Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: Sara_grover    13/09/2017    2 recensioni
C'è un filo rosso, che non è facile vedere, che collega tutte le persone del mondo. La relazione con questo filo determina il successo della vita di un uomo.
Poesia libera e sciolta.
Genere: Poesia | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Un paio di guanti

con dei fili rossi

e altri del colore delle nuvole.

In un giorno di festa

una bambina li comprava

a un mercatino dell'usato

la sua bambola aveva le mani fredde, 

Ma le bambine spesso corrono,

cadono 

e i guanti scivolano dalle tasche. 

 

In un giorno vuoto e malinconico,

un ragazzo sedeva su uno scalino freddo,

pensava a una ragazza

troppo alta per lui,

che aveva i capelli rossi

come i fili del guanto

che c'era ai suoi piedi.

Ma i ragazzi hanno memoria breve 

e lasciano i guanti nei cassetti,

le loro mamme li buttano

se spaiati. 

 

In un giorno con la luna rossa 

un uomo aveva paura

che di lui non sarebbe rimasto nulla.

Guardava il cielo

e cercava risposte

si sentiva da buttare 

come quel guanto,

quello che spuntava dal cestino.

Ma gli uomini non hanno tempo

né per le persone,

né per i guanti.

 

In un giorno di dubbia interpretazione

un vecchio senza casa

cantava una canzone 

e rideva spaventando la gente.

Raccolse il guanto 

e lo mise sopra il cuore 

sentiva il pulsare del suo sangue 

e chiuse gli occhi dicendo "grazie".

Ma i vecchi spesso muoiono,

senza che nessuno dica nulla,

e anche quella volta 

tutti stettero zitti.

   
 
Leggi le 2 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: Sara_grover