Storie originali > Nonsense
Ricorda la storia  |      
Autore: Aven90    30/04/2017    3 recensioni
Breve flash su due acerrimi nemici che non hanno nemmeno un album a fumetti dedicato
Genere: Commedia | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: Nonsense | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Il prompt era "Da migliore amico a peggior nemico"

 

Marco e Giulio erano amici. Si erano conosciuti al bar, fra un due di picche e l'altro.

Si erano conosciuti una sera. Avevano preso lo stesso alcolico, quindi era stato facile fare amicizia e vedersi sempre nello stesso locale, tutte le settimane. 

"Ma tu prendi sempre lo stesso alcolico?" chiese Marco a Giulio. Quest'ultimo si ritrovò piuttosto spiazzato dalla domanda. In che senso? perché quella domanda proprio in quel momento? E poi, che cosa rispondere? E poi aveva notato che anche lui era monotematico in quella materia, quindi non aveva molto da criticare, se quella fosse stata una critica.

Al che gli rispose "Sì, ma tu mi copi tutte le settimane"

Ecco perché divennero migliori amici: sempre lì a scherzare su tutte le materie, a farsi da spalla, ad andare in giro e giocare al calcetto. Una volta erano anche stati rapiti dagli alieni nello stesso momento e si sono ritrovati nella stessa astronave.

Insomma erano diventati inseparabili.

Ad un certo punto, però, proprio nel momento in cui Marco e Giulio stavano per scoprirsi fratelli perduti, Giulio quella settimana prese un alcolico diverso.

"Ma... ma... non mi hai fatto compagnia!" esclamò Marco. "Che cosa sei diventato? Un traditore?"

Giulio si atterrì. "M-ma che stai dicendo?"

"Sì, sei diventato un traditore! Ed io, l'uomo Triangolo, sono venuto per ucciderti! In realtà abbiamo fatto amicizia solo per studiare le tue mosse!"

Giulio capì che era giunto il momento anche per lui di gettare la maschera. "E va bene! L'hai voluto tu, Marco Uomo- Triangolo! Io, l'Uomo-Sedia, ti sconfiggerò!"

Il triangolo fatto uomo cercò di tagliare la sedia, ma quest'ultima aveva avuto il brevetto di volo per tutte le volte che a scuola la facevano volare, per cui riuscì a schivare tutti i colpi e rispondere con le sue quattro gambe.

"Maledetto!" esclamò il triangolo.

"E non hai ancora assaggiato il mio schienale infernale!"

Il barista, che non sopportava, o sopportava poco i litigi nei suoi bar, decise di spruzzare addosso ai litiganti un po' di birra alla spina, che si trovava sempre reperibile ed era elettrizzata quando usciva fuori dal barile dov'era contenuta.

"Allora! La finite o no?" disse il barista, frenando i bollenti spiriti dei due supereroi con della birra schiumante fresca.

"Non è finita qui" pensarono fra loro Marco e Giulio. Per una volta, tornarono d'accordo.

   
 
Leggi le 3 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Nonsense / Vai alla pagina dell'autore: Aven90