Storie originali > Romantico
Segui la storia  |       
Autore: Jeannie_17Williams    14/09/2017    0 recensioni
Alaska Jane, presente.
Una persona tra tante, tante di quelle incasinate, ovviamente.
Strana? Forse un po’. Noiosa? Anche. Permalosa? Al 100%.
Cosa succede, però, quando la sua vita collide (o meglio…si schianta) con quella di qualcun altro?
Questa è la storia di Alaska: un uragano di emozioni in grado di giocare con la sua vita come se fosse un burattino mosso dai fili del destino.
Genere: Romantico, Sentimentale, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Contesto generale/vago
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Capitolo 1



“Ala farai tardi se non ti alzi da questo letto.”

 

Una voce mi tormenta disturbando il mio sonno mentre una mano mi scuote violentemente.

 

 

 

“Lasciami stare, solo cinque minuti, ti prego” mugolo infilando la testa sotto al cuscino per liberarmi dalle parole della serpe che ho accanto.

 

 

 

“Alaska Jane, alzati dal letto e corri a prepararti perché non ho intenzione di sopportare i piagnistei dovuti al tuo licenziamento stasera!” grida a gran voce la mia coinquilina Katie.

 

 

 

Alla parola “licenziamento” il mio cervello riprende a funzionare in un lasso di tempo pari a cinque nanosecondi.

 

 

 

NON POSSO PERDERE IL LAVORO.

 

 

 

Mi alzo come un fulmine e corro a cambiarmi conscia dell’avere solo quindici minuti a disposizione per trucco e parrucco.

 

 

 

“Sei bellissima, Alaska”, il mio cervello mi beffeggia.

 

 

 

Già, bellissima.

 

 

 

Due occhi azzurri infossati in un volto scarno, pelle così pallida da fare invidia a una bambola e capelli talmente arruffati da ritenerli , per la prima volta nella mia vita, “non lisci” (che, attenzione, non significa ricci!).

 

 

 

Quanto può essere brutto a prima mattina avere origini russe?

 

Faccio invidia a una mazza di scopa, insomma.

 

Magra, “alta” poco più di un metro e sessanta e senza forme.

 

Avete presente le tavole da surf? Alaska Jane, tavola numero 1, presente.

 

 

 

Non un fianchetto sporgente, né una terza di seno…e no.

 

So che lo state pensando, ma non compenso il seno scarso col lato B.

 

 

 

Mentre mi perdo tra le sottili imprecazioni mattutine mi decido a truccarmi, posando un po’ di blush pesca sulle guance per renderle, almeno otticamente, più paffute.

 

 

 

Il mascara fa risaltare lo sguardo, aprendolo, così da far sembrare gli occhi meno stanchi; la matita dal colorito rosato mi rende simile ad una bambolina di porcellana, effetto che odio tremendamente, ma che non posso evitare.

 

 

 

Devo pettinare i capelli, decisamente.

 

 

 

La chioma dal biondo quasi platino è aggrovigliata sul mio capo, ma in poco meno di due minuti ricade floscia lungo le spalle, come sempre d’altronde.

 

 

 

Dannati capelli lisci. Li odio.

 

 

 

Mai viste quelle pubblicità che mostrano shampoo miracolosi che offrono capelli voluminosi, ricci perfetti et similia?

 

Ecco, uno spreco di soldi.

 

 

 

I miei capelli non diventano mossi neanche con l’acqua di mare.

 

Persino quando ho fatto il bagno nell’oceano si sono ostinati a ricadere dritti lungo la schiena asciugandosi al vento freddo del pomeriggio.


*ANGOLO AUTRICE*: ciao a tutti!
Mi chiamo Jeannie ed è la primissima volta che pubblico la storia di Alaska su qualche sito (quindi siate clementi!).
Spero che la trama vi intrighi e non vi fermiate ai primi capitoli che sono piuttosto "banali", accetto critiche e consigli, anzi, sarei felice di ricevere la vostra opinione;
Non credo ci sia altro da dire (sono molto loquace, insomma...)
Un abbraccio, Jeannie

 

 

 

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Romantico / Vai alla pagina dell'autore: Jeannie_17Williams