Storie originali > Nonsense
Segui la storia  |       
Autore: Sofy1906    08/03/2017    1 recensioni
Vi do il benvenuto del disastro della mia vita privata.
Genere: Satirico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: Nonsense | Avvertimenti: Spoiler!
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Ricordati delle persone che nel momento del bisogno ci sono e te lo dimostrano.

Non credere mai a quelli che ti dicono ''per sempre'', quelle saranno le prime a farti del male,quando meno te lo aspetti,una volta,due e alla terza te ne renderai conto. Troppo tardi, forse, per desiderare di non avrla mai conosciuta,desiderare di tornare indietro e  desiderare di cambiare quello che era prima.
Non ricorderai con esattezza com'era la tu avita prima di incontrare lui o lei, ma ricorderai a stento che non stavi affatto male come sembrava.
Non ti fidare mai di chi ti fa promesse troppo grandi della sua mano. 

Ricordati che tu non hai nulla in meno, che tu vali.

La falsità della gente è cosi grande che nemmeno questo sistema solare può contenere.
Lo so a cosa stai pensando; stai pensando a qualcosa che ti è sucesso,qualcosa che a pensarci ti fa salire l'ansietta,una leggera e dolce malinconia.

La coerenza di certa gente, ve giuro che me fa morì da e risate.

Te fanno l'amici solo quanno je fai comodo,appena capita che non ve sentite per un po' c'hanno l'istinto de favve 'no sfreggio.
Le amiche, quelle a cui dicevi tutto, quelle che sentivi sorelle nutrite di cupidigia son capaci anche di arrivar a far le luccioline per fregarve 'r tipo. 
Lui, che nemmeno era interessato a voi,ce casca come 'n salame e siete fregate.
Non mi abbassarti mai mia cara a determinati atteggiamenti.

Scrivi,sfogati sulla tastiera,caccia i pensieri. 

Non ha importanza se questi, alla fne, siano coesi. Mica tutto deve avere un senso?
Non fingerti finta depressa sui social.

Sai,caro lettore/lettrice, dalle mie parti c'è un detto,un proverbio usato quotidianamente se si contano le volte in cui uno lo dice.
Il provermio è in dialetto,in gergo :
''chi chiagn fott a chi rir''. 
TRADUZIONE: ''chi piange fotte chi ride''.
Nel seso che, ci sono persone che davanti ti fanno tutte le depresse,si fingono con problemi di ogni tipo,dai più stupidi ai più delicati.
Si fingono scemi,stupidi e te lo fanno pensare anche, ma poi, all'improvviso, te lo mettono a quel servizio. Non so se mi sono spiegata.

Le mie sono solo parole buttate su carta bianca, per riempire la mia giornata e per far svagare la mente dallo stress o il cattivo umore quando mi sento un po' giù.
Esistono vari modi di sfogo,questo, mi sembra davvero adatto.

Non farti del male, non serve. 
Scrivi,disegna,fai sport. Tutto cio' non solo ti aiuta solo mentalmente, ma penso anche fisicamente.
Prima di iniziare a scrivere, io personalmente, nei momenti un po' ''no'' prendevo una matita e scrivevo sul muro della mia camera. 
Frasi di canzoni in particolare, quelle che mi piacevano,le mie preferite. Sì, sono ancora sul muro.


Credo tu ne abbia avuto abbastanza per oggi. 
Scusami se ti ho fatto perdere del tempo.
Ah e Benvenuto nel disastro della mia vita privata.

   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Nonsense / Vai alla pagina dell'autore: Sofy1906