Storie originali > Generale
Segui la storia  |       
Autore: MathieuChevalier    02/05/2017    1 recensioni
I ragazzi della Bridgston Hotel School sono disposti a tutto pur di raggiungere l'apice della popolarità e del successo. Quando gli viene presentata l'occasione per raggiungere tutto ciò, non si renderanno conto che alla fine tutto ha un prezzo. Gli spettri del passato torneranno a perseguitarli e per loro arriverà il momento di saldare il conto.
Genere: Drammatico, Generale, Mistero | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Yaoi
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
DELTA ETA
Bridgston Hotel School
12 novembre 1986,

1247 studenti. 12 prescelti.
La Bridgston Hotel School accoglie i futuri professionisti del mondo alberghiero. Tutti possono entrarvi, ma pochi sono davvero i meritevoli. Sono pochi gli studenti che davvero meritano un fututo dentro e fuori questa scuola. Coloro che davvero hanno saputo distinguersi. Coloro che hanno le capacità per rappresentare quest'istituto. La Delta Eta può farlo. Lei e chi ne fa parte. La Delta Eta nasce per questo. A differenza del debole sistema democratico che ha permesso a chiunque l'iscrizione in quello che nacque come uno degli istituti di formazione più prestigiosi del paese, la Delta Eta è formata da studenti che ricoprono ruoli precisi all'interno dell'istituto:
Rappresentante degli studenti
Capo cheerleader
Capo della squadra di football
Capo della squadra di basket
Capo redattore/redattrice del giornale scolastico
Più altri sette studenti del quinto anno, scelti dai componenti sopra indicati in base ai loro meriti e alle loro capacità. La Delta Eta si basa sulla segretezza. Ogni decisione, ogni incontro, ogni azione non possono essere rivelati a nessuno che sia esterno alla Delta Eta. Chiunque ne entri a far parte deve essere fedele e giurare di mantenere il segreto. La trasgressione di questa regola fondamentale verrà punita, nelle modalità scelte dagli altri componenti della Delta Eta. 

                                                                                                 Rappresentante degli studenti,
Hanna Gulliver          



                                                                                    

                                     
"hai preso le ultime cose dalla macchina Allison?"
"certo mamma...erano rimaste alcune cose mie, le ho portate in camera"
I Clayton avevano terminato il trasferimento quel pomeriggio. Allison quasi non poteva crederci. Era già un anno che sentiva parlarne. Il padre aveva ricevuto l'ennesimo trasferimento per il lavoro, il quarto ad essere precisi, e ormai quasi tutto era messo al suo posto. Rimaneva qualche scatolone nel salone e sul tavolo in cucina, ma ad Allison sembrava che ormai quasi tutto fosse in ordine. Salì nella sua nuova camera, poco più piccola della precedente dove rimase per circa tre anni. Si guardò intorno, sentendo nel naso quel fastidioso odore di chiuso. Aprì la finestra. Si sedette sul letto ed emise un lungo sospiro, chiudendo gli occhi. Pensò alla sua vecchia scuola, ai suoi amici che salutò poche ore prima della partenza. Già le mancavano. Senti come un'improvvisa angoscia che le si concentrò sullo stomaco. Si sdraiò, e si chiese come sarebbe stato quell'ennesimo nuovo inizio. Nuova scuola, nuova gente. Tutto nuovo. Aveva un pò di paura e parecchi pensieri per la testa, ma in fondo era il suo ultimo anno. Solo 9 mesi la dividevano dal diploma. Voleva diventare manager di chissà quale grande hotel, cinque stelle, parlare quattro lingue, girare il mondo ed accogliere le celebrità una volta arrivate all'ingresso dell'albergo. Grandi ambizioni. Ma nulla di davvero concreto. Masticava un pò di francese e spagnolo, imparati durante gli anni di scuola. Studiava accoglienza turistica, e spesso le capitava di ripensare alle frasi dei suoi amici:"ma...serve davvero la scuola per rispondere ai telefoni?" o "ma fate almeno qualcosa dietro la reception?". Allison cercò di togliersi i pensieri dalla testa. Si allungò per prendere il cellulare e trovò qualche notifica. Decise di visitare per la prima volta il sito web della sua futura scuola, che avrebbe cominciato l'indomani. "Il vostro futuro, servito su un piatto d'argento". Si chiese chi avrebbe mai potuto inventare uno slogan del genere. Guardava le foto degli ex studenti, i concorsi nazionali, borse di studio, il campionato di football dell'anno scorso. C'erano foto di ragazzi impegnati a cucinare qualcosa di irriconocscibile, ragazzi che shakeravano cockatil e ragazze sorridenti dietro la reception nell'atrio centrale della scuola. Le sembrò tutto cosi finto. Ma in fondo era un sito di presentazione. Spense lo schermo del cellulare e sentì bussare.
"hey...Allison"
La madre entrò sorridente nella camera.
"hey....mamma..."
"come stai, tesoro?"
"bene..."
"sicura? Io e tuo padre ti abbiamo visto un pò giù negli ultimi giorni...sappiamo quant'è difficle ma..."
Allison si mise a sedere sul letto.
"mamma...tranquilla...sto bene. Solo che...ancora? Per la quarta volta?...quanti trasferimenti faremo ancora?"
"oh...Allison...mi dispsice ma...sai...l'azienda per cui lavora tuo padre purtroppo lo costringe a cambiare spesso zona...ma ormai sono anni che tuo padre lavora per loro e...purtroppo è cosi tesoro...dai, vedrai che che ti piacerà qui. E poi...la Bridgston Hotel School dicono sia una delle scuole più prestigiose del paese. Ha davvero un ottimo nome quella scuola. E ti manca un solo anno, Allison. Sii forte"
"certo mamma...sicuramente c'è un sacco di gente simpatica li alla Brid..o come si chiama"
"ma certo Allison, non ti preoccupare"
La madre si alzò dal letto di Allison e si diresse verso la porta.
"ah...comunque...tra poco è pronta la cena...la prima nella nuova casa"
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Generale / Vai alla pagina dell'autore: MathieuChevalier