Storie originali > Avventura
Segui la storia  |       
Autore: Stella cometa 94    20/03/2017    3 recensioni
Fin dall'alba dei tempi, le forze del bene e del male hanno mantenuto l’equilibrio del mondo, ma ci fu un periodo in cui questo delicato equilibrio rischiava di essere spezzato per sempre. Non potendo ristabilirsi da solo, il destino chiamò a sé un aiuto prezioso, l’unica soluzione che avrebbe potuto cambiare le sorti di un mondo destinato per sempre al male. Se siete curiosi, non vi resta che leggere.
Prequel della storia “Le Dragon Ladies”
Genere: Avventura, Fantasy, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: AU, Cross-over | Avvertimenti: Contenuti forti, Incest
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
cap 0 come tutto ebbe inizio Avviso dell'autrice: E' necessario aver letto la storia "Le Dragon Ladies" nel fandom di a Tutto reality per comprendere a fondo quest'altra, se qualcuno non comprende alcune cose, può andare a leggersi la storia, oppure (per essere più rapidi) chiedere informazioni a me, provvederò a spiegare brevemente il contenuto, tuttavia consiglio sempre di leggere la mia precedente fic . Per la gioia di alcuni (anche per la mia) ho modificato il mio modo di scrivere. Ci tengo a precisare che fatti e personaggi sono interamente inventati da me,  foto con immagini  non mi appartengono ma sono presi da internet, eventuali  riferimenti ad altro sono puramente casuali.



                                     
Come tutto ebbe inizio


Molti secoli fa, nei primi anni dell'anno 1300, tempo in cui il continente asiatico era continuamente scosso da lotte intracontinentali fra le civiltà orientali per la supremazia politica e demografica, nei piccoli villaggi restanti pacifici, venne tramandata un'antica leggenda narrante la storia di sei giovani ragazze. Esse furono prescelte dal destino per combattere un male ben più percoloso, generato dall'ultimo discendente degli stregoni neri: Il mago Orifus. 

Tempo addietro, Orifus apparteneva alla dinastia degli Stregoni Oscuri, essi praticavano la magia nera nelle buie caverne delle montagne asiatiche fin dall'alba dei tempi, sfruttando i loro poteri per ingannare, truffare, sfruttare ed uccidere chiunque avesse la sfortuna di imbattersi nel loro cammino, appropiandosi di tutte le ricchezze possibili. In loro contrapposizione vi erano i Maghi della Luce, un antico popolo di maghi e streghe praticanti la magia bianca per il bene del loro mondo, residenti in paesi fra Cina e Giappone.

Molte volte dovettero affrontare i loro nemici per difendere i loro popoli dalla crudeltà degli stregoni, finché dopo anni di continue lotte fra bene e male, nel 670 a.C , le due divisioni si affrontarono in uno scontro finale nel vasto altopiano del Tibet. Lo scontro durò per cinque lunghi giorni, la lotta mutò il paesaggio circostante renendolo più arido, l'aria divenne gelida e il cielo si scurì da azzurro a nero, finché all'alba del quinto giorno, tutto tornò calmo, ma delle due fazioni non c'era più nessuno in vita, entrambe combatterono distruggendosi a vicenda e quando mandarono i soldati di Tenji, imperatore del Giappone a quel tempo, il loro rapporto confermò la morte di entrambi gli schieramenti, ma ignorarono che uno solo di loro fosse sopravvissuto alla morte: Orifus, conscio del fatto che sarebbe stata una carneficina, si mise in salvo prima che maghi neri e bianchi si lanciassero l'attacco finale.
Nonstante tutti i maghi fossero immortali grazie alla loro anima mortale venduta al Diavolo, Orifu si indebolì notevolmente, ma riuscì ad allontanarsi dal campo di battaglia, tuttavia  non accettò mai l'esito della guerra e così, deciso a riscattarsi e a vendicare la sua stirpe, si nascose fra le montagne desolate della Mongolia per recuperare le energie perse, e lì restò in attesa per quasi cinquecento anni.

Secoli dopo, a partire dal 1150, con l'inizio delle guerre politiche, Orifus decise di sfruttare l'odio degli uomini a suo vantaggio, racchiudendolo nell'unico libro degli incantesimi che riuscì a portare via dal covo dei maghi oscuri, prima che le guardie dell'Imperatore potessero dare fuoco a tutto ciò che vi era al suo interno per cancellare definitivamente le loro tracce, e grazie a questo, non solo Orifus riuscì a ricaricarsi di energia oscura, ma ne accumulò sempre di più, tanto da diventarne completamente dipendente, nonché la sua unica fonte di energia. 

Col passare del tempo, l'influenza negativa del mago cominciò a farsi sentire in gran parte del continente sia asiatco che europeo, il flusso oscuro portava gli uomini su strade differenti: quella dell'avarizia, la paura, la pazzia e la morte. Le popolazioni si davano battaglia senza tregua, alcuni depredavano i villaggi più vicini anche solo per divertimento, altri si rinchiudevano nelle proprie case per il terrore, altri ancora venivano prosciugati fino alla morte.
Nei regni ci furono attentati e omicidi contro le famiglie reali, chiunque saliva al trono, poco dopo veniva assassinato da un usurpatore avido di potere, ma prima che ciò potesse accadere anche in Giappone, dove l'onda oscura ancora non era arrivata, l'Imperatore Konoe, stanco della continua malvagità di Orifus, decise di passare al contrattacco: egli diede ordine al vecchio e saggio maestro di arti marziali Jozu Nakamori, discendente di uno dei maghi della Luce, di reclutare e addestrare nuovi guerrieri che potessero contrastare il mago, a partire da quell'ordine, venne così costruita l'Accadema di Ninjitsu, nascosta al mondo fra le montagne asiatiche cinesi e nel folto della foresta ma non troppo lontana dalla costa cinese orientale, protetta da un'antica magia bianca che venne tramandata per anni nella famiglia del maestro, in suo aiuto, l'Imperatore mise a disposizione anche i suoi migliori Samurai.
All'accademia venivano reclutati uomini e donne, sopratutto giovani scampati all'onda nera attraverso via d'accesso sia di terra che dal mare non toccate da Orifus, così da poter essere allenati come guerrieri pronti a guardare in faccia la morte.

Gli anni che seguirono furono i più sanguinolenti: Orifus non si limitò a prosciugare gli esseri viventi, bensì diede vita a dei soldati ninja nati dalle tenebre, fedeli, ubbidienti e privi di pietà che potessero scoraggiare chiunque tentasse di fermarlo, i guerrieri dell'accademia più valorosi e forti venivano mandati in missione per fermare i ninja neri e il creatore di quel male, ma la maggior parte delle missioni finivano in tragedia, i pochi che sopravvivevano tornavano gravemente feriti, alcuni morivano dopo l'arrivo nel vano tentativo di salvarli e lo sconforto si stava impossedendo dell'animo dei guerrieri e del maestro stesso, l'unica cosa che lo teneva ancorato ad una piccola speranza, era la predizione fatta da sua sorella Tomoko Nakamori, veggente con poteri ereditati dai suoi antenati. Grazie alle sue capacità, ella sosteneva che presto i loro antichi maestri, avrebbero mandato in soccorso sei abili guerrieri con capacità sorprendenti in grado di sconfiggere Orifus. 

Due anni dopo, durante un attacco a sorpresa dei ninja d'ombra contro una pattuglia di guerrieri, il maestro Jozu per tentare di difendere i suoi allievi, morì sotto le lame nemiche che oltrepassarono il suo corpo davanti al suo unico figlio Jitsu, che assistette impotente davanti alla morte del genitore fra le sue braccia e prima di esalare il suo ultimo respiro, Jitsu gli promise che avrebbe trovato i guerrieri a qualsiasi costo e riportato la pace nel loro paese. Così, sotto incoraggiamento di sua zia Tomoko, continuò ad addestrare nuovi guerrieri con il prezioso aiuto di altri quattro maestri, non sapendo che da lì a poco, tutto sarebbe cambiato.

Un giorno, tra i nuovi arruolati di ragazzi e ragazze provenienti da paesi lontani, la sua attenzione venne colta dalla determinazione e resistenza mostrata durante gli allenamenti, da sei giovani fanciulle che nei mesi seguenti si distinsero negli allenamenti, sapevano attacare e difendersi in maniera impeccabile, per cui dopo un'attenta osservazione, vennero convocate dinanzi a Jitsu e sua zia, Tomoko riconobbe nei loro volti ed abilità, i combattenti in grado di battere Orifus. Le giovani non si conoscevano fra loro, ma qualcosa le univa, e quel qualcosa aveva un unico obbiettivo comune.

Questo è ciò che accadde molto tempo fa.
Questa è la leggenda che narra la storia di Amber, Berenice, Zena, Ann, Tiara ed Evelyn, le sei guerriere scelte dal fato, per salvare il mondo.








Spazio della ritardataria cronica

Prima le presentazioni per chi non mi conosce: mi chiamo Stella cometa 94, sono nuova su questa tipo di fandom, sono pronta a ricevere critiche e consigli senza offendermi, spero di farvi una buona impressione e che gradiate la storia :)

Per chi mi conosce invece vi chiedo di perdonarmi,  è passato tanto tempo, DAVVERO tanto tempo e mi dispiace, mi scuso con tutti quelli che si aspettavano il seguito della storia "Le Dragon Ladies",  ma da quando ho incominciato l'Università non mi sono dedicata più molto al fandom (come avete potuto ben notare). Sono tornata perché ormai essendo prossima alla laurea, ho più tempo da dedicare alle altre cose, quindi anche alle storie, tranquilli il sequel per una parte è pronto (se non qualche ritocco) il problema rimane lo stesso: finché non ricevo il via libera dell'autore originale, non se ne fa niente. 
Nell'attesa mi sono dedicata a quest'altra storia, allora...che ne dite? Direi che è venuto il momento di scoprire le origine delle nostre eroine no? Avevo già in mente di farla e dato che sono tutti personaggi che ho inventato, con somma felicità posso pubblicarla, spero che abbia catturato il vostro interesse ;)
Per farvi chiarezza, ricordatevi che le protagoniste della storia "Le Dragon Ladies", sono la reincarnazione delle guerriere che ho elencato prima, quindi possiamo metterla così: Amber (è Alan), Berenice ( è Barbie), Zena ( è Zephie), Ann ( è Ami), Tiara ( è Tatiana), Evelyn ( è Emma). 
Mi farebbe molto piacere sapere se vi ha interssato, vi prego di segnalarmi eventuali errori di battitura o qualsiasi altra cosa. Buona giornata a tutti :)

Accademia Ninja (sappiate che è più grande)
Image and video hosting by TinyPic




  
Leggi le 3 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Avventura / Vai alla pagina dell'autore: Stella cometa 94