Storie originali > Epico
Segui la storia  |       
Autore: Lady White Witch    15/07/2017    2 recensioni
‘’ Afrodite mi ha chiesto anche di darti un messaggio. ‘’
‘’ E sentiamolo ‘’ disse l’acheo, riponendo la spada. Tanto era inutile, Elena non era lì, non doveva mostrare di essere il maschio alpha della situazione.
‘’ Ha detto Ti lascio scegliere: la seguirai oppure rimarrai a tempo indeterminato nell’Isola dei Beati? Fa attenzione alla tua risposta. ‘’
[...]
‘’ Divorzio duro eh? ‘’
‘’ Ma magari! Sarei l’uomo più felice del mondo! ‘’
Nick aggrottò le sopracciglia: "Che intende dire?"
"Intendo dire che quella  è fuggitta assieme ad un altro, un ragazzino idiota che l’ha sedotta e me l'ha portata via"
"Beh, magari l'ha fatto perché lei non le prestava abbastanza attenzioni. Oppure lei è una schiappa a letto. "
Menelao si fece rosso per la rabbia: "Ma come ti permetti ! Le mie abilità a letto non sono di meno di quelle del possente Ares"
"Mi dica un po', ma lei è per caso fissato con gli dei greci?"
" Sono loro ad essere fissati con me! ‘’
‘’ Certo, certo… ‘’
( Reincarnation Au, Modern Au, Menelao x Elena , MIX tra epos e soprannaturale )
Genere: Comico, Demenziale, Sovrannaturale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Shonen-ai
Note: AU, OOC, What if? | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Autrice: Lady With Witch 
Titolo:  Ἀληθῆ διηγήματα
Rating: Giallo 
Genere soprannaturale, comico, demenziale, parodia,  slince of life 
Coppie Menelao x Elena, Sorpresa


Avvertimenti 
ATTENZIONE
Ooc, What If…? Tratto da ‘’La Storia Vera ‘’ di Luciano (https://it.wikipedia.org/wiki/La_storia_vera) come il personaggio di Cinira e il secondo rapimento di Elena.  La presente fan fiction non vuole in alcun modo mettersi sulla stesso livello di tale opera letteraria, ma piuttosto omaggiarla con altri riferimenti alla classicità.
Tale fan fiction sarà una presa in giro dei vecchi moduli dell’epos, e vi saranno situazioni paradossali e demenziali a danno dei personaggi. Spero di riuscire a divertirti.

Brevi note per chi volesse difendersi da un Licantropo https://it.wikipedia.org/wiki/Licantropo#Difendersi_dal_licantropo












 

 

 

Campagna di Promozione Sociale - Messaggio No Profit

Sapevi che ogni volta che leggi una storia senza recensire, un autore smette di scrivere?
Dona l'8‰ del tuo tempo alla causa pro-recensioni.
Salva uno scrittore dall'estinzione!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Capitolo 2
Impresa conclusa (ma è inutile che ti vanti Menelao, il lavoro lo hanno fatto quasi tutto Mary e Nick)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avete presente la classica frase Mi passò  tutta la vita davanti?
Sì, quella usata tanto spesso in film e serie tv quando il protagonista si trova faccia a faccia con la morte. Bene… dimenticatela.
E’ una gran cavolata.
In quel momento, Nick pensava solo Che diavolo ho messo in quelle frittelle? Latte acido?
Il tizio con la spada, il licantropo... solo una mente malata o sotto notevole stress poteva partorire una cosa simile.
E lui, modestamente, di stress ne aveva a vagonate. Stress unito a notevole immaginazione.
Perché sua sorella l'aveva convinto a farsi la maratona di horror la settimana scorsa? Sicuramente la sua mente stanca stava attingendo tutto da lì, ed ora eccolo lì nella versione americana di Un lupo mannaro americano a Londra.
Surreale.
"Sembri teso, giovane uomo, rilassati. Vedrai che sarà una cosa veloce. ‘’
Nick non poté far altre che aggrottate le sopracciglia e dire: " Amico, così sembra che tu voglia stuprarmi."
‘’ Mhm… no, grazie. Non sei certo Ganimede. ‘’
‘’ Qui non c’è mia sorella. ‘’
‘’ Che significa? ‘’
‘’ Significa che se vuoi insultarmi devi fare esempi più terra terra. Non sono un’enciclopedia vivente di cose inutili. ‘’
Il licantropo si mise una mano sulla fronte: "Sei decisamente il mortale più irritante che abbia mai conosciuto. Come è possibile che non ti sia ancora fatto uccidere da qualcuno? "
Il poliziotto scrollò le spalle: "Non lo so, probabilmente è la stessa identica cosa che si chiede il mio capo."
‘’ Pover’uomo, mi fa pena. ‘’
‘’ Pure questo glielo dicono molto spesso. ‘’
‘’ Non stento a crederlo… ‘’
‘’ E’ la giornata Prendiamocela con Nick? Sono uno che lavora sono, io!  ‘’
‘’ Con quella pancetta? ‘’
‘’ Non è pancetta, indosso abiti larghi ! ‘’
‘’ Oh ma non è certo una critica la mia. Adoro le prede in carne. Sono così… tenere. ‘’

Nick rabbrividì. Il suo trip da latte acido era sempre più inquietante.
" Bello, tieni giù le mani! Non sono un hamburger del MacDonald ! Ho una pistola e so come usarla! Più o meno… " si corresse ricordando le sue pessime prove di tiro all'accademia.
‘’ Usala pure ‘’ gli disse l’altro con nonchalance, guardandosi gli artigli annoiato, quasi a chiedersi ma qui quando si mangia?  
‘’ Cosa? ‘’
‘’ Ho detto usala pure. Voglio vedere la faccia che farai quando ti accorgerai che con me le pallottole non funzionano. ‘’
‘’ Sì, perché non sono d’argento.’’
‘’ Quella è una leggenda, l’argento non ci fa niente. ‘’
‘’ Nemmeno l’aglio? ‘’
‘’ Quelli sono i vampiri. ‘’
" Chiedo scusa, non sono un fissato di fantasy e affini come mia sorella. Detto tra noi, preferisco i romanzi d'amore. "
" Romanzi d’amore? – fece il licantropo scandalizzato - Che razza di uomo sei? "
" Uno a cui non frega un cazzo delle barriere di genere. Se voglio leggermi un Harmony me lo leggo.  ‘’
"Questa è una di quelle volte in cui rimpiango di non essere rimasto in Grecia..."
" Ehi, sei venuto qui per mangiarmi o per criticare? No, perché io avrei anche altri impegni, eh! "
Il licantropo sbatté gli occhi un paio di volte, intontito.
‘’ Sei strano. Mi hai appena chiesto di mangiarti senza battere ciglio. . ‘’
‘’ Aspetta, io ho detto un’altra cosa! ‘’
‘’ Oh no, ti ho sentito bene. Mi hai pregato di smettere di parlare e di mangiarti! ‘’
‘’ Ma che cazz… Tu sei fuori! ‘’
‘’ Che vuoi farci… non sono cattivo, mi hanno fatto diventare così. ‘’
‘’ Pure la citazione di Jessica Rabbit no, per favore. Sei troppo poco rosso e poco tettone per essere lei. ‘’
‘’ No no, non hai capito… mi hanno trasformato nel cattivo della storia. Prima ero un uomo normale. Un po’ stronzo, menefreghista, crudele e abusivo con la servitù… ma andiamo, all’epoca lo facevano tutti. Ma poi il grande capo decise di venire a farmi visita e puff, tutta la mia famiglia morta ed io trasformato nel primo lupo mannaro della storia. ‘’
‘’ Dovrei provare pietà ? ‘’ gli domandò l’umano e l’altro annuì e disse:‘’ Sì, ovviamente! Se tu fossi al mio posto… cosa molto improbabile visto quanto sei anoetos… la proverei e sarei comprensivo.  ‘’
‘’ Dopo il macello che hai fatto qui? ‘’ continuò Nick, facendo cenno ai cadaveri mutilati che li circondavano.
‘’ Che ti posso dire… avevo fame. Fame che ho anche ora… quindi, se vuoi scusarmi… ‘’
Il licantropo non si prese il disturbo di cambiare completamente forma, sarebbe stato un inutile spreco di forze per quel fluraos: per non perdere altro tempo, con un movimento fulmineo lo afferrò per il collo ed  estrasse gli artigli.
La pistola cadde con un tonfo a terra mentre il ragazzino provò inutilmente a districarsi dalla sua presa. 
Il mostro si leccò le labbra. L’odore della paura  era inebriante. Peccato che non  potrà gustare quel piccoletto come si deve: c’era un’altra preda che lo aspettava, una preda reale.
Per Menelao dovrà conservare un po’ di spazio nello stomaco, non capitava tutti i giorni di poter avere l’onore di banchettare con carne di re.
‘’ Sai ragazzo, eri simpatico. Ma purtroppo quando ho fame…’’
‘’ Ehi uomo lupo! – l’interruppe Mary con un estintore in mano – Non lo sai che prima di mangiare bisogna lavarsi le mani? ‘’
Il mostro ebbe a malapena il tempo di voltarsi che si trovò inondato dalla schiuma: per la sorpresa lasciò andare Nick che cadde a terra, venendo soccorso subito dopo da Menelao.
" Ma tu non avevi le manette addosso?"
" Tua sorella mi ha liberato. ‘’
‘’ Come diavolo ha fatto? Le chiavi le ho io! ‘’
‘’ Ha usato una forcina per capelli.’’
‘’ Non le dovevo far vedere quel programma su Houdini… ma com’è che l’hai convinta a liberarti? ‘’
‘’ Ecco… è una lunga storia…‘’

Pochi minuti prima…

Menelao era sull’orlo di una crisi di nervi: l’odore di sangue era il primo segno, Lui era lì. E quel pivellino non tornava… beh peggio per lui…
Evidentemente aveva sentito il suo odore ed aveva deciso di trasformarsi da preda in cacciatore.
Che vita di merda.
Senza contare che quella ragazzina lo stava facendo impazzire! Possibile che non riuscisse a starsene zitta per un minuto?
‘’ Non hai niente da fare tu? – sbottò il greco, ormai al limite della sopportazione – Tipo tessere o altre cose che fate di solito voi donne? ‘’
‘’ Cavolo, sei proprio misogino. ‘’
‘’ Miso che? ‘’
‘’ Significa che odi le donne. ‘’
‘’ Io non odio le donne… odio solo mia moglie. ‘’
‘’ Questo ti rende estremamente misogino. ‘’
‘’ Anche tu al posto mio la odieresti! – si difese Menelao – Quella donna è scappata di casa, ha abbandonato me e nostra figlia, mi ha derubato! Ha seguito il suo amante a Troia e… ‘’
‘’ Troia?  - l’interruppe Mary, gli occhi ridotti a due fessure – In Turchia? ‘’
‘’ Turchia? Mai sentita.  ‘’
‘’ Intendo… stai  parlando di Troia la città di Priamo? ‘’
‘’ Sì! ‘’
‘’ O. Mio. Dio… - un lampo di realizzazione attraversò lo sguardo di Mary – Tu non sei solo un pazzo che crede di essere Menelao… tu sei Menelao! Quello dell’Iliade… oddio potresti essere davvero un pazzo che si è immedesimato troppo… ‘’
‘’ Come ti permetti?! ‘’
‘’ Non fare quella faccia, qui in centrale ne ho vista di gente strana. Una volta hanno arrestato un rapinatore che si credeva Napoleone! ‘’
‘’ Chi?! ‘’
‘’  Un nano che ha tentato di conquistare l’Europa. ‘’
‘’ E Zeus glielo ha lasciato fare? ‘’
‘’ Wow… sei bravo… o stai dicendo la verità… non mi è ancora ben chiaro. ‘’
‘’ Dannazione, non puoi decidere dopo se sono pazzo o meno? Qui fuori c’è un pluriomicida! ‘’
‘’ Beh, è una centrale di polizia… ‘’
‘’ Non capisci… intendo dire che c’è un pluriomicida cannibale, il primo lupo mannaro della storia! ‘’
‘’ Questo è un tantino inverosimile sai? ‘’
‘’ E’ la verità! Lo hai sentito anche tu quest’odore, no? E’ sangue! Ha già fatto una strage ed ora… ‘’
‘’ Strage? Ma Nick è di là! Sarà già svenuto! ‘’
‘’ O morto. ‘’
‘’ Non lo dire neppure per scherzo! ‘’
‘’ Non sto scherzando, ragazzina. ‘’
‘’ Ma sei un eroe sì o no? Allora datti una mossa e và a salvare mio fratello! ‘’
‘’ E come? Sono bloccato! ‘’
‘’ Non hai la super forza? ‘’
‘’ Non sono Eracle! ‘’
‘’ Allora… dove sono le chiavi… argh… ‘’
‘’ E poi sarei io quello che non è d’aiuto? ‘’
‘’ Taci! Non so neppure se sto facendo una cavolata dandoti retta… un momento… HO UN’IDEA!’’
 

 
‘’ Mi dispiace rovinare il vostro quadretto romantico – la voce di Mary lo riportò alla realtà- Ma il Lupo Lucius dei poveri sembra piuttosto incazzato. Quindi se vogliamo salvarci dobbiamo al secondo piano! Una volta lessi che i lupi mannari non riescono a salire le scale … che ne dite di mettere alla prova questa leggenda? ‘’
‘’ Stiamo affidando le nostre vite ad una leggenda? ‘’ domandò stralunato Nick.
‘’ Fratellone, se non lo hai notato c’è una leggenda ben in carne proprio lì di fronte. E ci hai pure parlato. Io non farei tanto la schizzinosa al momento.  ‘’
‘’ Su questo ha ragione – commentò Menelao – Riesci a muoverti? ‘’
" Sì. "
 " Quanto sei veloce? "
 " Poco.  "
 " Sigh...ho capito, devo prendere in mano io la situazione. ‘’
Menelao si caricò in spalla Nick e seguì Mary per le scale, sperando che la ragazina avesse ragione e che i licantropi non fossero in grado di salire le scale.
In realtà gli sembrava un punto debole abbastanza stupido ma, come diceva il detto, a caval donato non si guarda in bocca.
‘’  Spero che tu abbia un piano mocciosa. ‘’
‘’ Ehi, fino ad ora ho fatto quasi tutto io. Se provassi ad inventarti qualcosa pure tu te ne sarei grata! ‘’
‘’ Sono un guerriero, non uno stratega! ‘’
‘’ Questa non è una scusa per essere stupido! ‘’
‘’ Non sono stupido, sono… ‘’
‘’ Lento! – intervenne Nick – Sei troppo lento! Sbrigati! Non voglio farmi sbranare dalla brutta copia di Remus Lupin! ‘’
‘’ Non mi faccio dare ordini da un plebeo! ‘’
‘’ Senti… O continui a discutere con una ragazzina di undici anni più intelligente di te o muovi il culo e… un momento, ma ora che ci penso… al secondo piano ci sono i laboratori della scientifica! ‘’
‘’ Quindi? ‘’ domandò l’acheo.
 ‘’ Ohhh – fece la sorella minore – Credo di aver capito cosa vuoi fare. Il piccolo chimico che è in te si è risvegliato! Con tutta quella roba che hanno lì, devono avere anche dei composti infiammabili! ‘’
‘’ Bene, hai capito! Sul mio telefono ho solo un giga ed una connessione lentissima – spiegò Nick – Quindi devi andare sui siti giusti. Non su Wikipedia! Con la fortuna che abbiamo…
‘’ DOVE CREDETE DI ANDARE?! NON VI SALVERETE COSI’! ‘’
Licaone era furioso. E sembrava che la storia delle scale non fosse vera. Perfetto…
Dovevano sbrigarsi.
Quando arrivarono in laboratorio sbarrarono la porta con una scrivania, sperando così di guadagnare tempo.
Nick si rimise in piedi e diedi il telefono alla sorella.
‘’ Mi raccomando – le disse – Leggi attentamente e ad alta voce. ‘’
‘’ Tutto qui? ‘’
‘’ Oh credimi sorellina… dipende tutto da questo. Non sono mai stato bravo in chimica… la prof non voleva neppure farmi diplomare pensa te… però, se c’è una cosa che ho imparato da cinque anni di liceo, è che si può sempre trovare il modo per ovviare alla propria ignoranza. Basta un telefonino con internet ed essere bravi a copiare senza farsi beccare dai prof.’’
‘’ Wow, che messaggio positivo che stai dando a tua sorella minore … ‘’
‘’ Mary, non è il momento di fare battute ironiche! Piuttosto digita fosforo rosso e dimmi se è infiammabile o meno. ‘’
‘’ Fosforo rosso? Che ci fa qui? ‘’
‘’ Più fatti e poche domande. Ti basta sapere che serve a Lacie per i suoi esperimenti. ‘’
‘’ Ah… allora ok… aspetta un attimo… ‘’
Nick si mordicchiò il labbro, nervoso. Incredibile, ancora stentava a credere che quello non fosse un’allucinazione… a proposito di allucinazioni…
‘’ Ehi  – si rivolse a Menelao, appostato vicino la porta – Dove hai messo la tua spada? ‘’
‘’ Non l’ho portata. ‘’
‘’ COSA? ‘’
Una cosa doveva fare… e non l’aveva fatta! Si era portato in giro per New York quell’arnese arrugginito e (si sperava) non l’aveva mai usato, ed ora che ce n’era bisogno l’aveva lasciata Dio solo sapeva dove?
‘’ Non hai una bella cera, ragazzino… ‘’
‘’ Dimmi solo una cosa… perché diavolo non l’hai portata?! ‘’
‘’ Una spada contro Licaone? – gli domandò con fare retorico l’altro e lo guardava come se in quella situazione fosse lui lo stupido – Ottima idea, così la usa lui per tagliare meglio la carne della sua vittima. Persino io non sono così presuntuoso… certo, non avevo la benché minima idea di cosa fare una volta che fossi riuscito a trovarlo, ma ho pensato un problema per volta, prima lo trovo e poi penso a come fermarlo.  ‘’
‘’ Ma… ‘’
‘’ E’ un lupo mannaro! Contro di loro non servono le armi convenzionali! Sono invincibili. ‘’
‘’ Merda…all’improvviso il mio piano non mi sembra più tanto geniale… ‘’
Menelao scrollò le spalle e disse:’’ Se l’idea è quella di bruciarlo vivo, accomodati. Probabilmente lo farai incavolare di più, ma è comunque meglio di niente. ‘’
‘’ Non è detto – intervenne Mary – Qui leggo La soluzione definitiva e radicale rimane il fuoco, da usarsi, preferibilmente, sul licantropo ancora in forma umana.’’
‘’ Ti ho detto di cercare se il fosforo rosso è infiammabile! Non come uccidere un lupo mannaro! ‘’
‘’ Si dia il caso che in questo momento ci serva saperlo! ‘’
‘’ Non su internet però! ‘’
‘’ E dove? ‘’
‘’ N-non lo so! Ma se è come la storia delle scale, noi… ‘’
La porta venne percorsa da vari tonfi, come di qualcuno che stava cercando di entrare.
Licaone era lì. Poco importava se c’era o meno una soluzione definitiva, bisognava fare in fretta altrimenti erano fottuti.
‘’ Mary! ‘’
‘’ Un secondo! Ah ecco… Il fosforo rosso si presenta come una polvere di colore rosso o violaceo, inodore, insolubile in acqua e ha densità di 2300 kg/m3. Nonostante sia più stabile rispetto al fosforo bianco, esso è facilmente infiammabile e può esplodere se... ‘’
Altro tonfo, questa volta più forte. Menelao non si perse d’animo e si mise tra loro e la porta brandendo come arma l’attaccapanni. Se Licaone fosse riuscito ad entrare, avrebbe trovato pane per i suoi denti.
‘’ Continua a leggere – urlò, per coprire il rumore dei tonfi – E spera che questo sempliciotto di tuo fratello sappia cosa fare! ‘’
‘’ Ehi! ‘’
‘’ Zitto e ascolta fratellone… può esplodere se mescolato a sostanze comburenti. Un comburente è una sostanza che agisce come agente ossidante di un combustibile in una reazione di combustione. Senza di esso, la combustione non ha luogo.’’
‘’ Mary sii più precisa… ‘’
‘’ Sono comburenti… aspetta… cavolo alla faccia della calma è la virtù dei forti… allora… Il comburente più comune è l'ossigeno dell'aria, ma anche altre sostanze possono comportarsi da comburenti: perossidisolfato di potassio, acido tricloroisocianurico, cloriti, nitriti, nitrati, cloro… ‘’
‘’ Ferma! Hai detto… cloro? ‘’
‘’ Sì… ‘’
‘’ Perfetto! Datemi due… ‘’
In quel momento la porta venne scardinata e Menelao disse:’’ Mi sa che due minuti non te li possiamo dare. ‘’
Licaone entrò furioso, gli occhi rossi e aspetto ferino. Mary deglutì spaventata.
Sarebbe stato un guaio se si fosse trasformato completamente. La soluzione definitiva non avrebbe funzionato.
Bisognava farlo tornare umano… almeno in parte… ma come?
Guardò il telefonino ed un’idea cominciò lentamente a delinearsi nella sua mente. Mise you tube, pregando che la connessione non l’abbandonasse proprio in quel momento, e digitò Musica Rilassante per Animali… alzò  il volume al massimo e pensò:’’  Ho avuto idee più stupide di questa. ‘’
‘’ Nick, fa quello che devi! ‘’
‘’ Ma… ‘’
‘’ Fidati di me, ho un piano! ‘’
‘’ Un piano? Tu? – domandò Licaone, ghignando divertito – Quanti anni hai? Nove? Non sei un po’ piccolina per avere già voglia di morire? ’’
‘’ Ho undici anni! E tu quanti ne hai? Diecimila? ‘’
‘’ Solo quattromilacinquecento. ‘’
‘’ Un ragazzino… ‘’
Il video non partiva e lei fremeva per l’attesa. Andiamo, la connessione era andata bene fino a quel momento… non poteva abbandonarla quando ne aveva più bisogno?
Menelao si frappose fra lei e Licaone, mettendo a rischio la sua vita per proteggerla.
Certo, non lo stava facendo per lei  , magari aveva qualche insita ragione da maschio alpha eroe che Mary non conosceva ma comunque apprezzava il gesto.
Con la coda dell’occhio vide Nick darsi da fare vicino ad un armadietto pieno di strane ampolline, le mani gli tremavano e più volte rischiò di far cadere qualcosa.
Aveva bisogno di tempo… peccato che fosse proprio l’unica cosa che non avessero.
Licaone estrasse gli artigli.
‘’ Inizierò da te piccoletta. Me l’hai proprio fatta poco fa. Non mi succedeva da secoli. ‘’
‘’ Ehm… grazie? ‘’
‘’ Non è un complimento, mi hai fatto arrabbiare. E quando mi arrabbio mi viene fame. ‘’
‘’ Un uomo semplice. Ah no, pardon… un lupo semplice… ‘’
Menelao le lanciò un’occhiataccia, come a dirle La smetti di provocarlo?  
Lo ignorò. Finchè you tube non si decideva a partire doveva poter contare su un piano B…
In quel momento dal telefonino partì una lieve musica.
A Mary si illuminarono gli occhi.
Finalmente! Ora però bisognava sperare che funzionasse…
‘’ Che roba è questa? ‘’ chiese il mostro, arricciando il muso.
‘’ Non farci caso, ho solo pensato che fosse carino mettere una colonna sonora per i miei ultimi istanti di vita. ‘’
‘’ E’ un’idiozia. ‘’
‘’ Ehi, tutti hanno il diritto ad avere un ultimo desiderio! Ed il mio è quello di andarmene con la musica in sottofondo. Come il tizio de Il Gladiatore.  ‘’
‘’ Tutto qui? Per me va bene! ‘’
Licaone era pronto ad attaccare, ma… c’era qualcosa che non andava… si sentiva stanco… rilassato…
Menelao provò a colpirlo con l’attaccapanni, che tuttavia si spaccò in due parti. In altre circostanze Licaone si sarebbe arrabbiato ma… non capiva bene neppure lui perché … ma non gli andava di fare un bel niente.
‘’ Mio Dio… sta funzionando… Nick! ‘’
‘’ Aspetta! Non so neppure io cosa sto facendo… ‘’
E la sua vita era nelle mani del fratello? Faceva prima a scavarsi la fossa.
Intanto però il licantropo sembrava stregato dalla musica (forse era vero che esistevano delle note a cui solo gli animali erano sensibili) e lentamente riprendeva un aspetto semi umano.
Menelao assisteva alla scena scioccato.
‘’ Che stregoneria è mai questa? ‘’
‘’ Benvenuto nel ventunesimo secolo amico – gli rispose Mary – Dove un aggeggio piccolo come questo può farti da navigatore, ricettario e salvavita. ‘’
‘’ E’ solo momentaneo, lo sai? ‘’
‘’ Lo so, ma a Nick serve del… ‘’
La musica si interruppe e lei sbiancò. Merda. Erano finiti i giga.
Licaone scosse la testa, come se si stesse riprendendo da una sorta di ipnosi.
Ringhiò verso Mary:’’ E’ colpa tua, vero?! Hai provato a fregarmi di nuovo! Oh ma non preoccuparti, la tua morte sarà lenta e dolorosa! ‘’
Menelao era disarmato, ma era pronto ad utilizzare il suo corpo come uno scudo e difenderla.
Era la cosa più coraggiosa che qualcuno avesse mai fatto per lei… anche se, di nuovo, non era proprio convinta che lo facesse disinteressatamente.
Magari voleva solo morire di nuovo…  
‘’ Che vuoi fare Menelao? Vuoi morire? ‘’
‘’ Mi pare che la risposta a questa domanda sia abbastanza scontata. ‘’
Il licantropo rise, quasi come se quella fosse una battuta divertente.
‘’ Hai ragione… la risposta la sappiamo entrambi. Dopotutto, tu volevi solo rimanere nell’Isola dei Beati, dico bene? Ho sentito dire che è un posto incantevole. ‘’
Menelao si irrigidì e Licaone continuò:’’ E sei stato sbattuto fuori, fuori dall’Isola dei Beati perché hai fatto la scelta sbagliato. Ma ti posso capire, di scelte sbagliate ne ho fatte tante anch’io. Come tentar di uccidere tuo suocero. Tu ti sei rifiutato di reincarnarti con la donna che ti aveva rovinato la vita. Hai rifiutato di fare la marionetta di Afrodite. Peccato che lei abbia trovato il modo per fartela pagare, dico bene? ‘’
‘’ Attento a te, Licaone – disse il greco, con il suo miglior tono da generale – Non dire un’altra parola. ‘’
‘’ Altrimenti? Sei disarmato e debole. Ed io… ‘’
‘’ Tu stai per morire. ‘’
Nick disse solo quello e gli lanciò addosso un’ampolla che lo fece sbuffare divertito. Davvero? Era quello il loro piano geniale per fermarlo? Stava per ridere ma… beh… sapete, ridere diventava difficile se si sta andando a fuoco tipo Torcia Umana.
Menelao coprì gli occhi di Mary. Quello non era uno spettacolo a cui poteva assistere una giovane donna.
‘’ Ehi! Sento puzza di bruciato! ‘’
‘’ Non ne hai idea ragazzina… non ne hai idea… ‘’
   
 
Leggi le 2 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Epico / Vai alla pagina dell'autore: Lady White Witch