Storie originali > Horror
Ricorda la storia  |      
Autore: SirMikelo    18/05/2017    2 recensioni
Uno zingaro zoppicava in un vicolo desolato...
Genere: Dark, Horror, Malinconico | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Uno zingaro zoppicava in un vicolo desolato, trascinando le proprie gambe a fatica. Era sudicio, i vestiti strappati e ricoperti di sporcizia, e si muoveva lentamente alla ricerca di tesori nascosti nei bidoni della spazzatura. Ne scrutava l'interno, immergendo le mani in quei pozzi neri e senza fondo, sperando di trovare una singola ricchezza, qualcosa che per lui potesse valere tanto e fosse in grado di salvargli la vita: resti di cibo, indumenti usati da poter indossare, coperte macchiate con cui sarebbe stato in grado di proteggersi dal freddo. 
Ma quella notte di lavoro, rigida e umida e con la luna pallida, non portò buoni risultati. Il povero zingaro aveva sollevato il coperchio di diversi bidoni, e sporgendosi dentro non aveva trovato che bucce di frutta, sacchi bucati e frammenti di tela, oggetti privi di utilità per lui.
Fu sul punto di arrendersi, di abbandonarsi al proprio destino, quando un luccichio destò la propria attenzione. La luce di un lampione, intorno a cui le mosche ronzavano in enormi sciami, illuminava una fetta di pizza posta sul bordo di una pattumiera, che oscillava lentamente come un'amaca mossa dal vento d'inverno.
Lo zingaro si avvicinò allora al suo pasto agognato, osservando la muffa che proliferava sulla mozzarella giallognola. L'aspetto era a dir poco disgustoso, ma lui scelse comunque di mangiarla. La divorò in pochi bocconi, e subito la sua pancia prese a tremare e ad emanare strani gorgoglii di tormento. 
Lo zingaro cominciò a vomitare, fino a svuotarsi lo stomaco. Poi sentì le mani intorpidirsi, e le osservò entrambe, rivolgendo lo sguardo alle palme. Una strana sostanza nerastra aveva iniziato il suo lungo decorso, ricoprendo dapprima le punta delle dita e infine espandendosi su tutto il corpo. 
Era un liquido viscoso, corrosivo, e presto lo zingaro venne avviluppato completamente e disciolto in una pozza fumante su cui crescevano bolle a dismisura. Dello zingaro che si aggirava da quelle parti, nessuno seppe più niente.
   
 
Leggi le 2 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Horror / Vai alla pagina dell'autore: SirMikelo