Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: Rosmary    11/08/2017    1 recensioni
I mostri possono anche essere reali, ma non sempre vincono, c'è anzi un tempo in cui nascono al solo scopo di essere sconfitti.
Genere: Drammatico, Introspettivo | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Risorta
 

La sbornia radioattiva lusingava le ossa
illividite bruciate dolenti –
e le voci che abitavano in te intonavano preghiere.

 

Sollevati incalzavano.
Un passo solo, solo uno, e sei in cima.


Arrivare in cima – perché?

 

Una cima, un dirupo, un insensato nulla.
Perché?
Una cima, un approdo, un’inaspettata svolta.
Perché?
Una cima, un’opportunità, una condanna vinta.

 

Arrenditi ritrattavano.
Sono cento i passi, non uno, troppi.

 

Le tempie pulsavano d’arrendevolezza.
Errore.
Le dita tremavano accartocciate d’ira.
Errore.
Ma d’un tratto la sbornia taceva sconfitta.

 

Arrivare oltre
la cima,

lì dove annusi

la vita.





 


NdA: come sempre, la tentazione di non pubblicare originali (e poesie) è forte. Credo di essere più abile con la prosa che con i versi, ma un tema simile non avrei potuto trattarlo in altro modo, e in realtà avrei potuto anche non trattarlo, ma è andata così. Grazie a chiunque abbia letto.

   
 
Leggi le 1 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: Rosmary