ritiene praticamente suo figlio, e in un certo senso -molto estremizzato- è come se si fosse trovato davanti un Ranma in piena adolescenza. Quando è solo un bambino lo cresci, lo guidi, e per quanto si possa arrabbiare sei tu a gestire la situazione. Per lui sei invincibile. Quando però diventa adolescente e si allontana, ti sembra di avere davanti una persona completamente diversa, non è più lo stesso bambino e per la prima volta ti sembra quasi di essere alla "pari" con lui: non sei più invincibile ai suoi occhi, e se ora si arrabbia... sono cavoli.
Ok, è un esempio un po' sconclusionato, però ho avuto proprio questa impressione: un genitore che si rende conto di non riconoscere più il figlio e si chiede dove ha sbagliato. Forse avrei dovuto ascoltarlo di più? Avrei dovuto tenerlo lontano da questo o da quello, insistere di più o magari essere meno rigido. Il problema è che quel figlio l'ha cresciuto con uno scopo ben preciso: renderlo un degno avversario. L'ha voluto lui stesso, sempre consapevole di tutto. Eppure, davanti alla realtà, è amareggiato. La tensione è palpabile, Happosai pesa ogni gesto per evitare che scoppi un incendio. Mi dispiace tanto vederli così.
Ma forse c'è una possibilità per Ranma: la sua "Ke Lun". Lui crede che sia una sciocchezza aggrapparsi all'amore e non ha nemmeno la pazienza di aspettare, ma chi lo sa... magari arriverà prima del previsto ;)
O forse no, dato che Akane sta andando a scannare Daichi! Che dire? proprio una giornata no per il povero Happosai :P
Capitolo bellissimo, come sempre. Spero che Tofu segua l'esempio di Akane e trovi la forza di seguire i suoi sentimenti... E mi auguro di vedere Ranma e Akane insieme al più presto! Come al solito non sto nella pelle di sapere come riuscirai a sorprendermi.
Alla prossima! :)

Recensore Junior
02/06/17, ore 12:19

Ciao!
A costo di essere ripetitiva, te lo dico anche oggi: non sai quanto questa storia mi stia prendendo! Ogni capitolo sempre di più. Ogni dettaglio, ogni pezzo su cui mi ritrovo a ragionare, ogni frase che leggo con soddisfazione perché maledettamente IC -magari non nel caso di Happosai, ma comunque hai costruito un personaggio straordinario di cui amo leggere-. Decisamente è la migliore ff che ho letto finora. Brava, brava e ancora brava.

Ecco, ora che ho dato sfogo al mio entusiasmo generale, posso dar sfogo all'entusiasmo nel dettaglio :P
Sei riuscita a descrivere perfettamente i pensieri di Kodachi; irragionevole e ossessiva, che rifiuta di vedere la realtà e anzi, la plasma e distorce a proprio piacimento. Questo, in particolare, per quanto riguarda Ranma. Ma per quanto riguarda il resto? Quanto credito si può dare a una persona del genere?
"Solo all’idea che la ricompensa potesse essere la mortalità tanto agognata da lui e da qualche altro idiota, le si annodavano le viscere: meglio morta, che dover invecchiare e ammalarsi e infine morire lentamente, nel proprio piscio."
Happosai disse a Ranma di non sapere in cosa consista la ricompensa, eppure Kodachi sembra saperlo. Che sia un altro dei suoi ragionamenti contorti? Per quanto sia svalvolata, in questo caso mi sembra più probabile che Happosai abbia nascosto la verità a Ranma. D'altronde l'ha praticamente formato lui, e una volta sviluppato l'istinto omicida penso che Ranma abbia iniziato a uccidere gli immortali senza conversarci prima, quindi le possibilità di confronto con gli altri erano praticamente nulle. E Kodachi, vedendo Ranma così avvezzo a vivere con gli umani, potrebbe non avergli detto niente per evitare che lui distrugga tutti (lei compresa) per ottenere la ricompensa di una vita mortale. Questo potrebbe filare, forse. Ma perché Happosai ha mentito a Ranma? Sono impaziente di scoprirlo!

Meravigliosa la conversazione tra le due sorelle.
Akane sembra camminare su una fune sottilissima, conscia almeno quanto Nabiki di non essere tagliata per l'equilibrismo con la sua spontaneità e impulsività, eppure prosegue in quel territorio che sembra essere fatto apposta per Nabiki: apparentemente formale, perfetto, ma che sotto cela la vera natura.
Quando Nabiki ha offerto per la prima volta il suo aiuto ad Akane ho pensato che potesse farlo per ottenere... Ryoga. Quale marito migliore, per lei? Potente e manipolabile, l'ideale. Anche se lei è già sposata, basterebbe liberarsi del marito. Inoltre, se ai genitori interessa solo unire le famiglie per mero interesse politico che importa quale sorella lo sposi? Però ho subito scacciato quest'idea perché non mi convinceva. Nonostante ciò, quando ieri sera ho letto questo capitolo ho avuto l'impressione che il tentativo di Nabiki di schernire Ryoga fosse solo un modo per assicurarsi di tenere Akane il più lontana possibile. Sto impazzendo come Kodachi? ahahah
Gli ultimi sviluppi sono stati molto interessanti, anche se a discapito della povera Kasumi. Ho amato la dolcezza del "monaco" Tofu: non vedo l'ora di saperne di più riguardo la loro storia!

E poi lui, il mio amato (:P) Ranma!
I flashback sono sempre più belli. Il suo rapporto amore-odio con Happosai mi piace tantissimo, anche perché attraverso i flashback si può vedere quanto è maturato nel tempo. Anche qui, sto cercando di capire come mai è riuscito a uccidere un demone davanti a un tempio nonostante la prima regola degli immortali sia non combattere in territorio sacro. Adoro spremere il cervello, anche se probabilmente non ne esce nulla di buono ;P
Comunque la cosa importante è che finalmente Ranma è tornato! Non sto nella pelle.
Alla prossima recensione!

Recensore Junior
02/06/17, ore 11:36

Mi sa che è meglio se mi vado a nascondere... lo so, dovevo leggere la tua storia, ma... tra un impegno e l'altro, non l'ho più fatto in modo costante! ç_ç
Comunque, il tuo stile, quando descrivi le scene più violente, mi ricorda vagamente quello di George Martin, che io amo infinitamente. Adoro la cura che ci metti nella stesura dei minimi dettagli! E mi piace anche il modo in cui entri nella testa di personaggi secondari, come Yukiko a inizio capitolo!
Nabiki qui è una vera serpe, si sta divertendo a incutere timore alla sua povera sorellina... chissà che cos'ha in mente! Però, nonostante tutto, non posso fare a meno di adorarla...! Sono curiosa di vedere anche Kasumi, è solo stata citata finora...
Ranma, invece, continua il suo viaggio e si imbatte in Tatewaki! Magnifico, davvero. È troppo IC ed è anche così stupido! Lo amo! Chi se lo immaginava che anche lui sarebbe stato un immortale?! Vuol dire che Ranma dovrà ammazzarlo, visto che dovrà rimanere solo uno di loro?

Ora sono curiosa di vedere anche Highlander... Ho guardato il trailer dopo aver finito di leggere questo capitolo e... mi ispira (poi va beh, io ho un debole per la Scozia e sono un caso a parte xD)

Comunque, rinnovo i miei complimenti, ti ho anche aggiunta alle mie autrici preferite! E nulla, mi scuso ancora se sono così lenta a leggere la tua fanfiction... a quest'ora dovrei averla già finita ç_ç

Ci sentiamo prestissimo!;*

Recensore Junior
02/06/17, ore 01:45

Finalmente trovo un attimo per recensire questo meraviglioso capitolo! Vorrei cominciare dal fatto che non trovo il tuo stile “sbrigativo” rispetto ai primi capitoli, anzi. Trovo che si sia sì alleggerito, ma questo va tutto a favore di una narrazione più dinamica e di una caratterizzazione più viva e coinvolgente. Continui a saper catapultare il lettore all’interno di descrizioni solide, sempre originali, che colpiscono per la loro nitidezza. Ma lo fai ora in maniera più leggera e fluida, e devo dire che apprezzo molto questa evoluzione, peraltro giustificata, come tu ci spieghi.
Il rapporto tra Akane e Ranma finalmente entra nel vivo, si approfondisce e ci pare di vedere infine davvero scalfirsi il muro che pur con tutte le eccezioni, in qualche modo, coerentemente allo scenario e alla trama, li ha divisi finora. Immagino ci sia ancora parecchia strada da fare (reale e metaforica) per avvicinarli davvero, ma credo che la direzione sia stata definitivamente imboccata in questo capitolo, permeato dalla complicità crescente tra i due protagonisti e dalla - dichiarata - formazione in atto della nostra eroina. Valore aggiunto è dato da un’atmosfera dark-onirico-splatter (perdonami non ho saputo trovare un aggettivo che potesse descriverla meglio ^_^’) in cui i nostri due testoni si trovano a dover combattere orribili demoni e mostri. E poi tu ci grazi (ehm… grazi Akane) con questa visione stupenda di un Ranma senza veli, che alza - e non di poco - la temperatura emotiva della scena. Grazie davvero anche per la bellissima fanart!!! Al di là degli scherzi, comunque, siamo anche qui di fronte a una scena di crescita, che va di pari passo con quella delle nespole e della risata. Adoro quando ci ritrai i due protagonisti in queste scene di grande leggerezza e avvicinamento. Secondo me sono tra le più belle di tutta la storia.
E ancora una volta la narrazione si apre, stupendoci, su nuovi scenari, intrigantissimi: il rapporto e la vicenda tra Ryoga e Akari da una parte, le mire di una perfida e pericolosissima Kodachi dall’altra…! Per non parlare dell’entrata in scena di uno dei personaggi secondari dell’Universo di Ranma meno considerati e a mio parere più carichi di potenziale: Daisuke! Con la sua entrata in scena mi hai davvero strappato un sorriso. Ora sono davvero curiosa!
Ancora mille complimenti per questo bellissimo capitolo. E questo è ciò che viene fuori quando hai poca voglia?! Dal mio punto di vista non posso dire altro se non che hai fatto un ottimo lavoro e che ti sei come sempre saputa superare!!!
Un abbraccio, Chiara

Recensore Junior
01/06/17, ore 12:01
Cap. 6:

Oh cacchio, Kuno ci ha già lasciati. Non me lo aspettavo. Mi dispiace pensando a quel mattacchione, però come si suol dire: breve ma intenso.
Comunque: ciao anche oggi! Ormai sono innamorata di questa storia, temo dovrai sopportare le mie recensioni ^^" :P
Tornando a Kuno, la sua dipartita ha regalato un momento molto violento, sia dal punto di vista fisico, in mezzo a sangue e parti del corpo tranciate, sia -soprattutto- quello psicologico. Il modo in cui l'hai narrato, alternando passato e presente, ha portato il pathos alle stelle. I suoi samurai iniziano a morire come mosche, si sacrificano per proteggerlo, ma d'altronde è un gesto che non lo colpisce più di tanto perché pensa che sia giusto così.
"Quanto strilla quella mente senza senno. È così presa da se stessa da non essersi ancora accorta che gli sta correndo incontro: lui lo ha superato da un pezzo e lo sta aspettando."
Questa scena è stata molto da film horror: lo spettatore si immedesima nel personaggio, sente tutta la sua paura, la speranza di farcela e l'illusione di avercela fatta, che poi scoppia come una bolla di sapone nel momento in cui si ritrova l'assassino davanti agli occhi. IC anche in questo caso: prima lui era l'erede di un importante casata, le persone erano al suo servizio, lui era importante. Poi, di fronte alla morte:
"L’arroganza tipica del suo casato si è liquefatta andandogli a riempire la vescica.". Bellissima questa frase.
Ciò che mi ha colpito di più, tuttavia, è stato Ranma. Quando si è reso conto di non sentire più l'odore del sangue ho pensato che fosse grave, ma ne ho capito la reale gravità solo dopo aver letto il flashback. Ecco cosa lo lega ad Happosai e quali sono i piani di quest'ultimo: non solo trovare una persona che sia degna dello scontro finale, ma anche che sia in grado di godere in maniera saggia della ricompensa, qualora fosse lui a morire. Ricompensa che nessuno conosce, tra l'altro! Da un lato è davvero assurdo massacrarsi per qualcosa di così incerto, ma dall'altra fa capire quanto un'esistenza immortale tolga tutto: ormai possono aggrapparsi a quell'unica certezza. Happosai ha scelto Ranma perché convinto che lui non avrebbe mai dimenticato la sua umanità, e infatti Ranma tenta di risparmiare quanta più gente possibile, ma ora ha scordato l'odore del sangue... E questo penso che sia un bel problema. Ad ogni modo, bellissimo questo affaccio sul passato di Ranma, non vedo l'ora di saperne di più!

Intanto, tornando al presente, Nabiki è riuscita a fregare Happosai! C'è da dire che sono due personaggi fantastici, perfettamente caratterizzati in ogni dettaglio. Non riesco a credere che un uomo con oltre un millennio di esperienza si faccia fregare da una ragazzina che, per quanto scaltra, resta comunque tale. Eppure...
Tanto di cappello a Nabiki, che si sta rivelando un'avversaria davvero temibile. Mi chiedo solo quanto ci metterà Happosai a scoprire di essere stato messo nel sacco!

Ed ecco Kodachi, bellissima -il disegno poi è fantastico- e spaventosamente IC! Insiste, piange, si rialza, non molla e poi tocca il tasto dolente: Ranma non è diverso da loro. Lui minaccia di ucciderla, eppure non lo fa. Perché? Non credo che sia perché non vuole spopolare il mondo da tutti i Kuno in uno solo giorno :P
In ogni caso, pezzo straordinario. Adoro come stai inserendo ogni personaggio e come stai portando avanti le cose. Non vedo l'ora di saperne di più! Alla prossima recensione ;)

Recensore Junior
31/05/17, ore 12:58

Questo capitolo è stato FANTASTICO.
Non che gli altri siano da meno, ma penso che qui si faccia un passo avanti verso quella che sarà la storia vera e propria. Abbiamo più chiare le dimensioni della matassa da sbrogliare, insomma.
Ranma è finalmente approdato.
Mi piace il fatto che concedi il punto di vista del capitolo anche a personaggi di passaggio (o meglio, che tecnicamente sono di passaggio... Poi chissà!) come Yukiko in questo capitolo e il capitano nel capitolo precedente. Anche qui, descrizioni eccellenti: mi è parso di sentire il rumore della testa del ronin che ruzzolava via!
Nel frattempo, Nabiki è riuscita a ingannare Akane con un tranello molto da lei. Mi sto scervellando da ieri sera per capire cos'ha in mente! :P In ogni caso, per il momento sembra essere riuscita a placare Happosai, anche se lui non sembra convinto.
Intanto Ranma prosegue il suo cammino ed ecco che entra in scena Kuno! Mi chiedevo se avrebbe avuto una parte nella trama e sono felice di trovarlo anche perché è assolutamente e meravigliosamente IC. Mi fa morire da ridere. Certo, però, non pensavo che sarebbe stato anche lui un immortale!
Attraverso il bellissimo flashback di Ranma si inizia a comprendere il suo passato e il motivo per cui questa storia si chiama "Ne resterà soltanto uno". Le cose si fanno sempre più interessanti!!! E dato che mi piace come riesci a sorprendermi, il film che mi hai consigliato ieri nella risposta alla recensione credo che lo guarderò dopo aver letto la storia ^^
Alla prossima! ;)

P.S.: complimenti anche per i disegni!

Recensore Junior
31/05/17, ore 12:11

Ciao di nuovo!
Ieri ho letto questo capitolo e quello successivo (avevo detto di voler "conservare" la storia il più a lungo possibile per non finirla subito, ma contemporaneamente come si fa a resistere? Sono preda delle tentazioni ahah) e oggi li recensirò separatamente, perché sono belli sostanziosi e non voglio tralasciare nulla.
Hai fatto bene a inserire un linguaggio colorito nella parte iniziale; trattandosi di marinai, sarebbe stato strano il contrario. L'hai descritto meravigliosamente: tutti gli odori, i suoni, sono particolareggiati al punto da poterli sentire, ma mai noiosi o superflui. Mi è piaciuto molto questo pezzo!
Ed ecco Ranma, con questo fascino tenebroso. Adoro come l'hai caratterizzato: nonostante sia più "oscuro" rispetto al Ranma che conosciamo, penso che se l'originale si fosse trovato in questa situazione probabilmente sarebbe esattamente come lo descrivi. E lo adoro. Molto interessante la faccenda del Talismano del Drago, e molto dolce il fatto che non abbia dimenticato quella piccola ribelle di Akane! Per quanto possa essersi incupito, con lei era il Ranma a cui siamo abituati... Ah, mi fanno venire gli occhi a cuore quei due.
Per quanto riguarda Akane e Ryoga, invece, devo aprire una parentesi.
Io soffro.
Soffro a vederlo così. Viene voglia di correre ad abbracciarlo, è troppo dolce e assolutamente identico al Ryoga della Takahashi. Non ho mai tifato per lui e Akane, anche perché probabilmente solo Kuno sarebbe uomo più sbagliato per lei, ma è così tenero che leggere nelle note che riuscirà a riacquistare la sua dignità mi ha resa felice. Spero che prima o poi incontrerà la donna per lui!
D'altra parte, sono dalla parte di Akane. Mette panico l'idea che un tempo i padri e i mariti disponessero delle donne in questo modo, e devo complimentarmi per come hai reso questi sentimenti.
A questo proposito, devo dire che non avrei mai immaginato Soun nei panni di padre-padrone, né Happosai nelle vesti di un saggio e carismatico maestro che non passa le giornate a rubare mutandine, e credo ti riferissi a loro quando hai scritto che per esigenze di trama ci sarebbero stati personaggi OOC. Solitamente non amo gli OOC, ma qui sono descritti così bene e amalgamati altrettanto egregiamente che non posso che apprezzarli! Bravissima.
Corro a recensire il prossimo capitolo ;)

Recensore Veterano
30/05/17, ore 19:05

Ciao cara!!! Finalmente anch'io trovo un minuto per lasciarti un mio commento...anche se il mio pc fa un po i capricci,

non capisco se sia problema di pc oppure questo nuovo metodo di recensire ancora da i numeri.....ad ogni modo....passiamo

al capitolo....
Inutile dirti quanto tu sia bravissima a scrivere perchè questa è una cosa che già sai, ma ahimè credo che tu sia anche

molto insicura quindi ti rinnovo al solito i miei complimenti, e anzi vorrei farti anche presente che mentre tu dici di

scrivere questi capitoli con molta più fretta rispetto ai primi,scusandoti con noi lettori, io ti dico che non hai niente

di cui scusarti, poichè io ho molto apprezzato questa tua ,maniera di scrivere molto più scorrevole e leggera. Il capitolo

l 'ho letto tutto d'un fiato senza trovarlo pesante. Quindi ancora una volta bravissima!!!!
La scena iniziale in cui Ranma e Akane fuggono dal castello sembra quasi una scena da film ...lei si sveglia di

soprassalto con schegge di sogno ancora conficcate negli occhi....io qui sono rimasta cosi *__* troppo bella questa parte

davvero l 'ho amata tantissimo....per non parlare del contatto tra lei e Ranma durante la fuga " (le dita penetrano

attraverso il tessuto e bruciano la pelle) e quel odore di lui che non vuole andare via dalla pelle di lei....solo una

parola fantastico! lo dico di ogni capitolo e non mi stancherò mai di dirlo!
Mi piace come riesci a creare nella tua storia questa atmosfera cosi dura e macabra , quando parli ad esempio di demoni

che si impossessano di bambini o di salamandre giganti che divorano uomini, ma allo stesso tempo riesci ad allegerire la

situazione attraverso qualche battutaccia di Ranma o tramite qualche buffa gaff di Akane. Nonostante sia un periodo

storico diverso e l ambientazione del tutto diversa rispetto al manga i tuoi personaggi sono molto IC ...sono sempre Ranma

e Akane, anche se più maturi.
Una cosa non ho ben capito...il monaco che parla con Akane la mette in guardia nei confronti di Ranma...questa è una cosa

che non mi è chiara, cioè loro da un lato lo venerano perchè sanno cosa fa, ma dall'altro lo temono in quanto immortale? e

quale sarebbe il pericolo che akane corre nello stare accanto a lui?Forse teme che lei se ne innamori, o che perda anche

lei la sua umanità?
Adesso aspetto ansiosamente il prossimo capitolo, dove mi aspetto una svolta tra il nostro eterno disperso e Akari che

forse, si rende conto che in effetti non ha niente da perdere nei confronti di Ryoga , quindi tanto vale provare ad essere

la sua concubina !!! E spero di rileggere anche di quella pazza di Kodachi che a quanto pare vuole tentare di fregare il

vecchio Happosay...(ho capito giusto? è x happosay che vuole preparare questo intruglio???)
Sei stata bravissima come sempre !!!adoro il tuo modo di scrivere e adoro la tua storia, e soprattutto apprezzo gli sforzi

che fai per portarla avanti nonostante gli impegni e i momenti in cui l' ispirazione ti abbandona...continua sempre

cosi!!!


Ps: le scene come quelle in cui ranma fa la doccia e akane rimane imbambolata come un ebete sono sempre gradite da noi

lettrici soprattutto se accompagnate dai tuoi fantastici disegni *__* Baci a presto

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 [Prossimo]