Crossover
Segui la storia  |       
Autore: fulmineo    15/07/2017    0 recensioni
Spesso ci sono cose che perdiamo e ne troviamo altre. Belle e brutte. Questo è ciò che imparerà una ragazza senza memoria a Los Angeles.
Genere: Azione, Generale, Sentimentale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Slash, FemSlash, Crack Pairing | Personaggi: Anime/Manga, Telefilm
Note: AU, Cross-over, OOC | Avvertimenti: Tematiche delicate
Capitoli:
 <<    >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Prima che la dottoressa Callie Torres e la specializzanda Jo Wilson potessero portare la donna aggredita, che rispondeva al nome di Tara Jones, in Radiologia, Callen e Sam riuscirono ad interrogarla.

Ma la donna, passando davanti alla camera ove Quinn e Prentiss piantonavano la misteriosa giovane, si fermò "Quella ragazza..."

"Era sulla scena del crimine. È stata lei ad aggredirla?"

"No... Quattro ragazzi mascherati." Rispose, spiegando quanto accaduto "Mi ha aiutata e... Credo abbia perso la memoria... Mi è sembrata confusa."

"D'accordo. Grazie!" Sorrise Sam.

Callen andò allora a parlare con le due colleghe "Non è lei l'aggressore, ma quattro uomini mascherati."

"Se non trovano DNA sotto le unghie della vittima siamo in alto mare..." Disse Emily.

"Hai ragione. Ha parlato? Perché la donna dice che potrebbe aver perso la memoria."

"No... La dottoressa Meredith Grey ha detto che potrebbe soffrire di amnesia e ha richiesto un consulto Neurologico e le ha fatto un prelievo di sangue per cercare tracce di droghe!"

"Bene... Noi andiamo. Fateci sapere se ci sono novità e non perdetela mai di vista!" Concluse Callen, andando via col partner di colore e, pochi minuti dopo, qualcuno bussò alla porta della stanza ove stava la ragazza.

"Salve, sono la dottoressa Teddy Altman e lei la dottoressa Cristina Yang... Siamo qui per controllare il suo cuore! Accetta?"

La ragazza dai corti capelli mori e gli occhi scuri annuì col capo e seguì le due dottoresse assieme a Quinn e Prentiss sino ad una stanza con un lettino, una cyclette e qualche macchinario "Tolga la maglietta e si stenda sul lettino."

Subito la giovane annuì e, quando tolse la maglietta, le altre quattro videro un bell'addome tonico e scolpito, poi Cristina le applicò gli elettrodi per fare un'ECG poi, al termine di questo, test sotto sforzo sulla cyclette.

I risultati soddisfarono Teddy "Bene! Il tuo cuore è molto forte. Ne sono lieta... Sul sito dell'ospedale, nell'area pazienti, verrà creata la tua cartella clinica on-line... Per la segretezza, sarai tu ad inserire la password, così nessuno violerà la tua privacy!"

La ragazza annuì e tornò alla sua stanza, con Teddy che prese il suo tablet per fare ciò che aveva appena spiegato alla giovane, visto che non c'erano infermiere e, nel mentre, nella stanza entrarono quattro dottoresse "Salve, sono la dottoressa Shepherd! Devo fare a te il consulto per constatare una possibile amnesia?"

"Si." Rispose Emily, indicando la giovane "È testimone di un'aggressione ad una donna e l'ha aiutata."

"Abbiamo un eroe, allora!" Sorrise la castana dagli occhi azzurri "Io mi chiamo Amelia, loro le mie tre specializzande. Tu?"

La ragazza non rispose "Non lo sai o non vuoi dirlo?" Chiese Quinn.

Anche due delle specializzande, ovvero Heather Brooks e Stephanie Edwards, le fecero domande e la ragazza non rispose, finché la terza specializzanda non avanzò, posando le proprie mani su quelle della giovane, pressapoco sua coetanea "Ciao... Lo so che è difficile, ma potresti aiutarci a capire se soffri d'amnesia o meno se rispondi. Che ne dici? Ti va di aiutarmi?"

La ragazza fissò la specializzanda innanzi a lei, dai lunghi capelli mori mossi legati in un chignon dal quale alcuni ciuffi ribelli sfuggivano e gli occhi verde-ambrati, poi strinse piano le sue mani, sfiorandole le nocche coi pollici, con tenerezza "È Agosto..."

Sia le due Agenti Speciali che Teddy e le altre dottoresse la fissarono, colpite da quella bella voce e la specializzanda sorrise "Sai in che anno siamo?"

"2012... Sono in vacanza con la mia ragazza Katryn ed i nostri figli..."

Intervenne Amelia, ma la giovane guardava solo la specializzanda "Il tuo nome?" Chiese la castana.

"Klaus Mathis... Il tuo?" Domandò alla specializzanda.

"Mimì Schöns." Sorrise la ragazza.

"Hai un sorriso bellissimo." Ammise Klaus, sfiorandole la guancia col dorso della mano destra.

"Soffre di amnesia, confermo il sospetto. Torniamo più tardi... Con permesso!" Si congedò Amelia, andandosene con le tre specializzande e Klaus salutò Mimì, che ricambiò e le si avvicinò Teddy.

"Ecco la tua cartella clinica on-line. Scrivi qui la password..."

Klaus sorrise appena, perché non aveva dubbi sul quale sarebbe stata la password, ma altro le passò per la testa "Chiamate la mia ragazza... Deve sapere che sono qui..."

"Vedi... Non siamo in Agosto e non è il 2012. Siamo nel 2017 ed è Luglio." Rivelò la bionda Chirurga dagli occhi verdi.

La ragazza sgranò gli occhi ed iniziò ad agitarsi "C-Cosa?" Chiese incredula "E... E Katryn?? I bambini? Io... Io..."

Iniziò ad agitarsi e Teddy decise di iniettarle un calmante, mentre Quinn e Prentiss la tenevano ferma, aiutate dal Primario di Chirurgia Richard Webber, che passava davanti alla stanza.

Ora che avevano risolto il mistero sull'identità della ragazza, ne era sorto un altro. Dov'erano la sua compagna ed i loro bambini?

  
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<    >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Crossover / Vai alla pagina dell'autore: fulmineo