Storie originali > Commedia
Segui la storia  |      
Autore: DR5996    03/05/2017    1 recensioni
Immaginatevi una famiglia omossessuale, che abita in un paese dove i matrimoni gay è accettato da tutta la popolazione, in un paese in cui socialmente è ultra-progressista.... si devono trasferire per motivi di lavoro in un paesino del texas conservatore e molto relgioso
Genere: Commedia, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Questo è il prologo, la prima parte descrive il posto da dove vengono i nostri personaggi, per immaginarvi più o meno a che cosa sono abituati la famiglia. E nella seconda parte l'inizio della storia. Spero che vi piaccia, o vi interessa. Ovviamente sia Alinghi come nazione, sia anche il paesino in Texas sono fittizzi.

----

Questa storia parla di una famiglia Omosessuale con tre figli, che abitano a Gracemeria nel quartiere di Kerrymore. Alinghi (o ufficialmente Repubblica Federal-Democratica d'Alinghi) è una nazione che si trova sul continente di Minori. Un continente che si trova tra L'Eurasia e il NordAmerica (ovviamente tra L'Europa e gli USA la distanza è maggiore che nella realtà per starci dentro questo continente fittizio). Alinghi è una nazione cosmopolita, dove non c'è una maggioranza etnica definita. Alinghi è nata con l'unione di tre colonie ben distinte, dalla colonia di Shwalbald (di lingua tedesca), colonia di Montiesqueu (di lingua francese), colonia di Nuova Venezia (di lingua italiana) e colonia di New Porrige (di Lingua inglese). Poi più tardi arrivarono anche alcuni i schiavi liberati o scappati dagli America Schiavista Nel '900 arrivarono i mescievichi fuggiti dalla persecuzione dei bolscevichi. Poi altri tedeschi e italiani scappati dai regimi nazista e fascista. Poi ultimamente c'è anche l'immigrazione da parte dei paesi africani e mediorientali. Appunto il governo alinghese non effettua rilevazioni in base etnica (anche perchè in questi due secoli, ci sono stati anche matrimoni misti, quindi non c'è nemmeno qesta differenza, appunto ca. il 43% della popolazione ha discendenze plurirazziali). Sul campo religioso oltre il 90% della popolazione si dichiara atea o agnostisca, seguita dai mussulmani che sono il 4.12% e cristiani con il 4.02% (negli ultimi anni c'è stata una ventata di secolarizzazione dove gli atei sono cresciuti dai 55% al 91%, a svantaggio di tutte le regligioni, critiana in primis, facendo che i mussulmani superassero quest'ultimi solo per la questione che essi hanno perso fedeli più lentamente). La società alinghese una delle più aperte e sicuramente probabilmente la meno conservatrice del mondo. I matrimoni gay è accettata quasi all'unanimità delle persone (nemmeno il partito più a "destra", osa toccare il matrimonio omossessuale). Alinghi probabilmente è la nazione con meno tabù, e più informale del mondo. Nessuno si fa problemi se per caso un giorno ti venisse voglia di girare in mutande o addirittura nudo per strada (ovviante è comunque molto raro vedere questi soggetti, ma non è considerato scandaloso). Il consumo di cannabis a uso ricreativo è legale sotto monopolio di stato in 20 cantoni (nei restanti 23 cantoni è solo depenalizzato). Chi viene in Alinghi, anche solo come turista in qualche modo resta un po' scioccato.
La Famiglia McCroesy-Zebelmann composta da due padri Jack un vice.direttore di un negozio collegato a grande azienda Alinghese e Denzel un semplice impegato in banca, dal figlio 16 enne Jakoob, il 12enne Sebastian, e Beelze di 7 anni.


Un giorno Jack ottenne una promozionea direttore, ma la succursale dell'azienda si trovava a Charletown in Texas, uno dei paesini più conservatori degli Stati Uniti. Con molta fatica i


----


Ore 18:30 in Aeroporto


Denzel urlò "Correte, perderemo l'aereo, su, su, su..." corse, mezzo agitato. Denzel era un tipo molto ansioso, tutto doveva essere perfetto. Jack invece era invece più calmo e cerco di tranquillizzare il compagno "Dai, calmo il gate chiude fra un ora e più."


Il figlio più grande Jakoob invece si lamentava del posto in cui si trasferivano: "Sul serio, perchè dobbiamo andare li. Dove probabilmente ci odieranno solo guardandoci in faccia..." disse sbuffando. Sebastian invece è un tipo molto più esuberante, combina guai e spesso attaccabrighe (non fa a pugni, ma tende a fare delle burle, ed è praticamente un don Giovanni con le ragazze). Invece intervenne Beelze chiedendo "Dov'è Charletown?".


Papà Jack disse "In un posto lontano, in cui sarà nostra casa"


"Una casa di matti, e bigotti" aggiunse Jakoob. Denzel lo interrompe "Jakoob!!! Che ti ho detto". "Non far paura a mio fratello. Sul serio non potevano mandarti a New York?"


----


Arrivarono all'Aeroporto di Houston, e poi presero un treno che gli porto nella nuova città. Domani già sarebbe iniziata la scuola per i ragazzi. Invece i genitori dovevano iniziare inizare a fare delle carte per la loro vita in America...

 
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Commedia / Vai alla pagina dell'autore: DR5996