Recensioni per
Le piccole cose che... odio.
di Madame_Padfoot93

Questa storia ha ottenuto 4 recensioni.
Positive : 4
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
17/09/17, ore 22:58

Ciao ancora :)
Avevo letto questo pochi minuti prima del terzo capitolo della storia " Non Avvicinarti" che ho recensito ora.
Faccio quindi che recensirti anche questo.
Direi che hai centrato a pieno i punti. Anche io mi trovo d'accordo con l'80% delle cose che hai scritto :)
In più una cosa che non sopporto io personalmente è il pastore tedesco che da pochi metri da casa mia, abbaia tutti i santi giorni. Specie in estate, col caldo sono costretto a stare in camera con la finestra aperta, sia di giorno sia la notte, perchè dove abito io, essendo in pianura padana, Torino per la precisione, (anche se i miei sono originari calabresi) in estate c'è un'afa insopportabile. Specie l'estate di tre anni fa e questa appena passata. E sentire il pastore tedesco abbaiare anche all'una del mattino tutte le notti, lo trovo un po' fastidioso. Ho già chiesto più volte di portare il cane in giro, tanto per farlo sfogare un po, fargli prendere un po' d'aria senza lasciarlo tutto il giorno in giardino, e molto educatamente (sono ironico, ovviamente) mi è stato detto di farmi i cavoli, per non dire l'esatta parola, miei.
Quindi come vedi, la gente maleducata c'è dappertutto, non solo in Sicilia. Che tra l'altro ho visitato nella gita di quinta (Catania, Taormina, Siracusa e Agrigento) e direi che è uno dei posti più belli al mondo, almeno per me.
Ora ti saluto, e ti faccio ancora tanti complimenti per le tue storie che sono sempre molto intense e scritte davvero bene, degne di una grande scrittrice :)
PS: se vuoi, ho appena pubblicato il mio nuovo capitolo, se ti va poi quando hai tempo, mi piacerebbe che lo leggessi e mi scrivessi tutto quello che hai da dirmi (sia cose positive che negative, non farti scrupoli) :)
Ciao, a presto!

Nuovo recensore
20/02/17, ore 21:56

Innanzitutto mettiamo da preavviso un piccolo dato di fatto: sei un genio. Già, io go detesto la sdolcinatezzz e l'ammmmore nonostante la mente impostata su Romantic Channel (ma tra il romanticismo e la mania ossessivo-compulsiva, c'è differenza? Vero? Verooo? *La Scrittrice usa un tono particolarmente inquietante perché teme di diventare una, per citare le tue parole, Bellezza Filosofeggiante (Anche se tanto bellezza non sono).
1.  Anche tu disordinata cronica? Uau, mi sento meno sola. Comunque hai perfettamente ragione: a un punto della tua ricerca chiami, è inevitabile, madre; lei ti chiederà se è in un posto (Che rigorosamente avete davvero già controllato), a seguire ci sarete voi che con tono trionfo e di sufficenza esclamerete: "Sì, madre. Certo che ho controllato" perché avete avuto la stessa idea (solo questo a me fa quasi inscenare la mia personale danza della vittoria, tragicamente simile al Ballo del Qua-Qua) e perché non ha azzeccato la risposta corretta al primo tetativo (effettivamente, questo dovrebbe essere un campanello d'allarme abbastanza evidente, ma noi tutti tendismo a non dargli conto, porello). Così via fino alla fatidica esclamazione, quella che ogni figlio si è sentito dire e che non a caso ha sempre temuto, l'avviso che farebbe pregare Voldemort nel sacro intervento degli Slip viola a fantasia di crostoli giallo fosforescente alternate a frittelle arancione fluo (sì, in questo periodo penso solo a questo… "Noi non siamo ciò che mangiamo, noi pensiamo ciò che mangiamo" ~ cit. La scrittrice M. a dieci minuti dalla cena), l'esclamazione che tutti temono: "Adesso, arrivo e controllo! Te lo faccio mangiare, se è lì. Te l'ho faccio mangiare!". Scusate per la voce tremolante, ma brutti ricordi mi assalivano.
2. Ma… tua madre è davvero originale coi soprannomi! La mia stanza ormai è La Discarica. Uffi.
3. Premettendo che lavare i piatti è una delle zioni più odiose ed insopportabili della storia: davvero a qualcuno piace? E perché lo trova rilassante? Anche quando quel pezzetto di cibo bastardo nell'anima rimane appiccicato e lo tocchi con la pelle, rigorosamente senza guanto (perché questo capita solo alle cene di famiglia, non famiia), e, causando uno schifo immediato? A qualcuno piace lavare i piatti => io non ho più certezze a 'sto mondo.
4. Ti dispiace se metto buon aparola per la fastidiosa categoria di "Non so nulla, ma ho il voto massimo"? Perché temo di appartenere a questa piccola categoria *La Scrittrice si fa piccola piccola, cercando di nascondersi con le mani*. Io raramente non studiavo, ma comunque sono "afflitta" da ansia da prestazione e andavo in panico. Davvero, mi pareva di non sapere nulla e così ripassavo freneticamente. Poi in verifica zac! Mi ricordavo tutto, probabilmente questo era soprattutto dovuto allo stress che mi spingeva a boh, non mi vengono le parole e questo mi fa sentire siema. E qiuando dicono "Non so nulla" è perché in quello stato si parla a vanvera di tutto ciò che riguardi la materia x con persone totlalemnte a caso, lungi da noi l'idea di voler essere fighi: stiamo bene nella nostra nerdaggine e asocialitaggine *Inserire faccina che ride perché la Scrittrice si rifiuta di usare "XD" non solo perché non le piace, ma anche perché a provato a immaginare i lineamenti di una persona con i tratti degli occhi e degli zigomi così*. 
5. Le bellezze filosofeggianti mi hanno stesa: non solo perché a vderle viene da strapparsi i capelli, ma anche perché il soprannome e la descrizione sono semplicemente incredibili. Ma soprattutto quando rispondono ai commenti dicendo "No, io faccio schifo" anche se hanno pubblicto foto "Da Calendario Pirelli (questa rimarrà pers empre nella mia mente)" quando ci sono poi quelle che hanno davvero ragione di lamentarsi (vedi me con il mio cespuglio potato [e non nel senso di domato, ma solo di corto], il mio naso che se avesse la verruca sarebbe da strega, "le ossa grosse e il metabolismo lento", i neo vicino alle labbra che a quanto pare sta bene solo a Cindy Crawford, anche perché il mio è realmente mezzo sbiadito e il monosopracciglio [ahimè, è la dura realtà])
6. Schifus2000 , e beata te! A casa mia abbiamo la Schifus1999. Comunque devo dire che sono molto più fortunata di te: io alle undici sono "a-he-ahem Sì, cosa?", ma alle dodici mia madre è "Sto pensando a cosa mettermi", se ne deduce che non ho mai affrontato il sadismo di essere svegliata dalla Schifus1999.
7. Mi perdoni questo piccolo commento? È che non posso evitarlo:
24h di fila Barbara D’Urso
Si dice che alcuni eletti abbiano avuto la possibilità di scegliere, decidendo per questa opzione, ma non abbiamo testimoniananze perché sono deceduti prima di poter raccontare la tragica esperienza.
8. Il "Ma stai studiando?" l'hai descritto benissimo.

E sulle dolci note di Che Sia Benedetta (che poi non c'entra niente, ma io amo Fiorella Mannoia e quindi…Sì, io me ne vado sulle note della sua canzone), ti mando un bacio
La Lettirce Mascherata
 

Recensore Master
18/02/17, ore 01:00

No sul serio, ma questa cosa è una genialità!
Devo dirtelo, odio molte, ma moltissime cose e molte di queste sono troppo vere! XD.
Passando al fatto che la numero nove è la mia preferita, perche dociamocelo, anche io odio quelle gatte morte che mettono in vista le gemelle e quindi ironizare sulla cosa mi ha strappato un sorriso.
Per non parlare della cosa dei familiari! Ceh il fatto di vedere persone di cui non ti importa niente è una cosa fastidiosa, contare il fatto di mettere uno che soffre di mal d'auto in un auto a viaggiare per un ora o forse più non e che sia una gran bella cosa...
Passando alle auto, mi chiedo se sia davvero così dura guidarne una come tu hai scritto, ma su questo non lo voglio sapere.
Si, quella cosa del nerd che dice "io non so nulla" è una cosa che capita ( fin troppo ) spesso e come hai scritto, in quel momento ad una persona cresce l'odio puro -__-
Carina la fic, non c'è che dire brava :)
Ci si vede! ^^

Anonimo the assassin

Recensore Junior
16/02/17, ore 07:55

Ahahahah aiutooo
Dunque, andiamo per gradi (che sono pochi)
Al primo posto ci piazzo la bellezza filosofeggiante, che ODIO profondamente e stringiamoci la mano!
Quando vedo certe cose maledico l'avvento di Facebook, perché insomma, questi individui sicuramente esistevano anche prima, ma almeno non lo sapevamo!
Poi, parlando di oggetti smarriti, io detengo ufficialmente l'unica riproduzione ufficiale della borsa di Mary Poppins, dove un minuto prima infilo il telefono e un minuto dopo il maledetto non c'è! Anche se molto spesso, lo ammetto, scopro di averlo messo in tasca...e altre ce l'ho in mano o_O
La lavastoviglie...eeeh io convivo e ancora non ho quella fortuna, perché a casa nostra non ci sta...è un dolore infinito che mi attanaglia ogni giorno :(
La faccenda del "non so niente" è controversa, io lo dicevo spesso anche se avevo studiato, perché attimi prima di un'interrogazione la mia mente si annebbiava, perché avevo l'ansia dell'interrogazione (per essere precisi, con i compiti scritti non succedeva).
Le ditate sugli schermi...diciamo che nell'era dello smartphone dobbiamo abbassare la testa (ti basti sapere che sto recensendo dal telefonino).
In ultimo (non per importanza) metterei il giro dei parenti che...va beh lasciamo stare se no mi dilungo...dirò solo che sono fortemente contraria!!!
Comunque hai avuto una bella idea con questo testo, di sicuro hai dato un quadro preciso di te, perché diciamolo, le persone puoi dire di conoscerle meglio quando sai cosa odiano ;)
Baci
(Recensione modificata il 16/02/2017 - 07:57 am)
(Recensione modificata il 16/02/2017 - 07:58 am)