Storie originali > Commedia
Segui la storia  |       
Autore: MadSlaughter    03/06/2017    0 recensioni
Sapevano di non essere dei bravi ragazzi, ciò che facevano non era tutto rosa e fiori, ma almeno erano felici. Attraverso momenti difficili, episodi sfortunati e tematiche delicate scopriranno di essere padroni delle loro vite.
Genere: Comico, Suspence, Triste | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Slash
Note: Lime, Nonsense | Avvertimenti: Contenuti forti, Violenza
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Erano le 7:30 quando quella pigrona di Zuff si alzò dal letto e andò a fare colazione. Pane e marmellata, un classico. Dopo essere uscita dal bagno, per lavarsi e vestirsi, dopo un'eternità come se quel bagno fosse tutta casa sua. Si sedette davanti al computer e iniziò a lavorare. Zuff andava a scuola, o meglio usciva di casa, solo il Sabato e la Domenica mentre per il resto della settimana stava a casa per archiviare i suoi studi ed esercitarsi sul computer. Tutta la sua carriera scolastica, e in parte anche la sua vita, erano concentrate sul digitale. Non che lei stava con gli occhi appiccicati sullo schermo tutto il giorno, ci mancherebbe. Conosceva tantissime persone, sane di mente al contrario di lei oppure malate e pazze come lei. Voleva molto bene ai suoi migliori amici, Violet, Nyef e Laffy, che si mettevano in contatto con lei in videochiamata, in chat sul cellulare o si incontravano per strada visto che abitavano vicini. Parlando del diavolo, pochi minuti dopo aver acceso il computer Zuff ricevette una videochiamata da Violet.
"Qual'è il problema stavolta?"
Domandò Zuff in un mezzo sbadiglio.
"Buongiorno anche a te, principessa. Hai per caso il File08 di Sabato scorso?
Rispose Violet con la stessa identica aria assonata di chi stava dall'altra parte dello schermo.
"Quel Sabato in cui sei caduta in coma da sonno durante la lezione? Russi molto forte, per tua informazione."
Disse ironicamente Zuff con quel ghigno sulla faccia che avrebbe scatenato un esaurimento nervoso anche a tutti i Santi.
Violet si mise a ridere e poi rispose alla domanda.
"Mandamelo appena hai finito di lavorare. E il mio russare non è affar tuo o di chiunque altro."
"Dovresti farti vedere da un dottore."
"Torna a lavoro!" Gli gridò Violet. "Prima che me lo dimentichi, chiama Nyef. Ha lasciato quattro chiamate sia a me che a te."
Zuff sbuffò forte in segno di disappunto.
"E non mi sbuffare."
La rimproverò ancora prima di chiudere la videochiamata.
Appena Zuff finì l'archiviazione ricevette un'altra videochiamata, stavolta da parte di Laffy.
"Ciao, Zuff. Come va?"
Gli disse il ragazzo con aria dolce.
"Beh, sono uscita viva e vegeta da una discussione con Violet. Non mi lamento."
Rispose lei con lo stesso tono da zombie appena scivolata giù dal letto.
"C'è Nyef lì con te?"
Domandò mentre apriva una busta di patatine.
"Si, abbiamo pensato di dormire a casa mia. Vuoi che te lo passi?"
La ragazza annuì e si trovò davanti allo schermo un bel ragazzo a torso nudo, il suo pigiama.
"Buongiorno, Zuff. Dormito bene?"
Disse Nyef.
"In realtà dovrei essere io a chiedertelo. Hai chiamato me e Violet quattro volte e poi non ti sei fatto più sentire. Tutto bene?"
"Senti chi parla di chiamare e poi non farsi più sentire."
Sentì la voce di Laffy dall'altra parte dello schermo, sembrava piuttosto arrabbiato. Zuff semplicemente lo ignorò.
"Pensavo di uscire stasera, non credo che tu e Violet abbiate degli impegni."
Rispose Nyef.
"Per forza, sono dei fulmini ad archiviare gli argomenti di scuola!" Urlò ancora Laffy.
"Quindi che ne pensi?"
Gli domandò con le guance rosse.
"Ieri sei uscito tardi dal pub, vero?"
Zuff cambiò argomento. Nyef ci mise un po' per rispondere e non era per la scarsa qualità della videochiamata.
"C'era molta gente. Appena sono uscito ho incontrato Laffy e abbiamo dormito da lui."
Ghignò il ragazzo, finalmente vestito.
"Non ti sfugge proprio niente, vero?" Aggiunse.
Nyef lavorava al pub e, come lavoretto extra, si faceva pagare per andare a letto con gli uomini. In poche parole, Nyef era un prostituto. Ma tutto ciò non preoccupò nessuno dei suoi amici, visto che anche loro facevano lavori, da non definire esattamente, legali. Zuff era un apprendista hacker, Violet conosceva tutti i siti del Deep Web, vendeva foto e informazioni private su Internet ed era un ottimo hacker,in fine Laffy era un fotografo ma faceva foto anti-privacy di persone famose per poi venderle a Violet. Nessuno di loro aveva una vita normale ma andava bene così.
 
Se la storia vi piace recensite e mettete la storia fra i preferiti, grazie.
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Commedia / Vai alla pagina dell'autore: MadSlaughter