Recensioni per
Una Cosa Semplice
di Grey_Heron

Questa storia ha ottenuto 26 recensioni.
Positive : 26
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 [Prossimo]
Recensore Junior
01/09/17, ore 17:20

Un esercito di schiaffeggiatori per Cormac. L'ennesima decisione presa da solo, ma complimenti!!
Però, questa volta c'è un però. Kaytria può essere arrabbiata finché vuole ma, come suggerisce il titolo, la pietra l'ha lanciata lei. Forse non era la modalità che avrebbe preferito, ma la richiesta era chiara.
Che poi, è stato dato per scontato fosse Renall il mandante...
Va beh, eccoci alla svolta.
Molto d'impatto la scena dell'aggressione e della difesa del bambino da parte di Kaytria ed in effetti, con il Cormac old style non sarebbe andata lei, bensì lui.
Un'unica osservazione. La scena del post-omicidio è dal POV di Cormac e lui parla di 'nostro' figlio, ed è corretto. Ad un certo punto Kaytria in discorso diretto dice "Se non mi fossi alzata per seguire il gatto, quell'uomo sarebbe vivo e vegeto, e si sarebbe portato via nostro figlio." Ecco, secondo me Kaytria lì dovrebbe dire "mio" figlio. La femmina che uccide (o aggredisce) per difendere la prole lo fa perché la prole è sua. È possesso puro, personale, atavico, radicato nel dna, non c'è condivisione. Il giorno dopo può tornare ad usare "nostro" ma in quel momento secondo me no. Pensateci (e/o parliamone) , se vi va :)
Vi abbraccio, grazie sempre
PS non ho recensito il cap precedente, scusate, comunque felicità immensa per Tam ed Eliar!!! Non ci speravo!!

Recensore Junior
24/08/17, ore 00:12

Splendide creature, mi ci vuole un cordiale (e davvero sorseggio un goccio di Grand Marnier). Che capitolo denso!
Innanzitutto è veramente denso, tanto che se ci ripensaste e voleste poi svilupparlo in due parti vi dico che ci starebbe. Nel senso che secondo me il lettore riuscirebbe ad assorbire ancora un po' di angst per giungere al tenero quadretto finale in un secondo capitolo.
Non crediate che non vi veda sogghignare pensando "guarda che di angst ne avrai finchè vuoi... ". Ho capito, ho capito, delete all e passiamo oltre.
L'ho pensato che il 'Tamlean' del titolo avrebbe potuto riferirsi al bambino ed è una scelta che mi rallegra e mi rattrista allo stesso tempo. Mi rallegra perchè Tamlean è un personaggio fantastico! Mi viene da considerarlo una sorta di angelo custode, ma non nell'interpretazione popolare bensì nella rappresentazione fornita in alcuni libri dell'Antico Testamento: una presenza molto discreta che accompagna e sostiene mantenendo coerenza e purezza, fedeltà e dignità. (Svariono, è il liquore ;))
Mi rattrista perché ho l'impressione che in questo terzo libro Tamlean avrà, ad un certo punto, un ruolo di maggior esposizione. E il fatto che vi sia già un erede che porta il suo nome non mi fa ben presagire sulla sorte del Tamlean che conosciamo. Ma chissà, chissà.
Per quanto riguarda infine le reazioni dei protagonisti al parto e poi alla nascita, le trovo assolutamente comprensibili. Sia che Cormac, liberatosi dal terrore di perdere Kaytria, accetti con spontaneità questo nuovo nato, sia che Kaytria senta il peso di mesi e mesi vissuti nel dolore, nell'angoscia e nell'astinenza. Per lei il sollievo è essersi liberata della creatura che le impediva una vita normale - e potrei anche togliere il normale - e ha bisogno di ritornare ad essere sè stessa per diventare madre.
Mi piace, è coerente e non è forzato.
In una situazione come questa, evviva le balie!!
Comunque il quadretto finale, e tutta l'ultima scena in generale, sono deliziosi.
A presto, un abbraccio!

Recensore Junior
18/08/17, ore 11:01

Lo so che c'è già l'altro capitolo, e il titolo è intrigante come non mai, ma volevo dirvi che attendo questo parto con più ansia di quanto abbia atteso i miei, ed è tutto dire!!!
Santi numi, mi uccidete. Vado a leggere.
Baci, elerim

Recensore Junior
04/08/17, ore 17:43

Accidenti. Non so chi tra voi due scriva le parti finali dei capitoli, o se le scrivete entrambe - e mi piacerebbe davvero saperlo, mi incuriosisce moltissimo la scrittura in coppia, considerato anche che non noto alcuna discontinuità di stile. Comunque sia, dicevo, chi scrive la fine dei capitoli è un genio del male. L'effetto di tensione che riuscite a dare con una sola frase mi fa restare di stucco. No, in realtà sono agghiacciata dal proverbiale brivido freddo lungo la spina dorsale. "Non c'è nessuna ragione di essere cupi - virgola - adesso."
Tremo.
Ma passiamo oltre, anzi, indietro. Ecco,la gravidanza è arrivata. E anche io come loro avevo dimenticato il problema del laudano, porc! Pensavo all'età, al peso sull'anca, al dolore aggiunto nel parto dalla pressione sul bacino... Ma cavoli, la disintossicazione non l'avevo messa in conto. La situazione sarebbe già davvero pesante anche senza una guerra alle porte... Ma si sa, che la legge di Murphy ci obbliga a strafare!!
Un abbraccio, carissime, attendo gli sviluppi <3 <3
(Recensione modificata il 04/08/2017 - 05:44 pm)

Recensore Junior
27/07/17, ore 17:17

Carissime Grey_Heron,
e così si sono sposati, è andata, uff! Tiro anche io un sospiro di sollievo!!
Che belle la loro felicità e trepidazione, bellissimo il rituale, in tutte le sue parti. Sia l'affidamento ad una pianta e ad un animale (simbolismo azzeccatissimo, la tenacia del rododendro e la combattività del gatto selvatico, tutte cose che immagino siano FONDAMENTALI per sopravvivere nel terzo libro...), sia l'anello tatuato (perché gli oggetti si perdono e loro sanno bene quanto è inaffidabile affidare un simbolo ad un oggetto. Tutto è vanità.)
E la prima notte di nozze, che meraviglia. Nonostante gli amplessi fra loro descritti fossero già molteplici, siete riuscite nell'intento di rendere questo primo ed unico, brave! Davvero emozionante.
Che dire ora? Siamo pronte per il terzo libro?
Eh, diciamo di sì. Certo che con questi figli - ormai invocati fin troppe volte per essere una pura casualità - le cose si complicano. Già è difficle proteggere le coppia, quando vi sono dei figli (come dice, prevede, maledice Renall) l'equilibrio si sposta. La coppia ha un nuovo centro e, nel bene e nel male, è disposta a sacrificare sè stessa per i figli.
Mmmhhh....
Anyway, vi rinnovo i miei complimenti e la mia devozione.
Love, elerim

Recensore Junior
17/07/17, ore 22:37

Grey_Heron carissime!
Questi ultimi due capitoli sono stati un balsamo, ce n'era davvero bisogno, grazie!
Che bello vedere questo amore che rinasce, la speranza di una vita finalmente felice insieme che si fa largo a spallate, la passione consumata con consapevolezza ed ironia, cuore, cuore, cuore ed ammmmmore! E che dire del piacere per una Kaytria che ha finalmente voce in capitolo, e non solo sulle scelte per la cerimonia ;) , ma soprattutto nella discussione con Renall, beeene!
Sono stata sorpresa dall'annuncio della fine del secondo libro, di giaaaaaaà? Oh, capperi, già mi piglia la tristezza per quando questa bella avventura finirà, nuuuu! Però è giustissimo che termini ora, eh. Il primo libro è pieno di azione e sconvolgimenti, questo secondo libro è l'avventura travagliata delle anime... E il terzo? Sono curiosa, benché i fili siano già stati scelti e tirati, la trama è tutta da modellare.
Per quanto riguarda le domande che avete posto a fine capitolo... Beh, sorvolo sull'inquietudine che mi hanno trasmesso XD!! La prima in particolare sembra una domanda retorica, "Riusciranno i nostri eroi...?" e viene da dire "no, certamente, maiunagioia ancora, mannaggia a voi!"
... E invece no, rispondo sul serio. Secondo me questo matrimonio s'ha da fare, con buona pace di don Abbondio. Ah no, quella era un'altra storia. Dicevo, questo matrimonio s'ha da fare, perché se no l'aspettativa del lettore rimane concentrata sull'attesa del matrimonio, e fa un po' telenovela.
Invece il vero lieto fine, quello in cui sper(iam)o, è che *prima o poi* questi due abbiano cinque anni di pace, pure a ottant'anni, non importa. Tra il matrimonio e la scena di loro due vecchiarelli che passeggiano mano nella mano, fateci pure succedere quel che volete ;)....nonononono scherzavo, mi fate paura xD
Va beeene, ora la smetto. Attendo con ansia il venerdì, come tutti i venerdì.
Besos, elerim
(Recensione modificata il 17/07/2017 - 10:38 pm)

Recensore Junior
30/06/17, ore 16:12

Woooooaaaahhhh!!
Che tripudio di dolcezzaaaaaaaa!!!
E lo so che la frase 'Se sono insieme, non c'è niente di veramente inaffrontabile, insormontabile, impossibile' è preludio delle più devastanti atttttrocità (anche se dopo la sorte riservata ai figli di Randal mi chiedo cosa possa capitare di peggio... e non è un'invito a smentirmi, SIA CHIARO!! :) ) tuttavia non posso che crogiolarmi nella dolce spensieratezza del momento. Un amore adulto a tutti gli effetti, che richiederà un'energia enorme per essere mantenuto.
In attesa di vederli di nuovo a rotolare come ricci (almeno una notte o due DOVETE concederla prima di far capitare qualcosa, pleeeeeeaseeeee!), vi rinnovo i miei complimenti e la mia devozione
Abbracci, elerim
(Recensione modificata il 30/06/2017 - 04:13 pm)

Nuovo recensore
25/06/17, ore 10:53

Come sempre riuscite a creare un piccolo miracolo con le vostre parole...
Amo questa storia ogni capitolo di più e credo che presto inizierò a venerarvi. 
"La pace è transitoria. Gli uomini non sanno vivere senza farsi la guerra" come vi è venuta in mente questa frase. È bellissima e drammaticamente vera ma l'avete espressa con una chiarezza e semplicità disarmante.
Vi adoro. Punto.
E adoro Cormac... il punto è: perché finisce sempre così?
Voglio dire... è dall'inizio del capitolo che sentivo che qualcosa non andava... era troppo tempo che si viveva una "pace" eccessiva ( se così si può chiamare la serie di strazianti litigi che hanno avuto questi due), ma non era necessario far apparire Rennal COSÌ! Ma poverooooooo! E la storia dei suoi figli è stata devastante ( avete un'immaginazione perfida >.<).
Comunque il capitolo è perfetto come sempre, spero solo che la situazione non precipiti in modo tanto tragico come ha già fatto. Ma mi illudo inutilmente vero? XD

Recensore Junior
21/06/17, ore 10:05

Carissime Grey_Heron, sarà una recensione farloccae ne ho saltata una, lo so, abbiate pazienza. Ho due settimane di fuego, dalla prossima andrà meglio.
Ci tenevo però a farmi sentire e dirvi che continuo ad essere fedelissima seguace :)
Sono col fiato sospeso per come si stanno mettendo le cose fra Cormac e Kayt. Per un certo verso è come se la loro relazione fosse incominciata tutta da capo (osservazione e scoperta dell'altro, scoprirsi innamorati, la gelosia, le frecciatine) con il tira-e-molla tipico delle "relazioni complicate" aggravato da un passato sempre presente. Insomma, la strada è ancora molto in salita. Sono curiosa di vedere come sbloccherete l'impasse; e anche terrorizzata, perché lo sbloccherete con qualcosa di orribileeeeeee lo soooooo!!!! XD
Ultime due cose: questo Tam che rimane ancora sullo sfondo non la racconta giusta, deve arrivare il suo momento, mmmhhhh.
E poi Eden, Eden. Il nome che promette la freschezza del paradiso perduto, dove non v'è malizia per ferire ma gioco naturale di seduzione. Eden. Avete azzeccato un personaggio che è tutt'uno col suo nome, bellissimo. Ovviamente nen vedevo l'ora che si levasse dai... piedi, ma la sua sofferenza fa male, davvero.
Scappo, perdono.
Grazie come sempre, vi lovvo XD :P

Recensore Junior
06/06/17, ore 23:35

Fatto trenta, facciam trentuno. Crollo dal sonno, ma avendo recensito la vostra nuova adorabile raccolta di missing moments mi è venuto in mente che non ho ancora recensito quest'ultimo capitolo! Tre sono le cose che più mi hanno colpita: per prima cosa l'ennesima ingenuità, o annebbiamemto da testosterone, andare a stuzzicare, ad aizzare direi quasi, la Regina... Ma è geniale direi, geniale. Tipo un lemure che sputa nel baratro prima di lanciarsi dalla scogliera. Seconda cosa: la gelosia di Kayt... Uuuh, a piccole dosi la gelosia è un ottimo motore, un catizzatore di reazioni di avvicinamento direi. Terza cosa, il tatuaggio della conchiglia, awwww! Scioglimento istantaneo. Perdonate la schematicità ma ho metà neuroni disattivi e i restanti giocano a bocce come gli anziani di paese. Vi abbraccio, grazie ancora! A presto, elerim

Recensore Junior
26/05/17, ore 17:52

Carissime Grey_Heron, non so se vi è mai capitato di aver voglia di implorare un autore per una svolta magica e fatata, un'onda anomala di orsetti e cuoricini, una botta in testa che faccia diventare tutti più bbbbbuoni e caramellosi. Ecco, a me è capitato dopo questo capitolo, anche se sapete che me l'aspettavo che andasse così... Ma che ci volete fare, Walt Disney ci ha fottuto il cervello.
Grazie al cielo ormai ne sono consapevole così, dopo il primo minuto di smarrimento, sono emerse le valutazioni assolutamente positive delle dinamiche che si sono instaurate. C'è del marcio in Danimarca e ce n'è pure dentro Kayt, e la capisco benissimo. Era una ragazza giovane, bellissima, dotata, innamorata. Ora è un'adulta forte ma sofferente che non si è mai liberata del laudano e dei ricordi. È più che giusto che vomiti addosso a Cormac il risentimento che ha sempre covato, le è stato strappato tanto.
Se qualcosa può rinascere dev'essere qualcosa di nuovo, che cresce sulle macerie di un passato che va demolito, per forza. Devono volersi per come sono diventati e perdonare (a sé stessi e l'un l'altro) quello che sono stati.
Sono felice che Cormac abbia deciso di restare e che abbia una piccola speranza. E che Kayt soffra, perché se c'è sofferenza c'è spazio per il desiderio di lasciarsi il rancore alle spalle.
Infine, che bella sorpresa il ritorno di/a Selvapiana. Non avevo letto il titolo, l'ho scoperto con Cormac anche io :)
Un abbraccio, a presto!
E grazie, sempre

Recensore Junior
20/05/17, ore 22:19

In questo romanzo nulla è stato lasciato al caso, lo noto dai piccoli particolari.
Ad esempio Cormac non ama mostrare le sue cicatrici ma con Kaytria non esita a spogliarsi, sono piccole cose che se notate fanno capire molto su come avete strutturato la loro conoscenza e il tipo di rapporto.
Trovo ben bilanciato il contrasto dettato dalla vita quotidiana di Cormac e quindi della storia del regno, ciò non è un semplice contorno ma una delle portate principali che non toglie assolutamente spazio alla relazione fra i due, semmai arricchisce i contenuti.
Non ho ancora ben inquadrato Kayt però, ma mi piace questo velo che avete calato su di lei. Anche qui un bel contrasto con Corm che teoricamente dovrebbe essere la figura misteriosa e che invece è trasparente come l'acqua, le sue emozioni sono sempre molto chiare!
Invece non ho ancora una opinione ben definita sul principe Amon, spero che ci sia qualche approfondimento maggiore su di lui dato che non c'è una visione ben chiara e in alcuni tratti dissonanti da altri.
A presto.

Recensore Junior
20/05/17, ore 21:34

Carissime, eccomi, scusate!
Dunque, ecco due capitoli che sembrano sgorgare spontanei. Quello precedente l'ho letto in una giornata difficile, pieba di discussioni, ed è stato un vero sollievo lasciarsi trasportare come liro da un'atmosfera di leggerezza.
E come non aspettarsi (come non sperare, nonostante tutto e tutti) che avvenga ciò che in questo capitolo avviene? In maniera così travolgente, sconsiderata, necessaria... Diamine, sono passati tanti anni ma sembra che il loro sia un amore che conserva l'avventatezza e l'ingenuità dell'adolescenza.
Sia chiaro, ho gioito con loro per questo amplesso urgente e carico di un sentimento bellissimo, ma davvero non so cosa aspettarmi nel prosieguo. Mi sento come la mamma (che sono) che sorprende un figlio quindicenne in una dichiarazione di eterno amore alla sua lei.
Provo la stessa tenerezza, la stessa sorridente invidia, la stessa preoccupazione. E sul volto il sorriso mesto e affettuoso di chi sa che non può durare ma chissà cosa darebbe per sbagliarsi.
Perché lo sooooo che voi maiunagioia per questi dueeeeee almeno per altri venti capitoli!
Comunque la "lei" per la quale Cormac si è rovinato non è Kayt.
Oppure sì, in parte, ma la "lei" che lo ha avvelenato è Imogen. Che OVVIAMENTE attendo ricompaia a devastare le loro vite, porc'immondo.
Grazie, siete fantastiche.
Un abbraccio grande!
elerim
Ps: troverete spesso le recensioni modificate perché se scrivo da cellulare nella prima sottomissione non mi prende gli "a capo"
(Recensione modificata il 20/05/2017 - 09:36 pm)

Recensore Junior
06/05/17, ore 08:45

Oh accidenti, quante emozioni in questo capitolo!
Certo che è straziante pensare a tutto quel che è stato e tutto quel che avrebbe potuto essere. I 'se' che avete inserito pesano come macigni.
E questo ritrovarsi ha più il sapore di una tortura - una inevitabile tortura - che di un piacere, le ferite mai rimarginate si aprono con una facilità sconcertante.
Come mi avete scritto nella risposta alla precedente recensione, il fatto che 15 anni prima si fossero lasciati in pace e pieni di nuove speranze probabilmente non li ha aiutati a ricostruirsi una vita degna - benché forse li abbia aiutati a sopravvivere.
Dal punto di vista della scrittura, un capitolo pieno di sentimenti contratti, contrastanti e ben pennellati. Immagino non sia stata facile la scelta di come far proseguire questo ri-incontro e avete scelto una linea che ho davvero apprezzato e trovo molto coerente.
Last but not least, che piacere ritrovare Tam :) :) E, se vi capita, date una gioia a questo ragazzo!! :D :D
A presto, grazie dello splendido lavoro!
elerim

Recensore Junior

Carissime, perdonate il ritardo. Non ho recensito subito ed ora - oh cielo - è già giovedì! E domani arriva il primo capitolo del nuovo libro! Evviva! Ma parliamo di questa conclusione. Mi fa molto piacere che si siano separati (siano stati separati) in pace, temevo che gli avvenimenti li avessero divisi con rancori e sensi di colpa ancora da digerire. Invece sono riusciti a darsi l'ennesima possibilità, l'ennesima speranza. È bello. Ed ora sono proprio curiosa di sapere che piega prenderanno i loro rapporti. Soprattutto perché Kayt è riuscita ad emanciparsi molto, è una donna diversa. E Cormac, che uomo sarà diventato? Sempre curiosa, sempre bravissime, non deludete affatto. A presto! elerim

[Precedente] 1 2 [Prossimo]