Giochi di Ruolo > Dolce Flirt
Segui la storia  |       
Autore: Nidafjollll    07/08/2017    11 recensioni
[STORIA INTERATTIVA; Iscrizioni chise.]
La mitologia greca, da sempre, suscita grande interesse e stupore nell'uomo.
Il mito del minotauro, di Polifemo, dei giganti... miti che, per secoli, hanno continuato a vivere, come impressi nella memoria degli umani.
I miti e le leggende più famose, ovviamente, riguardano gli dei. Dei capricciosi e viziosi che dimoravano sull'alto monte Olimpo. Ed era da uno dei vizi che si concedevano gli dei che nascevano i mezzosangue.
Grandi profezie e imprese spettano a questi ultimi. Le progenie degli dei sono gli unici a conoscere realmente i pericoli che minacciano la tranquillità e monotonia del mondo mortale.
Tocca a loro, dunque, compiere grandi imprese e sigillare nel Tartaro tutti i mostri mitologici, resuscitati.
Genere: Avventura, Fantasy, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Yaoi, Yuri | Personaggi: Nuovo personaggio, Un po' tutti
Note: AU, Cross-over | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

00:Olympus.”

 

 




 

 

 

Un dolce e zuccheroso aroma di fragole mature aleggiava nell'aria, sospinto da una leggera brezza estiva.
Il sole splendeva alto nel cielo, privo di nuvole, costringendo i figli di Ipno a chiudere porta e finestre della loro casa per favorire maggiormente il loro sonno. Tutti coloro che si azzardavano a mettere piede nella loro casa venivano immediatamente tentati dal dolce e profondo sonno.
Al limitare del bosco, invece, si udivano le grida allegre delle giovani driadi che – per gioco – si facevano inseguire dai satiri, promettendo loro un casto bacio in caso fossero riusciti a prenderle. Cosa che non avveniva quasi mai dato che queste ultime, non appena vedevano che un satiro si avvicinava troppo, si trasformavano in albero facendo finire i poveretti col muso dolorante.
Poco lontano dai giochi delle driadi e dei fauni si trovavano i figli di Afrodite intenti a contemplare ammirati la propria immagine riflessa sull'acqua cristallina di un laghetto; un paio di nàiadi a tenere loro compagnia.
Al Campo Mezzosangue si prospettava una tranquilla giornata estiva, come tante.
“Sono in ritardo. I satiri dovevano ritornare ieri.”
La voce maschile, intrisa di preoccupazione, di Nathaniel si fece sentire, sovrapponendosi alle tante altre.
“Spero non sia successo niente di preoccupante a loro e ai semidei.” sospirò, una mano pallida in mezzo ai fili dorati che erano i suoi capelli.
In tutta risposta, il giovane ragazzo non ricevette altro che silenzio. La sua interlocutrice pareva essere totalmente immersa nei propri pensieri.
“Non c'è bisogno di preoccuparsi” la donna finalmente parlò. “Uno o due giorni di ritardo non sono niente. Abbiamo questioni più importanti da affrontare.” disse, alzando una mano rugosa a sistemarsi gli occhiali sul naso.
A Nathaniel le sue parole non piacquero neanche un po'. Il modo in cui si rivolgeva ai mezzosangue, considerando le loro vite un gioco, lo innervosiva parecchio. Tuttavia quest'ultimo non poté far altro che annuire; non poteva assolutamente permettersi di mettersi contro la direttrice.
Con un leggero gesto del capo il ragazzo si congedò e imboccò il sentiero che conduceva alla più alta di tutte le colline che circondavano il Campo; il pino di Talia – con il vello d'oro appeso ad un ramo – svettava imponente sulla cima.
Con uno sguardo più attento si potevano notare delle scaglie serpentesche che riflettevano alla luce del sole. Attorcigliato al pino stava di guardia un gigantesco drago: Peleo.
“Spero non succeda loro niente di male.” sussurrò in un sospiro Nathaniel, lo sguardo perso e il pensiero rivolto ai Custodi che avrebbero dovuto scortare al Campo i giovani – e ancora ignari – semidei.

 

 

 

Glossario:

  • Ipno: nella mitologia greca è il dio del sonno.
  • Mezzosangue/Semidei: esseri umani, mortali e delle volte con abilità divine, concepiti dopo l'unione di una divinità e un comune mortale.
  • Driadi: figure della mitologia greca. Erano ninfe che vivano nei boschi e ne incarnavano la forza e il rigoglio vegetativo. Venivano raffigurate come belle e giovani fanciulle, con la parte inferiore terminante in una sorta di arabesco che imitava un tronco d'albero: erano delle piante, solo in parte. Sono in grado di diventare un tutt'uno con l'albero al quale appartengono.
  • Satiri: figura maschile della mitologia greca. Abitava nei boschi e le montagne. Generalmente raffiguranti come esseri umani con corna, coda e zampe caprine. Sono i Custodi del Campo Mezzosangue, incaricati di trovare e aiutare giovani mezzosangue.
  • Afrodite: nella mitologia greca è la dea dell'amore e della bellezza.
  • Nàiadi: figure femminili della mitologia greca. Presiedono a tutte le acque dolci della terra e possedevano facoltà guaritrici e profetiche.
  • Pino di Talia: un grande e imponente pino, situato sulla collina più alta. Costituisce il primo sistema protettivo del campo, tenendo lontani mostri e nemici. Su uno dei suoi rami è situato il vello d'oro, sorvegliato dal drago Peleo.
  • Peleo: dragone che funge da sentinella al vello d'oro.

 

 

 

*

 

 

Hii.
Eccomi qui decisa a cimentarmi in una nuova storia interattiva! Iscrizioni aperte da ora, fatevi sentire in tante, mi raccomando.
Da come, spero, avrete capito questa – oltre ad essere una storia ad oc – è una specie di AU e cross-over con la famosa saga dello scrittore Rick Riordan: “Percy Jackson e gli eroi dell'Olimpo”.
Ovviamente anche chi non ha mai sentito parlare di questi libri è invitato a partecipare alla storia; la mia storia avrà una trama completamente a sé, fatta ad accezione per l'ambientazione. E gli dei, ovvio.

Gli oc che mi manderete saranno dei mezzosangue, semidei (chiamateli come volete). Ovvero ragazzi nati dall'unione di un mortale e di un dio, già.
Dicevo: i vostri oc saranno dei mezzosangue che, una volta trovati e accompagnati dal loro satiro, giungeranno al Campo Mezzosangue. Una volta al Campo scopriranno la loro discendenza divina e, niente, la trama continuerà.
Ora vi lascio a delle piccole regolette che dovrete seguire e a qualche spiegazione più dettagliata.



 

 

Regole:

 

 

  1. Ognuno potrà partecipare con massimo due oc a testa. In tutto accetterò solo 12 oc. 

  2. La scheda oc del personaggio (che vi illustrerò più giù) dovrete mandarmela tramite messaggio privato. Non nelle recensioni, no. Nelle recensioni mi direte semplicemente se avete intenzione di partecipare o meno e, dopo un mio eventuale ok, potrete mandarmi la scheda compilata in un semplice messaggio.

  3. Non accetto Mary Sue/Gary Stu. Siate originali, care! Sbizzarritevi quanto più potete (but se vi azzardate a mandarmele tutte “cattive”, “ribelli” e “insensibili”... vi butto giù dal Tartaro).

  4. Per quanto riguarda la storia d'amore... ci ho pensato molto e sono giunta alla conclusione che voi non sceglierete il ragazzo che più vi aggrada. Non odiatemi. Nella scheda, però, potete dirmi con quale ragazzo non volete assolutamente finire assieme (e magari esprimete preferenze su uno di loro, così da renermi la scelta meno travagliata). Ovviamente, essendo nella mia natura, la storia d'amore sarà... complicata. Tuttavia credo che due degli oc che mi manderete, per facilitarmi le cose, verranno accoppiati tra loro. Come sempre, a voi la scelta.
     

  5. Accetto oc (sia maschili che femminili) eterosessuali, omosessuali e bisessuali. Ovviamente, però, non mandatemeli tutti omosessuali. Senno vi scaglio contro Cerbero.
    Vi avviso già da adesso: gli oc non eterosessuali, saranno pochi (non che sia omofoba, anzi, ma per facilitarmi la gestione degli oc)

  6. Essendo uno dei genitori un dio dell'Olimpo al vostro oc mancherà un genitore (e ciò dipende da quale genitore divino voi avete scelto di avere).

  7. Non scegliete tutte come genitore divino: Zeus, Ade, Poseidone. No. Scegliete anche gli altri poveri dei minori.
    Ovviamente non potete assolutamente scegliere di avere come genitore divino Era o Artemide. Era essendo la dea delle fedeltà e Artemide cuz è ha fatto voto di castità.

  8. In fondo, più tardi, metterò una scheda completa di tutti gli dei dell'olimpo e le caratteristiche che i semidei ereditano. Dovete rispettare queste caratteristiche (ad esempio: i figli di Ipno sono soliti dormire molto... non potete mandarmi un oc che ha come padre divino Ipno e che è pieno di forza e vitalità. Sarebbe incoerente).




     

 

Scheda oc:

(quando trovate la stellina – o quel che è – vuol dire che è facoltativo. Potete quindi non rispondere e lasciare in bianco)
 

  • Nome:

  • Secondo nome*:

  • Cognome: (siate originali. Se non avete nomi carini da proporre lasciate carta bianca e ci penserò io)

  • Età: (compresa tra i 15 e i 19 anni)

  • Orientamento sessuale:

  • Carattere: (più dettagliate siete... meglio è)

  • Aspetto fisico:

  • Ragazzo/a con cui non voglio che il mio oc abbia una relazione*:

  • Amicizie:

  • Inimicizie:

  • Abilità particolari*:

  • Passato:

  • Arrivo al Campo Mezzosangue*: (spiegatemi come avete raggiunto il Campo e come avete incontrato il vostro Custode/satiro.)

  • Genitore divino: (ripeto. Non siate razzisti verso i dei minori.)

  • Reazione: (intesa come reazione a quando scopre di essere un semidio)

  • Hobby*:

  • Cosa ama:

  • Cosa odia:

  • Altro*:

 

Per qualsiasi cosa a voi non chiara.. non esitate a contattarmi per spiegazioni!





 

Flirt:
 

Giusto per informavi di quali ragazzi e ragazze sono disponibili per la storia d'amore.

Ragazzi: Castiel, Lysandre, Nahthaniel, Armin, Alexys (sì, esatto. oc maschili, fatevi sotto), Kentin, Dake.

Ragazze: Iris, Melody, Violet.

 





Dei dell'Olimpo:

 

Casa I; Zeus”

[Casa dedicata a Zeus, dio del cielo e re degli dei.
II suoi figli hanno il controllo sui fulmini e sulle correnti d'aria. In casi particolarmente rari è possibile volare, sempre controllando le correnti d'aria.]

 

Casa II; “Era”

[Casa dedicata a Era, moglie di Zeus e regina degli dei.
Essendo la dea del matrimonio e della fedeltà, Era, non ha figli tra i mortali. La cabina II, sempre vuota, è solo onoraria.]

 

Casa III; Poseidone”

[Casa dedicata a Poseidone, dio del mare.
I figli hanno un determinato potere sulle sostanze liquide.]

 

Casa IV; Demetra”

[Casa dedicata a Demetra, dea dell'agricoltura e della terra.
I suoi figli amano la vita all'aria aperta e ci sanno fare con la natura.]

 

Casa V; “Ares”

[Casa dedicata a Ares, dio della guerra.
I figli sono spesso e volentieri di grande stazza, robusti e litigiosi.]

 

Casa VI; Atena”

[Casa dedicata ad Atena, dea della saggezza e strategia militare.
Possiede figli scaltri, spesso dai tratti somatici della madre: capelli biondi e occhi grigi.]

 

Casa VII; “Apollo”

[Casa dedicata ad Apollo, dio del sole e delle belle arti.
I suoi figli sono molto abili nel canto, nel tiro dell'arco, a basket e nell'arte della medicina.]

 


Casa VIII; Artemide”

[Casa dedicata ad Artemide, dea della luna e della caccia.
Avendo fatto voto di castità la dea non possiede figli. La cabina è onoraria, nonostante delle volte ospiti le Cacciatrici di Artemide.]

 

Casa IX; Efesto”

[Casa dedicata ad Efesto, dio della metallurgia.
I figli sono ragazzi abili nel costruire oggetti di qualsiasi tipo. In casi rari è possibile possere il controllo su fuoco e fiamme, diventadone immuni.]


 

Casa X; Afrodite”

[Casa dedicata ad Afrodite, dea dell'amore e della bellezza.
I figli, la maggior parte delle volte, si tengono fuori da ogni attività del Campo – tranne l'equitazione assieme ai Pegasi. Passano il loro tempo a specchiarsi nel lago, ad acconciarsi i capelli e a spettegolare. Non vengono considerati molto forti e non vengono quasi mai ricercati dai mostri.]

 

Casa XI; Ermes”

[Casa dedicata a Ermes, messaggero degli dei e protettore dei ladri, viaggiatori e commercianti.
Essendo Ermes il protettore dei viandanti la cabina XI – oltre ai figli del dio – anche tutti gli indeterminati.
I suoi figli sono soliti a fare scherzi e rubare.]

 

Casa XII; Dioniso”

[Casa dedicata a Dioniso, dio dell'energia naturale, delle feste e del vino.
Hanno un discreto potere sulle piante e un debole per il vino.]

 

Casa XIII; Ade”

[Casa dedicata ad Ade, dio dell'oltretomba.
I figli, spesso, hanno vita dura e per niente facile. Inoltre hanno il controllo della terra e degli elementi che la compongono; in casi rari è possibile avere il potere di resuscitare le anime dei morti, soggiogandoli a sé.]

 

Casa XIV; Iride”

[Casa dedicata ad Iride, dea dell'arcobaleno e messaggera degli dei.
Nessuna caratteristica accomuna i suoi figli.]

 

Casa XV; “Ipno”

[Casa dedicata ad Ipno, dio del sonno.
I figli passano gran parte del loro tempo a dormire nella loro cabina.]

 

Casa XVI; Nemesi”

[Casa dedicata a Nemesi, dea della vendetta e dell'equilibrio.
Ha figli molto vendicativi, che non si fermano davanti a nulla per la loro vendetta.]

 

Casa XVII; Nike”

[Casa dedicata a Nike, dea della vittoria.
I suoi figli sono molto competitivi e abili negli sport, qualunque esso sia.]

 

Casa XVIII; “Ebe”

[Casa dedicata a Ebe, dea della giovinezza.
I figli hanno il dono di guarire in fretta – grazie al fatto che la madre è dea della giovinezza.]

 

Casa XIX; Tyche”

[Casa dedicata a Tyche, dea della fortuna.
Nessuna caratteristica accomuna i suoi figli.]

 

Casa XX; Ecate”

[Casa dedicata ad Ecate, dea della magia.
I suoi figli maneggiano l'arte della magia e hanno il controllo sulla foschia.]

 

 

*

 

Detto ciò ho finito di annoiarvi.
Sappiate che io mi accorgerò comunque, in un modo o nell'altro, se avete o meno letto la parte noiosa del capitolo. Io lo faccio per il vostro... bene(?). Ci tengo che il tutto risulti coerente.
Vi auguro una dolce notte! O giornata. Dipende quando leggere.

Un bacio; 
Nida.

  
Leggi le 11 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Giochi di Ruolo > Dolce Flirt / Vai alla pagina dell'autore: Nidafjollll