Recensioni di Kim WinterNight

Queste sono le ultime cinque recensioni che l'utente ha lasciato nella sezione nell'ambito del programma recensioni.


Recensione alla storia Floating Thoughts - Poesia - 12/06/19, ore 15:49
Capitolo 24: Ti chiedo scusa
Ciao Ryo!
Ma questi versi sono bellissimi! Sai, credo proprio che tu abbia colto l'essenza di ciò che volevi comunicare: volevi parlare di scuse sincere, che provengono dal cuore e dal profondo dell'anima, e queste possono dispiegarsi soltanto in momenti di profonda riflessione e consapevolezza.
I rumori del quotidiano possono confondere, distrarre, distogliere da ciò che è davvero importante. Le azioni concrete spesso ci permettono di non pensare ai sentimenti nostri e altrui, ma poi arriva sempre quel momento in cui ci si pente e si vuole a tutti i costi porre rimedio ai propri errori.
Complimenti e grazie per avermi fatto riflettere ancora una volta!
Alla prossima <3
Recensione alla storia Floating Thoughts - Poesia - 11/05/19, ore 10:25
Capitolo 23: Dialogo di Amore & Odio
Eccomi, scusa tanto per il ritardo!
Avevo visto l'aggiornamento non appena lo hai pubblicato, ma poi non trovavo mai un attimo di calma per poter leggere e recensire con calma e attenzione.
Adoro questa poesia, la adoro perché è filosofica e porta a riflettere un sacco, e tu ormai sai quanto mi piace riflettere dopo aver letto dei versi.
L'amore e l'odio sono da sempre in contrasto, ed è un contrasto che non sempre si risolve con un vinto e un vincitore.
Però succede che a volte vinca l'odio e schiacci tutta la luminosità dell'amore, ma capita - per fortuna - anche il contrario.
La frase in cui hai detto che l'amore non ha bisogno di una ragione per essere mi ha colpito molto, perché effettivamente è così. A volte amiamo chi ci odia e odiamo chi ci ama, quindi mi sa che entrambi i sentimenti - essendo opposti e forti allo stesso modo - non hanno necessariamente un motivo per essere provati.
Si sente spesso di odio immotivato, così come di amore.
Grazie, anche stavolta mi hai colpito molto!
Alla prossima <3
Recensione alla storia Rovi e rovine - 10/05/19, ore 00:31
Capitolo 25: Lo scheletro di Solheimasandur
Ciao Frenz... Ma davvero è già finita?!
Ora subito ti chiedo: ne aprirai un'altra, di raccolta di poesie? Dimmi di sì, mi piacevano questi tuoi aggiornamenti in versi, e tu lo sai bene!
Sai quanto sono rimasta colpita da certi tuoi componimenti, perciò vorrei leggerne ancora!
Parlando di questa poesia nello specifico, molto bella, si nota che comunque hai potuto "toccare con mano" l'argomento di cui hai raccontato!
La cosa positiva di tutta questa faccenda è stata che, alla fine, le persone si sono salvate, anche se poi dev'essere stato un bel trauma per tutti...
Complimenti anche qui e grazie a te, perché hai condiviso con noi questi scritti e ci hai tenuto compagnia per tanto tempo!
Ci sentiamo presto, spero, e intanto ti rinnovo i miei complimenti!
Alla prossima <3
Recensione alla storia Rovi e rovine - 17/04/19, ore 00:22
Capitolo 24: Stalingrado 1942
Ciao Frenz!
Oddio, ma questa poesia è bellissima! *-*
Tu sai che io non sono un'amante della storia e che certi argomenti non fanno per me, ma tu hai trattato questo tema con semplicità, rendendolo appetibile a tutti e fornendo le giuste spiegazioni.
Era un periodo duro per il mondo, il 1942, e tantissimi uomini, donne e bambini sono morti ingiustamente, seguendo la follia di un paio di potenti fuori di testa a cui non si riusciva a dire di no.
Ed è triste, sì, ma terribilmente vero...
Complimenti, mi piace veramente tanto questo componimento, ora già non vedo l'ora di leggere il prossimo!
Ancora tanti complimenti, davvero!
A presto <3
Recensione alla storia Floating Thoughts - Poesia - 06/04/19, ore 08:18
Capitolo 22: Cosa rimane
Ciao Ryo, eccomi!
Quando noto un tuo aggiornamento, sono sempre super curiosa di leggere!
Stavolta ecco che traspare un bel po' di delusione per quelle persone su cui avevamo delle aspettative, ma che si sono rivelate diverse.
Quando crediamo che qualcuno sia nostro amico e faccia davvero parte della nostra vita, be', è dura accettare che invece non è più così. I motivi sono tanti, ma in mente ci rimane solo la mancanza che proviamo, il senso di vuoto e il fiume di mille domande che ci investe e ci logora dentro.
E in effetti la più sensata è: cosa rimane? Niente, se non ricordi sbiaditi e l'eco lontana di risate ormai perdute...
Grazie perché anche stavolta mi hai fatto riflettere, mi sono potuta immedesimare in questi versi e ho potuto apprezzare il tuo modo particolare di trattare questo argomento!
Complimenti, hai un modo di scrivere in versi molto particolare, ma che va sempre dritto al punto!
Ci sentiamo presto <3