Film > Altro
Segui la storia  |       
Autore: KaronMigarashi    09/08/2017    1 recensioni
[Boyka: Undisputed]
[Boyka: Undisputed]
Yuri Boyka, il lottatore più completo al mondo, è stato di nuovo rimesso nel carcere di massima sicurezza, ma questa volta con l'ergastolo a pendergli sulla testa. Dopo pochi mesi di carcere , una visita inaspettata gli propone un accordo che, se accetta, lo farà uscire di galera all'istante.
Nola Daniels, figlia di un boss della malavita americana, da settimane viene perseguitata da minacce e piccoli incidenti che fanno ben intendere di voler attentare alla sua vita. Purtroppo neanche un improvvisato viaggio in Italia riesce a far smettere chiunque ci sia dietro e, dopo l'ennesima minaccia, il padre della donna decide così di assumerle una guardia del corpo.
Genere: Sentimentale, Sportivo, Thriller | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: Lemon, Movieverse | Avvertimenti: Violenza
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A



 

Entrò nella hall a passo sicuro, i tacchi delle sue décolleté beige risuonavano imperiosi sul pavimento di marmo, slanciando le forme abbondanti della donna. Si coprì la bocca con una mano mentre sbadigliava, era stanchissima. Aveva passato tutta la sera alla première di un servizio fotografico di una vecchia amica di famiglia. Aveva bevuto con gente importante e danzato con azionisti e ricchi banchieri, ma nessuno aveva attirato la sua attenzione. Nessuno su cui aveva soffermato lo sguardo più di una volta. Lanciò un'occhiata veloce al costoso Rolex di platino e diamanti che aveva sul polso destro, sbatté le palpebre, sempre più pesanti, nel notare che erano quasi le quattro del mattino! Coprì l'ennesimo sbadiglio quando arrivò alla reception, accolta dal radioso sorriso dell'uomo a cui era toccato il turno di notte.

 

“ Serata interessante, Miss Daniels? “

 

La donna gli sorrise di rimando e, inclinando leggermente la testa da un lato, lo studiò. Il giovane portinaio e custode doveva avere all'incirca la sua stessa età. Un venticinquenne che faceva gli straordinari per racimolare qualche gruzzolo in più. Lei al contrario non ne aveva mai avuto bisogno, proveniva da una famiglia prospera e molto ricca. L'uomo aveva il viso butterato, con la fronte perennemente ricoperta di sudore, ora capiva perché lo mettevano solo ai turni notturni. Gli rivolse un sorriso complice prima di rispondergli.

 

“ Di una noia mortale! “

 

Sbuffò. Prese a tamburellare le dita sul piano di legno levigato del bancone, guardando il portinaio con aria annoiata. Inarcò un sopracciglio.

 

“ So che è arrivato un pacco per me, nel pomeriggio. “

 

Tese una mano verso di lui mentre, con la coda dell'occhio, lo vedeva affannarsi sotto il bancone, alla ricerca dell'oggetto. Sapeva che suo padre le avrebbe mandato un regalo in giornata e, quando era arrivata alla première fotografica, le era stato recapitato un avviso in cui l'avvisava dell'arrivo di un piccolo pacchetto. Fremeva di curiosità chiedendosi cosa poteva contenere, suo padre non aveva voluto dirle nulla per non rovinarle la sorpresa.

Non appena ricevette il pacco, una scatola di cartoncino spesso bianco grande come una mano e chiusa con un bel nastro rosso scuro, iniziò a salire i gradoni principali diretta al secondo piano dell'hotel.

Arrivata davanti alla porta della sua camera, la giovane donna pescò dalla pochette nera una chiave magnetica e la strisciò sul lettore di scheda attaccato alla porta. Si sentì un leggero bzz e la serratura scattò, facendo così aprire la porta automaticamente verso l'interno. Entrò in fretta, chiudendosi la porta alle spalle, e con un sospiro di sollievo si tolse le scarpe, scalciandole e sparpagliandole per la camera. Velocemente, poggiò pacchetto e borsetta sopra il grande letto matrimoniale e prese il cellulare. I piedi le formicolarono dalla stanchezza mentre si sedeva sul bordo del letto, gli occhi grigi non facevano altro che guardare con curiosità il pacchetto regalo. Le dita fremevano per aprirlo.

Digitò il numero del padre e aspettò, sentì l'uomo rispondere al quarto squillo.

 

“ Ciao papà! “

 

Lo salutò lei, felice. Era quasi un mese lontana da casa, in vacanza nella torrida terra italiana. Non era abituata a tutto quel caldo, lei che ha sempre vissuto nel freddo della Russia. Diede uno sguardo alla sua pelle delicata, sbuffò scocciata quando notò che le braccia erano quasi ustionate dal sole che aveva preso.

 

“ Sì, sto bene. Sono appena tornata dalla festa dei Vincentini... sì, sì è stata una serata tranquilla... no papà non ho conosciuto nessuno in particolare. “

 

Alzò gli occhi al cielo, fissando il soffitto. Non le andava giù il fatto che il padre stava cercando in tutti i modi di trovarle qualcuno con cui sistemarla a vita. Magari del suo stesso ambiente lavorativo...

 

“ Papà, ascolta, ho ricevuto il tuo regalo! Grazie! “

 

Il momentaneo silenzio dall'altra parte della cornetta la insospettì. Corrugò la fronte, perplessa.

 

“ Papà?... come sarebbe a dire che ancora non l'hai spedito?? “

 

Strabuzzò gli occhi a quella notizia, si chiese allora di chi fosse il pacchetto che aveva in quel momento. Pensò ad un errore, ma poi notò la scritta sul nastro dove c'era proprio il suo nome e cognome. No, non era un errore. Il regalo era per lei.

 

“ Aspetta in linea, adesso lo apro. “

 

Tenendo il cellulare incastrato tra la spalla e la guancia, prese il pacchetto con entrambe le mani e sciolse il fiocco. Alzò il coperchio rigido della scatola e quando vide ciò che conteneva, cacciò un urlo pieno di terrore. Con dita tremanti lasciò cadere il pacchetto e tutto il suo macabro contenuto, il cellulare le cadde sul pavimento. Tremando da capo a piedi, iniziò ad indietreggiare fino a sbattere la schiena sulla porta chiusa. Perché?? Perché mi hanno mandato questa roba?! Oddio, oddio, oddio!

Un secondo strillo, più forte del precedente, si divulgò per tutta la Hall dell'Hotel svegliando così gran parte degli ospiti.

 

  
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Film > Altro / Vai alla pagina dell'autore: KaronMigarashi