Storie originali > Generale
Ricorda la storia  |      
Autore: Jess2792    12/08/2017    0 recensioni
Annie è una ragazza da sempre vittima dei bulli, chiusa nel suo cerchio di orrori che solo un'adolescente può comprendere. Oggi è una donna, vuole aiutare il prossimo, fare del bene, ma i suoi ricordi d'infanzia sono stati eliminati a causa del bullismo e vuole raccontarlo, vuole far sapere al mondo a che livelli di cattiveria l'Uomo può arrivare.
Genere: Generale | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

CAPITOLO 1

Credete che la storia di Hannah Baker sia triste, che la serie TV l’abbia ingigantita o che non si tratti completamente di vero e proprio bullismo quello raccontato? Beh, io vi dico che non si può parlare di bullismo finché non lo si è vissuto, anche se spero sempre che chiunque stia leggendo non abbia subìto le mie stesse atrocità. Se invece, tu che stai leggendo, credi di essere vittima di bullismo, o ne sei sicuro, ti do un consiglio: parla con i tuoi genitori, con i professori e corri a denunciare.

Forse per capire ti aiuterà leggere della mia esperienza diretta col bussismo. Vedremo.
 

Il termine bullismo ha la sua origine nella parola inglese bullying (to bull) che significa "usare prepotenza, maltrattare, intimidire, intimorire".

Il dizionario di lingue italiana dice:

Bullismo s. m. [der. di bullo]. – Comportamento da bullo; spavalderia arrogante e sfrontata. In partic., atteggiamento di sopraffazione sui più deboli, con riferimento a violenze fisiche e psicologiche attuate spec. in ambienti scolastici o giovanili.

Sì, il bullismo è allegato principalmente alla scuola, ai ragazzini che fanno dispetti, che trattano male i compagni, ma questi non sono comportamenti da ragazzini, questi sono comportamenti da coglioni.

Sì, coglioni!

I coglioni non si trovano solamente all’interno delle aule della scuola, ma anche per strada, in ufficio, sui mezzi pubblici, al cinema, al parco, in macchina.

I coglioni sono grandi e piccoli, bambini e adolescenti come anche adulti e anziani.
 

Se il vostro collega vi prende di mira perché siete grassi, facendovi scherzi, ridendo delle vostre difficoltà, deridendovi davanti ad altri colleghi, quello di chiama bullismo.

Se una ragazza per strada viene a tirarvi su la gonna per far ridere i suoi amici e mostrare a tutti che indossate i mutandoni della nonna, quello si chiama bullismo.

Donald Trump? Secondo me è un bullo!

Quando l’arroganza e la stupidità si fondono in un unico individuo, state pur certi che non ne scaturirà una cosa buona, perché quello potrebbe diventare il vostro bullo.

Tutti abbiamo o abbiamo avuto un bullo, chi lo nega forse vuole nascondere una sua debolezza, o lo stesso fatto di essere stato “bullizzato”.
 

Non esiste miglior rimedio contro il bullismo, se non quello di combatterlo con il sorriso.
Sempre e comunque.

Non è grande chi ha bisogno di farti sentire piccolo.
- Slogan contro il bullismo

 

#AVVENTENZA
I nuovi capitoli saranno disponibili
SOLO su Wattpad sul profilo @JessicaUsardi.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Generale / Vai alla pagina dell'autore: Jess2792