Recensioni per
Principe del Caos, Re del Cinismo, Imperatori del Disastro.
di NobodyUnderstandsMe

Questa storia ha ottenuto 13 recensioni.
Positive : 13
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
21/04/17, ore 14:10

Una prefazione complessa, a tratti paradossale, che ben introduce il dualismo dei personaggi. Forse un po' troppo pomposa. Forse.

Nuovo recensore
21/04/17, ore 14:08

Angst, cinismo e vittimismo, come il mio compare ha già notato, sono le tre chiavi esegetiche di questa introduzione, che si configura come un testo dall'ispirazione wildiana, quasi sentenziosa. E ora sorrido, perché mi sorprendi sempre.

Nuovo recensore
16/04/17, ore 14:24
Cap. 2:

Un prologo cinico e vittimista: proprio quello che piace a noi che ti seguiamo. Bravo.

Nuovo recensore
16/04/17, ore 14:21

Accattivante e contraddittorio. Bravissimo: ancora una volta, colpisci il punto giusto.
(Recensione modificata il 16/04/2017 - 02:22 pm)

Nuovo recensore
10/04/17, ore 18:18
Cap. 2:

Giocando con la grammatica e con un lessico semplice, sei riuscito a catalizzare la mia attenzione sul tuo scritto, senza farmi distrarre neanche per un secondo. Ormai, lo sai, noi siamo sempre qui per te, però è un piacere che anche tu sei sempre qui per noi e che ci regali queste perle. Grazie.

Nuovo recensore
10/04/17, ore 18:17

Hai messo tanta, tanta carne al fuoco: l'uomo, l'arte, la filosofia, il rapporto tra queste tre entità, Dio, la bellezza, la donna - un romanzo decadentista in piena regola. Non posso che seguirti in questa tua avventura.

Nuovo recensore
10/04/17, ore 18:15
Cap. 2:

Introduciamo la filosofia e la poesia in maniera esemplare, stando attento a non donare troppi dettagli sui due personaggi, che sono, evidentemente, estremamente tormentati, il che è interessante. Ci riserverai tante sorprese, ne sono sicuro.

Nuovo recensore
10/04/17, ore 18:14

Un'introduzione che, tramite un tocco palesemente wildiano, attira l'attenzione e spinge il lettore a continuare. Interessante il fatto che tu abbia descritto il corpo della donna come "bello": recupera credenze stilnovistiche e, in generale, presenti all'interno di tutta la letteratura italiana - è la critica dell'uomo e l'elevazione della donna. Bello.

Nuovo recensore
09/04/17, ore 18:25
Cap. 2:

Il titolo è estremamente interessante e ha attirato, da subito, la mia attenzione. Mi permetto di non esprimere ancora un'opinione prolissa, perché vorrei arrivare almeno al quarto-quinto capitolo, per capire dove vuoi andare a parare.

Nuovo recensore
09/04/17, ore 16:49
Cap. 2:

Ragionamenti filosofici e poetici che permettono di perdersi tra le tue parole. Credo che ti seguirò ancora una volta.

Recensore Junior
08/04/17, ore 22:50
Cap. 2:

Credo che ci sia molto di tuo in questa storia, a partire dal tentativo di riprodurre un dolore interiore vissuto all'ombra di tutti fino all'introduzione di questo fascino per il mondo scolastico. Credo che ci riserverai molte sorprese.

Nuovo recensore
08/04/17, ore 19:48
Cap. 2:

Ci vorrebbe un'analisi filo-poetica di questo testo, proprio perché esso nasconde decine di significati che, probabilmente, non ho colto. A partire dalla prima frase, "camminavo, lento, tra le memorie del passato e il languore per il futuro, in bilico tra il dolce perire e l'amaro vivere", si fondono poesia e filosofia, in una ricerca stilistica estremamente rischiosa e, soprattutto, magniloquente. Chissà dove ti porterà questo esperimento. Di sicuro hai il mio interesse.

Recensore Veterano
08/04/17, ore 19:42
Cap. 2:

Un inizio elegante, che si configura come, spero, un qualcosa che porterai a termine. Termini strappati dalla semplicità, che, però, portano a ragionamenti, come nel caso di quello sul tempo, a tratti complessi. Mi piace, bravo.