Storie originali > Azione
Segui la storia  |      
Autore: Slack_Scrittore    14/04/2017    0 recensioni
James era un ragazzo come tanti, adorava due cose nella vita: I videogiochi, e la musica. Aveva 17 anni, magro, bruno e Alto, ma non era una persona calma, invece era il tipo di persona che scendeva in piazza e si godeva la vita, ma nessuno doveva farlo arrabbiare, non picchiava le persone, quello mai perché nessuno era stato pazzo abbastanza da provocarlo, ma poteva esplodere in una valanga di insulti che farebbero rabbrividire chiunque, e per questo tratto si metteva spesso nei guai..
Genere: Avventura, Azione | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: Cross-over | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Press Start

Capitolo 1: Giocatore 2 Premi start

James era un ragazzo come tanti, adorava due cose nella vita: I videogiochi, e la musica. Aveva 17 anni, magro, bruno e Alto, ma non era una persona calma, invece era il tipo di persona che scendeva in piazza e si godeva la vita, ma nessuno doveva farlo arrabbiare, non picchiava le persone, quello mai perché nessuno era stato pazzo abbastanza da provocarlo, ma poteva esplodere in una valanga di insulti che farebbero rabbrividire chiunque, e per questo tratto si metteva spesso nei guai.. Viveva da solo ormai da un paio d’anni.  La sera del 15 agosto 1989 tornò a casa dal negozio di elettronica con il suo nuovo e fumante Sega Mega Drive, aveva bramato quella console nonostante fosse un fan di Nintendo, ma lui non era quel tipo di fan, adorava entrambe le case produttrici. Entrò in casa, corse nella sua stanza e andò al suo scaffale delle console, li c’erano tutte le console che possedeva: Atari 2600, odyssey II, Nes e Sega Master System, e quel giorno avrebbe aggiunto il pezzo forte della sua collezione: Una Bestia a 16-Bit firmata SEGA: il Mega drive! Lo tirò fuori dalla scatola, attaccò i cavi al televisore e accese la console, inserì la cartuccia di Altered Beast nello slot e… BOOM! Il gioco, con la sua musica fantastica e la grafica accattivante lo coinvolse, arrivò in fretta al boss e lo sconfisse ricordando un trucchetto della versione Arcade. James si divertì molto, ma sentiva che mancava qualcosa nel gioco, dopo tutte quelle ore passate sul Nes aveva capito che c’erano giochi e giochi. Spense il Mega Drive, rimise la cartuccia nella custodia e prese quella di The Legend of Zelda dallo scaffale, James fissò la cartuccia per un istante, era l’unico gioco che non aveva ancora completato, ma quella sera, lo avrebbe finito. Infilò il gioco nel suo Nes, e… vide la Schermata del menù, ma una cosa lo colpì, nella schermata sotto la scritta Start c’era scritto: “2 Players”. James era sbalordito, in tutto quel tempo non aveva notato che Zelda aveva una funzione due giocatori? No, Impossibile ma tentò: Premette su due giocatori e il gioco si spense. Quando riavviò la console notò che lo schermo era tutto un casino, un mix di luci stroboscopiche Bianche e Verdi illuminavano la stanza. Rimase a fissare lo schermo, “Ma che…” Disse James Guardando il suo televisore “cos…come… ma… cosa diamine vuol dire?” Provò a spegnere il Nes, non successe nulla, tirò fuori la cartuccia dallo slot, ancora nulla, Provò anche a staccare la spina della console, Stesso risultato. Guardò a lungo lo schermo senza sapere cosa fare, ma alla fine sentì una strana sensazione: Sentiva come una specie di magnete che lo attirava “ma che cosa?” disse prima di venir trascinato verso lo schermo. Non appena la sua mano sfiorò il televisore, il mondo attorno a lui iniziò a girare e poi diventò nero sentì le forze venir meno e prima che se ne potesse rendere conto, si trovava in una stanza buia, con una scritta rossa sul muro. “GIOCATORE 2 PREMI START” Mosse la sua mano sulla parola “Start” e quest’ultima si illuminò, Sentì le forze venir meno di nuovo e cadde svenuto sul pavimento.
James si rialzò, si guardò attorno e vide che era in una landa desolata, attorno a lui c’erano solo montagne e qualche foresta, si guardò attorno e vide una caverna, “ok, questo è un po’ troppo familiare.”

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Azione / Vai alla pagina dell'autore: Slack_Scrittore