Recensioni per
Change of Heart
di Sagas

Questa storia ha ottenuto 116 recensioni.
Positive : 116
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 [Prossimo]
Recensore Master
18/09/17, ore 19:35
Cap. 11:

Buonasera carissime ragazze, finalmente stasera riesco a leggere questo capitolo, meglio tardi che mai!
Dax e Rose spiegano la situazione alla famiglia Prael, purtroppo gli inseguitori li trovano, quindi Dax e Rose escono allo scoperto cercando di depistarli. Il Carath si è preoccupato tantissimo per la compagna quando l'ha sentita urlare e ammetto che è venuto un colpo anche a me!
Per fortuna Iro e Silfur sono arrivati in tempo! Dax mi ha commosso, anche la sua preoccupazione nonostante Hivelin lo avesse rassicurato che funziona e il loro abbraccio alla fine è troppo dolcioso *-*
Richa libera Seimyn e Zafriya che ovviamente a stare nascosti nell'armadio hanno perso i sensi a causa della mancanza d'ossigeno. Il giovane tecnico si rilassa quando la mercenaria lo informa che Iro è in giro a recuperare gli altri.
Nivel non si fida a sistemare il Cytech dopo i colpi di blaster e quindi se ne occupa Tres appena Silfur fa ritorno sulla Heco.
Conosciamo Asran il fratello di Tres, lei si mette in ordine apposta per lui, è trapelato quanto Asran tiene alla sorella minore, anche perché le ha fatto promettere di non ricordare della miniera, perché è di un periodo non troppo bello della loro vita.
Richa li raggiunge poco dopo e quando Tres sta per cambiarsi, la mercenaria porta la meccanica a fare il cambio abito lontano dagli occhi di Silfur, perché gli ricorda che non deve farlo davanti ad altre persone. Una volta finita la manutenzione il Cytech si "addormenta" e Richa raggiunge Heco, per parlare dei due prigionieri.
Vi segnalo questa frase: "«Ne avevo sentito parlare anche io.» Commentò poi. «Sta bene. Vi porteremo lì.» " penso doveva essere "Va bene. Vi porteremo lì" o forse è solo una mia impressione.
Tantissimi complimenti, siete sempre bravissime e riuscite a scrivere capitolo fantastici!
Un abbraccio! <3

P.S. Avrei una domanda e spero di non essere indiscreta... al limite ditemi chiaramente di farmi gli affari miei e/o che non mi devo azzardare a fare domande simili, che sono troppo curiosa e di tornare nel mio angolino (?) u.u
Come mai per Hungry Face ci sono sempre i disegni dei vari personaggi, mentre per Wizard Motor non ne ho mai visto nemmeno uno?
P.S.2. Non mi picchiate, please! ç_ç

Recensore Junior
17/09/17, ore 03:43
Cap. 7:

Ri-eccomi!

Allora, nella prima parte approfondiamo la conoscenza di Dax, e devo ammettere che questo personaggio mi piace sempre di più. Lo scorcio sulla figlia poi, non me lo aspettavo per niente! Geniale l'idea che lui abbia queste visioni ricorrenti così vivide da sembrare reali, di questa bambina che lui può solo immaginare... E' un passaggio struggente e meraviglioso, pieno di nostalgia e tenerezza...
Non mi è ancora chiarissimo cosa significhi essere uno psi, ma presumo diventerà più evidente nel tempo.
Il suo rapporto con Rose è come al solito adorabile. Lei sembra davvero tosta, ma tra loro c'è una complicità e una comprensione da veri compagni di vita, da partner in crime (^^) che condividono un'esistenza avventurosa e quantomeno particolare...
Carino che Rose abbia un trascorso con Iro! Anche se immagino sia stato di poco conto, visto come si sono allineati ora i rapporti tra i tre.
Lo scambio tra Dax e Iro è stato efficace, e quando il capitano ci ragiona "col senno di poi", comprendendo le intenzioni del Carath... è stata una bella mossa!

E infine ritroviamo il nostro Seymin e i suoi (comprensibili) turbamenti... Dolcissimo che Iro si dia ripetutamente del coglione, questo ragazzino con i capelli lunghi e chiari gli ha davvero toccato il cuore! Anche con i suoi atteggiamenti spesso schivi: «C’è la forte probabilità che non risulterò credibile.» - Giuro che avrei potuto sentire il suono delle sue parole polemiche! Fantastico.

Se l'effetto della caffeina mi facesse il favore di attivarsi potrei anche leggere il prossimo capitolo, anche se al momento mi si incrociano gli occhi.
A presto!,
LRM

PS. Ma quindi uffa insomma Silfur non incontra Tres ancora per un bel po', vero? (...) Mannaggia!

Recensore Junior
17/09/17, ore 03:03
Cap. 6:

Buonasera, care Sagas!
Allora, visto che il capitolo era corposo mentre leggevo mi sono presa qualche appunto, ora vediamo se riesco a decifrare cos'ho scritto ^^

Cominciamo dalla fine.
Innanzitutto, sapete che ogni scena Iro/Seymin mi fa felice, perciò ecco, sono felice. Inoltre questo scambio tra loro è forse il più intenso che ci avete presentato finora. Per una serie di ragioni, e penso che il fatto che finalmente facciamo l'amore sia l'ultima (!). Ancora più importante è ciò che accade prima. I dubbi di Seymin, il suo sentirsi sempre così piccolo rispetto al capitano (circa dieci anni di differenza + vita assurdamente rocambolesca di Iro vs. vita tranquilla di Seymin + stazza fisica), il suo essere fondamentalmente nuovo a tutto quello che gli sta capitando: l'attrazione, il desiderio, l'incertezza su quel che l'altro vuole/prova, le insicurezze, specie con qualcuno di più grande di noi... Penso che ci siamo tutti sentiti così, almeno una volta nella vita, alla prime armi e del tutto inconsapevoli di cosa fare. Avete riportato un'esperienza universale con tratti distinguibili, efficaci: empatizziamo subito con Seymin e le sue frasi scorrono dalla sua mente e le sue labbra con una coerenza pazzesca! Bravissime.

Ho adorato questo passaggio: "Arricciò il viso in una smorfia e si mordicchiò l’interno della guancia, studiando la reazione sul volto dell’altro, che però sembrava aver fatto un efficace sforzo per restare sostanzialmente impassibile." Fotografa i due personaggi, il loro carattere e l'atteggiamento che li contraddistingue in appena una frase. TOP.

E il momento in cui Hivelin dice a Seymin che quanto gli aveva detto era la più bella dichiarazione d'amore che avesse mai ricevuto? CIOE', brividi, ragazze, BRIVIDI.

E poi la scena clou: costruita a puntino. La passione, la complicità... e lo spezzarsi di quell'armonia così naturale con i ricordi traumatici di Seymin che tornano a farsi vivi. La reazione del ragazzo è straziante: non vuole smettere, non vuole fermarsi, e fa del suo meglio per "restare nel momento", per viverlo al di là del dolore e della confusione... Allo stesso tempo nascondendolo a Iro (che ne ha comunque sentore, ovviamente). Molto bello che lui trattenga tutto dentro di sè e scoppi appena resta solo, che senta la necessità di nascondersi, isolarsi... Avete fatto bene a non liquidare la questione con un "Non mi ricordo quasi nulla", perché avrebbe smorzato una cosa troppo grande e significativa, che deve aver attecchito sia sul personaggio di Seymin sia di conseguenza nella sua relazione con Iro. Bravissime (l'ho già detto?).

Poi, facendo un salto all'indietro, non posso esimermi dal fare un piccolo appunto su Richa (cara), anche se più che su di lei la nota è su Silfur (no, ancora non mi sono ripresa dal capitolo precedente): fantastico il passaggio in cui il Cytech esamina la reazione fisica della mercenaria per comprenderne le emozioni. E non trova nulla, perché lei è capace di dissimulare perfettamente, tranne un microscopico particolare che solo uno come lui può vedere. Bello, grazie, ancora.

Va bene, le mie recensioni diventano sempre più lunghe, possiamo inventarci una safeword per quando siete stufe di sentirmi ciarlare.
Al prossimo!,
LMR

PS. «Lo sai che ho un debole per le costatazioni ovvie.» Riecco il nostro Iro e i suoi modi di esprimersi più unici che rari <3

PPS. AH! "Intelligibile": se ho capito bene Richa dice qualcosa che NON si comprende appieno. Quindi in realtà sarebbe il contrario di "intelligibile" - oppure non c'ho capito niente io -.-
(Recensione modificata il 17/09/2017 - 03:09 am)

Recensore Master
15/09/17, ore 12:57
Cap. 11:

Ok. da dove cominciare in questo capitolo assurdamente bello?

Cominciamo con Dax: tenta di fare di tutto, davvero di tutto, per salvare le due ragazze che sono con lui e per aiutare Rose. Ma i militari sono troppi e malgrado le sue abilità ai limiti dell'incredibile finisce disarmato e catturato. E sta per essere giustiziato quando, in un momento davvero Catartico, arriva Silfur a salvare la situazione. Il rapporto tra Dax e il Cytech non potrà che migliorare tantissimo ora, dato che un gesto talmente altruista - anche se sicuramente Silfur avrà fatto i suoi calcoli da bravo computer prima di farlo - non può che colpire un alieno come Dax. E dopo Rose viene salvata miracolosamente, grazie ad una tecnologia molto figa, questi TDA!

Dall'altra parte Seymin era quello con meno capacità di tirarsi fuori dai guai, perlomeno questa volta, e viene fortunosamente trascinato fuori dalla stiva in cui stava per morire per via della poca aria da Richa Dawnar. A quanto pare lei e Hivelin hanno risposto rapidissimamente alla chiamata, evitando il peggio.

Nella parte finale facciamo conoscenza di Asran Hilks, il marito di Tres, un uomo che vive una vita avventurosa molto lontano dalla sua bella. Il loro rapporto è davvero interessante e difficile, ma sicuramente non potrà essere facile una relazione a distanza di questo "tipo". Questo ci racconta anche che nel mondo c'è una comunicazione così veloce da permettere di comunicare senza lag anche a diversi sistemi solari di distanza,non me l'aspettavo e mi fa piacere saperlo.

Altra cosa interessante: Silfur prova pulsioni come la vergogna, o l'eccitazione sessuale? Non me l'aspettavo e sono curioso di saperne di più!

E ora. Non resta niente da fare se non interrogare le nuove ospiti. :)

Al prossimo capitolo
Morgengabe

Recensore Veterano
14/09/17, ore 17:31
Cap. 11:

E rieccomi qui, anche oggi, a recensire una nuova avventura di questo allegro gruppo di simpaticoni spaziali. Vedo che, anche in questo capitolo, ne hanno passate di tutti i colori.

Inizio esprimendo il mio apprezzamento per mamma Prael. Sarà anche comparsa solo poche volte, e ha parlato ancora meno, eppure non so perchè ma mi ha colpito particolarmente. Ho sorriso come uno scemo quando chiedeva come facessero le sue care figliole a saper sparare, e soprattutto quando mi sono immaginato l'espressione che deve aver avuto quando ha scoperto il loro vero mestiere. Ahi ahi ahi, prima o poi certi segreti vengono a galla. Mega-cazziatone rotante in arrivo!

Ma il momento di ilarità è stato subito rimpiazzato da uno di adrenalina. Prima una cara, vecchia sparatoria, e poi...bum! Rose è stata ferita! Vi confesso che per un attimo ho temuto il peggio, continuavo a pensare "Ecco, adesso tirerà le cuoia" (sono un pessimista cronico), e invece fortunatamente è intervenuto Iro in veste di Deus Ex Machina, con un marchingegno (che avrà sicuramente rubato) che l'ha salvata. E in più, Silfur ha finalmente cominciato a rendersi utile, staccando arti qua e là e in generale facendo un culo così al nemico. Mi sa che la Signora non ha sbagliato, quando gli ha chiesto di unirsi a loro.

Certo però che Richa poteva anche farsi una padellata di cazzi suoi. Tres non si fa problemi a cambiarsi davanti alla gente, e tu che fai? Le dici che non può? E che cazzo, ma perchè devi rovinare tutto?

Comunque, sempre riguardo a Tres, ho avuto la conferma che nessuno, in quest'equipaggio, ha avuto un passato allegro. C'è chi ha fatto la fame, chi ha rischiato la morte quotidianamente, chi, come Seimyn, si è dovuto allontanare dal suo pianeta per motivi di sovrappopolazione. Tres invece ha lavorato in miniera (non certo un lavoro facile), e immagino che sia successo quando era poco più di una bambina, ha perso un amico (da come lei e Asran ne parlavano, immagino che fosse molto legata a questo Nacre, e visto che era un Cytech spiegherebbe perchè è così bendisposta verso Silfur) e non ha neanche la possibilità di stare col fratello. Dico, ma che accanimento! Nemmeno io sono così crudele con i miei personaggi.

E adesso sull'astronave ci sono anche due prigionieri da interrogare. Sicuramente avranno delle informazioni utili. Bravo, Hivelin. Allora c'è un cervello funzionante, in quel tuo cranio.

Per oggi è tutto. Alla prossima!

PS: Quasi dimenticavo: teoricamente, sarebbe possibile fare in modo che un Cytech provi emozioni? Che so, magari con un chip speciale, o con una modifica al cervello.

Recensore Veterano
14/09/17, ore 16:52
Cap. 11:

Ma salve bellezze <3
Lo scorso capitolo mi era piaciuto tantissimo ma questo non è assolutamente da meno. Visto come sto iniziando a masticare bene anche i capitoli action? Beh, è semplice grazie alle vostre bellissime storie. Ormai mi sento un po' parte di questo mondo galattico.
La protagonista dei miei colpi al cuore in questo capitolo è stata senza dubbio Rose (non so se vi ho mai detto che per via dei tatuaggi sul viso la mia mente la associa ad Emori di The 100).
Ho apprezzato ancora più del solito il suo personaggio nelle prime righe del capitolo, è emersa una sua particolare sensibilità di donna nel modo in cui riesce ad interagire con le Prael. Subito dopo aver finito di pensare "Adoro questo personaggio che sta uscendo sempre più fuori con la sua dolcezza e sensibilità ma allo stesso tempo con delle belle spalle larghe" mi avete fatto venire un colpo, ho seriamente pensato che l'avreste uccisa (assassine ahaha) e non so se ve lo avrei mai perdonate. Invece, ringraziamo tutti "Old fashioned" per la sua ivenzione salva vita (e anche un po' Iro, dai).
Poi, secondo personaggio preferito di questo capitolo è senza dubbio Tres, quando dice a Silfur che il fatto che sia grande e forte non vuol dire che lo devono ferire mi ha commossa, davvero.
Ora resta il grande interrogativo: Shippo Silfur più con Tres o più con Richa?  

Recensore Veterano
14/09/17, ore 16:52
Cap. 11:

Eccomi qui, carissime!
Anche questa volta, sono rimasto più che soddisfatto da questo capitolo, in cui viene posta una pausa - per così dire - alla lunga ed estenuante corsa dei nostri contro il nemico, per lasciare più spazio alla pura, sana ed ideale introspezione. Adoro, ma penso si sia largamente capito, quando date spazio a personaggi come Seimyn, Iro, Dax, Silfur, Tres Hilks ed Heco, che trovo tutti caratteri molto interessanti, sia a causa delle loro storie, sia a causa del loro aspetto e del loro attuale comportamento. E in questo capitolo, ben più di due personaggi hanno trovato il loro approfondimento adeguato, lo stesso che, da capitolo a capitolo, ci sta permettendo di avere una visione globale dell'intero loro modo di vedere la realtà: una cosa davvero molto piacevole e magnificamente gestita!
Prima di analizzare i punti più salienti del capitolo, vi porgo i miei più sentiti complimenti per il raggiungimento della quota 100 recensioni, sicuramente meritatissime!

Abbiamo avuto modo di vedere che nella famiglia Prael in molti smettono difficilmente di stupirsi tra loro. Teyana pareva non saperne nulla delle occupazioni varie delle loro figlie... ah, che birbantelle! Certo è che, come ho detto nella scorsa recensione, mestiere e operazioni ad esso non strettamente collegate sono tutti risultati di una situazione tutt'altro che pacata e quieta all'interno di una famiglia in cui padre e sorella sono scomparsi. Shaliara, in tutto ciò, continua ad essere l'oggetto del desiderio della trama: ogni romanzo che si rispetti, velatamente o no, ne possiede uno. Qui, la nostra strega è ricercata da buoni e cattivi, senza alcuna distinzione d'avidità. Un vero peccato che i nostri stiano sprecando ogni loro forza per portare a termine un piano ideato da Heco: mi auguro solo - e lo faccio vivamente - che nessuno ci lasci le penne in una missione che, per quanto appartenga a tutto il gruppo nella sua totalità, non è nata per un interessa di Seimyn, ad esempio, né per uno di Silfur. 
E dato che, proprio come stava accadendo a Rose, a quanto pare la minaccia non è solo ipotizzata, ma anche abbastanza concreta, non bisognerebbe sottovalutare la forza del partito nemico. La Orrigan ha dato sfoggio delle armi che ha a disposizione, dei velivoli che riesce a comandare e delle forze che può facilmente manipolare: se i nostri non avessero ricevuto l'aiuto dei compagni su Gantha, probabilmente ci avrebbero salutato nel giro di uno/due capitoli, benché non metta assolutamente in dubbio la possanza di Dax e Rose (ringraziamo cento volte - mille, che dico! - il caro Old per la sua trovata... non ditemi che avevate intenzione di farmi fuori Rose per davvero ç_ç)

Nel frattempo, Seimyn e Zafriya vengono salvati da Richa. Sapevo che qualcuno sarebbe arrivato a portarli in salvo alla fine, ma effettivamente non avevo proprio pensato alla mercenaria. Certo, mi sarebbe piaciuto vedere Iro nella scena, ma me ne farò una ragione... 
In questo passaggio, voglio riportarvi una parte del brano in cui non ho potuto fare a meno di ridere:

"Seimyn riprese conoscenza improvvisamente, strozzandosi il respiro nei polmoni. 
Non sapeva da quanto tempo fosse chiuso lì dentro ma l’ossigeno scarseggiava; ne entrava troppo poco in quello stipo, e lui e Zafriya avevano più volte perso i sensi, risvegliandosi d’improvviso con l’aria che mancava." 


L’immagine dovrebbe essere tremenda, lo so bene… ma io non smetto di ridere. Sarò anche cattivo, ma la vista di questi due che si svegliano per svenire ancora e ancora mi stronca in due. Sarà perché ho visto realmente scene simili... povero me! 

Ma come ha fatto Richa a sopraggiungere alla Noce? Be', me lo ero chiesto, in effetti... e mi era anche sorto il dubbio del fattore velocità. Poi ho capito, sì. Ed è una fortuna per i nostri che Iro e Silfur abbiano avuto una trovata tanto geniale: sfruttare il Cytech stesso per velocizzare i tempi di spostamento. Certo, Silfur ne ha pagato le conseguenze, ma quantomeno è servito a qualcosa. Per ogni attacco, c'è sempre un contrattacco... si sa. Tra l'altro bellissima la scena in cui Silfur si interpone tra Dax, Rose e i loro nemici, assimilando i colpi dei membri della Orrigan. Povero però... non bastava averlo infilato nel reattore xD
Ed è proprio a partire da questa scena che si dipana l'intera parte d'introspezione del capitolo. Bella, bella, bella!
Assistiamo di nuovo, dopo il ritorno dei nostri sulla HECO, ad un siparietto lieto e giocondo tra Tres Hilks e lo stesso Silfur. Molto romantico il tutto, con i pensieri di Silfur sul suo meccanico personale. Il nostro "computer umano" mi è parso alquanto spaesato, sinceramente. Più e più volte ho notato che non riuscisse a mettere a fuoco determinate nozioni, sperduto nell'incapacità - che egli stesso nota - di assimilare determinate informazioni e ricercarne il significato. Che tutto ciò sia solo sintomo del suo stato? 
Troviamo qui una prova di tutto quello che ho detto:

"La superficie scorrevole della porta si aprì, e il Cytech colse l’ingresso di Richa Dawnar. Prese coscienza di non aver registrato il rumore dei suoi passi in avvicinamento, ma scelse di non starci a riflettere troppo."
Quando mai Silfur si sarebbe fatto sfuggire l'arrivo della mercenaria? Mh... la cosa mi fa pensare molto. Spero soltanto che tutte queste azioni dannose non abbiamo influito negativamente sul suo sistema, modificando o distruggendo alcune sue capacità di rilievo.

Ma non è che, invece, il nostro Cytech si sia leggermente invaghito e ciò offuschi i suoi sensi?
E il nome della sua fonte di desiderio è proprio Tres, che inscena pure una bella operetta lì davanti a lui. Tres mi fa morire. Si vede chiaramente - anche dalla distanza di cinque leghe - che il meccanico è una ragazza dotata di un quoziente intellettivo ridotto. Oddio, non so fino a che punto ciò possa rivelarsi un problema: mi piace molto la sua spontaneità e la sua completa mancanza di inibizione. Tres è così come la vede Silfur da nuda: semplice, umana, priva di qualsiasi maschera... e molto, molto carina. Mi piace anche il dettaglio su cui viene posto l'accento in questo spezzone: la distinzione tra il corpo della ragazza - un corpo da donna - e la sua mentalità fine, ridotta e sensibile come quella di una bambina, che si materializza completamente nella video-chiamata con il fratello Asran, in un rapporto che non ho potuto fare a meno di apprezzare. 
E mi piace anche tantissimo l'interazione che si sta piano piano formando tra lei e il Cytech, una carta potenzialmente valida che spero vi giocherete nel migliore dei modi, senza farmi soffrire con qualche morte spiacevole o atroce D:
Mi posso fidare?

Detto ciò: un altro capitolo supremo, bello da leggere e rileggere, soprattutto in tutta la scena finale di Silfur e Tres, personaggi che si qualificano seduta stante come due dei miei attuali preferiti. Sto veramente gradendo molto il percorso di evoluzione del Cytech che, da macchina quale ci era stato presentato all'inizio, si sta lentamente trasformando in un umano più umano di molti altri a bordo. 
Un capitolo bellissimo - come il resto degli altri, dopotutto - cosa poter chiedere di più? Un abbraccio e a presto, mie care, carissime, autrici!
Makil_

p.s. Ritenendo che la storia meriti tantissimo, ho deciso di inserirla tra le mie proposte per la sezione, nella lista dei primi 40 recensori in cui sono salito da poco. Spero non sia un problema per voi... in caso affermativo, be', fatemelo sapere ;)
(Recensione modificata il 14/09/2017 - 05:02 pm)

Recensore Junior
14/09/17, ore 16:24
Cap. 11:

Ciao,
Mmh, come faceva Iro a sapere dei dischi? Cavoli, che conoscenza, eh, sì, è pieno di risorse. Mi sono sempre chiesta perchè fosse il capitano, ben, ora capisco.
Devo ammettere che Silfur si sta guadagnando qualche stima: si è stracciato per gli altri, e si preoccupa per Tres, anche. Mi sa tanto che è una di quelle persone che non sono cattive, ma a cui le situazioni hanno fatto fare cose orribili. Ora che ci penso, essere un cytech dev'essere stato anche un trauma per lui. Ok, forse un po' mi dispiace per lui. Ma non troppo.
E poi, Tres non può anestetizzarlo piuttosto che fargli male?
Buona continuazione!
Aleksis

Recensore Junior
14/09/17, ore 15:32
Cap. 11:

Ciao ^^
Rieccomi a leggere la vostra bellissima storia!
I nostri eroi in fuga sembravano essere spacciati, ma per fortuna Iro è riuscito a raggiungere i suoi compagni in tempo. Direi che Silfur è diventato l'eroe di questo capitolo, di certo senza di lui Dax e Rose non avrebbero fatto una bella fine.
La Orrigan è davvero spietata e ha a disposizione un esercito di soldati ben addestrati, a questo punto l'intervento del Cytech è stato fondamentale.
Come ho già detto in questa storia Silfur mi è parso molto diverso, è vero che sta collaborando con Heco perché costretto, ma pian piano sta diventando sempre meno "robot distruttore" e più umano, anche se non può provare emozioni ha altri modi per mostrare di non essere soltanto una macchina.
Mi piace molto il suo rapporto con Tres, l'unica che riesce a fidarsi pienamente di lui e a considerarlo come un vero compagno.
Molto commovente anche la scena con Asran, i due fratelli dimostrano di essere veramente uniti e di fare il possibile per sostenersi a vicenda.
Tornando alla missione, anche Seimyn e Zafriya sono stati salvati e per il momento pare che siano tutti al sicuro, però sono certa che la Orrigan non li lascerà in pace ancora per molto.
Sono sempre più curiosa di scoprire in cosa è coinvolta Shalia, visto tutto quello che stanno passando i nostri protagonisti per trovarla.
Complimenti, non so davvero come fate a gestire così bene un racconto così complesso e ricco di personaggi. E come sempre il tutto è scritto alla perfezione, bravissime!
Alla prossima :)

Recensore Master
14/09/17, ore 12:58
Cap. 11:

Ed eccomi qui ^^
Quando si dice "salvati in calcio d'angolo", d'ora in poi penserò a Dax e Rose. Sappiatelo: se moriva, buttavo l'Ipad contro il muro, ma con innata violenza ;) Ringrazio anch'io Old per l'idea, se no chissà cosa sarebbe accaduto >_< 
Una cosa è però certa: la signora Prael è molto permissiva con le sue leggiadre figliole. Le prime sono spie/donne di bordello che potrebbero ucciderti seduta stante (tra parentesi, avete dimostrato quanto io possa essere str****o, perché introiettare, usato in quel contasto, non mi ha rimandato subito al giusto significato xD), quella di mezzo è coinvolta in una congiura galattica e l'ultima gioca con il fuoco... se questo avesse braccia fiammeggianti che impugnano centinaia di blaster. 
Insomma, è normale che Rose prima o poi venisse centrata. Ma non mi sarebbe comunque andata giù la sua morte. Persino Martin sarebbe rimasto basito, e lui per mestiere uccide persone... e le mangia dopo averle fatte arrosto; la descrizione del funerale di quel confratello, al castello di Craster, non si è scritta da sola. Fortuna che Iro ha speonato Silfour come un matto, forse anche frustandolo, pur di giungere in tempo a destinazione. Anche perché Dax stava per dare di matto, e Seymin stava per suicidarsi soffocato. 
E in tutto questo, è stata Tres la protagonista del capitolo. 
Insomma, timida timida, ma se s'arrabbia non c'è Heco o Iro che tenga. Già m'immagino tutta la ciurma in fila per scusarsi con il Cytech a mo' di saluto giapponese. «Sumimasen, Silfour, san.»
E poi la sua parentela, la triste storia delle miniere... Insomma, sarebbe stata superata solo dalla morte di Rose. E poi è così imprevedibile da spoiarsi in pubblico, suscitando reazioni gelose(?) nel fortunatello uomo macchina. E visto che questo capitolo è iniziato con un doppio senso, concludo chiedendomi cosa mai si sognerà il Cytech... Facile: lui, Tres e Richa Dawnar che preparano ghirlande di fiori in mezzo a praterie verdeggianti. 
Adesso che i due prigionieri sono a bordo è bene sfruttarli per trovare Shalia :)
A presto!
Spettro94

Recensore Master
14/09/17, ore 08:12
Cap. 11:

Ciao care^^
il mio TRD è la goccia nel mare della vostra bravura. Anzi, mi fa piacere che abbiate riesumato una delle mie c...ate e l'abbiate addirittura collocata nella vostra storia. Che onore!
Sempre molto bella l'azione, riuscite agestira veramente bene, dandoci fra l'altro sempre nuovi e interessanti scorci dell'interiorità di ogni personaggio, ivi compreso Silfur, che man mano che passa il tempo diventa sempre più umano.
Tres Holks incarna un po' il miro del "buon selvaggio", passatemi il termine, e non avendo sovrastrutture sociali nè in bene nè in male, non possiede nemmeno tutta quella serie di comportamenti o forse pregiudizi che sono presenti in tutti gli altri. Lei è l'unica che si avvicina a Silfur, che è una macchina da guerra orrenda, con la tranquillità di una che accarezza un gattino, e alo stesso tempo si spoglia senza alcun pudore perchè non sa nemmeno cosa siano il pudore e la vergogna.
In ogni caso, il gruppo di Iro è composto da persone che alla fine pian piano si incastrano le une nelle altre trovando un loro modo di esprimersi e finendo per acquisire una loro unicità all'interno di un tutto. Praticamente, una sorta di concezione operativa di gruppo: non sarà che Iro, fra le altre cose, è anche psicoterapeuta?^^
Siete delle grandi come sempre, e io ovviamente vi adoro^^

Recensore Junior
13/09/17, ore 18:37
Cap. 1:

Eccomi qui per lo scambio!
Devo dire che questa storia inizia in modo davvero perfetto per aver usato il metodo in medias res.
Credo appunto che tutte le spiegazioni più approfondite verranno trattate dopo, altrimenti non credo capiremo benissimo il ruolo dei protagonisti.
Proprio a proposito non avendoli ben visti in azione non posso esprimere pareri a tutto tondo ma in ogni caso qualcosina può essere detta.
Il nome Dax mi ha subito fatto entrare in testa Drax dei Guardiani della Galassia, ma il carattere è molto differente. Si vede che si sente responsabile per chi gli sta accanto. Spero di non sbagliarmi nel dire che ha a cuore anche Iro, per quanto scocciante possa sembrargli.
La ragazza mercenaria è qualcosa di affascinante di per sé come figura, vorrei capire come e perché si è ritrovata a fare quel che fa.
Per quanto riguarda lessico e sintassi non ho trovato nulla di sbagliato, idem la grammatica. Continua così, alla prossima!
Herondale.

Recensore Junior
13/09/17, ore 13:00
Cap. 5:

*ondeggia le braccia, cercando di fare la ola da sola*
Ma che meraviglia è tutto ciò?! Ok, credo che finora questo sia il capitolo che mi è piaciuto di più in assoluto (più di quello dove finalmente si sbaciucchiavano Seimyn e Iro? ecco, non si fanno certe domande perchè su quello non posso essere obiettiva, ma diciamo di sì).

Ma andiamo con ordine.

La prima parte, con lo scambio tra Heco, Iro e Silfur, dove ci viene illustrato il funzionamento del Cytech, è molto interessante. Mi ha strappato un sorriso Iro quando ruota gli occhi al soffitto, quando ancora Silfur ha appena iniziato a spiegare... Comunque è servito un sacco: finalmente ho più chiaro chi/cosa sia Silfur e del perchè sia tanto speciale agli occhi di tutti - anche il capitano deve convenire con la Signora circa il potenziale di un elemento del genere nella ciurma.

Poi, il dialogo diretto tra Iro e Heco... Il momento in cui lei gli offre il tabacco è stato fantastico: avete descritto molto bene gli stati d'animo di Iro e la reazione al comportamento fuori canone della Signora. E in due righe avete creato un'aspettativa pazzesca, che è stata ricambiata: no mai io scusate adesso quanti capitoli devo aspettare per conoscere questo nuovo personaggio che promette troppo bene?! Shaliara Prael... Sembra avere capacità incredibili, che messe - per così dire - al servizio di Heco non riesco nemmeno ad immaginare cosa potrebbe fare. Ma questa Prael sarà contenta di questo "upgrade" o dovrà essere costretta con la forza come è stato per Vystia? Non vedo l'ora di scoprirlo...

Ma, ma, ma... Anche qui la prendo larga facendo doverosi complimenti alla prima parte del capitolo quando in realtà è la seconda parte la vera BOMBA.
*nuovo tentativo di ola solitaria*
Allora, io non posso farmi stare simpatico Silfur adesso. Mi rifiuto. Non posso ritrovarmi nello stato emotivo per cui non lo odio. Così, in un capitolo. Non potete farmi questo. Ragazze. Su.
Quello là ha stuprato un ragazzino adorabile davanti alla faccia di un tizio che aveva appena massacrato E IO ADESSO PENSO CHE SIA UN DOLCIOTTO. No. Nein.
La cosa che mi sconvolge è che non avete stravolto il personaggio all'improvviso - ed ecco che da super cattivo diventa super buono con uno schiocco di dita e un pretesto a caso. Silfur è sempre Silfur. è vero, scopriamo dall'interazione con Tres che in effetti lui prova delle emozioni, anche se non può esprimerle. Ma per il resto, lui rimane il Cytech che ci avete profilato finora. E allora cos'è successo?
è successo che avete dimostrato una volta di più - e penso definitivamente - quanto conti la complessità dei personaggi nella vostra vicenda, e la loro esplorazione dai diversi punti di vista. Solo un capitolo fa guardavamo Silfur dagli occhi di Iro, che lo disprezza profondamente, e con le sue ragioni che giustificano quell'odio, tanto che lo sente anche il lettore, fino in fondo. Qui invece lo guardiamo non tanto da una distanza diversa, quanto più da una prospettiva inclinata: quella di un engei. Tres, personaggio molto particolare (su cui poi torno), legge cose diverse in Silfur, al punto da lasciarsi toccare e sorridere. Come dice Richa, lui le piace.
E nella realtà, a ben pensarci, è così. Gli esseri umani peggiori che conosciamo, che ci hanno fatto davvero del male e che detestiamo con tutto il cuore, hanno a loro volta persone che li amano, che vedono in loro cose che noi non riusciamo neanche ad immaginare - o che non vogliamo immaginare. Ci avete accompagnato ad esplorare una gamma di grigi che annullano la soluzione binaria (e facilotta) del bianco/nero, buono/cattivo. MERAVIGLIOSO.

Ma veniamo a Tres. Come vi è venuto in mente di creare questo piccolo meccanico super competente - e vagamente ossessivo sulle procedure - che è come una bambina che non è cresciuta insieme allo sviluppo del suo corpo? La sua mente, il suo modo di ragionare, sono troppo interessanti e originali. Ci si affeziona a lei in un nanosecondo. E fa perciò funzionare ancora meglio il "nuovo sguardo" su Silfur, perchè proviene da un personaggio che ci aggancia subito. E niente, io voglio vederli interagire in ogni capitolo fino alla fine della storia, grazie.

Perdo due minuti su Richa poi giuro che la pianto.
Va beh, ormai lo sapete che ho un debole per questa mercenaria-roditore tosta e sveglia. Lo scambio finale tra lei e il Cytech è un colpo da maestri. O anche quando suggerisce a Silfur di passare da Tres, e a lei di chiederglielo... E la battuta sul caffè mi ha stesa.
Ah, e quasi mi dimenticavo: bellissimi tutti i ragionamenti interni di Silfur, le sue reazioni alle nuove informazioni e il modo in cui commenta quello che gli dicono e cerca di destreggiarsi tra ciò che sa e ciò che assorbe al momento. Anche il fatto che registri le informazioni su Richa che lei gli snocciola verso la fine... Spettacolo. Forse sono i passaggi più belli del capitolo.

Insomma, che posso dire? Sempre meglio.
*OLA*
*OLA*
*OLA*

A presto!,
LRM

Recensore Junior
13/09/17, ore 10:52
Cap. 4:

Oooh eccoci finalmente.
Quando sono tornata ho avuto giusto il tempo di leggere questo capitolo, ma senza trovarne per recensirlo. Quindi commento in differita.

Dunque, mi è piaciuto molto il fatto che tutto quello che scopriamo sul conto di Iro (e Dax), provenga da Silfur. L'avversario ci racconta il protagonista: geniale. Adoro quando i personaggi emergono in modi "trasversali" e non da una descrizione da narratore onniscente.

E dalle nostre nuove informazioni diamo anche maggiore coerenza alla reazione del capitano nei confronti dei soprusi subiti da Seimyn - al di là dell'affetto che prova per il ragazzo... Anche lui ha avuto un passato travagliato. Venduto come schiavo sessuale, praticamente. Non c'è da sorprendersi che stia facendo di tutto per farla pagare al Cytech, anche architettando questo piano, che rischia di uccidere lui stesso e va contro le direttive della Signora... Non solo Silfur è la causa dello stupro di Seimyn, ma tutto quello che Iro è stato costretto a vedere fa eco nella sua mente anche per condizioni che ha subito in prima persona. Ti si stringe il cuore a leggere quel passaggio... Anche perchè, come dicevo, non è che lo veniamo a sapere in una confessione a cuore aperto di Iro o qualcosa del genere, no: ce lo dice una voce atona e artificiale (sempre tanta inquietanza), mentre Iro viene messo KO. Questa serie di scelte che avete fatto funziona tantissimo.
Ecco anche perché Iro e Dax sono così legati! Ora torna tutto.

E poi ecco la nostra Richa! Che SALVA Iro. Fantastica. Sta solo obbedendo agli ordini (ecco anche il perchè sta sempre intorno al Cytech!), ma comunque: lo salva! E poi il terzetto si avvia verso Heco. Questi tre insieme non promettono niente, ma proprio niente di buono...

Ho apprezzato questo capitolo dal POV di Iro: lui è uno dei personaggi più riusciti della serie, è davvero impossibile non entrare in connessione con lui. Ironico, intelligente, e così coraggioso da sembrare quasi incapace di preoccuparsi delle situazioni assurde e pericolose in cui si trova (o in cui va a cacciarsi, piuttosto)... Il fatto che il suo modo di parlare sia lo specchio delle sue emozioni poi, è un tocco di classe! Se è nervoso, diventa prolisso... Quando rischia di soccombere, diventa improvvisamente ancora più sarcastico del solito. è un aspetto del personaggio che davvero adoro, che lo rende credibile, vivo!

E poi nulla, analizzare il vostro stile è inutile: grammaticalmente siete ineccepibili, come la sintassi, la costruzione delle frasi... Il tutto inserito in un ritmo cadenzato ad arte, che fa scorrere via i capitoli così *gesto della mano che indica un WOOOSH* Insomma, il contenuto non è da meno rispetto alla struttura. E ormai sono troppo dentro Wizard Motor, sto iniziando a preoccuparmi di quanto sopraggiungeranno gli ultimi capitoli... Ma non voglio pensarci ora! Ora voglio solo passare al numero 5 e divertirmi :)

A presto,
LMR
(Recensione modificata il 13/09/2017 - 11:31 am)

Recensore Master
10/09/17, ore 17:36
Cap. 10:

Oh, capisco. Recuperare Shalia non poteva essere più difficoltoso: lei non c'è, e per far parlare la sorella devono prima salvarle la famiglia. Dax e Rose le hanno trovate piuttosto agilmente. Il difficile arriva adesso, cioè cercando di fuggire dalla Orrigan e dagli scagnozzi discretamente armati, mentre loro dispongono di una cinquantenne come supporto, una cosa e due meretrici di cui Rose potrebbe essere gelosa. Il tutto mentre Iro cerca di far esplodere la sua nave pur di arrivare prima e Seymin è prigioniero in una botola della sua stessa nave, senza che le sue carceriere siano a conoscenza di tutto ciò. 
Ho mancato qualcosa? Penso di no ^^ 
Si vede che questa missione è il centro di questo racconto, e le difficoltà saranno all'ordine del giorno. Ma un modo per scamparla, forse non tutti, lo troveranno. 
Vediamo cosa succederà!
A presto!
Spettro94

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 [Prossimo]