Storie originali > Storico
Ricorda la storia  |      
Autore: Crateide    13/06/2017    1 recensioni
| Alessandro/Efestione |
"- Se lo desideri, l’Egitto è tuo – gli sussurrò ad un tratto.
Il giovane guerriero strabuzzò gli occhi, avvampando alla luce delle lampade ad olio e sotto i raggi argentei di quella Luna splendente.
- Non puoi dire sul serio...
- Certo, invece – rispose Alessandro, ridacchiando piano – ora l’Egitto mi appartiene e se io voglio fartene dono, nessuno me lo può impedire."
Genere: Fluff, Romantico, Slice of life | Stato: completa
Tipo di coppia: Slash
Note: Lime, Missing Moments | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Antichità greco/romana
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

 

 

 

Prompt: Guarda Efestione questo è l'Egitto... È tuo se lo desideri.

Coppia: Alessandro/Efestione.

Gruppo facebook: we are out for prompt.

Numero parole: 319.

 

 

 

 

 

 

Quella sera Alessandro lo portò in terrazza, all’aria aperta. Il vento fresco scompigliò i capelli di entrambi, portando con sé i profumi speziati dell’Egitto, che si srotolava davanti ai loro occhi in tutto il suo antico splendore.

Una meravigliosa Luna piena illuminava le case basse e i bellissimi giardini, mentre solo alcune stelle facevano capolino sul manto della Notte.

Efestione posò il capo contro la spalla del compagno, sospirando. Sorseggiò il vino dalla coppa che aveva nella mano e con l’indice inanellato indicò la vastità di fronte a sé.
- L’Egitto è un paese magico – sussurrò.

Alessandro gli cinse la vita e lo baciò sul capo, carezzandogli il fianco con movimenti lenti e sensuali.
- Lo pensi davvero? – gli chiese, staccandosi leggermente per guardarlo in viso.
- Certamente.

A quella risposta, gli sfilò dalle mani la coppa ancora piena e lo baciò con passione, leccandogli il labbro superiore e suggendo il vino che lo macchiava. Si scostò lentamente, perdendosi nell’azzurrità dello sguardo di Efestione. Lo abbracciò, cingendogli la vita e posando la fronte contro la sua.
- Se lo desideri, l’Egitto è tuo – gli sussurrò ad un tratto.

Il giovane guerriero strabuzzò gli occhi, avvampando alla luce delle lampade ad olio e sotto i raggi argentei di quella Luna splendente.
- Non puoi dire sul serio...
- Certo, invece – rispose Alessandro, ridacchiando piano – ora l’Egitto mi appartiene e se io voglio fartene dono, nessuno me lo può impedire.

Efestione sorrise, malizioso, carezzandogli il petto nudo sotto la veste colorata che indossava.
- Cosa dovrei farmene di un Paese quando posso avere il suo re nel mio letto ogni qualvolta lo desideri? – rispose con un sorriso dalla parvenza innocente.

Alessandro sogghignò, schiacciandolo contro una delle ciclopiche colonne che sorreggevano la tettoia del terrazzo.
- Dunque non lo brami? – gli chiese – Non vuoi divenire faraone?
- L’unica cosa che desidero sei tu, Alessandro – e, detto questo, lo baciò sollevandosi sulle punte.

 

 

 

 

 

 

Angolino dell’autrice:

Ciao a tutti!

Che dire? La Alessandro/Efestione è una mia ship storica... in tutti i sensi. Mi sono sempre piaciuti e io ne sono follemente innamorata, per cui non perdo mai occasione per poter scrivere su di loro (eh no, non sono nuova da queste parti!).

Spero che questa breve flash vi sia piaciuta e che vi abbia emozionato come ha emozionato me nello scriverla.

 

Senza pretese,

Elly

 

 

 

   
 
Leggi le 1 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Storico / Vai alla pagina dell'autore: Crateide