Storie originali > Drammatico
Segui la storia  |       
Autore: Celia Baskerville    10/08/2017    1 recensioni
"Ma il dolore arriva all'improvviso, infrangendosi come un'onda.
Perché non vedo la luce?
Urlo, allora, urlo, la voce che esce strozzata. Mi alzo, mi copro gli occhi come per risparmiare quella consapevolezza.
Ancora. Le mani mi bloccano ancora, mi cingono in un abbraccio che mi sembra una morsa. E la voce, di nuovo, rassicura, mi calma, o almeno ci prova.
Ma io grido di nuovo."
Genere: Introspettivo, Sentimentale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

blind
I
Lightless

 

 

you're so lovely when you cry,

you're so perfect when you lie”

 

Buio.

Non c'è niente davanti a me, se non la più cieca oscurità.
Il mio corpo è pesante: ne riprendo il controllo poco a poco, con lievi movimenti delle braccia e delle gambe. Sono sdraiato, ma non capisco dove.
Perché è tutto buio?
Devo aver dormito. Per quanto, perché?
Mi sforzo di ricordare.
Niente.
Solo immagini sconnesse.
    strada.
   nero.
  bianco.
 nero.
Mi porto le mani al volto, di scatto. Cosa cazzo ho sugli occhi?
Cerco di scoprirli, cerco disperatamente di togliere quella benda. Ma mani, altre mani, bloccano le mie, e una voce mi dice di stare calmo, non è successo niente, sto bene.
Mi libero dalla stretta, ma il dolore arriva all'improvviso, infrangendosi come un'onda.
Perché non vedo la luce?
Urlo, allora, urlo, la voce che esce strozzata. Mi alzo, mi copro gli occhi come per risparmiare quella consapevolezza.
Ancora. Le mani mi bloccano ancora, mi cingono in un abbraccio che mi sembra una morsa. E la voce, di nuovo, rassicura, mi calma, o almeno ci prova.
Ma io grido di nuovo.
Mi agito, colpisco la persona che mi tiene, tempesto ogni cosa di calci. E grido.
È la rabbia che ho dentro a crearlo, l'urlo. È la disperazione. È la paura.
Le mani continuano a stringermi.
Va tutto bene, dice, va tutto bene.
Chi cazzo sei? Grido. Che cazzo mi hai fatto?
E lo odio davvero, questo essere senza senza volto.
Dov'è la luce?
Nathan, Nate, calmati mi dice.
Ed io mi fermo. Come un burattino a cui hanno tagliato i fili.
So che mi sta ancora abbracciando, so che mi sta accarezzando il volto, ma non sento niente se non il freddo improvviso sulla mia pelle.

Sono cieco?

si.

 

 

Celia's Mad Tea Party
Salve a tutti! Approdo su questa sezione, con una storia originale, l'ennesima che scrivo, la prima che pubblico qui.
Premetto che la storia mi è venuta in mente guardando un video di cosplay di Matt e Mello (Death Note), intitolato per l'appunto "Blind".
Dopo averlo visto decine di volte, perché la bravura delle due ragazze che fanno quel video mi incanta ogni volta, mi è balenata quest'idea.
Mi raccomando, ispirazione, non plagio.
Io quello che scrivo lo sto creando da sola, ed è una situazione purtroppo reale, che può capitare a chiunque.
Spero di essere all'altezza di ricrearla senza sembrare superficiale
.
La citazione iniziale viene dalla canzone "Invisible" degli Otep, che ho ascoltato mentre scrivevo. Non c'entra molto con questo capitolo, è vero, ma mi sembrava giusto inserirla perchè mi è stata fonte di ispirazione.
So che iniziare la pubblicazione di un altro racconto non è proprio la cosa giusta da fare, con tutte le fanfiction in corso e le duecento storie originali che ho in programma di finire la anni.
Ma indovinate? Non me ne frega niente.
Non so ancora che sviluppi avrà "Blind", o meglio, non ho ancora deciso tutto, ma so che non durerà molto.
Spero vi piaccia, e non nascondo che mi piacerebbe ricevere dei commenti per sapere cosa ne pensate. è la prima volta che pubblico qualcosa di mio, totalmente mio, qui, e anche se non è affatto la mia prima storia originale mi sento un pò insicura riguardo. Un giudizio sincero non fa male, ragazzi.
A presto.
Celia

 

 

 

 

   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Drammatico / Vai alla pagina dell'autore: Celia Baskerville