Storie originali > Favola
Segui la storia  |      
Autore: LeAliDelCigno    27/12/2016    0 recensioni
Al di la dell'universo che tutti conosciamo esiste un mondo in cui vive un regno chiamato Regno dei Cucustei Volanti dove vivono esseri molto simili agli umani con la differenza che, nel corso del tempo, avevano imparato a convivere in stretta armonia tra di loro e la natura che li circonda[...]
Una fiaba scritta con la semplicità nel cuore e la frenesia sulle punte delle dita e, proprio per questo, con diversi errori letterari. Spero comunque mi possiate dare una mano a migliorare me e la storia stessa e spero vi faccia sorridere almeno un po'.
Genere: Comico, Fantasy | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Al di la dell'universo che tutti conosciamo esiste un mondo in cui vive un regno chiamato Regno dei Cucustei Volanti dove vivono esseri molto simili agli umani con la differenza che, nel corso del tempo, avevano imparato a convivere in stretta armonia tra di loro e la natura che li circonda. Come potete immaginare nel regno vivevano degli animali ritenuti sacri per lo stesso che sono i Cucustei Volanti: simili ad uccelli non più grandi di una mela, un piccolo becco a punta, una testa come quella dei pennelli d'acquerello e con i colori che ogni bambino possa immaginare.

Un bel giorno Sir Chiomafolta e Lady Occhibelli, due alto-borghesi piuttosto influenti del regno, decisero di dare una festa in onore della loro primogenita; la chiamarono Ricciolo dato che, al momento della nascita, dalla sua testolina spuntava un grosso ciuffo di capelli riccioluto. Alla ricorrenza furono invitati tutti gli abitanti del regno e per questo all'interno dello stesso presto si innalzò un'atmosfera di d'attesa ed eccitazione. Il padre della bambina non badò a spese: i tavoli furono imbanditi dei cibi e delle bevante più pregate e le decorazioni sfarzose più che mai. Lady Occhibelli, un poco preoccupata della grossa spesa, puntualizzò la cosa al marito ma questi rispose che non bisognava badare a spese per la loro primogenita con un tono che non ammetteva repliche.

Arrivò dunque il giorno del banchetto e la gioia era così densa da poterla tagliare con un coltello da burro. Dopo un paio d'ore i genitori annunciarono la festeggiata e subito si scaturì un boato di applausi e di tre urrà per la piccolina. Tutto era perfetto, tutti erano felici se non fosse che di punto in bianco Ricciolo iniziò a piangere con tale forza da spaccare i vetri dell'edificio e mandando ogni abitante nel caos più totale. Mai si erano sentite urla così forti e strazianti in tutto il regno!

Non c'era modo per placare la piccolina tanto che Lady Occhibelli, ormai disperata anche lei, iniziò a piangere a sua volta creando un frastuono ancor più insopportabile e Sir Chiomafolta si mise allora le mani tra i capelli che dalle onde d'urto svolazzavano da tutti i lati tranne in quello giusto. Nel frattempo la gente urlava dal terrore pregando che qualcuno li salasse: c'era chi fuggiva fuori dall'edificio, chi si era messo sotto i tavoli pensando ad un imminente crollo dallo stesso e chi era svenuto dalla troppa paura.

Improvvisamente accadde qualcosa di inaspettato: un Cucusteo Volante entrò da una finestra rotta e, come se non fosse disturbato da quel pianto così straziante si appollaiò sulla culla della bambina. La guardò con gli stessi occhi dell'infinito, si girò e le fece la cacca sulla fronte. Ricciolo smise di piangere all'istante, tutti ne furono sorpresi e, successivamente, scoppiarono in una fragorosa risata alla quale si aggiunse la bambina stessa.

Da quel giorno l'uccellino rimase sempre con lei come se fosse un animale guida e venne denominata "Ragazza Cucusteo".


Note:
Ciao a tutti voi che avete scelto di leggere questo piccolo prologo e per questo vi ringrazio. Spero con tutto il cuore che vi sia piaciuto e di avervi strappato almeno un piccolo sorriso.
Se i vostri riscontri saranno positivi continuerò a scrivere questa fiaba per voi, fatemi sapere (anche le critiche sono ben accette).
NB: con l'occasione vi auguro buone feste ;)

  
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Favola / Vai alla pagina dell'autore: LeAliDelCigno