Storie originali > Commedia
Segui la storia  |       
Autore: Brighella    17/02/2017    2 recensioni
Pensieri astrusi e disparati di un giovane impiegato.
Normalità, amori di chi non esce dalla massa. O forse no? Un viaggio dove vedremo l'armonia della vita di Giacinto, un giovane impiegato, pensieroso e malinconico.
Genere: Commedia, Sentimentale, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: Raccolta | Avvertimenti: Incompiuta
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Sono circa le 6:30 del mattino.
Mi trovo al solito bar, con il solito caffè e il solito libro. Provo a leggerlo nonostante l’essersi svegliato circa trenta minuti prima mi rende, diciamo, abbastanza frastornato. Sono ormai otto mesi che frequento questo bar, e mai ho scambiato una parola con il barista e proprietario. Osservandolo noto che è gentile, premuroso e professionale. Lo è anche nei confronti della mia maleducazione mattutina involontaria, portandomi il caffè al tavolino; Un trattamento che riserva a pochi clienti.

Spero mi perdoni. Sono un ragazzo espansivo, di solito. Ma il mattino presto, difficilmente mi esprimo in periodi articolati. Il “ciao” è la massima espressione di socialità delle ore 6:30.

A dirla tutta, non era solo per l’ottimo caffè e la premura del proprietario le motivazioni per cui frequentavo quel bar. Spesso il barista non era solo; tre donne lavorano con lui. Una sui quarant’anni e le altre due sui 20-25 anni.

Non credo di essere attratto dalla poligamia, per cui ragionevolmente si può dedurre che una di loro mi attrae in modo particolare.

Quando è di turno, trovo che sia la visione più lieta che io possa avere il piacere di offrire ai miei occhi ancora appannati dal sonno. Lavora rapidamente e in modo cordiale, sempre con un sorriso quasi materno. Si può pensare che sia banale prendersi una cotta per una barista, e potreste avere ragione. Ma in genere, mi sono sempre soffermato su aspetti atipici delle donne.

Portava i capelli corti, corvini e puliti, pettinandoli da una lato. Ha un fisico slanciato e tonico, mi dà l’impressione che si tenga allenata. Il suo viso non ha bisogno di trucco, perché la sua pelle è candida e visibilmente liscia, priva di evidenti difetti.

Mi stregarono i suoi occhi, marroni ed espressivi. Come i miei.

Ho intenzione di parlarle, anche solo per sapere come si chiama. Onestamente non temo il fatto che potrebbe essere già impegnata. Gli occhi come i miei e i suoi, una volta che si incrociano, difficilmente non sentono il desiderio di potersi contemplare nuovamente.

È il momento di andare, è già passata un’ora.

Almeno oggi, vorrei essere in anticipo in ufficio. 
   
 
Leggi le 2 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Commedia / Vai alla pagina dell'autore: Brighella