Serie TV > Once Upon a Time
Ricorda la storia  |      
Autore: illusory_ paradise    01/04/2017    0 recensioni
Persa.
Paura.
Terrore.
Solitudine.
Silenzio.
Persa.
Semi Au, Ooc, Missing moment.
[Pre-Slash] [Swanqueen]
Midquel della 6a dell'episodio Heartless dopo la maledizione del sonno inflitta agli snowing dalla EVil Queen
midquel e momentanio di cuore spezzato e prequel di paradiso illusorio
Genere: Fluff, Introspettivo, Malinconico | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna | Personaggi: Emma Swan, Regina Mills
Note: AU, Missing Moments, OOC | Avvertimenti: nessuno
- Questa storia fa parte della serie 'C'era una volta: 50 sfumature di Ship'
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Erano le 11 e mezza.
Notte nera e scura.
Vento freddo .
Notte senza luna.
Ai magazzini del porto di Storybrooke c'è il caos.

Persa.
Completamente persa.
Gli occhi grandi come specchi rotti.
Il sorriso smarrito, senza vita.
Tremi tutto.
Sussurri, piano, senza farti sentire.

-E' colpa mia...- chiedi smanioso.
Stritoli i lembi della maglia come un bambino, gli occhi che bruciano e il sorriso perso. Piove.
Piove ma non t’importa.
Le gocce come piccoli spilli di ghiaccio che ti si infilano sotto la maglietta e fanno scivolare via tutti i tuoi colori.
-E' colpa mia...-

Persa.
Le sirene in lontananza, il rosso e il blu a giocarti brutti scherzi.
Solo dopo quelle che parvero ore ti avvii lentamente, come un automa, verso una strada che conosci a memoria, puoi farla senza neanche ragionare.
Hai paura; sei così terrorizzata che tutte le tue cicatrici sembrano bruciare, la più vecchia, quella sotto il labbro pizzica; il sangue ti romba nelle vene e non riesci a smettere di tremare con un velo troppo pesante a comprimerti lo stomaco.
I tuoi occhi così affamati di vita, ora, fanno male, malissimo, fiumi salati sgorgano silenziosi, senza singhiozzi.
Neanche te ne sei resa conto.
Fa male, tanto male. L’incertezza. Terrorizza.
Tu non sai.
Non sai se sono vivi.
Non sai dove sono o se ci sono ancora.

-E' colpa mia...-Sussurri Regina, sussurri stringendoti il busto con le braccia.
-Perchè devo sempre rovinare tutto?-
Guardi per terra, capo chino, non vuoi alzare gli occhi, non vuoi vedere un mondo dove la Evil Queen vince.
Davanti ad una porta, con la pioggia che ti martella sulla schiena, il cappello di paglia fradicio, la mascherina ancora appesa al collo.
Bussi.

-Regina!? – una voce preoccupata la chiama.
-è colpa mia...- non la guardi, piangi.
Tremi e non sai fermarti, hai paura, ti rimbomba nel cervello, giù per tutti i muscoli attraverso le vene, non ci vedi più.
-Regina.. CALMATI! – alza la voce Emma, serri gli occhi.
-E' colpa mia.- Piangi. La preoccupazione e il terrore ti corrompe.
-Cosa? No Regina. Cosa stai dicendo!? – Emma ti sfiora con la punta delle dita e allora alzi la testa di scatto, con la gola che brucia cerchi di gridare ma esce solo un miagolio raspante.
-Non ci sono! Non sono usciti! Snow! David! Non ci sono! Non ci sono! Non ci sono! La Evil QUeen li ha maledetti. è colpa mia come con Robin.... è sempre colpa mia...– Gracchi come una furia Regina, affogando nella paura più cieca. Due braccia calde ti avvolgono stretto; ti aggrappi con tutto te stesso e singhiozzi come un disperato.

- E' COLPA MIA! E' COLPA MIA! E' COLPA MIA! - continui a singhiozzare Regina, stringendoti all’altra, soffocando. Il viso affondato nella sua maglia, per non vedere.
-sssh. Va tutto bene. Va tutto bene. Mia madre e mio padre sono forti e lo sai. Loro se la cavano sempre. se la saranno cavata in qualche modo. Lo fanno sempre- sussurra quella voce calda tra il buio, ti stringe preoccupato, affondi il viso nella parte bassa del collo
-E' colpa mia! È colpa mia! Non-non dovevo separarmi dalla Evil Queen! Non dovevo ascoltarli! È COLPA MIA! – Urli e singhiozzi più forte, terrorizzata, persa.
-No-

Un singhiozzo simile ad un conato di vomito e il tremore aumenta, la maglia inizia a bagnarsi di vermiglio.
-Regina, sanguini. Entra- ti prende il viso tra le mani e si spaventa.

Vuota, bagnata, malata, smarrita, fredda
. Sola.

Ti prende la mano e cerca di portarti dentro, non ti muovi, troppo terrorizzato per fare alcun’che.
Allora ti abbraccia di nuovo, ti solleva da terra, ti fai piccolo contro l’unica fonte di calore e leggero sollievo che possiedi in quel momento.
Non vuoi vedere niente. Non apri gli occhi e non vuoi crederci.
Non sai dove sono i tuoi amici, se stanno bene. La maledizione della tua controparte è crudele… non riesci neanche a pensare alle conseguenze.
Non sapere ti terrorizza.

Tieni gli occhi serrati finché non senti che le cure finiscono ma non vuoi mollare il lembo della sua maglia.
Ami Robin ma se ne è andato.
Emma ha Hook.
Ma siete amiche.
Migliori amiche.
Nulla di romantico.
Ma ci sarete sempre l'un per l'altra adesso.
Ne avete passate tante. Troppe.
Se la molli adesso, potresti non ritrovarti più…
-Emma…- un pigolio spaventato -…Emma… ho paura.. La evil Queen... Non voglio ritornare ad essere un mostro...Non di nuovo. – singhiozzi ancora e ancora.
Ti stringe forte, senza farti male e ti accarezza docile, piano, leggera, ti abbraccia ma piano con distacco. Perché un contatto che tu reputi intimo ti spaventerebbe ancora di più.
I sensi di colpa ti opprimono: sei stata tu a separarti dalla EVil Queen. Credevi di fare la cosa giusta. Ma Snow e David ne hanno pagato il prezzo più alto.
Non ti ricordavi più tutto il dolore.
Non ti preoccupavi delle conseguenze.
Non ci hai pensato.

-Basta Regina. Se la caveranno. Sono i miei genitori. Snow e Chamring sopravvivono a tutto e loro si ritrovano sempre e lo sai ci hai provato in tutti i modi a distruggerli. Tutti ci hanno provato in tutti i modo. Adesso che sie cambiata e sei parte della famiglia non ti lascerebbero mai sola- Parole di conforto tra i tuoi capelli.
Emma non è preoccupata per i suoi genitori.
Sa che se la caveranno.
Lo fanno sempre.
Sola.
Solitudine.
Vuoto.
Terrore.
Paura.
Rimpianto.
Senso di Colpa.
Tutto sta andando male.
La sua famiglia è a pezzi per colpa della sua controparte.
Dalla morte di Robin tutto sta andando male.
Con lei tutto va sempre male.
Non è destinata ad essere felice.

La fronte tra il suo collo e la spalla.>br/> Emma è la persona migliore che abbia mai conosciuto.
La sua nipotina.
La sua eroina.
La madre di suo figlio adottivo Henry.
La sua migliore amica.
Stringi la maglia, Regina, ne hai un bisogno immenso Regina.
Cracchi rauca, è insensato, lo sai benissimo, ma ne hai bisogno.
-Giuralo Emma. Giura che non mi lasceranno da sola, che saranno slavi, che non è colpa mia, che la mia versione oscura non ti ha distrutto la vita. Giura.- - Non è stata colpa tua la maledizione che la tua controparte ha fatto ai miei genitori. non è stata colpa tua la morte di Robin. Sei cambiata. Non sei tu la persona di un tempo. Sei migliore. Sei la migliore. Sei una delle persone più forti che io abbia mai conosciuto.-
-GIURA!!!.- Urla Regina piangendo .
-Lo giuro-
   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Serie TV > Once Upon a Time / Vai alla pagina dell'autore: illusory_ paradise