Recensioni per
Furia Nera
di PawsOfFire

Questa storia ha ottenuto 68 recensioni.
Positive : 68
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]
Recensore Master
08/09/17, ore 19:08
Cap. 27:

Ciao!^^
sempre notevolissima questa storia, davvero complimenti.
Come ogni volta, sempre più surreale, cinica, dissacrante e priva di fronzoli. Ti arriva diretta in faccia, senza deviazioni e senza abbellimenti svenevoli.
I personaggi hanno un'apparenza comica, ma se gratti un po' la patina sono figure tragiche, ognuno con una sua distorta grandezza.La guerra è uno sfondo immanente, terribile, con il quale non si può discutere nè venire a patti, anche se i nostri cercando disperatamente di nascondersi in qualche angolo buio.
Veramente bella, la sto adorando!

Recensore Master
08/09/17, ore 12:33
Cap. 6:

Ed eccoci qui! Abbiamo un altro personaggio inserirsi nella narrazione: Tom. Anche lui è un tipo a dir poco bizzarro, più malinconico e meno...meno... Meno Bastian Faust si può dire? Ha un occhio acuto, e si accorge immediatamente che Bastian è aiutato da qualcuno in alto. Dai parenti, sicuramente, ma anche da Dio, dato che in qualche modo sono ancora vivi. Mi chiedo se la vita di Bastian abbia un qualche significato, o se ci sia il concetto di destino nella tua seconda guerra mondiale!

Nel frattempo abbiamo anche il pov del nostro eroe, che con il suo cane da caccia scova-comunisti va ad affrontare coraggiosamente il mondo. Ed è sempre così dolcemente scollegato dalla realtà che è impossibile non volergli bene, davvero.

Ho messo la tua storia tra le seguite, in modo da averla sempre sott'occhio. :)

A presto
morgengabe

Recensore Master
25/08/17, ore 18:59
Cap. 26:

Ciao carissima!^^
un capitolo molto bello, complimenti! A parte la mai abbastanza lodata precisione tecnica, che fa da sfondo a questa storia togliendola dalla nebbia del pressapochismo, è molto bello come riesci a combinare cinismo e sentimento. Io ho sempre sostenuto che il cinico è un idealista disilluso, e tu me lo dimostri in pieno con il nostro Bastian Faust, che è capace di osservazioni graffianti, ma allo stesso tempo di momenti di puro lirismo.
L'episodio del pilota è terribile: precipita uno Stuka e chi c'è dentro, irrimediabilmente sfracellato? Tuo fratello.
Agghiacciante, mi sembra giusto infatti che arrivi la neve a suggellare in tutto.
Complimenti davvero, ogni capitolo è più bello!

Recensore Master
25/08/17, ore 18:35
Cap. 26:

Ciao Paws, non vedevo l'ora di trovarmi un tuo aggiornamento <3

Il capitolo è stato molto breve ma estremamente intenso. Ogni volta che si parla della famiglia di Bastian succedono cose alla mia gola che si annoda e ai miei occhi che bruciano come se ci fosse finito il fumo, ma tralasciamo...
Siegfried Schneeden aveva scambiato Bastian per il suo fratellino Stefan, o almeno così sembra. Un curioso caso di omonimia... forse, oppure, e mi sembra più probabile, un crudele scherzo del destino.
Bastian sta dimostrando una forza d'animo che non mi sarei mai aspettata da lui, non ai primi capitoli, non dallo squinternato capitano con le raccomandazioni che non pensa altro che alle donne e a come diventare il miglior pilota di Panzer a memoria d'uomo. Eppure piano piano è cambiato, è maturato, ha visto l'orrore e si porta addosso le cicatrici. Questo capitolo le dimostra tutte, profonde e orribili e ancora sanguinanti, e il nostro cede a una crisi quando Siegfried muore dopo avergli chiesto scusa, implorando il perdono di Stefan Faust, che doveva lanciarsi insieme a lui, gettarsi in acqua, salvarsi la vita.
La presenza di Daniel sembra essergli stata quasi di conforto, in un primo momento, perché lo ha portato ad agire con più maturità di quanta non se ne senta lui stesso. ma alla fine crolla, umanissimo, e spero che Tom lo consoli in qualche modo, e anche gli altri, che ormai sono la sua unica ancora di salvezza dallo scivolare verso il delirio di questa guerra che sembra non avere fine.
"ho questo desiderio, folle ed assennato, di sopravvivenza."
L'enorme, terribile umanità di questa frase mi ha colpita come un tram in faccia. Quanto è folle desiderare di sopravvivere? Quanto intensamente si può desiderare di restare vivi? Alla fine diventa l'unica cosa che conta, in un certo senso.

Non so bene che altro dire, se non farti i complimenti perché questa storia è sempre più bella.
A presto!

~Sky

Recensore Master
18/08/17, ore 16:06
Cap. 25:

Hey :)
Sono felicissima che tu abbia trovato il tempo di aggiornare Furia, mi mancavano troppo il capitano e il suo sgangheratissimo gruppo.
Dunque, posso ormai affermare, con una certa serenità, che Daniel NON HA qualità nascoste (magari le ha nascoste in qualcun altro XD), ed è sostanzialmente un piagnone inutile senza spina dorsale. Mentre Bastian sembra affetto solo da nonnismo cronico, e una buona dose di frustrazione dato che difficilmente riuscirà a riportarlo a casa tutto intero, Tom non lo sopporta proprio. Non gli posso dare torto XD
Klaus invece sembra aver deciso di fare da badante a tempo pieno, e meno male per il ragazzino che sennò partiva direttamente di testa.
Non so se mi ha fatto più ridere la parte del cecchino, o quella in cui arrivano i due T-34 e Daniel continua serenamente a discutere di Wuppertal e del suo trenino... mentre gli altri lo ignorano e fanno quello che devono fare per salvarsi la pelle XD

Come sempre, la parte divertente viene smorzata da quella drammatica e viceversa.
“Non sono cattivi, si sono semplicemente dimenticati quanto siano duri i primi tempi quaggiù.”
Le parole di Klaus colpiscono. Ma credo che sia un po' anche quello il punto... Bastian non se l'è dimenticato, ed essenzialmente si innervosisce perché vede Daniel come un'anima perduta. Tom invece ha un astio profondissimo, che mi chiedo da cosa derivi esattamente a parte per generico scazzo XD

“Capitano...ho più paura delle foglie che del tribunale, in realtà.”
Ah beh,
Le priorità.
Qua tipo sono morta. Piegata in due.
Spero che intanto il Wolfmann stia bene!

Ci risentiamo presto ♥

~Sky

Recensore Master
18/08/17, ore 11:03
Cap. 25:

Eccomi qui!!
ciao carissima, è sempre un piacere leggere le (dis)avventure dei nostri eroi. La guerra è sempre più guerra, lo humur è sempre più cupo e cinico, le stuazioni sempre più surreali.
Ormai i nostri eroi sono una grande famiglia di mariti e mogli brontoloni, che si rimbeccano costrantemente a vicenda, ma hanno una gran pazienza con i rispettivi difetti, che stigmatizzano le eccentricità ma le tollerano con la pazienza delle coppie ormai al di là del consolidamento.
Come sempre un capitolo stupendo, anche per la tua grande precisione nei riferimenti sia alle cose militari che quotidiane, come lo schwebebahn.
È sempre un piacere leggerti!

Recensore Master
26/07/17, ore 16:38
Cap. 24:

Ciao Paws :)
Facciamo una conoscenza un po' più approfondita di Daniel, questo ragazzotto che con la guerra c'entra meno del capitano Faust, ed è tutto dire.
Imbranato, timido, pasticcione e... vegetariano. Ma come il Fuhrer no?
Ah le contraddizioni. Sono il sale della Storia XD
Insomma anche io ho sentito dire che Hitler fosse vegetariano, anche se dopo un giro di informazioni ho trovato opinioni molto contrastanti al riguardo (secondo una fonte, zio Adolf non mangiava carne per una questione di salute e non per altro). In ogni caso è un paradosso talmente assurdo che vale la pena riderci su.
Come Tom che si sbellica, giustamente, giacché il piccoletto "è in guerra e si fa scrupoli per un cazzo di pollo".

Comunque il modo in cui i ragazzi della Furia 2.0 interagiscono mi piace sempre di più. Sembrano tutti cresciuti, e nonostante ci sia un velo d'ironia, di sottofondo, tutto è diventato più "serio". La parte della mitragliatrice è agghiacciante, come sempre assurdamente realistica, inframmezzata dalle risate di Tom, lo sgomento di Bastian e Klaus che "ci sa fare con i bambini".
Ottimo benvenuto al povero Daniel, veramente. Mi fa una tenerezza assurda, come è chiaro che la faccia anche agli altri ragazzi.

In ultimo, sappi che ho amato follemente la prima parte, quel pezzettino che riguarda l'inverno.
Il ghiaccio avvolge i vivi ed i morti con il suo bel manto bianco ed improvvisamente sembra tutto più...intimo. Poi arriva la primavera puttana che scioglie tutto, riportando ai nostri nasi l’odore dolciastro della morte.
Bellissimo, bellissimo e da brividi.
Sono felicissima di aver letto un altro capitolo, spero che il prossimo arrivi presto <3
ti abbraccio!

~Sky

Recensore Master
25/07/17, ore 10:32
Cap. 24:

Ciao carissima!
Arriva la Furia e io accorro, come vedi!^^
La trovata del carrista vegetariano (oltre che imbranato, inutile, fifone e rincoiglionito) è geniale, sono morto dal ridere.
La storia diventa sempre più gustosa: come ti ho già detto, storie di guerra senza compiacimenti nè svenevolezze, umorismo cinico e situazioni surreali sono cose che adoro, quindi leggo sempre le avveture della Furia con grande gusto.
Le considerazioni di Faust si fanno sempre più profonde: non è che mi diventa saggio, prima o poi?
Grandissima anche la competenza in materia di armamento tedesco che sfoggi, carissima: anche per questo è un piacere leggerti!

Recensore Master
23/07/17, ore 12:29
Cap. 5:

Un plauso a Bastian Faust, che è riuscito a far perdere le staffe ad un generale della Wermacht facendolo sbiellare come se fosse un ultrà della Lazio. D'altronde il nostro eroe deve essere terribile per i superiori che lo vedono come una spina nel fianco protetta da una forte raccomandazione e a cui non interessa nulla del suo stato di salute mentale ma solo della sue efficienza.

E qui scopriamo il background di Bastian, scopriamo come ha impedito la morte del suo equipaggio con un'intuizione, una di quelle che ha spesso ma per una volta vera. Scopriamo anche la sua incapacità con le donne, oltre che il fatto che non va con prostitute, cose che credo che se no avrebbe specificato.

E al momento lui e tutto i suo carro potrebbero finire in un battaglione penale. Che altro dire? Beh, ti cito dicendo che Bastian Faust era un francese, e che francese. Il migliore dei francesi.

In tutto e per tutto!

A presto
Morgengabe

Recensore Master
17/07/17, ore 12:58
Cap. 4:

Ciao!
Malgrado i traslochi, la fine della sessione estiva e l'estate più calda del millennio tu sei nella mia lista di persone da recensire ed eccomi qui. Finalmente posso godermi Bastian Faust, un uomo di cui ho parlato molto alla mia alter-ego Morgen ( perché io sono Gabe! :P) tanto che lei sta leggendo il tuo capitolo qui con me!

Abbiamo la guerra, quella vera, che si introduce all'interno della psiche di Bastian. Ormai sono convinto che il nostro Hauptmann sia un uomo di natura portato a sdrammatizzare le cose ma che di fronte a tanto orrore non è in grado di dare una vera e propria spiegazione e per questo si chiude dietro questa barriera da Pirgopolinice nel Miles Gloriosus, cercando di fare del suo meglio per uccidere il terrore che vive nelle sue budella. Il che lo rende un personaggio tragico, tragico nel momento in cui racconta la morte di suo fratello, perito durante la Battaglia d'Inghilterra e tragico persino quando sdrammatizza poco dopo raccontando di quella volta che mitragliarono una lepre al posto di un soldato russo.

Questa storia è struggente, davvero.

A presto
Morgengabe

Recensore Master
09/07/17, ore 17:46
Cap. 23:

Eccomi, perdonami per il leggero ritardo :)

Sono felice di aver letto un capitolo meno drammatico, anche se vedo che il peso sulle spalle di Bastian sta pian piano aumentando. Il capitano si fa più serio, più ombroso, ma per fortuna non smette di cercare le immagini delle signorine né altre amenità nei libretti di istruzioni <3
Ma partiamo dall'inizio... Maik. Mi son sbellicata sia alla questione dell'ufficiale delle SS, sia dopo, con l'esperimento per creare il superuomo.
La follia realistica con cui succedono queste cose, in Furia Nera, mi spezza sempre XD
Spero che il buon ex marconista stia bene. Insomma che non diventi l'incredibile Hulk o qualcosa del genere senza poter più tornare "umano", non so se capisci che intento xDD
Legittimo che il capitano si preoccupi per lui, condivido il sentimento... e che carino Tom che lo aiuta ad alzarsi nonostante abbia il braccio ferito. Non viene detto chiaramente e non credo che Bastian lo ammetterebbe con facilità (ad alta voce), ma si vede che i due sono amici. E niente, brotp senza dubbio u__u
Abbiamo una nuova piccola Furia, che non potrà mai rivaleggiare con la precedente ma è già qualcosa. Ci voleva una piccola gioia per il capitano prima che impazzisse del tutto.

Ma... abbiamo anche una new entry nella vicenda, questo soldatino nuovo di pacca che sembra buono solo a fare il saluto, ammesso che non abbia qualche dote ancora da sviluppare. La noncuranza con cui Bastian si rivolge a lui, unita all'ultima frase che chiude il capitolo ("Sarei riuscito a portarlo sano e salvo fino alla fine della guerra?") dicono molto su quale sia il problema.
Già, questo poveretto riuscirà ad arrivare sano e salvo alla fine della guerra?
Lo spero anche io. E adesso Bastian comincerà a sentirsi responsabile per lui, poveretto.

Chiudo qui, felicissima di aver letto un altro capitolo di questa storia <3
A presto!

~Sky

Recensore Master
08/07/17, ore 14:27
Cap. 23:

La Furia!!
Come sempre, è un piacere leggerti. Bellissime tutte le scene dell'ospedale e del campo quando Faust vi fa ritorno. Il nostro capitano diventa sempre più cinico e disilluso, ormai è un'altra persona rispetto a quello che abbiamo conosciuto nei primi capitoli.
Tutto molto divertente, molto tragicomico, ma anche molto duro. Di Giovenale si diceva "castigat ridendo mores", e con te potrei dire la stessa cosa: con questi episodi apparentemente comici, ci mostri tutta l'assurdità e l'insensatezza della guerra.
Poi io devo stare zitto perchè sono un militarista guerrafondaio e ho un'atra serie di caratteristiche che non elenco per decenza, però il messaggio passa forte e chiaro.
Quindi complimenti, e attendo il prossimo capitolo, con una nuova Furia!!

Recensore Master
05/07/17, ore 17:55
Cap. 3:

Il nostro povero eroico Bastian Faust entra finalmente in azione! Tradimenti, ricordi d'infanzia, addestramenti micidiali e i colpi del cannone da 88 echeggiano per tutto il capitolo in un roboante intreccio che è a metà tra le sturmtruppen e un film di guerra vero e struggente. Ed è questa la tua capacità principale: riesci ad essere struggente con questa comicità leggera che in fondo fa pensare e mette anche un po' paura. Quella comicità all'italiana, che rende ogni commedia un po' una tragedia, al contrario di quella americana che rende ogni tragedia un po' una commedia.

E prima di lasciarti voglio passarti questa parte, citandoti, che mi è piaciuta TANTISSIMO:

"Ricordo ancora, con una certa nostalgia, le corse a perdifiato per le campagne bavaresi che facevo da bambino. Avevamo costruito una specie di cingolo con cannone con dei legni ed alcuni chiodi e ci divertivamo da morire a giocare ad una versione rivisitata di francesi contro tedeschi. Non ho mai capito perché il francese dovessi sempre farlo io. In ogni caso era un francese veramente tosto."

In ogni caso, era un francese veramente tosto!
A presto
Morgengabe

Recensore Master
01/07/17, ore 14:11
Cap. 22:

Ciao Paws, che cosa bellissima aprire la pagina delle preferite e trovare un tuo aggiornamento :')
ho letto degli esami, spero sia andato tutto bene. Sono felice di sapere che sei tornata ♡

E dunque, passiamo al capitolo.
Mi trovo davvero in difficoltà a scrivere un commento al riguardo, a causa delle forti emozioni che ho provato. Non voglio scrivere sempre la stessa scemenza che ormai già conosci, il realismo, l'orrore eccetera eccetera, ma non so davvero cosa dire.
Alla parte della lettera ho rischiato seriamente di piangere, e la sensazione di angoscia che mi è rimasta non è qualcosa a cui riesco veramente a dare voce... Finirà mai questa guerra? Bastian riuscirà mai a tornare a casa?
Di tutte le storie che ho letto sulla guerra, questa è sicuramente la più commovente nella sua ironia amarissima e nei suoi spaccati di ordinario delirio, più o meno assurdi.
E insomma, in definitiva il capitolo mi è piaciuto tantissimo e ho ancora i brividi nonostante l'afa dell'inizio di Luglio.
Ti faccio i miei più sinceri complimenti, e rinnovo la mia speranza per un aggiornamento veloce ♡
A presto!

~Sky

Recensore Master
01/07/17, ore 12:49
Cap. 22:

Ehi, la Furia!!
Ecco che corro a commentare.
Carissima,
questi tuoi capitoli sono sempre più belli. La guerra pian piano sta diventando uno sfondo tragico e solenne, che non si può più ignorare, e fa da deegno contrappunto alle vicend così umane e tragicomiche del nostro eroe. Mi piace molto il Galgenhumour che permea tutta la vicenda, così come sono bellissime le visioni infernali, quasi da quadro di Bosch, degli ospedali, dei campi di battaglia e in generale di tutto il fronte orientale.
È quasi commovente il nostro capitano, mentre tenta di raggranellare notizie della sua famiglia. Man mano le cose vanno avanti, diventa da una parte più disilluso e dall'altra più sentimentale, di un sentimentalismo ingenuo e commovente.
Bellissima storia, sempre più bella fra l'altro. Complimenti!^^

[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]