Storie originali > Comico
Segui la storia  |       
Autore: Anonimo the assasin    16/02/2017    1 recensioni
La storia vede la normale ( ma neanche tanto ) vita sentimentale di due ragazzi.
Damerae è un ragazzo ( fin troppo ) ottimista e che non fa altro che combinare guai.
Santos al contrario è più cauto e chiuso in sé e molto spesso finisce per essere coinvolto nelle stramberie del suo fidanzato?
Come reagirà questa ( strana ) coppia in situazioni ( che sembrerebbero ) normali?
Genere: Comico, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Shonen-ai
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<    >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Sono le sette del mattino e come al solito Santos tenta invano di svegliare il fidanzato.

-Dam sveglia! Sveglia! Svegliati cazzo!-

L'ispanico inizia a prendere Damerae a ceffoni per farlo svegliare, ma la cosa non sembra funzionare, visto che il giamaicano, il quale si trova ancora nel mondo dei sogni, voltandosi finisce per prendere di peso anche il suo ragazzo e quindi farlo finire stretto fra le sue braccia.

-Amore altri cinque minuti.- si lagna il ragazzo di colore, tenendo stretto il patner.

Lo Yandere per pochi attimi si lascia abbracciare, visto che adora quando l'Ottimista lo tiene stretto fra le sue possenti braccia.

-Nonostante la situazione mi piaccia e che in questo momento non sto pensando a cose pulite, non posso lasciarti dormire.-

Con uno sforzo disumano Santos spinge il corpo di Damerae per terra, peccato che quest'ultimo nonostante la caduta continua ancora a dormire.
L'ispanico guarda la scena scioccato, incredibile che abbia un sonno così pesante!

-L'unico vantaggio del suo sonno pesante è quello di riuscire a fissarlo mentre dorme.- borbotta il diciassette, non sapendo che quello che ha detto potrebbe risultare inquinante -Non mi resta altra scelta!-

Il corvino corre in cucina e riempe un secchio di acqua fredda, ritorna in camera e bagna il gigante da capo a piedi, ma neanche questo riesce a svegliarlo.

-Ma non è possibile!- Lo Yandere sta per avere una crisi di nervi, anche se vedere la maglia striminzita del giamaicano, che potrebbe aver partecipato ad una edizione di "miss maglietta bagnata", riesce a calmare la sua ira -Sai che ti dico, arrangiati idiota!-

Il più piccolo della coppia finisce di prepararsi ed esce sbattendo la porta.

-Ti amo anche io San.- Sussurra Damerae, ovviamente parlando nel sonno.


Dopo scuola Santos ritorna a casa, e per poco non stramazza a terra, la giornata a scuola deve essere stata molto dura.

-Amore stai bene?- Chiede il più grande dei due, prendendo il corpo semi svenuto del coinquilino ed appogiarlo delicatamente sul divano.

-No, tre verifiche: una di scienze, una di matematica ed un altra di storia.- L'ispanico inizia di nuovo ad avere una delle sue solite crisi, ma stavolta di pianto -Odio quelle grassona della prof di matematica!-

L'Ottimista inizia ad abbracciare forte lo Yandere per rassicurarlo, peccato che la stretta sia così forte che da far soffocare l'ispanico.

-OK p-può bas-bastare!- Santos batte la mano sulla spalla del fidanzato, sperando che possa smettere con quell'abbraccio da wrestler.

Il corvino dai capelli tinti accorgendosi del segnale decide di sciogliere la presa micidiale, prima che il ragazzo possa diventare zitello a vita.

-Orsacchiottone?- Santos guarda con occhi dolci il suo "orsacchiotto"

-Sì?- Risponde Damerae, ingenuamente, come suo solito ovviamente.

-Per favore la mattina svegliati da solo altrimenti finisco per ucciderti!-


Il giorno dopo Damerae si sveglia alle sette e mezza, si avete capito bene in ritardo, e visto che il giamaicano non voleva deludere il fidanzato inizia a correre a destra e manca cercando di prepararsi il più presto possibile.

-Perché!? Perché!? Stupida sveglia!- 

Il ragazzo di colore mentre si prepara finisce per sclerare nella sua lingua natale, anche perche si è ricordato di non aver azionato la sveglia il giorno prima.
Con molta grazia, con grazia intendo quella di un elefente, l'adolescente corre verso il bagno e spacca la porta a calci, anche se poteva semplicemente aprirla.

-Prima doccia, poi denti ed infine capelli.-

L'Ottimista si butta nella doccia con i vestiti adosso e senza che possa accorgessene, il ragazzo aveva finito per lavarsi con il dentifricio ed a lavarsi i denti con il sapone, ad i suoi lungi capelli è andata anche peggio, visto che sono stati legati con delle mollette per stendere i panni.

-Forza posso farcela, posso ancora farcela!-

Damerae corre come una furia in camera ed inizia a vestirsi velocemente, peccato che finisca per mettere i pantaloni come maglietta e mettere la maglietta al posto dei pantolini, aveva messo anche le scarpe dentro alle sue mani.
Con velocità il ritardatario arriva fino alla porta di casa, ma prima che possa aprirla...

-Dam che stai facendo?- Chiede Santos, sbadigliando leggermente, l'ispanico infatti si trova ancora in pigiama.

-Oggi c'è scuola, siamo in ritardo!- Esclama il giamaicano.

-Ma schiocchino, oggi è domenica!-

Lo Yandere finisce col ridere, molto ma molto forte, poi si avvicina al suo ragazzo e lo abbraccia.

-Quindi tu avresti mantenuto la promessa per me?-

Alla domanda del più piccolo il ragazzo di colore sorrise, per poi ricambiare l'abbraccio.

-Certo che lo avrei fatto, per te farei di tutto.-

I due si scambiano un tenero bacio ed rimangono abbracciati per un po', poi Santos prese parola:

-Ma adesso potresti lavarti? Visto che puzzi di dentifricio?-

ANGOLO AUTORE

Ed ecco il secondo capitolo di questa ( obbrobio ) storia!
Da come avrete capito Damerae combina solo disastri XD, e come sempre ci pensa Santos a mantenerlo sulla buona via lol.
Spero che il capitolo possa risultare godibile, ci vediamo al prossimo capitolo! ^^

Anonimo the assassin
   
 
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<    >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Comico / Vai alla pagina dell'autore: Anonimo the assasin