Recensioni per
Il filtro d'amore
di Old Fashioned

Questa storia ha ottenuto 14 recensioni.
Positive : 14
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
01/08/17, ore 00:24

Io non ho proprio parole, ma non pensare male: man mano che scriverò, queste verranno, quindi preparati ad una lunga recensione, condita con qualche considerazione sulla festa di San Valentino.
Voglio iniziare a parlare di Andrew, che pare davvero tanto frivolo e superficiale - e anche molto sciocco - quanto carino. Mi ricorda, solo per l'aspetto fisico, il ragazzo conteso dai protagonisti del film 'Les amours imaginaires' (2010) del giovane talento canadese Xavier Dolan. Te lo consiglio, è film davvero interessante, per quanto la trama possa sembrare scontata, impreziosito da una colonna sonora perfetta - e la celebre 'Bang Bang' di Dalida è la classica ciliegina sulla torta -.
E pare essere anche abbastanza benestante, visto che va in giro con una carta di credito e che, immagino, l'avrà praticamente svuotata con tutto lo shopping che ha fatto. Sicuramente, non è ipocondriaco, visto quanto ha già scoperto del suo nuovo grande amore, NIgel, in un bagno di una discoteca, sicuramente non così tanto pulito. Non voglio entrare nel dettaglio su quello che la mia mente pensava nel leggere di quel rendez-vous romantico, ma sappi che il terrore ha avuto la meglio su ogni altra emozione o sensazione. Sono ipocondriaco, ecco svuotato il contenuto del mio sacco.
A proposito di Nigel: solo io l'ho immaginato di carnagione molto chiara, con un velo di barba, gli occhi di un intenso blu scuro e con capelli rosso rubino, di una tonalità scura tendente al violaceo sotto la luce giusta? Mi sa che sono andato troppo in là con la fantasia...
Dorothy me la immagino come la sorella zitella ma di tanto in tanto sposata di Marge Simpson, Selma, solo molto più bella, con un gusto raffinato e démodé, come piace a me, e senza la sigaretta sempre accesa in bocca, ma circondata - una sorta di sublimazione - da una colonia di gatti. Mi chiedo solo come possa piacerle l'accento inglese, a mio parere il più insopportabile di tutti, anche se la maggior parte lo considera romantico. Fastidioso, semplicemente fastidioso.
La gatta è particolare tanto quanto il suo nome... Ophelia? Ma come ti è venuto in mente? Ci sta, però, ci sta davvero molto bene. Mi sa che te lo ruberò nel prossimo futuro.
Già dalla prima riga ho capito che eri davvero un abile burattinaio e col pieno controllo della trama e dello stile e, arrivato alla fine della storia, ne ho avuto la piena conferma. Solo per l'aspetto tecnico - descrizione dei personaggi, uso e abuso, ma sempre controllato e adeguato, dei clichés, e i dialoghi, sempre divertenti e sempre molto naturali, nella loro assurdità (in alcuni momenti, nella parte centrale e verso il finale) - la storia merita un 10 e lode. Senza dubbio. E voto analogo lo meriti per l'uso del doppio senso: superbo, non saprei come altro definirlo.
Ma, ora, vengo alla trama. Ed è un altro 10 e lode per averla pensata e poi per averla scritta nero su bianco, per noi lettori in stato di bisogno di una sana risata e di una riflessione sugli effetti negativi del consumismo moderno e sulla mercificazione di ogni festività al puro scopo di raggirare i più deboli, intesi come facili alla persuasione.
Tutto questo - la satira sull'aspetto consumista della società moderna, scanzonata ma con un velo di tristezza, di rassegnazione, di convinzione ch'è ormai una strada a senso unico - è concentrato nel scena centrale, nel negozio di articoli "magici" e "propiziatori" e nel modo di fare delle commesse. Mi è dispiaciuto per Andrew, inerme di fronte a quel duo che al posto delle pupille aveva stampato il simbolo del dollaro, con tanto di scintillio.
Sentivo puzza di bruciato già in quella scena, ma direi che si è trattato di un altro tipo di puzza alla fine... Ed ecco l'ultimo 10 e lode: il finale. Mi sono piegato in due dal ridere, immaginando i viaggi mentali di Andrew e quello più breve e realistico di Nigel, in preda ad un'intossicazione alimentare, verso il bagno. Ho sempre gradito come un'immagine romantico-fiabesca, preparata con molta fatica e con particolare cura, venga distrutta nel giro di un attimo da un qualcosa di non previsto quanto realistico.
Infine, arriva la telefonata e scopriamo com'è andata a finire: male, per non di merda. Una chiusura degna di lode, in linea col resto del lavoro.
Penso sia la satira più feroce con protagonista il giorno di San Valentino, un giorno che considero pari a qualunque altro, non certo quel momento dell'anno in cui sprecare denaro in sciocchezze che poi o vanno a finire nella spazzatura il giorno dopo oppure non sortiscono alcun effetto. Andrew per un verso e Nigel per l'altro sarebbero d'accordo, dopo il fattaccio.
Sarebbe un episodio perfetto per una sit-com, senza alcun dubbio. Pensaci. Il materiale è ottimo, divertente, ricercato e sagace, ma mai pretenzioso, ed è già pronto.
In conclusione, ti faccio i miei più sentiti e sinceri complimenti e ci si vede presto. ;-) :-)

Nuovo recensore
29/07/17, ore 04:58

Ah ah! Andrew è meraviglioso, sembra un putto rinascimentale che si ritrova sulla terra in carne e ossa e, causa troppa ingenuità, totalmente incapace di gestire sentimenti, emozioni, amori... Persino la gatta è più intelligente di lui. Ma a un uketto tanto tanto adorabile e imbranato è meglio lasciare il ruolo di "tappezzeria" di casa.
Certo però che sei tremendo! Quel filtro d'amore poteva essere di tutto. Mi aspettavo qualcosa di velenoso (per fortuna no!), o di tossico che comportasse una lavanda gastrica in ospedale, o qualcosa di mediamente innocuo come un sonnifero o roba rilassante dal potere ammosciante... All'inizio temevo addirittura che ci fosse dentro del viagra triturato, che gli avrebbe fatto venire un accidente... invece poveretti. XD

Ma quanto è figo il rugbista!! Da mangiarlo con gli occhi, da contemplarne ogni muscolo... Magari mi capitasse di vedere dal vivo un uomo simile! Se scrivessi qualcosa su di lui (senza Andrew l'imbranato) potresti chiedermi in cambio quello che vuoi.

Recensore Master
13/04/17, ore 01:43

Dio mio, sono morta dalla risate! Ma dai! Povero Andrew! Non fosse stato per quelle due disgraziate le cose non sarebbero andate così. Certo che però tutta la situazione è strabuffa, con questo biondino impomatato che lavora un po' troppo di fantasia, ma che dire, è l'amore... e quindi vede cuori e romanticherie e nottate selvagge dovunque si gira.
E' tutto un gigantesco equivoco, se poi pensiamo che Nigel era andato lì per festeggiare ben altro, eh.

In effetti quando iniziano con le pubblicità zuccherose di San Valentino anche a me vengono i cinque minuti. Ci voleva qualcuno che li riportasse con i piedi per terra.
O li mandasse in bagno, sempre che non siano legati e imbavagliati su un letto e non abbiano modo di evitare queste figure!

Nuovo recensore
13/03/17, ore 16:20

Ma io ahahhahahahahahaha...
Ho letto questa storia tutta ad un fiato, cercavo qualcosa dove potermi fare due risate e l'ho trovata!
Fantastica storia, scritta benissimo e molto fluida. Mi piacciono i riferimenti alla magia, io ne sono affascinata.
Bhè, il finale è stato ESILARANTE direi ahahaha.

Recensore Veterano
06/03/17, ore 23:23

Povero Andrew... Però le sue disavventure mi hanno fatto morire dal ridere ahahahah grazie, ci voleva proprio!!! Una storia di San Valentino anticonvenzionale, mi spiace solo di averla letta così in ritardo 😝😝😝

Crilu

P.S. Mi hai aperto un mondo sui giocattoli erotici 😍

Recensore Master
02/03/17, ore 11:02

Rieccomi, avevo voglia di leggere qualcosa di leggero e divertente, che mi facesse dimenticare per un momento l'infinita merda di questo mondo infame e così mi sono affacciata al tuo account, volevo andare sul sicuro ^ ^ cioè con te se si deve piangere si piange al 99,9% a fiumi, ma se si deve ridere lo sbellicamento è assicurato. :P
Cioè... ma io mi son rotolata dall'inizio alla fine. Sei un vero toccasana contro la noia e la depressione, ci puoi giurare. Ho adorato Andy, tutte le sue paturnie d'amore e le sue elucubrazioni mentali, ma pure Nigel coi suoi modi da energumeno cavernicolo che tanto fanno arrapare il nostro bell'angioletto biondo. Ma pure tutto il piano congegnato per farsi strapazzare ben bene dall'uomo di neanderthal mi ha fatto ribaltare dalla sedia. Oddio davvero esiste lo sbancamento del bu... ?!?!? @///@ (mi sa che sono io la cavernicola) Ogni personaggio ci ha messo del suo per rendere questa storia davvero deliziosa ed esilarante.
Hai usato dei termini ricercati di cui ignoravo completamente l'esistenza da brava ignorantona quale sono, quindi direi che mi è servita pure per imparare qualcosa LOL ^ ^'
La scena della cena poi è uno spasso davvero, con Andy che non vede l'ora di farsi saltare addosso da Nigel e lui che sotto l'effetto del filtro/lassativo non sa come dirgli che se la sta facendo addosso... giuro che ho quasi pianto dal ridere. Poi il momento finale è da encomio... un vero epilogo di merda per il nostro bel biondino sognatore.
Inutile ripetere che il tuo stile è favoloso e non sei mai una delusione.
Ho adocchiato pure la long in SW... appena ho un attimo di tregua da tutti i cacchi della vita reale mi farò viva anche di là.

Ok... la merda la volevo dimenticare, tu invece me ne hai data a palate XD ma va bene così!!!!! Un caro saluto e... ci si becca in giro!
(Recensione modificata il 02/03/2017 - 11:05 am)

Recensore Veterano
20/02/17, ore 12:22

Ho riso costantemente sin dalla prima riga. Il personaggio sognante e molto "checca" di Andrew è meraviglioso. Sono riuscita a immaginarlo in tutto per tutto, dal carattere frivolo, al riccio più biondo. La sua prima seduta con Dorothy è stata esilarante (ma non quanto l'ultima), il suo sognare su vite precedenti e su un amore così "puro" che persiste da reincarnazioni di epoche passate, è decisamente comico, senza contare le reazioni di Ophelia.
Il lato shopping di Andrew ha reso la fine ancor più ilare, i suoi progetti, il suo smaniare per una serata architettata alla perfezione, il suo improfumarsi e rendersi una pesca in posti molto intimi, il suo fantasticare su un ragazzo che non conosce per niente, tutto meraviglioso. Il suddetto adone poi, è il classico "bello&stupido", ma proprio questa caratteristica lo incastra benissimo nella trama. Però, questo non scoraggia Andrew, anzi sembra dargli un motivo in più per cadere ai suoi piedi. Avevo capito che ci sarebbe stato uno scambio di filtri già dalle prime parole di Ecate e Mysteria, e già ridevo come una pazza al solo immaginare cosa sarebbe potuto succedere, e quando poi Andrew comincia a vedere quelle reazioni molto intense sul viso del povero Nigel, scambiandole per passione incontenibile, sono morta. L'incontinenza c'era, ma di altro tipo.Il discorso ultimo tra la Lolita e il povero ragazzo deluso, dovrebbe farti dispiacere, ma invece ti fa ridere ancora. Il mostro di fango è un immagine che fa ribrezzo ma ti fa ridere pure qualla e il 'San Valentino di merda' è una frase che ti stende, sul serio, ha reso il tutto con semplicità, una conclusione degna.
Complimenti per il lessico e per il modo di scrivere, sarà anche una storiella semplice, buttata lì per unggiorno specifico, ma è ben scritta e si legge in modo fluido. Credo che andró a sbirciare tra gli altri scritti caro Old. Un abbraccio, ancora complimenti, e alla prossima.

Recensore Veterano
15/02/17, ore 14:17

Oh Dio....noooooo! Ho anch'io un grandissimo mal di pancia ma nel mio caso, dovuto alle troppe risate. Sei proprio pessima, ragazza! Come si fa a trasformare la zuccherosissima festa degli innamorati in uno tsunami di cacca? Non mi ci fare pensare o rischio di ridere per un'altra mezz'ora!

Recensore Junior
15/02/17, ore 14:02

Ciao!

Questa storia è ESATTAMENTE quello che serve per sdrammatizzare e sconsacrare il giorno di San Valentino!

Ho riso dalla prima riga all'ultima e nutro la (vaga) speranza che Andrew prima o poi lo trovi un ragazzo a misura della sua sensibilità, perché Nigel aveva si certe "misure", ma francamente oltre la camera da letto era abbastanza indigeribile X°D

Le comprimarie sono autentiche chicche, voglio adottare subito Ecate, Mysteria e Dorothy, sono sicura che passerei ore e ore di grande divertimento attorno ad un tavolo a sorseggiare te e a disquisire di roba New Age con loro!

Nuovo recensore
14/02/17, ore 23:30

Mi hai fatto ridere. Poi i cuoricini: un tocco di classe. Dopo questa storia ho decisamente rivalutato il mio San Valentino peggiore.
A presto

Recensore Master
14/02/17, ore 20:45

Ehilà! Qui è Emme che parla :)
Appena ho visto che avevi pubblicato una storia rossa, comica, proprio il giorno di San Valentino mi ci sono fiondata!
Parto con il farti i complimenti non solo per questo piccolo scritto comico, ma anche per "Alla ricerca di Kurtz"(che mi sta facendo letteralmente sbellicare) e "La scelta" che leggo entrambe. Le recensisce Sky, ma stavo pensando di aggiungere anche la mia opinione alle sue recensioni x3
Ma passiamo alla recensione vera e propria xD
Andrew mi fa letteralmente morire dalle risate, si fa un sacco di castelli mentali sul suo amore per Nigel in un modo adorabile xD
Si è preparato per benino all'incontro romantico, cinguettando da un negozio all'altro per recuperare tutto il necessario. Filtro d'amore compreso.
A proposito il dialogo tra le commesse dell' "Emporio Magico" è comicissimo, forse per l'atmosfera new age che si respira, o forse perché loro parlano con tranquillità della Grande Dea Madre&annessi, o forse per il modo in cui Ecate si scandalizza terribilmente perché “Ma è un farmaco! È roba chimica!”.
Non lo so, comunque sono morta, ci ho messo un po' per continuare la lettura, dato che ridevo da sola come una scema (Sky può confermare)
Sul finale mi ha fatto una tenerezza assurda, ma... povero.
Feci a pioggia non sono augurabili neanche al tuo peggior nemico... bleah!
E Nigel non vuole neanche più vederlo! (Per la vergogna, immagino xD)


"“Tutto bene?” chiese morbidamente, aspettandosi che da un momento all’altro Nigel balzasse in piedi, se lo caricasse in spalla tipo uomo di Neanderthal e lo portasse in camera da letto per poi abusare di lui fino all’alba.
Di Neanderthal ci fu solo il grugnito che ricevette come risposta. "
(<-- SONO MORTA XDDD)

La frase conclusiva riassume lo spirito della storia, mi dispiace per Andrew ma è stato davvero un San Valentino di merda XDDD

A presto <3

~ Emme

Recensore Junior
14/02/17, ore 20:20

"“Adoro l'accento inglese,” assentì Dorothy, che probabilmente non aveva mai udito il latrare da bulldog costipato di un autentico gallese. "
<--- risata.

"Grazie a una meticolosa seduta di anal bleaching, inoltre, il suo buchetto era più rosa di una conchiglia caraibica. Se l'era guardato nel camerino, dove un attento gioco di specchi rendeva possibili tali intime ispezioni, e aveva concluso che nemmeno un bocciolo imperlato di rugiada avrebbe potuto avere un aspetto più delizioso e invitante. "

ESISTE UNA COSA DEL GENERE!!?!?!?!?!?
MI DEVO DOCUMENTARE, ASSOLUTAMENTE
ODDIO
e... esilarante XD <3

"lubrificante profumato con tanto di brillantini iridescenti,"
lo voglio.


"quindi pagò i duecentocinquanta dollari del Valentine Gift Pack con trasognata noncuranza. "
ho un bruttissimo presentimento riguardo a tutto questo danaro.

questo ragazzo è uno sciocco ingenuo che non ha idea di cosa stia per succedergli. maledizione, quanto vorrei schiaffeggiarlo e dirgli "SEI UN CRETINO, RINSAVISCI!"
voglio proprio vedere cosa succede.

" Corresse il suo infuso con un generoso cucchiaio di miele biologico d’acacia --->benedetta delle foreste druidiche. <---"
XD ti adoro

" Ho messo il Niagara nella boccetta di un filtro d’amore. "
............... aaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh... *avverte già il dolore psicologico della piega che prenderà la trama*

" questa volta non c’erano dubbi: altro che Brandon o Ramon, era Nigel la sua anima gemella. Sicuramente avevano trascorso innumerevoli reincarnazioni amandosi nelle varie epoche storiche. "
Sicuramente.

" A quella rivelazione le due commesse emisero squittii e gridolini: il grazioso finocchio che voleva legare a sé il suo amore le riempiva più che mai di tenerezza. "
queste commesse sono il mio animale totem. io sono troppo cauta per squittire e gridacchiare, ma dentro di me è questo che sono <3

" “Di solito bastano poche gocce ogni giorno, ma questo è un caso importante. Versalo tutto nel bicchiere del tuo amore, poi fate un bel brindisi. Mi raccomando, accertati che lo beva fino in fondo, e vedrai i risultati!” "
................ < sospiro >

" “Non puoi sbagliare: quando avrà gli occhi accesi dalla passione, quando il volto gli cambierà colore e sopra il labbro superiore compariranno le prime gocce di sudore, capirai che l’eccitazione lo sta assalendo. Poi lo vedrai agitarsi e smaniare, quasi non riuscirà a stare fermo nell’attesa del momento di andare a letto. "
.................. < grande sospiro >

" “Cazzo, questo è lo storico anniversario della leggendaria vittoria dei Butchers contro i Warthogs!” "
...................... AEHM
OH CAVOLO
QUESTO E' DAVVERO INASPETTATO, MALEDIZIONE XD

" “Ah, fico,” fu la risposta, comunque poco convinta. "
però devo dire che Nigel mi piace ecco XD

" A malincuore, l'altro trasferì sul davanzale gli incensi dell'Himalaya.
Quando tornò indietro, Nigel si era disfatto di sciarpa e cappello, aveva infilato la bandiera in un vaso di fiori in bella vista e aveva sistemato il barilotto di birra su un angolo del tavolo, spostando con disinvoltura tutta la complicata mise en place di San Valentino da una parte. "
ok no. ho cambiato idea: E' NIGEL IL MIO MALEDETTO ANIMALE TOTEM. E' DEFINITIVAMENTE NIGEL.

" la spontaneità rude del suo ospite. Trovò la seconda molto maschia e stabilì che era un ulteriore motivo per essere perdutamente innamorato di Nigel. "
sono totalmente concorde andrew. fatti sbombare e scombinare i capelli da cherubino dalla rudezza del sincero rugbista <3

" uno dei due conteneva già due dita di liquido. "
.... maledizione. andrew, stai per rovinare tutto!

" “Dico che faremo una bella mischia di là.” "
T_____________________T vorrei anche io che fosse così, nigel. lo vorrei anche io....
interessante l'escamotage di aumentare la suspance facendolo andare in bagno: ho pensato che le gocce avrebbero subito fatto effetto ma invece ritorna ancora normale come per darci una speranza in più (ovviamente vana). fico!

" ma sicuramente la magia agiva attraverso vie imperscrutabili,"
sigh.

" Di nuovo immaginò se stesso cavalcare furiosamente impalato sulla poderosa virilità dell’altro in un osceno concerto di molle cigolanti e gemiti di libidine. "
queste fantasie stanno degenerando verso il grottesco, andrew. fermati subito.

" gli afferrò un polso e lo ammanettò, "
no, no, NOOOOOO AAAANDREEWWWWWWWHHH < si copre gli occhi come nei film horror >

" Nigel rimase a contorcersi legato come una specie di gigantesco Cristo Culturista. "
mi sento male, mi sento malissimo.

" rimming "
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
;_______________________________________________________________;

TU SEI UN GENIO T_T

" “Che San Valentino di merda.” "

best chiusura ever.




caro old fashioned, ho deciso di spendere il mio san valentino leggendo la tua ficcy comica perché avevo proprio voglia di leggere una cosa del genere e fortunatamente tu sei qui a scrivermela! (e poi sono single.)
comunque.... proprio, proprio carina. oddio: io odio sapere che la situazione di una storia sta per degradare lentamente verso una fine orribile e tragica, ma è stato divertente. andrew è un confetto maledetto e ingenuotto, mi intenerisce ma preferisco di gran lunga nigel, perché è un tipo schietto e... 'vero', in un certo senso. avrei voluto conoscerlo meglio! sembrava un tipotto sexy.
comunque povero andrew, si rifarà!

ora vado a cercare questo anal bleaching <3

Recensore Master
14/02/17, ore 14:51

Buon pomeriggio.
Ehm, eh sì, in questo caso mi verrebbe da concordare con le ultime battute del racconto xD
Comunque, un racconto molto originale 0.o
Buon proseguimento di giornata :)

Nuovo recensore
14/02/17, ore 11:02

Buondì ~
Quando leggo le magiche parole "demenzialità" e "trash" io approdo con la forza di mille soli.
Che dire? ho riso.
Tanto.
Tantissimo.
Povero Andrew, povera la sua carta di credito! Aveva preparato una bella atmosfera chic e delicata (con tanto di zenzero e salmone afrodisiaci...) quando l'altro si presenta armato di birra e tifoseria rampante per celebrare una indimenticabile vittoria rugbistica. Altro che San Valentino.
Ed è alquanto geniale il parallelismo tra gli effetti del "Filtro d'amore" con i "sintomi" diciamo, del lassativo in azione. Un'intera boccetta, poi...poverino. Effetti poi interpretati malissimo dal buon protagonista, dato che il povero Nigel si ritrova incatenato al letto con le favolose manette di peluche quando probabilmente la notte bollente è l'ultimo pensiero che gli potrebbe passare per la testa...altro che goccioline di sudore passionale...
Qualcosa mi dice che Andrew non frequenterà più negozi di esoterismi e filtri dubbi...soprattutto se scambiano le ampolle, che sia per scherzo o per errore. O per liberarsi dai "medicinali" impuri di colleghe infedeli...
Non spendo parole sullo stile, che è assolutamente ineccepibile. Complimenti!
Direi che ho finito, per oggi...si, credo di si. Alla prossima storia, ciao!

~ Paws