Recensioni per
Fuoco nelle Tenebre - La Rinascita della Fiamma
di Himenoshirotsuki

Questa storia ha ottenuto 72 recensioni.
Positive : 72
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]
Recensore Veterano
29/07/17, ore 22:22
Cap. 14:

Ho finito di leggere questo capitolo con molta fatica, dopo l'esplosione le lacrime sono salite agli occhi e non sono più riuscita a leggere nulla. Anche adesso sto facendo violenza a me stessa per non scoppiare a piangere. Ho cercato di soprassedere alle torture che continuamente infliggi a Ledah e Airis e ho cercato di metabolizzare quello che è successo nella prima parte di Fuoco, ma tu sgretoli ogni mio proposito e scegli deliberatamente di farti odiare profondamente.
Questo capitolo è qualcosa di straziante e indescrivibile: sei riuscita a rendere perfettamente la scena di scompiglio, di dolore, di terrore, di morte e di sconfitta.
La concitazione, la confusione, il coraggio, il sangue e l'eroismo, tutto unito in un funambolico viaggio verso l'inferno!
Sono ancora scossa e sconvolta, vorrei non aver letto un capitolo così terribile, intriso di tanto dolore e tanta ferocia. Sei stata capace di strapparmi il cuore, ridurlo a brandelli con un tritacarne e poi abbandonarlo, lasciandomi completamente in balia dell'immenso dispiacere che mi attanaglia.
Per un momento, ho temuto che all'apogeo della tua crudeltà, avessi deciso di uccidere anche Zefiro (non me ne sarei sorpresa data la carneficina), ma hai comunque distrutto ogni mio feels con l'ecatombe della famiglia reale (io sentivo che il quadro idilliaco e felice sarebbe durato poco, ma una parte di me, comunque, ci sperava...).
Non so che altro dire se non che ti ringrazio, quantomeno, di lasciarmi un po' di tempo per elaborare il tutto e asciugare le mie lacrime. Ti prego di evitare questi spargimenti di sangue per almeno una decina di capitoli...Non credo che riuscirei a reggere.
Ayr
(Recensione modificata il 30/07/2017 - 10:42 am)

Nuovo recensore
29/07/17, ore 16:45
Cap. 14:

Ciao Hime,
hai deciso di lasciarci in sospeso proprio con un capitolo pazzesco! Ci sono stati più morti in questo capitolo che in tutto il libro XD, comunque almeno i personaggi più importanti sono sopravvissuti, però povero Balor, ha perso tutta la sua famiglia e spero davvero non muoia in modo da prendersi la sua vendetta. Per non parlare di Baldur, spero che anche lui possa salvarsi, anche semplicemente come prigioniero. Mi è piaciuta l'intraprendenza di Melwen che diventerà davvero forte con l'utilizzo della magia. Forse dopo tanti capitoli di passaggio ci voleva un capitolo del genere, spero soltanto che la storia dei personaggi che hai lasciato in sospeso possa risolversi per il meglio. Buone vacanze!

Recensore Veterano
17/07/17, ore 10:22
Cap. 14:

NOOOOO! Perchè abbandoni così i tuoi fan? PERCHEEEE'!!!!!

Ok, diamoci una calmata. La notizia non è di quelle che rallegrano, ma so bene anch'io quanto a volte sia necessario prendersi una pausa. Pazienza. Sono sicuro che ne varrà la pena.

E ora veniamo al capitolo. Beh, direi proprio che qui ci sei andata giù pesante. La volta scorsa c'erano state solo delle avvisaglie dell'oscurità che stava per calare sulla città, mentre qui ci viene mostrata in tutto il suo orrore.

Palazzi che bruciano, creature immonde che uccidono la gente (quella bestia con otto occhi è davvero terrificante), elfi che scorrazzano di qua e di la, il povero Balor costretto a deporre la corona e ad assistere al massacro della sua gente, Baldur che si sacrifica...che dire, ti sei proprio divertita.

E però, di cose positive, seppure poche, ce ne sono. Innanzitutto, le scene di battaglia coi nani, che mi hanno ricordato ancora una volta quanto io ami quella razza (tra tutte le razze presenti nei fantasy, loro sono sempre stati la mia preferita). E poi, i tenerissimi Zefiro e Melwen, che se la sono cavata per il rotto della cuffia e adesso dovranno farsi un culo così (perdonami il francesismo) per sopravvivere.

Concludo augurandoti una buona estate. Ci rivediamo ad ottobre!

Recensore Master
15/07/17, ore 21:26
Cap. 14:

*sospira * finalmente è arrivato il momento. E’ stata davvero lunga, molto più di quanto avevi preventivato, ma è esattamente il genere di situazioni in cui ti parte la mano.
Le mie già precarie condizioni mentali, messe a dura prova dalla scelta di Sophie (Nyi non può portare tutti e lascia decidere agli altri chi resterà), sono state definitivamente distrutte dal finale. E’…. è straziante, io adoravo Baldur e con Myria formavano una (strana) famiglia perfetta. Poi i bambini lo adoravano, perciò sarebbe stato un buon padre. Un po’ burbero e nanesco, ma poteva essere un buon punto di riferimento per Zefiro, cui manca decisamente una figura maschile di riferimento.
Dimmi che il bambino starà bene e si salverà senza mutilazioni permanenti, ti prego…
E poi tutta la sequenza nel Castello di Ferro, con l’umiliazione finale del re di fronte ai suoi soldati. Loro sanno, sentono la morte che alita loro sul collo, ma sperano comunque, come lui del resto, che qualcosa, qualunque cosa, possa salvarli. Tutto vano, perché la dolce regina Eliria e i suoi figliocci vengono brutalmente assassinati dalla crudele luogotenente di Felther. Sarà anche sottomessa a lui sessualmente parlando, ma in battaglia tira fuori tutto il suo lato più istintuale.
E’ stato un vero e proprio massacro e una parte di me ringrazia la pausa estiva perché ne ho davvero bisogno per riprendermi dal trauma. Credo che la parte peggiore sia la consapevolezza, per noi lettori, che fin dall’inizio non hanno mai avuto speranza. Il che è nuovo, perché finora anche nella battaglia più terribile, anche nella storia più orribile, c’è sempre stato un piccolo lume cui guardare pensando al futuro. No, per Alabastria no, perché deve servire ad esempio, deve mostrare a tutti quanto alto è il prezzo da pagare per chi si mette contro la nuova regina di Esperya.
Non penso di avere le energie necessarie per aggiungere altro. E’ stato un colpo troppo forte, per me. E’ il tempo di celebrare i morti, ora, seppellire i loro corpi (quando ci sono) e cercare da qualche parte la forza per ricominciare ad andare avanti.
*emigra nella Valle della Morte *
Viviana

Nuovo recensore
04/07/17, ore 11:47

Ciao Hime,
hai finalmente svelato il segreto del libro trovato dai due bambini: la mappa della città nascosta delle fate (penso che sia sicuramente collegato alla missione di Airis). Come sempre Melwen e Zefiro sono molto carini; lei è una bambina tosta e sta sempre un passo avanti agli altri, lui invece è più timido e riservato anche se penso che crescerà e riuscirà a stare al passo della bambina. La cosa che mi è piaciuta di più è stato però il discorso di Balor, aveva quel tocco di epico che preannuncia l’inizio di una battaglia, purtroppo inaspettata. Speriamo solo che riescano a sopravvivere all’assalto e che Balor sopravviva (mi piace davvero molto questo personaggio, è l’opposto del vecchio sovrano di Esperya: incorruttibile, giusto, valoroso e saggio). A presto! (speriamo con Airis! XD)

Recensore Junior
27/06/17, ore 17:00

Dopo un migliaio d'anni, più o meno, rieccomi qua! Finalmente ho avuto il tempo di leggere questi 13 capitoli e wow! Non so se ho fatto bene in realtà, forse avrei dovuto aspettare che finissi la storia, perchè davvero speravo di continuare a leggere all'infinito. Come sempre la tua capacità di trasmettere emozioni e sensazioni è strabiliante e i personaggi respirano, soffrono, gioiscono, come se fossero vivi. La mia preferita è sempre Airis, anche se ahimè credo di essere piuttosto banale, e aspetto sempre con impazienza i capitoli che parlano di lei (in realtà tutti i capitoli, ma quelli di Airis in particolare). Adoro come Airis e Ledah si pensano continuamente, si preoccupano e si disperano l'uno per l'altra, tanto che sono combattuta e spero che non si incontrino mai e allo stesso tempo si ritrovino il prima possibile.
Continua così, Hime, perchè la tua storia è davvero un gioiello tra quelle del sito.
Aduial
(Recensione modificata il 27/06/2017 - 05:01 pm)

Recensore Veterano
26/06/17, ore 19:07

Ho l'impressione che tu ti sia divertita non poco a scrivere questo capitolo. Prima, hai dato l'impressione che sarebbe stato una roba dolce e tenera, e poi...SBAM! Complimenti, una sorpresa che mai mi sarei aspettato.

Ma quanto sono teneri Zefiro e Melwen? Giuro, se non finiscono insieme anche in questo universo, vengo a cercarti e ti costringo a leggere tutta la trilogia delle 50 sfumature.

Ovviamente sto scherzando. Non potrei mai essere così crudele. Comunque, spero in un avvenire felice per i nostri eroi (almeno per loro due).

Il discorso di Balor mi ha fatto venire i brividi, in senso positivo. Ecco finalmente un sovrano con le palle quadrate…anzi, cubiche. Sta risalendo sempre di più la classifica dei miei personaggi preferiti di questa storia.

La scena della battaglia mi ha lasciato col fiato sospeso. Spero proprio che qualcuno venga a salvare i nani, altrimenti mi sa tanto che sarà un’ecatombe.

Al prossimo capitolo!

Recensore Master
24/06/17, ore 22:29

Ciao!
Mi dispiace che tu abbia di nuovo rallentato la pubblicazione di nuovi capitoli causa esami proprio ora che inizia la parte dolorosa. Non che di solito non sia un supplizio attendere che le tue celluline grigie partoriscano cosa fare, ma ormai sappiamo tutti che tu i limiti li mangi a colazione con il Nesquik u.u

Nella biblioteca di Nordri mi ci trasferirei molto volentieri, tenda compresa xD In questo sarei come Melwen – perennemente distratta e immersa in qualche tomo – anche se, indubbiamente, in questo pezzo è Zefiro a conquistare la tenerezza del lettore. E’ così…. fuori posto da far venire voglia di andare lì e fargli compagnia o portarlo via, visto che si capisce molto chiaramente che, se rimane, è solo perché ha capito che è l’unico modo per stare vicino alla sua amica.
Curioso, comunque, che la leggenda che la bambina sta studiando con tanta attenzione sia la stessa che la regina Eliria ricordava con tanta nostalgia all’inizio del capitolo precedente. Ti conosco, qualcosa mi dice che non è un caso, soprattutto perché non pensavo che Asiria esistesse veramente.
Fra l’altro, sono contenta sia rimasta. So che in realtà è solo un’esigenza di trama, ma davvero…. separare quei due così bruscamente sarebbe stato un trauma talmente profondo da superare la pila di quelli che mi hai provocato tu in questi anni u.u

Poi, la parte sulla preparazione della cerimonia, con Myria nelle vesti di mamma orgogliosa di Melwen. Un peccato che sia una maga perché loro due starebbero molto bene insieme e finalmente la donna potrebbe essere felice. Myria, Baldur, Melwen e Zefiro… non sarebbero una famiglia perfetta?!?
Vestiti bene, poi, sono tipo carinissimissimi… sembrano davvero Oberon e Titania. Veramente un bel segnale di speranza in un mondo che sta per essere dilaniato dalla guerra. Anche tutto il resto di Alabastria, del resto, sembra vestito a festa, pronto a passare una giornata piacevole al tempio con parenti e amici, ad ascoltare un re possente, che, in fondo, nel suo discorso, mostra di amare profondamente tutti, dal nobile al suo consigliere, fino al più piccolo e umile dei popolani. E per loro si è inimicato la terribile Regina Lyssandra, probabilmente senza sapere quanto alto sarà il prezzo che dovrà pagare per questo. Un prezzo intuibile fin dalle misteriose scosse di terremoto che incrinano la felicità della giornata.
E… niente, voglio Balor ed Eliria come re, la famiglia di cui dicevo prima e un corteo reale così bello tutti i giorni. Possibilmente con il principe ereditario che saltella in giro. Anche se dubito accadrà mai, visto che qualcuno sta attaccando la città. *sospira * passare dal tempio al campo di battaglia è durissimo. Sento già il sangue scorrere e le ossa spezzarsi, soprattutto dopo quelle colonne di fumo dall’aria inquietante che chiudono il capitolo.
Facciamo una cosa veloce e indolore, ok?
Vivi

Nuovo recensore
12/06/17, ore 10:22
Cap. 12:

Ciao Hime,
dopo diversi capitoli siamo ritornati ad Alabastria anche se il punto di vista è del tutto nuovo con Balor e Eliria come protagonisti. Purtroppo penso che i brutti presentimenti che hanno sono tutto fuorché sbagliati e spero per loro che Lysandra non attenti alla loro vita, visto che Eliria è anche incinta. Ti devo dire che non mi sarei aspettata l’introduzione di questi due nuovi personaggi anche se in parte mi viene da ricollegarli al libro che i due bambini hanno trovato nei primi capitoli (anche se probabilmente è un collegamento forzato), pensando a come è iniziato il capitolo, oppure ad Arghail e al suo passato. Tralasciando queste ipotesi, ho trovato interessante anche la prospettiva del Cavaliere del Drago e devo dire che mi fa sempre un po’ tenerezza vedere come è rimasto profondamente legato ad Airis (anche se ha una moglie, altra cosa che non mi aspettavo) e mi sembra sempre più evidente che con le sue azioni sta oltrepassando forse il limite. È tutto! Al prossimo capitolo!

Recensore Master
11/06/17, ore 15:03
Cap. 12:

Finalmente un capitolo su una città che non sia di elfi o umani! Finalmente una città nanica, una bella roccaforte che mostra tutto il potere e il carattere di questo popolo!
Bellissimo l’inizio poetico con la leggenda della regina delle fate Titania e del re Oberon, un riferimento molto esplicito ai loro omonimi shakespeariani di una delle mie opere preferite del Bardo (solo tu puoi mettere questi riferimenti e farmi impazzire!). Anche il Libro Rosso è una citazione, volendo, ma questa volta di Tolkien.
In realtà, visto come ce li trasmette la tradizione fantasy, sembra quasi un accostamento bizzarro quello fra roccaforte nanica e città fatata, ma osare è nel tuo DNA e, d’altronde, la regina Eliria e il re Balor sono una coppia dolcissima. Bellissimi, è evidente l’amore che scorre fra di loro e che è culminato nel bambino che lei aspetta con impazienza. La descrizione del loro risveglio ricalca un po’ l’atmosfera fatata dell’apertura iniziale, per quanto venata di una leggera nota di inquietudine, come i misteriosi incubi che tengono sveglia la donna, o gli oscuri presagi che ha avuto e che la spingono a cercare di rimandare gli impegni istituzionali del marito.
Ho già detto che li shippo tantissimo e che…. niente, sembrano così… vivi? Una coppia bellissima, che, a chi ha un compagno/a, non può che far pensare a lui/lei con dolcezza e nostalgia.
Comunque, presto arriva anche il riferimento al mondo di Fuoco che conosciamo, in particolare nella persona dell’amata (???) regina Lyssandra e della sua incoronazione, finora solo accennata fra l’introduzione e i primi capitoli di questo libro. Un accenno alla politica che sarà una parte importante, visto che, alla fine, è per questo che si scatenano le guerre. Il riferimento a Sheelwood, correlato ai flashback su Ledah, portano a intuire che il rancore di Lyssandra sia anche e soprattutto personale e che le pedine che sta muovendo siano per un “interesse superiore” (il suo, o quello del suo “maritino” demoniaco, perlomeno).

Poi, c’è il secondo pezzo, quello su Felther. Un Risvegliato senza esperienza, ancora un novellino in confronto ai più fedeli servitori della regina come Kvothe, ma cui sono state affidate grandi responsabilità. Eppure, non riesce comunque ad andare avanti e il ricordo di Airis e l’amore per lei è ancora vivo e forte, bruciante come quando era ancora vivo. Anzi, forse ancora di più ora che sa che loro due sono più simili di quanto avesse mai pensato. Si sente molto dolore nel suo pezzo, soprattutto quando pensa che lei è morta e che i segreti sono finiti nella tomba con lei. Sarà… interessante vedere il confronto finale fra loro due, anche se spero non sarà lei a ucciderlo. O forse, forse no, forse è meglio sia lei e non Lyssandra o, ancora peggio, Kvothe, per vendetta, magari di fronte a un tradimento.
Le prove, secondo me, sono proprio nell’incredibile somiglianza fra Saradreza e il Generale e dal rapporto che la drow ha con il Cavaliere del Drago. Chiaramente non la ama, la sta soltanto usando, approfittando della sua posizione e del suo prestigio.

Bellissima, infine, l’ultima scena, con i preparativi dei due sovrani, i saluti di Balor ai figli e il loro ingresso trionfale al tempio, irradiando amore e potere, come è per tutti i regnanti amati e rispettati dal loro popolo. Dispiace solo per il piccolo terremoto, che per gli Antichi è sempre stato un cattivo presagio per il futuro.
*va a piangere in un angolino buio, caldo e polveroso *
Viviana

p.s. feels vivi o morti? u.u

Recensore Veterano
11/06/17, ore 12:03
Cap. 12:

Bentornata, carissima.

Allora, che dire di questo capitolo? Beh, direi che genera emozioni contrastanti. Da una parte, la tenerezza per la scena con Balor e sua moglie, che ritengo siano tra i pochi personaggi veramente buoni di questa storia (e già tremo all'idea della brutta fine che faranno di sicuro), dall'altro il raccapriccio e l'angoscia per Felther e tutte le ombre che si stanno addensando su questo mondo.

Il Cavaliere del Drago mi sembra sempre più combattuto. Sta vivendo una vera e propria lotta interiore. Mi sa tanto che in lui è rimasto davvero qualcosa di umano, molto più di quanto creda la cara regina. Ho l'impressione che riserverà delle sorprese...

Chiudo augurandoti una buona domenica. A presto!

Recensore Veterano
10/06/17, ore 23:59
Cap. 12:

Sono la prima a recensire! YAY!

La prima parte mi è piaciuta tantissimo: la descrizione del paesaggio invernale è stata sublime e il rapporto tra i due coniugi è stato trattato con la delicatezza che ti è solita, tratteggiando una coppia affiatata, complice, dolcissima e meravigliosa che ricerca e trova la forza e il conforto l'uno nell'altra, che si amano profondamente ma senza gesti eclatanti ma dimostrandolo con i piccoli accorgimenti e gesti quasi banali...è il genere di rapporto che vorrei avere con il mio futuro compagno (?), basato sulla comprensione reciproca, sulla ricerca di un aiuto e di un sostegno ma senza esserne dipendenti, una relazione in cui ognuno ha i suoi spazi ma gli stessi si rimpiccioliscono quando si cercano e si trovano sempre *:*
Ho come la sensazione che questo idllio verrà brutalmente smembrato, come tuo solito, e il sogno della regina non fa altro che consolidare questa sensazione...Mi dispiacerebbe troppo se dovesse accadergli qualcosa, mi piacciono come personaggi e sarebbe un peccato se uno dei tre (?) dovesse morire (cosa che puntualmente accadrà perché tu sei malvagyah!).

Anche la seconda parte è meravigliosa, si scorgono squarci di Flether, e probabilmente il Cvavaliere del Drago avrà un ruolo importante nella storia. La sua crisi, pian piano sta assumendo contorni sempre più nitidi, se ne percepisce il sapore, ma non si sa ancora bene di cosa si tratti.
Di questa parte ho trovato sensazionali i modi in cui sei riuscita a a descrivere il dissidio interiore dell'uomo e questa frase: "Ingoiò il groppo in gola e strinse le cinghie del pettorale, come se fosse sufficiente quel pezzo d'acciaio a proteggerlo dai demoni che portava nel cuore. O forse sperava che li contenesse, in modo che questi potessero pascersi delle sue carni senza che gli altri fossero spettatori di quell'agghiacciante banchetto" mi ha praticamente lasciata a bocca e conquistata, è di una bellezza indescrivibile *.*
Sei migliorata tantissimo in quanto a linguaggio evocativo!
Flether non riesco ad inquadrarlo benissimo: nonostante metta in dubbio quello che stia facendo, sopprime questi dubbi e obbedisce ciecamente a quello che Lysandra gli ordina, non capisco perché si ribelli (nel senso, quale sarebbe la terribile punizione che lo attende?); non ha ancora ben capito da che parte vuole stare, prima la sua posizione e le sue idee erano saldi e inamovibili, ora è tutto un'incognita che nemmeno lui sa risolvere, e nel frattempo si lascia trascinare dagli eventi, continuando a fare quello che ha sempre fatto.
Si prospetta uno sviluppo interessante per questo personaggio ^^

Per il resto non ho altro da aggiungere, un capitolo bellissimo, come sempre.
Non vedo l'ora di sapere come procede e cosa succederà a quei poveri nani (perché so che gli farai passare le pene dell'inferno!)
Buona notte
Ayr

 

Nuovo recensore
24/05/17, ore 13:25

Ciao Hime,
è bello rivedere di nuovo Ledah, anche se purtroppo non sembra stare meglio dall'ultima volta che l'abbiamo visto. Forse la rottura del cerchio di rune esterno potrebbe permettergli di tentare la fuga? Comunque ho avuto la netta impressione che il vero protagonista del capitolo sia Brandir. Il suo cambiamento, da quello che era nel passato a quello che è nel presente, è sbalorditivo. Il capitolo mette in evidenza questo contrasto, evidente soprattutto se mettiamo a confronto la scena finale nel presente, con lui che picchia Ledah, e quella nel passato, con il matrimonio, e mi chiedo come una persona così gentile si sia trasformata in un mostro senza cuore. Ti dirò che, nonostante tutto quello che ha passato, non riesco a trovare una giustificazione ai suoi comportamenti e a quell'odio così violento che prova nei confronti di Ledah, una persona che un tempo aveva amato. Mi chiedo se rinsavirà ma non credo molto a questa possibilità e non penso che il suo cambiamento sia dovuto al fatto che sia un risvegliato, dato che Airis, per tutto il tempo che lo è stata, ha mantenuto intatta la sua coscienza. È tutto, alla prossima!

Recensore Junior
23/05/17, ore 18:15

Buona sera!
Posso dirlo? Posso? Lo dico? Credo che questo sia, fino ad ora, il mio capitolo preferito.
Credo di avertelo già detto, a suo tempo (nel primo libro), ma davvero, Brandir è sempre stato uno dei miei personaggi preferiti, anche se praticamente lo conosciamo solo attraverso i flashback di Ledah. La sua storia mi mette una tristezza infinita, ma leggere di lui e Ledah, della loro amicizia, è davvero fantastico. Allo stesso tempo, è straziante ritrovarli nel presente così, nemici, senza più parole da dirsi e risate da condividere. Mi piace, perché sei riuscita a destare un sentimento di nostalgia.
Direi che ormai Ledah può esser considerato ufficialmente il "maiunagioia" della situazione! Tieni duro elfetto, siamo tutti con te!
Meravigliosa la descrizione della sala delle udienze, l'immagine dei due troni con i rami intrecciati è davvero orginale, perfetta per un'ambientazione "elfica".
E il matrimonio....cosa non è stato? Insegnami a inventare le filastrocche cerimoniali, ogni volta che ci provo escono solo schifezze! XD
Scherzi a parte, commovente e bellissimo, sigh sigh.
Non vedo l'ora di leggere il prossimo capitolo!
Un abbraccio, e buona continuazione!!!

Nuovo recensore
19/05/17, ore 19:02

Eccomi per lo scambio: ho come l'impressione che mi sono perso qualcosa, nonostante i capitoli letti.
Forse questo è un sequel ad un altro racconto?
Ad ogni modo! Non sono mai stato un fan delle profezie nel senso stretto del termine, sopratutto quelle che appaiono subito nei primi pezzi: apprezzo che vi sia stato lo sforzo di renderle criptiche, ma ho sempre come l'impressione che leggerle sia un gigantesco spoiler.
Anche perché tendenzialmente ti permettono di sapere fino a che punto il personaggio della profezia rimarrà certamente in vita.
Almeno che quella profezia non sia un modo per sviare il lettore dal prevedere cosa accadrà veramente.
Le descrizioni sono fatte bene ed i personaggi, sebbene alcuni siano dei trophes, hanno un'identità che non è stata buttata giù in qualche secondo di riflessione come altri che ho visto in giro.
Mi piace il livello di dettaglio di questo mondo, c'è una lore dietro non trascurabile.
Forse in alcuni dei discorsi tra i personaggi dovresti usare meno punti e adoperare più virgole: non credo che le persone facciano così tante pause di quella lunghezza, normalmente.
Per il resto è un ottimo racconto!
Ci si rivede!

[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]