Recensioni per
Bek dagli occhi azzurri
di miciaSissi

Questa storia ha ottenuto 13 recensioni.
Positive : 13
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
26/05/17, ore 06:20

Capitolo molto vario, che scorre velocemente grazie alla tua narrazione scorrevole. In questo storia hai veramente lavorato molto bene sulle descrizioni dei luoghi, dei personaggi, sembra di vederli, e sei molto brava a far emergere le emozioni dei protagonisti anche attraverso i loro gesti. Non deve essere stato facile, dal momento che si tratta di animali, o meglio rettili, e tu, a mio parere, sei riuscita a mantenerli tali pur "umanizzandoli" in parte.
Al prossimo capitolo
BAci
Marta

Recensore Master
24/05/17, ore 08:48

Eh, andare a rompere le scatole a un T-Rex, anche se piccolo, non è una buona idea...
Secondo me i due Alioramus sono rimasti di m... quando Bek li ha azzannati.
Mi piace la tassonomia dei dinosauri: Morbidi, Volatori, Nuotatori, Giganti, Nemici. Tutto molto semplice ma al tempo stesso molto preciso. Pillo, da vecchio saggio quale è, regala una perla di saggezza anche a Cros: le piante sonio vive, fanno parte degli Altri.
Vedremo come se ka caverà Bek in versione pescatrice!
Una storia sempre molto gradevole e simpatica, ottimamente scritta. Complimenti!

Recensore Veterano
23/05/17, ore 14:58

E hurrà di nuovo, per il vecchio Pillo! Grande, col suo aiuto Bek e Cros si salvano dagli Alioramus, (e grazie ai denti e agli artigli di Bek!) Del resto Bek è ancora una cucciola, e può davvero essere, per il momento, lei stessa una preda per i carnivori adulti.
Bellissima poi, la scena in cui Pillo insegna a Bek e Cros a pescare. Della serie: se qualcuno ha fame, non regalargli un pesce, ma una canna da pesca...
Ed è interessante anche il ragionamento che Pillo fa fare a Cros, sul fatto che Bek non dice "poverina" alle piante, quando l'iguanodonte le mangia. In fondo è vero: per Bek, mangiare carne è una cosa naturale, proprio come per Cros è mangiare i vegetali.
Ti segnalo due cose che mi sembrano (dall'alto della mia ignoranza) due imprecisioni grammaticali: Non vorrei che ti "scherzassero". Credo che questo verbo si usi in questo modo solo a livello parlato e gergale. Forse è più corretto usare "deridessero", "canzonassero", "dileggiassero". Credo sia qualcosa che ha a che fare con i verbi transitivi e intransitivi, (o altre mostruosità del genere...) che però non ti so spiegare, non chiedermi troppo!
L'altra è "morsichi". Io avrei messo "mordi", però può darsi che non sia sbagliato, ma solo una cosa che mi suona male. Mi raccomando, prendi queste segnalazioni col massimo affetto e soprattutto col beneficio del dubbio, nemmeno io sono esente da strafalcioni, anzi! Ho pure studiato moooolto meno di te! ;)
Bel capitolo come sempre, io sono già affezionatissima a Bek, Cros e Pillo. Voglio proprio vedere cosa succederà.
Un bacione e a presto, qua e là!

Nuovo recensore
23/05/17, ore 11:31

Buondì!
Inutile dirlo. Quando ho scoperto che questa storia trattava di dinosauri ho deciso subito di leggerla! Ho un debole per questi rettiloni...
In questo capitolo viene presentata una famiglia di Iguanodonti alle prese con un "uovo misterioso" contenente una piccola deforme che in realtà non è altro che una cucciola di Tirannosauro dagli splendidi occhi azzurri...che, dopo una iniziale titubanza, conquista il cuore della sua nuova madre adottiva.
Sicuramente porterà un certo sgomento anche tra gli altri membri del branco...ma, alla fine, è semplicemente cucciolo, merita sonni tranquilli...
Anche se non credo gradirà particolarmente una dieta basata solo di foglie. Ma chissà, tutto può succedere.
Idea originale, passerò presto a leggere anche gli altri capitoli!
Alla prossima dunque, ciaoo ~
(Recensione modificata il 23/05/2017 - 11:32 am)

Recensore Master
18/05/17, ore 06:21

E arriva un nuovo amico. Pillo il cantastorie. Bella l'idea di trasformare lo pterosauro in un cantastorie: dopotutto lui dall'alto chissà quante cose vede!
Mi piace davvero questo racconto narrato attraverso gli occhi dei dinosauri e mi piacciono gli espedienti che hai studiato x rendere particolare anche il loro modo di dialogare, come il modo originale che hanno x definirsi l'un l'altro. Ottimo anche il tuo linguaggio, che nelle parti narrative hai adattato perfettamente a questo tipo di storia.
Al prossimo capitolo
Un abbraccio
Marta

Recensore Veterano
16/05/17, ore 21:59

Carissima, eccomi qua. Avevi assolutamente ragione: Pillo è semplicemente meraviglioso, con la sua saggezza, e nonostante le sue comprensibili perplessità, ha un atteggiamento tenero con la cucciola. Mi pare abbia già sviluppato una sorta di senso di protezione nei confronti di Bek, e che abbia già capito che la piccola non avrà vita facile. Ma qualcosa mi dice che la nostra amica troverà in lui un fedele alleato. Credo che avrà davvero bisogno di qualcuno in grado di spiegarle tutti i suoi dubbi, quando sarà il momento. Almeno spero, perchè mi piace davvero tanto, pure il nome è simpatico! E il fatto che sia una specie di cantastorie lo rende ancora più affascinante! ;)
E' bellissima la descrizione dei Giganti, mi sembrava davvero di essere lì in mezzo alle loro zampe! E Bek... che sogna di farsi una scorpacciata di brachiosauro, è davvero impagabile! Non sapevo se sorridere o rabbrividire all'idea!
E' molto commovente anche la parte in cui si fa scoprire da Xo, e la madre, superato il primo momento di confusione e, forse, anche repulsione, capisce che Bek morirebbe davvero di fame, senza carne, e non può fare a meno di arrendersi all'evidenza e appoggiarla.
Quel cretino di Stoz non perde occasione per tormentarla. E lei, tesoro, è pure troppo brava a lasciar perdere. Ma qualcosa mi dice che il giovane iguanodonte si sta scavando la fossa con le sue zampe... e succederà un casino! Aggiungendo al nome di Stoz un paio di lettere in posizioni strategiche, forse si otterrebbe un nome  più consono al suo carattere, mi sa... XD
Sei davvero forte  in certe descrizioni e a creare determinate atmosfere. La storia mi acchiappa ogni capitolo un po' di più, quindi sono qui in attesa di lunedì prossimo, per l'aggiornamento!
Grazie, Micia, per le tue belle storie!
Un bacione! 

Recensore Master
16/05/17, ore 09:29

Ciao carissima^^
Eh, Pillo la sa lunga... ha già capito di che specie è Bek.
Come sempre ti faccio i complimenti: sei riuscita a prendere dei dinosauri e a creare dei personaggi da ognuno di loro, conferendo ad ogni personaggio caratteristiche legate alla specie di appartenenza ma anche al carattere. Se da piccolo avessi letto una storia del genere sarei impazzito!! (come tutti i bambini, amavo i dinosauri).
Molto della anche la descrizione dei Brontosauri enormi, riesci veramente a dare l'idea del mondo preistorico!
A presto^^

Recensore Veterano
09/05/17, ore 22:40

Uhei, Micia! Ma sai che sto capitolo mi ha fatto venire i brividi? La descrizione di quello che prova Bek, quando sente per la prima volta il sapore della carne sanguinolenta, mi ha sollevato la pelle d'oca. E considerando che ho appena scoperto, leggendo la tua risposta a Old Fashioned, che tu non mangi la carne, non posso far altro che dirti BRAVA, perchè nonostante ciò hai reso perfettamente il concetto!
Così come hai resto bene il rapporto di Bek con la sorellina Cros, che le vuole bene, anche se la vede diversa.
Sì, è vero, sei riuscita a farmi calare completamente nel Cretaceo e nei panni (o meglio, le scaglie) della povera Bek. Che poi...povera... adesso. Perchè se arriverà a crescere, dubito che mangerà i suoi fratelli o gli animali (giuro, stavo per scrivere le persone! :D)  a cui vuole bene, ma quello Stoz lì, è meglio che stia in campana e faccia poco lo str...! Che la voglia di affondargli i dentini nel collo, le è già venuta, alla nostra occhi blu! ^^'
Che dire? Come sempre mi hai preso, quindi... mi ritroverai qui, al prossimo aggiornamento.
Vado di là, a risponderti! Baciuzzi! 
P.S. A me la ciccina piace. Mi vuoi ancora bene lo stesso? ;)
 

Recensore Master
09/05/17, ore 13:06

Eh... la voce della natura non si può zittire e l'istinto di Bek comincia a venir fuori. Ma questo non intacca l'amore che hanno per lei i suoi genitori e lo stretto legame con la "sorella" Cros. Abbiamo anche il solito idiota che, come accade tra gli esseri umani, se la prende con Beck perchè è "diversa".
Complimenti ancora per questo racconto originale e per il tuo stile curato e ricco di descrizioni
Al prossimo capitolo
Marta

Recensore Master
08/05/17, ore 23:20

Ma povero tirannosauro denutrito! Ti giuro, mentre leggevo avevo voglia di andare a farmi una bistecca alla tartara...
Questo per dire che riesci a far immedesimare molto bene il lettore nei tuoi personaggi, anche se sono dinosauri.
Ora che bek ha capito qual è il suo cibo, e che l'ha capito anche sua "madre", vedremo se risucirà finalmente a nutrirsi a dovere.
Una storia veramente bella, coinvolgente ma coprattutto originale, complimenti!

Recensore Veterano
05/05/17, ore 18:46

Eccomi qua, cara, pronta a seguire una nuova avventura uscita dalla tua fantasiosa penna (pardon, tastiera!)
Allora, mi perdoni se trovo delle somiglianze con un paio di storie che fra l'altro amo? Mi raccomando, ho detto somiglianze, non copiature! So che sei una persona troppo corretta, per simili bassezze! E credo sia inevitabile a volte, essere ispirati da ciò che leggiamo, vediamo al cinema, e ci circonda. A volte poi, sono vere e proprie coincidenze.
Dunque, le storie sono "Il brutto anatroccolo", ovviamente. Solo che qui, rispetto alla favola, c'è un problema grande come una casa, anzi, come un T-Rex!  Perchè la povera Bek, una volta cresciuta, dubito molto che avrà la leggiadria di un cigno! 
L'altra è "Dinosauri", il film in CG della Walt Disney di parecchi anni fa. Solo che anche qui le differenze non sono poche... Nel film era un iguanodonte che veniva adottato da una comunità di lemuri, ed essendo erbivoro, i problemi erano relativi. Qui accade esattamente il contrario: un carnivoro che finisce in mezzo agli erbivori. E io non oso pensare cosa ti puoi essere inventata per mandare avanti una convivenza del genere! Non sarà mica che Bek si mangerà i suoi fratelli? Dio, come sono macabra, oggi... scusa! X(
Partendo da qui... mi hai già incuriosita da pazzi. Intanto Bek al momento mi fa solo molta tenerezza, con quei suoi occhioni azzurri, che a dispetto dell'aspetto fisico deforme, ha comunque conquistato sua madre. E apprezzo molto come sempre il tuo stile chiaro, scorrevole e corretto che scivola via senza intoppi. E anche le note finali sui dinosauri che mi hanno sempre affascinato molto. Ho sempre pensato che nel Medioevo fosse stato il ritrovamento di alcuni scheletri a far nascere la leggenda dei Draghi, altri esseri che amo pur essendo solo mitologici. 
Quindi, mi do da sola il benvenuto nel mondo di 65 milioni di anni fa, e ti seguirò volentieri...sperando di non venire mangiata! Argh! =D
Bacioni, a presto! :*

Recensore Master
03/05/17, ore 21:05

Ciao^^
Una storia di dinosauri, che bella idea! Originalissima, fra l'altro.
Hai inventato delle bellissime dinamiche all'interno del branco, sufficientemente semplici da essere adatte a un gruppo di animali e al tempo stesso abbastanza complesse da permettere lo svolgersi di nuna storia nella quale ci si possa immedesimare.
E così la madre di iguanodonte si ntrova nel nido un piccolo T-Rex^^ Voglio proprio vedere come farà a convincerla a mangiare le foglie^^
Bellissima storia, la seguirò sicuramente!

Recensore Master
03/05/17, ore 21:01

Ma che originale questa storia, dove i protagonisti non sono degli esseri umani, bensì dei dinosauri! Creature che mi hanno sempre affascinata fin da bambina...
Davvero ben raccontato questo inizio, e mi piacciono i termini che hai inserito nella legenda finale, per raccontare il mondo attraverso gli occhi di questi bestioni preistorici!
Interessante il modo in cui hai fatto giungere l'uovo del Tirannosauro al nido do Xo. E affascinante il dettaglio del colore degli occhi della piccola, che già ne denota la particolarità.
Attendo il seguito
A presto
BAci
Marta