Storie originali > Drammatico
Segui la storia  |       
Autore: Heartbreakgirl5899    20/07/2017    0 recensioni
"Ma sta scherzando? solo un animale". " sempre la solita! Tutti dobbiamo morire prima o poi".
Quante volte avete detto o sentito queste parole? Io negli ultimi tempi molto volte. Ma nessuno cerca di capire quello che provo.
Per me non un animale, una persona.
Per me non un cane, un fratello...anzi... un pezzo del mio cuore e ho paura di perderlo.
Genere: Generale, Malinconico, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
"Mi dispiace signorina...ma il suo cane potrebbe avere un tumore,non sappiamo di che natura". A quelle parole il mondo mi crolla addosso. "U-Un tumore?" "Si,ma cerchi di pensare che sia di natura benigna". Rimango in silenzio. Vorrei urlare,piangere,ma non ci riesco. Sono in un mondo tutto mio. "Angy...tranquilla" cerca di consolarmi mia madre. Ma non la ascolto. La sua voce lontana. Sento la sua mano scostarsi dalla mia. "Grazie dottore. Adesso cosa bisogna fare?" Continua rivolgendosi questa volta all'uomo con il camice bianco. "Beh,monitorare la situazione. Faremo delle analisi delle urine,esami del sangue,etc. La cosa pi importante per ora scoprire la natura della massa che si trova vicino alla vescica".

Ringraziamo il dottore,ed entriamo in una piccola stanza blu. A destra c' un lavandino e un piccolo tavolo in legno ,e sul lato opposto una specie di lastra di ferro,sui cui sdraiato un pastore svizzero di 50 kg,chiamato Ninja,per gli amici Mostro,e per me Mostro Peloso(lo so,solitamente il soprannome dovrebbe essere pi corto del nome,ma a me piace chiamarlo cos).

"Mostro Pelosone" lo chiamo,e quella massa di pelo informe comincia a scodinzolarmi con quelle poche forze che ha. Lo abbraccio e rimaniamo cos per un po'. Mia madre rimane alla porta a guardarci e sorride. Non ho fratelli o sorelle,ma lui per me lo . anche il mio migliore amico.

"Andiamo puzzone...torniamo a casa" prendo il guinzaglio che avevo poggiato quando eravamo arrivati nella clinica veterinaria,faccio

scendere quella palla di pelo e raggiungiamo mia madre nella sala d'attesa,per poi uscire.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Drammatico / Vai alla pagina dell'autore: Heartbreakgirl5899