Storie originali > Drammatico
Ricorda la storia  |      
Autore: sympansheep    17/07/2017    0 recensioni
«Auri» chiese, chinando il capo sulla sinistra, dipingendo debolmente un sorriso sul proprio volto. Il suo tono era calmo, ma vacillava: «Cos’hai fatto?».
Genere: Angst, Malinconico, Triste | Stato: completa
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Nox est perpetua una dormienda1
Quei capelli dorati avevano perso la loro lucentezza tutt’ad un tratto. E quegli occhi celestiali, perché non li vedeva più come pochi attimi prima?
«Auri» chiese, chinando il capo sulla sinistra, dipingendo debolmente un sorriso sul proprio volto. Il suo tono era calmo, ma vacillava: «Cos’hai fatto?».
Le sue iridi scivolarono sulla sua figura, per poi ricadere su un semplicissimo coltello da cucina. Tutto gli fu più chiaro. Lacrime malcelate rigarono il viso della giovane davanti a lui, per poi toccare a terra. Ma le sclere arrossate non cambiarono la sua opinione su di lei.
«Non importa: mi hai reso felice» concluse, accasciandosi sul pavimento per abbandonarsi all’eterno sonno.

 

1: riferimento al carme V di Catullo, da cui è preso il prompt proposto in precedenza per la challenge "Corsa delle 24 ore", IV edizione.
58. “I soli possono cadere e tornare; per noi, quando la breve luce cade, c'è il sonno di una notte senza fine” – Catullo

   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Drammatico / Vai alla pagina dell'autore: sympansheep