Recensioni per
The Winter Cycle Saga - Abnegation
di Amber_ G_ Keldridge

Questa storia ha ottenuto 8 recensioni.
Positive : 8
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
09/07/17, ore 22:44
Cap. 2:

Dato che ho già espresso la mia opinione sullo stile e via dicendo, queste recensioni si baseranno sulla trama e sui personaggi.
Questo capitolo è colmo d'informazioni essenziali e molto interessanti.
Vengono forniti più dettagli sull'Armageddon avvenuto sulla terra: la distruzione causata dalla Terza grande guerra, il collasso del pianeta, la comparsa degli Speciali. 
Gli uomini che non appartengono alla casta governante o agli Speciali vengono trattati come bestie, suddivisi in 'razze' prive di alcun senso logico, sfruttati fino al loro collasso. (Una domanda: Se non esiste più alcun genere di nazione, quale lingua è parlata in questo mondo?)
Gli Assassini sono privati della loro umanità, e non viene permesso loro di provare alcun piacere terreno. Sono l'emblema di come il sistema vorrebbe i soldati: armi prive d'alcun sentimento, sempre disponibili ad uccidere.
Allucinante che siano controllati in ogni istante, per mezzo della magia. Non sono più persone, non v'è alcuna concezione di 'libertà' o 'privacy'. E, qualora uno di loro morisse, senza alcun affanno verrebbe sostituito. Svanendo. Divenendo l'ennesima faccia anonima nella fossa.
Veniamo a conoscenza del passato e della situazione attuale di Blake. Venduto come un pezzo di carne da macello per pochi spiccioli, ora si prende cura di sua sorella e il figlioletto. La descrizione dell'amata Lorayne è stata toccante, e l'amore incondizionato di Blake verso la donna - che persiste nonostante la morte - è meraviglioso.
Rowan è una giovane già costretta ad essere grande, e Blake è tormentato dal timore che possa finire nelle grinfie dei Potenti. Ho trovato molto tenero il soprannome 'Leprotta', e l'ingenuità di Rowan. 
Grazie a Milo e Rowan, Blake, nonostante tutto, è in grado d'amare e di mantenere la propria umanità e sanità mentale.
Molto interessante anche la situazione di Diego e Fiammetta. Seppur consci d'essere perennemente sul filo del rasoio, nessuno dei due decide di rinunciare all'amore. 
Questo capitolo mostra come Blake e Diego, seppur costretti ad essere armi prive di volontà e amore, siano in realtà capaci d'essere umani. Sono disposti a rischiare ogni cosa, la vita e la libertà, pur di non soccombere a ciò che il sistema impone loro di fare.

Ottimo capitolo! A presto. 
 
(Recensione modificata il 09/07/2017 - 10:46 pm)

Nuovo recensore
01/07/17, ore 15:41
Cap. 1:

Ciao! Sono Drefan Jigoku, per lo scambio recensioni.
Le mie recensioni si articolano attorno a due fulcri: la critica della sintassi/grammatica e via dicendo; e la critica della trama/personaggi, puramente soggettiva.

Per quanto riguarda il primo punto, il tuo stile è semplice e scorrevole. Buono utilizzo della punteggiatura.
Devo dire che la narrazione in prima persona, per il genere fantasy, credo non sia molto azzeccata. Mi spiego: essendo una storia con molte scene narrative e d'azione, la narrazione in prima persona 'penalizza' le possibilità di descrivere ogni cosa. Mi spiego meglio, facendo un esempio molto banale. Nel prologo Blake, il protagonista, narra dal suo punto di vista cosa sia avvenuto in questo mondo post-apocalittico. Tuttavia, la descrizione è vaga e povera di contenuto, sicché egli non è un narratore onniscente terzo, bensì narra in prima persona gli eventi.
Credo che questo genere di narrazione vada bene per storie di tipo introspettivo-psicologico, ove l'attenzione si focalizza sui personaggi, le loro sensazioni ed i loro pensieri. Naturalmente questo non è un errore, bensì un consiglio. La narrazione risulterebbe più fluida, completa, e soprattutto più semplice: con il narratore in terza persona, puoi intervallare tranquillamente scene descrittive, scene narrative che illustrino il background (o la storia del tuo mondo; etc), ossia cose che il protagonista non può conoscere, pensieri suoi e persino riflessioni tue (da narratore 'super partes').
Per quanto riguarda il resto, il tuo stile è molto semplice e d'impatto. Scrivi in modo genuino, reale, senza orpelli inutili o parole troppo auliche. In questo modo, la tua storia è scorrevole e gradevole per chiunque, giacché non difficoltosa da leggere.
Onestamente, il mio stile è agli antipodi rispetto al tuo! ahah

Per quanto riguarda il secondo fulcro, la tua storia promette bene. Sebbene, generalmente, non così tanto originale (ma d'altronde niente è originale del tutto: ogni cosa è già stata fatta/scritta/detta), sei riuscita a renderla unica e a creare un universo peculiare, con caratteristiche esclusive.
Ci troviamo in un futuro post-apocalittico ove, dopo numerose guerre, il mondo ha acquisito una matrice distopica: disparità economiche, una casta aristocratica ed elitaria che governa in modo dittatoriale, addirittura imponendo uno ''Sceriffo dei sogni''. Gli umani sono spogliati d'ogni tipo di libertà, felicità, desiderio. E non viene dato loro nemmeno il permesso di fare una cosa così intima come sognare, e persino i sogni vengono sottratti da un sistema corrotto e avido. E' l'incubo Orwelliano o Huxleyiano che divene realtà.
Inoltre vi sono questi Assassini, praticamente “rubati” dalle loro famiglie, costretti ad uccidere per sopravvivere un altro giorno.
Questo mondo sembra, sotto ogni punto di vista, regredito. Nessun concetto di stato, né nazione; nessun concetto di denaro, gerarchie; nessun concetto di diritto, legge; persino le armi sono regredite, tornando alle proprie origini: archi e spade sono all'ordine del giorno.
Facciamo la conoscenza del protagonista, Blake. Una persona cinica, ironica, costretta ad uccidere indiscriminatamente per sopravvivere. Ha visto così tante volte la morte, la desolazione, la sconfitta, da rimanerne quasi indifferente. Parla quasi con malinconia dell'amico Diego, costretto ad eseguire un compito così infame come quello dello Sceriffo.
E anche Diego, co-protagonista, è un personaggio dalle molteplici sfaccettature. Ha accettato un compito così disgustoso, ma nemmeno lui si capacita di stare eseguendo degli ordini così ingiusti. E' freddo, spietato, talmente assuefatto da quella realtà così assurda da considerarla normale, quasi una routine.
Ho apprezzato il fatto che i nomi provengano da culture diverse. Ciò è l'emblema di come in questo futuro si sia perso l'individualismo: l'appartenenza ad un gruppo, ad una cultura, ad un etnia. Il genere umano si è ridotto ad un'accozzaglia di uomini bruti, priva di qualsivoglia libertà o potere decisionale, oppressa da una casta eletta dal dio denaro.
In generale, la recensione è positiva!
Al prossimo capitolo^^

Recensore Veterano
23/06/17, ore 21:00
Cap. 1:

Avevi detto bene e non posso assolutamente dirmi insoddisfatto di quello che ho letto: è una distopia tremenda per davvero, certo versa molto sul post-apocalittico devastato ma... davvero, si comincia bene! *si sfrega le mani* eccellente...

A-ehm! Buonasera, eccomi qui per fare la mia parte come concordato! 
Partendo dal principio, siamo in medias res!
Divertente controsenso messo da parte, ci fai entrare nella tua storia quando la stessa è già in movimento, con un protagonista che le prime righe già ci dicono essere cresciuto sino ad un cinismo di fondo apprezzabile. Lo dico tale perché fa un polo opposto ad altri protagonisti più eroici o idealisti che ho trovato in altre storie; ciò non lo dico per lanciare degli sfottò a loro ma per evidenziare la distanza. Servono entrambi, secondo me, ed è più come li si usa che li marca.
Quando viene fatta, comunque, l'introduzione a cose già in corso risulta una veloce spinta dentro ed esorta a raccogliere i dettagli per capire dove ci troviamo, perché e come mai. Starò attento a queste cose in modo da comprendere che mondo hai creato e, importante tanto quanto, la misura di quanto male siano andate le cose rispetto al nostro presente. 
Già il dialogo finale dice qualcosa di particolare menzionando spade e frecce; che genere di regressione tecnologica è avvenuta per finire alle armi medioevali dopo una guerra? Ci sono 12 persone per ogni fucile al giorno d'oggi... Questa guerra deve essere stata oltremodo devastante, al livello d'avere veramente cambiato la faccia della Terra. Vero, Blake ci dice della sua opinione circa le armi da fuoco ma se un mercenario cita degli archi, qualcosa è sicuramente successo.
Sono curioso di sapere come sia successo e quanto sia durata, adesso.

Quella nota che ci fa verso metà scritto sulla società post-conflitto è particolare. Una condizione di simile disparità economica è tremendamente impratica; vuol dire che le società rimaste sono al livello di sussistenza, non vi sono commerci di sorta e nessuna spinta imprenditoriale! La potrei dire medioevale ma non sarebbe corretto, comunque. Vero è che potrebbe essere solo ciò che conosce Blake ma se non è così, in che modo non è ancora collassata nel disordine? 
Però devo dire che lo sceriffo dei sogni è una cosa davvero spettacolare. Come concetto non l'avevo mai visto prima e per questo devo farti i miei complimenti ma nella pratica rende veramente il concetto distopico. Ci si è spinti troppo in avanti, si può dire citando The Time Machine, e nel peggiore dei modi. 
L'ultimo appunto è sui nomi; sono presenti e vari, cosa che mi è piaciuta per il realismo di fondo. Niente nomi astrusi nati dal nulla come Aratan, l'ho visto in altre storie, o simili. Sono i nostri, o quanto ne è rimasto, a decenni oppure un paio di secoli in avanti. Insomma, sono nomi possibili e portano un senso di familiarità.
P.s.: fodero, non fodera! Per le spade è il fodero, l'azione è "fodera quel cuscino"! 

A fine un appunto sulla formattazione: non è tremenda e comunque si riesce a leggere tutto bene ma si merita un po' di amore in più. Come EFP divide i periodi rende un po' uno spegni-accendi al filo conduttore della trama e magari certi periodi dovrebbero essere, nelle tue intenzioni, più vicini ma con un varco bianco in mezzo fanno questa pausa lunga.
Saprai tu, comunque!
Allora... prezzolati che entrano nei sogni per imporvi la legge, un protagonista che è sostanzialmente una lama a pagamento, poveracci come vittime... si parte bene!
Si parte decisamente bene u.u Complimenti e ci vediamo al prossimo capitolo, sei nelle seguite! :)

Recensore Master
08/05/17, ore 13:11
Cap. 3:

Ciao! Eccomi di nuovo qui per un commento-lampo con il caffè in mano. La tua storia mi sta facendo diventare dipendente quanto lo sono dalla caffeina, almeno! :D
Ad ogni modo, questo oserei dire che sia un capitolo puramente di passaggio: Blake ci racconta di quel suo compagno...che un giorno sarà Diego, che un giorno tentò di fuggire dall'Accademia, quasi riuscendoci. E, leggendo, ho pensato di Diego "Mah, sarà bravo!"
Effettivamente non può non esserlo. In breve, conosciamo un po' di più riguardo la "genesi" dell'amicizia tra Blake e Diego stesso, e tramite questo capitolo li conosciamo tutti e due un po' meglio. In particolare l'amicizia e il rispetto tra i due si notano subito in ogni conversazione. Blake e Diego si considerano famiglia, al pari di quelle che hanno a casa. In realtà non vedo l'ora di conoscere anche Fiammetta.
Ottimo capitolo!
_morgengabe

Recensore Master
07/05/17, ore 13:30
Cap. 2:

Questo capitolo mi è piaciuto molto. Per prima cosa, perché ci ha dato modo di conoscere meglio la tua ambientazione. Secondariamente - ma non per un fattore-importanza - perché in un certo senso ci ha aiutato a capire un po' di più come funziona la testa di Blake...e non è cosa da poco, considerato quanto possa sembra un personaggio particolare, che ne ha viste tante, un "veterano", oserei dire, con una psiche complicata. Abbiamo scoperto che ha un figlio e che ha un rapporto speciale con la sua "leprotta" (carina la storia delle lepri) Rowan. Rowan in particolare è una persona di cui mi farebbe piacere sapere un po' di più, ma sono sicura che accadrà e ci sarà tutto il tempo perché succeda, sono ancora solo all'inizio della narrazione.
In un certo senso, Blake ha una "famiglia", un po' particolare certo, ma il meglio che può esserci in un mondo in rovina e post-apocalisse come quello in cui vive. Rowan è stata fortunata a trovarlo, certo, chissà dove sarebbe se no in questo momento, dopo che la sua stessa famiglia l'ha venduta per soldi.
Penso che Blake ucciderebbe gratis per loro, si vede che vuole bene, un mondo di bene a entrambi.
Continuo con la lettura :)
_morgengabe

Recensore Master
06/05/17, ore 16:55
Cap. 1:

Ciao! Con un titolo del genere non potevo non tenere sott'occhio la tua storia. Finalmente ho trovato un briciolo di tempo per leggere il prologo/primo capitolo e recensirla come si deve.
Per prima cosa, ti devo fare i complimenti: i dialoghi sono trattati benissimo. Sono una fan del "realismo a tutti i costi" quando i personaggi parlano, odio quando li si fa parlare come libri stampati o in maniera volutamente barocca perchè "tanto si tratta di parole scritte". Tu riesci a rendere vive le conversazioni, suonano veritiere e assolutamente non ridicole, nemmeno a ripeterle/recitarle a voce alta. (poi io, quando scrivo, sono particolarmente in fissa per cercare di rendere assolutamente "reali" le conversazioni, quindi davvero: brava)
Riguardo la storia: hai presentato degnamente i due personaggi principali, prima Blake e poi Diego. La Sinossi all'inizio ci sta, perché serve subito a comprendere che cosa si sta andando a leggere...dove e in quale universo ci si sta imbarcando, sopratutto. Ho apprezzato particolarmente quando hai scritto "Raccontava di paesi con nomi strani: America, Italia, Francia, Inghilterra, Cina, Giappone, Africa...
Nomi che al giorno d'oggi non significano più niente, non per quelli delle ultime generazioni." Trovo che questi piccoli rimandi siano tocchi di stile che aiutano chi legge a ben comprendere (e sopratutto ricordare) che siamo non tanto in un mondo "fantasy" ma in una realtà parallela alla nostra, così com'è scritto nella sinossi.
Plauso particolare alla discussione tra Blacke e Diego, davvero molto vivida.
Continuerò a leggerti, perché mi hai molto incuriosita! ^^ Metto con piacere la tua tra le storie seguite.
_morgengabe

Nuovo recensore
26/04/17, ore 10:19
Cap. 4:

BuonGiorno!!
Allora, prima di tutto le cose importanti.
Ho voluto scrivere una recensione unica per tre capitoli. Perdonami per questo. Gli insulti alla fine, prego...
Comunque, i primi due capitoli ci fanno capire un pò la situazione e la vita di Blake e Compari. Credo tu abbia fatto bene ad inserirli, inquadrando per bene il contesto dove si svolgono i fatti. il terzo capitolo mi è piaciuto parecchio,e non vedo l'ora di sapere i casini che combinerà blake "domani sera", perché ne farà di casini vero?? O.O
lo scopriremo solo vivendo, direbbe Antonacci.
a proposito, mi dispiace per il Compare Milo, spero si riprenda e diventi un assassino coi controcabasisi!!
comunque il personaggio di Diego è molto bello. fra l'altro dovrebbe essere un padreterno diamine!!
non vedo l'ora di leggere i prossimo capitolo.
(mi hai fregato!!. l'ultimo capitolo, che poi è diventato il penultimo, l'ho letto ieri notte almeno ero sicuro recensire tutti i capitoli assieme, invece oggi ne vedo uno nuovo fresco fresco.
ma che comportazione è questa??
:DD scheeerzo ovviamente!
non vedo l'ora si sapere cosa succederà!!
brava!.
N92

P.S.
vero sei umbra?? figo, vedi? le storie meglio so le nostre, non c'è niente da fa!
di dove sei dell'alta umbria o della bassa?
(ovviamente per la privacy puoi anche non rispondere :D)
ciaoo compaesaaaa!!

Nuovo recensore
22/04/17, ore 09:56
Cap. 1:

Buongiorno!
Premetto che questa è la mia prima recensione in assoluto, quindi ovviamente non faccio nessuna osservazione e non do nessun consiglio (anche perché scrivi meglio di me, quindi anche se volessi non potrei!) XD
Ho smucinato (se sei dell'umbria capirai il temine, se no, vuol dire "cercare") sul sito per una storia interessante, e la tua mi è subito balzata agli occhi.
Mi limito a dirti che mi ha incuriosito molto, e che questo prologo è davvero, davvero carino.
E poi mi piace molto un linguaggio più crudo rispetto a quelli che ho riscontrato in tante altre storie.
Infine diciamocelo, i contesti oscuri e le uccisioni si soppiatto sono molto affascinanti.
continuerò sicuramente la lettura, curioso di sapere cosa succederà!!
Buona giornata!!
N92