Storie originali > Thriller
Segui la storia  |       
Autore: HarryJo    03/09/2016    1 recensioni
«Sezione Cronaca Nera del Verdens Gang» disse la voce metallica dall'altro capo dell'apparecchio «Da dove chiama?»
Adrian esitò. Trattenne a stento l'istinto di rispondere "da Bryggen", ma sapeva che non era quella la cosa giusta da dire.
Non era facile restare lucido con tutto quel sangue che gli colava negli occhi. [...]
Quando ormai era convinto di aver rovinato anche la loro ultima possibilità di uscirne - sua e di Laura - gli venne in mente la prima volta che l'aveva incontrata, al Fuglen Cafè, e le parole uscirono esattamente come le aveva pronunciate lei.
«Dal sud, dal profondo sud, così profondo che più in basso non si può.»

Oslo e Roma. Il misterioso suicidio di Laura, una giornalista incaricata di scrivere la Cronaca Nera per il giornale tabloit più in voga dello stato norvegese, si intreccia con la vita di Federico, un uomo che ormai vive le sue giornate solo per puro automatismo. Quando Federico comincia a vedere il fantasma di una bambina, sarà praticamente costretto a cercare di capire perché Laura ha messo fine alla sua vita, ritrovandosi completamente travolto da una storia dagli inaspettati e terribili risvolti.
Genere: Mistero, Thriller | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti, Tematiche delicate, Violenza
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

~ Prologo ~



«Sezione Cronaca Nera del Verdens Gang» disse la voce metallica dall'altro capo dell'apparecchio «Da dove chiama?»
Adrian esitò. Trattenne a stento l'istinto di rispondere "da Bryggen", ma sapeva che non era quella la cosa giusta da dire.

Non era facile restare lucido con tutto quel sangue che gli colava negli occhi: bruciava più di quel collirio che sua madre gli piantava nelle pupille da piccolo, col pretesto di evitargli una cecità certa, quando lo beccava in bagno con qualche giornalino sconcio... Ma chi voleva prendere in giro? Niente bruciava più di quel maledetto collirio, ammesso che lo fosse... Conoscendo la signora Jacobsen non si sarebbe stupito se gli avesse propinato qualche intruglio casalingo, seguendo le istruzioni del guru del suo programma preferito.
Non solo Adrian era confuso, ma non si aspettava quella domanda. Avrebbero dovuto porgli un quesito diverso. I suoi neuroni tentarono invano di abbracciarsi per creare una sinapsi nei successivi trenta secondi, durante i quali nessuno dall'altra parte lo sollecitò a parlare.
Quando ormai era convinto di aver rovinato anche la loro ultima possibilità di uscirne - sua e di Laura - gli venne in mente la prima volta che l'aveva incontrata, al Fuglen Cafè, e le parole uscirono esattamente come le aveva pronunciate lei.
«Dal sud, dal profondo sud, così profondo che più in basso non si può.»
Adrian sentì un ronzio seguito da un click. Poi, più niente. Temette di aver sbagliato e ancora una volta vide sfumare le speranze di fronte a sé, forse le parole non erano esattamente quelle, nonostante il ricordo gli sembrasse così vivido... infine la voce che lo aveva interrogato parlò di nuovo.
«Come ha avuto questo numero?»
I bastardi avevano invertito le domande, ma questa volta non aveva il minimo dubbio: era pronto, lei lo aveva istruito bene.
«Me lo ha dato Laura Eide. Numero LE020713.»
Erano tre le domande. Solo tre. Mancava solo l'ultima risposta.
«E per caso le ha detto anche qual è il peggiore male del mondo?»
Adrian aprì la bocca, ma rimase lì, con le labbra spalancate a fissare quel telefono, che era stato così in voga negli anni novanta del secolo scorso. Era appeso a un muro scalcinato, bianco, ma lui lo scorgeva completamente nero, sotto lo strato di sangue scuro che gli impediva la visuale. Non se lo ricordava quale fosse il peggiore male del mondo, realizzò con angoscia. Si guardò la mano, in cerca di un appiglio: era certo di essersi appuntato qualcosa, ma l'inchiostro della penna che aveva usato si era mischiato al sangue, formando una poltiglia colorata che non poteva fornirgli alcuna risposta.

Dunque, qual era il peggiore male nel mondo? La guerra? L'ignoranza? La povertà? Non ne aveva idea.
Nonostante tutto, qualcosa lo fece sorridere: anche se non ce l'avesse fatta, avrebbe rivissuto mille volte la sua morte se l'alternativa fosse stata la sua vita di prima, quella senza Laura, quando tentava di sopravvivere a ore, giorni, mesi, anni sempre uguali, nel sud, nel profondo sud, così profondo che più in basso non si può.




{ Spazio HarryJo.
Salve, come state, popolo di efp?
Ritorno qui con questa nuova storia. Ho cancellato, per chi seguiva, Prossimo capitolo, a causa di una mancanza di ispirazione che mi impediva di poterla seguire con costanza; posto invece questa storia che mi piace davvero molto e che penso di poter aggiornare con più regolarità. Sarà ambientata tra Roma e Oslo, in un intreccio di misteri da disvelare, tra il misterioso suicidio di Laura e la vita completamente stravolta di Federico.
Per chiunque voglia, mi può seguire anche su wattpad (Cronaca nera è presente anche lì) al nick echidiechi.
Per chi invece ha magari conosciuto la storia originale Noir Contaminati e non ha ancora visto l'avviso, sono lieta di dirvi che ha ricevuto una proposta di pubblicazione da Centauria Libri per la collana Talent e sarà quindi in uscita per novembre 2016. A ottobre la storia sarà rimossa da efp - fino ad allora potete continuare a trovarla online; se volete restare aggiornati sulla pubblicazione e su qualsiasi informazione inerente alla collana e alla nuova stesura del romanzo, la pagina facebook Contaminati - E. Gatti, S. Guevara è a vostra completa disposizione! Non potete capire quanto sia emozionante tutto ciò!
Inoltre ho riattivato alcuni profili social, per chiunque sia interessato a seguirmi! Vi lascio tutti i miei contatti qui di seguito.
Fatemi sapere cosa pensate di questo prologo, se vi va.

Un bacio!

Erica.


Profilo FB | Twitter | Ask.fm | Instagram

 

   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Thriller / Vai alla pagina dell'autore: HarryJo