Storie originali > Drammatico
Segui la storia  |       
Autore: Leaina    04/08/2017    1 recensioni
« L'amore è solo un dettaglio opinabile, figlio. »
__
Dei moderni Caino e Abele. Ma tutto non va come è già stato scritto.
Genere: Drammatico, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
NESSUNO TOCCHI CAINO
 

A Carachiel, Naoko_chan e Violet Girl, muse incosapevoli. 
Ma neanche troppo. 





 
Disse Caino al Signore: « Troppo grande è la mia colpa per ottenere perdono?
Ecco, tu mi scacci oggi da questo suolo e io mi dovrò nascondere lontano da te; io sarò ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrerà mi potrà uccidere ».
Ma il Signore gli disse: « Però chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte! ».
Genesi, 4; 13-15.

 
I.
Nomen Omen.
 
 
Caino ha gli occhi grandi e la bocca larga, senza denti, ma fin da subito sorride e strilla a tutti, cercando di ghermire nel piccolo pugno il mondo. 
Ad ogni mossa, è un trionfo di gridolini — e la stanza risuona di eco, di voci, di passi che accorrono frementi e di fruscii di vesti morbide che si strusciano fra loro, in una processione di braccia e carezze al nuovo nato.


« Com’è grazioso! » 
« Oh, ma guardalo! »
« Posso prenderlo in braccio? »
« Assomiglia tutto al suo papà. Bel lavoro, vecchio mio. »

Il padre è tutto un fremere di grazie e strette di mano, ha le guance segnate da tempo, insonnia e commozione. La madre invece è di un’inquietudine diversa, smaniosa, che guarda e piange il bel corpo lacerato dal parto come si fa con una persona cara all’estremo saluto: non c’è gioia alcuna nelle sue lacrime, nelle urla che nessuno ascolta.
Sulla sua spalla sbadiglia un altro batuffulo che non ha ancora nome, silenzioso, che prova a toccarla e a cercare il suo seno con le palpebre strette strette.
Ma è acerbo il suo petto e quello che esso nasconde, e porge — getta, disgustata — al marito il figlio con un rantolo, prima di nascondersi nel cuscino.
 
« Fa tu — gli dice, sottovoce — io non ho idee da sprecare per una serpe. Ho già covato un assassino. »
 
L’uomo non fa una piega —  è stravolta dal parto, povera donna.
Guarda il piccolo a lungo e lo stuzzica finché gemendo non apre gli occhi, profondi ed azzurrissimi.
E sa. Perché no?
A lui piacciono gli anagrammi. La moglie poi non lo contraddirà: ha parlato di veleno, in fondo.
 
« Benvenuto anche a te, Ciano. »




 
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Drammatico / Vai alla pagina dell'autore: Leaina