Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: Ren_S    19/04/2017    0 recensioni
L'ho scritta di getto nel mood deprimente in cui mi ha fatto precipitare quella serie di sfortunati eventi che è "13 reasons why". Spero sia accettabile e senza troppi errori (purtroppo non ho avuto tempo per controllare se ci fossero).
Genere: Poesia | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Vivo in un mondo di specchi infranti
Però quando mi guardo nel mio
Il mio riflesso lo vedo bene.
Allora perchè quando guardo negli specchi degli altri
C’è sempre una grossa crepa?
Quella crepa che agli occhi degli altri
Non c’è perchè lo specchio è rotto
Ma perche ad essere rotti sono loro.
Dal mio specchio però io li vedo bene
Loro sono intatti, lisci come gli specchi dei bambini.
Eppure io le vedo le persone
Quando lanciano le pietre agli specchi altrui.
Li rompono, li crepano, e poi se ne vanno tristi.
Io le vedo, magari lo fanno anche gli altri,
Ma quelli a cui hanno rotto lo specchio
Non lo vedono quasi mai
E nel loro specchio rotto
Si vedono i loro stessi vandali.
E allora penso “che tristezza”
E penso a tutti quegli specchi infranti
Che nel tempo infrangono anche i sogni,
Le speranze,
La gioia delle persone.
Quanto vorrei che la gente potesse vedersi nel mio spechio
O in quello di un bambino,
Per vedersi almeno un’ultima volta nella vita
Intatti.
Quando però ci provo chiudono tutti i loro occhi
Perchè oramai hanno paura di vedersi
Con tutte quelle crepe.
E alla fine me ne torno sconsolato
A guardare dal mio specchio
specchi infranti.
 
   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: Ren_S