Recensioni per
Tic-tac
di Leaina

Questa storia ha ottenuto 2 recensioni.
Positive : 2
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
10/08/17, ore 21:33
Cap. 1:

Rieccomi, Leah ;)
Ohi, ma... quest'altro capolavoro l'ho trovato fin troppo tardi per i miei gusti!
Ecco un altro campo in cui eccelli - il che è proprio adattabile a qualsiasi genere, secondo me, nel tuo caso -, ovvero il Nonsense; hai creato qualcosa di veramente bello e difficile da decifrare, forse da comprendere...
Ma che si comprende eccome.
Può essere un controsenso e forse lo è, penserai, però cerco di spiegarmi: hai descritto magistralmente i pensieri e le sensazioni di un'insonne, di una ragazza, Martina si chiama, vero?
Ecco, hai permesso a noi lettori - e qui mi sento di parlare a nome di tutti - di entrare nella sua mente, nella sua notte in compagnia delle bestie, in compagnia di un computer su cui riversa le sue paure e i momenti più bui della notte in cui si trova a star sveglia...
Sei stata stupendamente abile nel creare questo scritto, ti devo fare infiniti complimenti, davvero!
Leggerti è sempre un piacere immenso per me: scrivi benissimo, non trovo quasi mai errori nei tuoi lavori, sono scorrevoli, ben strutturati, originali... e sempre coinvolgenti! Ancora, complimenti!
Passerò presto a leggere la seconda parte di "New York, New York!", lo giuro, quei due matticelli (?) mi mancano già :D
A presto ♥

Recensore Master
25/07/17, ore 18:47
Cap. 1:

Leainaaaaa Leainaaaaa *-*
Forse sono un po' pazzerella, ma io in questo scritto ci ho visto qualche riferimento alla poesia XVII. Non tanto per lo stile o chissà che, ma per il riferimento al tempo che scorre, divora, corrode inesorabilmente, e noi contro di lui non possiamo niente.
Prima di continuare con la recensione, devo riportarti una frase che mi ha colpito particolarmente e che mi ha ricordato anche alcuni miei versi:
"E un incedere ignoto che come pioggia scava rughe su un viso di sabbia."
Prima di tutto mi è piaciuta tutta questa similitudine dello scavare rughe su un viso di sabbia per descrivere le impronte e i segni lasciati sulla terra, che forse è la superficie del nostro cuore, forse della nostra mente. Poi mi è piaciuto l'incedere paragonato alla pioggia, come il ticchettio delle gocce che sembra quasi ritmato, come una danza.
Che poetica che sei ^^
Innanzitutto mi sono immedesimata nell'insonne, non tanto perché non riesca a dormire (potrei rimanere un giorno intero a letto, sono un caso perso :D), ma perché la notte, soprattutto le serate d'estate, sono per me la più grande fonte di ispirazione per la scrittura. E' quella fascia oraria in cui il sonno svanisce, gli occhi brillano davanti allo schermo del pc, le dita battono sulla tastiera e i pensieri escono come un fiume in piena.
Ma forse a questa delirante insonne, in preda ai demoni della sua mente e all'incedere del tempo, la scrittura non bastava come forma di liberazione, e ha optato per il farsi male. Forse provando soddisfazione, ma solo momentanea.
Il sonno non l'ha salvata, il tempo la sta divorando, la scrittura non basta.
Mi sorprende il fatto che, nonostante inserisci alcuni dei tuoi scritti in "nonsense", spesso hanno molto più senso di ciò che apparentemente non sembra. Hanno un significato incredibilmente profondo.
Anch'io mi sono addentrata nel mondo nonsense con una flash in questi giorni, ma la mia non ha senso davvero XD
Ti faccio davvero tantissimi complimenti, ma le mie parole come al solito non bastano per esprimere la mia profonda stima nei tuoi confronti. Le tue parole sono semplicemente impeccabili, tutto è perfetto, tutto è perfettamente Leaina :3
E io non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di tuo!!! ♥