Recensioni di MarcoBacchella

Queste sono le ultime cinque recensioni che l'utente ha lasciato nella sezione nell'ambito del programma recensioni.


Recensione alla storia Game of Serie tv show - 24/09/17, ore 21:03
Capitolo 4: Capitolo 4
Di due cose siamo sicuri: che questa sia una fanfiction, e che questo sito sia un sito con una sezione per le fanfiction. 
Hai pubblicato nella sezione originali, quindi dovrebbe essere una storia con personaggi e fatti pienamente inventati da te, ma non è questo il caso. Quindi, per prima cosa, cercati la tua nicchia in un'altra sezione, che questa non è appropriata. 

Adesso passiamo alle questioni un pochetto più tecniche. 
Sei all'università, quindi dovresti aver sviluppato una comicità un pochetto più adulta, o almeno che sorpassi la questione del "hahaha, ho messo un personaggio/ una citazione di una serie tv e quindi è quirky, fa ridere!", perché il risultato è pessimo, soprattutto con questa veste. 
Non rispetti il minimo tempo comico, come se aspettassi una risata finta che deve partire da un momento all'altro. 
Essenzialmente è una collezione di citazioni e nulla più, ma non perché sono particolarmente critico verso le FF, ma perché ci sono solo citazioni e niente testo originale.  
Recensione alla storia Solo nei film - Ottava parte - 14/09/17, ore 12:26
Capitolo 1: Solo nei film - Ottava parte
Allora
Sono anni che son qua, dico veramente. Le prime recensioni risalgono al 2014, mai avevo visto un tale abuso di spazio.
Tu non hai pubblicato una storia master e i capitoli come capitoli stessi della storia master, ma hai fatto storie diverse per capitoli diversi. Non solo hai occupato essenzialmente tutta la prima pagine della sezione comica, ma l'hai anche occupata con dei testi senza alcun tipo di formattazione o labor limae: hai scritto di getto, e la tua scrittura di getto non merita tutto questo spazio.
Le battute sono scarne, ridondanti, e pi simili ad un elenco puntato che ad un testo con inizio e fine. Non possibile che tu abbia sbagliato qualsiasi tipo di regola che EFP mette in primo piano ogni qualvolta tu voglia pubblicare un testo.

"Hai l'html della storia?" non una domanda a trabocchetto
Recensione alla storia Recensioni... non sarebbe meglio chiamarle Commenti? - 29/03/17, ore 18:05
Capitolo 1: Recensioni... non sarebbe meglio chiamarle Commenti?
A mio parere Efp può essere tranquillamente una piattaforma che promuove la crescita personale, e tutto quello che dirò è basato solo ed esclusivamente sulla mia esperienza nella sezione comica/originali in quanto non scrivo da altre parti.
Allora, mettiamo subito in chiaro due robe: Utenti maturi fanno un sito maturo.
Difficilmente qui, nelle sezioni di fanfiction, si riesce a trovare maturità.
Non voglio affermare che ci siano bambini ancora sporchi di pupù che girano tra le sezioni, voglio solo dire che molti sono semplicemente sub4subbers che usano efp per un paio di mesi prima di scoprire Wattpad.
La seconda cosa, appunto, è come funziona Wattpad.
Chi scopre wattpad sarà portato a commentare, più che recensire, come hai detto tu, quindi, teoricamente, siamo bloccati in una spirale.

La mia esperienza diretta però vuole il contrario. Grazie non tanto alle recensioni ma quanto al supporto costruttivo di una manciata di utenti (due i più attivi, in toto non credo superino la decina) ho avuto l'opportunità di migliorare a tal punto da far tendere l'orecchio ad un editore.
Su wattpad, per come è costruito l'algoritmo della classifica, dei tag, e quindi della visibilità del tuo testo, ma anche solo per come oramai è pieno di storie di dubbia qualità, è molto più complicato anche solo essere notato, in quanto dopo quattro giorni sei pressoché invisibile in quanto se non "spammi" il tuo testo finisci immediatamente in fondo alla classifica, non tanto meritocratica quanto basata su una sorta di clickbait fatto ad algoritmo. C'è però da mettere le mani avanti con l'app di Wattpad: una delle migliori che si possa desiderare. Notifiche quando si aggiorna, quando ti commentano, quando ti votano. Insomma, è perfetta per il suo scopo.

Quindi, concludiamo che mi sto dilungando troppo.
Efp ha la possibilità di ritornare allo splendore che vantava qualche anno fa, ma tutti dobbiamo fare la nostra parte.
Tra le migliaia di visualizzazioni che ho, io mi ritrovo con poco più di una ventina di recensioni.
Non che mi disturbi particolarmente, ma per come sono fatto, e per come, secondo me, dovrebbero girare le cose, bisognerebbe far sapere almeno che lo si sta leggendo e cosa sta funzionando in un testo.
Non per forza una critica strutturata in centinaia di parti. Un paio di frasi, quindi una sorta di via di mezzo tra il commento di Wattpad, che vanta di immediatezza ma pecca di "spersonalizzazione" dell'individuo che ti legge, e la recensione di EFP, che vanta di connessione diretta e di dialogo con l'utente ma pecca di immediatezza, che questo sia colpa della mancanza di un app (appianata dal fatto che mo ti arrivano pure le mail) o di come funzionano in generale le recensioni, oppure, in ultimo, per come oramai il pubblico di efp è pigro e non si prende la briga di esporsi con una recensione.

Tra l'altro, questa non è una recensione, è un commento.
Recensione alla storia CHAT - 13/12/16, ore 18:16
Capitolo 3: Intanto
"e sapeva bene come utilizzarle una delle tante sere"  La punteggiatura, occhio. Oppure ti sei dimenticata un "in" e un paio di locuzioni di collegamento. 
"fecimo" è latino. Lo uso anche io, quando mi scappa, ma la forma corretta è "facemmo"
 
Avevo apprezzato tanto il gesto e glielo avevo anche comunicato regalandoli un bacio sulla guancia anche se non amo le rose rosse, ma l’aggiunta della descrizione dell’impresa la trovai eccessiva…cioè era pur sempre una sola rosa e lui era un mio coetaneo, un universitario non un ragazzino delle medie.
Comprare rose, per gli uomini, è fottutamente difficile. Non sappiamo mai quante, quali, di che colore, se le farete morire, se avete una casa già piena di robe e le rose sono solo un peso. 
Recensione alla storia Una richiesta particolare - 13/12/16, ore 00:42
Capitolo 1: Capitolo 1
Alur. 
È sempre complicato scrivere recensioni dopo la mezzanotte. Si parte già col piede di guerra. 
Cominciamo dalle prime impressioni. 
L'html è usato in modo improprio. 
Il discorso non va riportato in grassetto, va riportato, al massimo, in corsivo. 
Poi, accorpamento dei blocchi. 
Questo scambio è un esempio di quello che intendo
"-Vi siete fatto male?- domando guardando l'arto che si sta tenendo -Che osservatrice! Certo che mi sono fatto male, non sarei qui a terra altrimenti- alza gli occhi al cielo -Vado a chiamare aiuto-"
Levando gli errori dal punto di vista del senso logico del testo e della punteggiatura, questo scambio, per mera semplicità di lettura, andrebbe spezzato in più frammenti. 
""-Vi siete fatto male?- domando guardando l'arto che si sta tenendo
-
Che osservatrice! Certo che mi sono fatto male, non sarei qui a terra altrimenti- alza gli occhi al cielo
-
Vado a chiamare aiuto-"" 
In questo modo il lettore non si affatica, non deve ricorrere a righelli da appoggiare allo schermo per leggere, e in fine non si distrae.  
Stessa solfa, piccolo accorgimento. Mia madre diceva "fa figo e non impegna".

Secondo tasto dolente. La punteggiatura. 
"Angela andiamo in bagno?" Ha un senso. 
"Angela, andiamo in bagno?" Ne ha un altro. La pausa data dalla virgola mi dice che quell'Angela è un vocativo. 

Terzo tasto dolente. Le volgarità. Molto soggettivo. 
Le volgarità sono belle. Non mi interessa cosa puoi pensare o cosa ti hanno insegnato. La lingua italiana permette di utilizzare bellissime parole che sono ritenute "parolaccie", affinché si possa ottenere un certo effetto sul lettore. 
"-Porca *****-" fa cagare. "Porca puttana!" è bello. Non aver paura di scrivere parolaccie. 

Le Mary Sue di turno fanno 2013. Non sono innovative, non sono divertenti.