Storie originali > Azione
Segui la storia  |       
Autore: fangirlotta    04/07/2017    0 recensioni
Un padre alcolizzato e violento, un corpo martoriato e neanche un tetto sulla testa.
Questa è attualmente la vita di Valentina.
Come farà a sopravvivere ai pericoli che incombono su di lei, come farà a farsi accettare da una società che la rifiuta ma soprattutto come farà a resistere all'oblio che giorno dopo giorno la reclama.
Nessuno era mai riuscito a relazionarsi con Elèna prima d'ora, e nessuno era mai riuscito a capire Valentina finché un giorno la vita sorride alla ragazza, quel sorriso porta il nome di Jason.
Genere: Drammatico, Generale, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate, Violenza
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Valentina correva per le vie buie di New York, correva via da un passato pieno di dolori,ansie e disastri. "Puoi farcela Vale, resisti ancora un po' " si ripeteva mentre quelle mani losche e grandi la colpivano ripetutamente fino ai lividi. Valentina non poteva uscire di casa per due o tre giorni se lui la sera rientrava ubriaco. Era soprannominata "l'asociale,la strana" questi insulsi soprannomi se li portava dietro dalla nascita. Chissà se in lui c'è mai stato qualcosa di buono, eppure, pensava, un tempo mi faceva sedere sulle sue ginocchia e si dilettava ad acconciarle i capelli, inventava le più strambe pettinature con il solo scopo di farla sorridere, e ci riusciva e lei riusciva ancora a chiamarlo Papà. Tutto cambiò quando una mattina di primavera, Emma, la madre di Valentina morì. Un cancro al seno se la portò via, si spense tra le braccia di suo marito Alessandro e sotto gli occhi piccoli e lucenti della loro bambina di soli 7 anni, Valentina. Con Emma morì anche il lato Paterno ma soprattutto umano di Alessandro così Valentina fu costretta a crescere forzatamente. Era diventata la donna di casa, si premurava di lavare, stirare e cucinare ma questo agli assistenti sociali non andava bene , per niente. Così venne spedita in Italia dai nonni. Figure familiari che mai aveva conosciuto, che la fecero sentire di nuovo amata ma a Valentina mancava l'affetto del suo papà. Così a 13 anni torno nella "grande mela" e da lì iniziò il suo incubo. Un padre assente ed alcolizzato a cui badare, una casa metà distrutta da riparare ed un lavoro che le permettesse di avere il minimo indispensabile. Per un po' poté arrangiarsi ma dopo anni di sofferenza, il suo corpo martoriato la abbandonò. Fu un ragazzo a soccorrerla, qualcuno che aveva sentito le urla, qualcuno di coraggioso che osò addentrarsi nella selva oscura quale era diventata la sua casa. Solo di questo aveva rimorso la ragazza mentre correva lontano verso una meta imprecisa, non aveva potuto ringraziare il suo "angelo" ma si promise che presto o tardi lo avrebbe ripagato, adesso doveva solo mettersi in salvo. Salve! Non ho mai pubblicato una storia prima d'ora. In seguito ad una scommessa, finita male per me, mi ritrovo a scrivere qualcosa che mi è passato per la testa in questo momento, non sarò brava a scrivere ma ci metto il cuore. So che la trama è scontata ma è stato un attimo, la penna ha iniziato a scrivere prima che me ne rendessi conto e quando finalmente l'ho staccata dal foglio ho potuto osservare quelle parole messe nere su bianco e niente ho pensato che forse a qualcuno sarebbe interessata😂 Buona lettura e lasciate un parere se vi va🙈💓
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Azione / Vai alla pagina dell'autore: fangirlotta