Storie originali > Nonsense
Ricorda la storia  |      
Autore: The Blue Devil    10/08/2017    1 recensioni
Un professore spiega ai suoi alunni "tempi e modi di utilizzo del congiuntivo nell’idioma Italico". Ma siamo sicuri? Io ho qualche dubbio...
One-shot pensata e scritta di getto, in dieci minuti (o giù di lì).
Genere: Comico, Demenziale | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: Nonsense | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
IL CONGIUNTIVO, QUESTO SCONOSCIUTO!
 
Bene! Oggi ragazzi parleremo del "congiuntivo". Come di sicuro non sapete, perché se lo sapeste non dovrei spiegarvelo, vi spiego solo ciò che non sapete, nell’idioma Italico esistono diversi tipi di "congiuntivi" e oggi vorrei, anzi voglio, altrimenti sarebbe vorrei ma non posso, ma dato che posso, voglio, parlarvi dei congiuntivi più diffonduti... come dici Giorgino? Si dice diffusi e non diffonduti? Bravo, era per vedere se siete attenti, ma ti metto una bella nota sul registro, poiché non s’interrompe mai un professore mentre spiega. A proposito "spiegare" è un termine di etimologia incerta, da "piegare" che con la "s" davanti, nega l’azione: quindi potrei dire oggi non ve lo piego.
Ora andiamo ad analizzare questi congiuntivi... Paolina, se ho capito bene, hai chiesto se dobbiamo andare in laboratorio per le analisi dei congiuntivi? No, noi non dobbiamo andare in laboratorio, ma tu devi andare dal Preside!
Il primo congiuntivo è il "congiuntivo riassuntivo" che è quando si dice facciamo il "congiuntivo della giornata": ci si congiunge la sera e si fa il riassunto di tutti gli eventi accaduti nella giornata trascorruta. Marietta hai alzato la mano? Parla. Ah! Si dice trascorsa: ottimo, nota anche per te... come dici? Non è giusto perché hai alzato la mano? Ma mi hai interrotto lo stesso mentre non lo piegavo, quindi nota sul registro.
Il secondo è il "congiuntivo condizionale" che è quando si fa un prestito, quindi ci si congiunge con un contratto all’altro, e si chiede il settanta per cento di interesse. Cioè si pongono delle "condizioni". Non confondetelo col "congiuntivo d’interesse", col quale ci si congiunge per fare altro... A proposito, sul contratto si appongono le firme: che significa appongo? È un termine di etimologia incerta derivante da "app", con la "a", che in Inglese significa "là", "sopra"¹, e "pongo"; alcuni dicono che derivi da "app", che sono quelle cose che usate sui vostri smartphone, e "Ongo", il famoso professore giapponese² inventore di un nuovo tipo di pongo. Quindi "appongo" significa: là sull’armadio c’è del pongo di tipo nuovo.
Poi c’è il "congiuntivo congiuntivo" che è quando si dice sono andato a casa e a scuola: la "e" è congiuntivo che congiunge. Se invece dico sono andato a casa e non a scuola, oltre a far "manca", ho creato un "congiuntivo disgiuntivo": la "e" è congiuntivo, il "non" disgiunge.
Non credo di aver corruto troppo. Non dite niente? Asini: si dice corso non corruto, nota sul registro per tutti!
Il congiuntivo ha "tempi" e "modi" di utilizzo. I "modi" sono due: "infinito", quando lo si usa e non finisce mai, e "finito" che è quando non ce n’è più.
I "tempi". Ogni congiuntivo ha il proprio tempo: se dici tempo cinque minuti e lo uso, non puoi usarlo dopo due o venti minuti. Questa è la regola.
Ora due parole sulla "congiuntivite": trattasi di brutta malattia che colpisce i ragazzi impedendo loro di usare correttamente il congiuntivo.
La "congiuntivite acuta" è una forma meno grave che fa infilare ai ragazzi i congiuntivi ovunque, anche in posti non appropriati.
La "congiuntivite ottusa" è la forma più grave che impedisce loro di usare i congiuntivi. Ho detto loro senza accento, altrimenti, con l’accento, sarebbe l’oro, che è una cosa bella dare a loro l’oro, ma la malattia non è mai bella. Quindi va senza accento.
Non confondete però la "congiuntivite" con la "congiunti-vite", che si spera faccia un buon vino, visto che è la vite dei congiunti: i congiunti sono coloro che usano il congiuntivo.
Bene! La lezione è finita! Per domani mi studiate "Tempi e modi di utilizzo del congiuntivo nell’idioma Italico", da pagina uno a pagina duemila; e mi fate gli esercizi dal numero uno al numero settemilacinquecentoventuno. Mi raccomando che domani interrogo eh!
A domani.



NON HO PAROLE!




NOTE:

¹ ovviamente il termine esatto è "up".

² il professor Hongo è il primo allenatore di Ayuhara & Co. in "Attack No.1" (in Italiano: "Quella magnifica dozzina/Mimì e la nazionale di pallavolo").


 
   
 
Leggi le 1 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Nonsense / Vai alla pagina dell'autore: The Blue Devil