Recensioni per
Ritorni
di MaxT

Questa storia ha ottenuto 152 recensioni.
Positive : 152
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Prossimo]
Nuovo recensore
13/09/21, ore 21:41

Ciao Max, complimenti, bel capitolo!

Mi sono sentita l'ansia addosso nel seguire Cedric escogitare il piano con tutti i pericoli a cui sarebbe potuto andare incontro! (ma più che altro stimo molto la tua capacità di scrivere e di avere così larghe vedute!).

Quando ho letto il titolo ho pensato alla caduta di un regno non letteralmente alla caduta di un tizio! aahahah

Al prossimo capitolo

Recensore Master
30/08/21, ore 09:03

Ciao carissimo,
si tirano le fila di questa lunga vicenda. Cedric "si confessa", scoprendo di aver lavorato molto di immaginazione, cosa abbastanza frequente quando si è molto spaventati. Lord Alektor non è affatto morto, tanto per cominciare, ma in generale varie cose non sono come Cedric ler aveva immaginate. Phobos pare avere su di lui meno potere di quello che il nostro aveva paventato.
Una cosa però l'ha capita bene: la distruzione del libro con mezzi magici ha dato energia allo spirito di Phobos, consentendogli la reincarnazione. E dove si è andato a reincarnare il nostro amico? Non lo dico per evitare spoiler a chi legge le recensioni, ma io l'avevo capito subito^^
Orube non parte più. Resta sulla Terra, forse non ha mai avuto quella gran voglia di andarsene, e decide di concedere un'altra possibilità a Cedric.
E insomma, tutti i pezzi vanno al loro posto, si comincia una nuova esistenza.
Una bellissima storia, emozionante e ricca di colpi di scena, ma soprattutto ottimamente scritta, il che non è purtroppo scontato.
Complimenti e a presto!

Recensore Master
27/08/21, ore 09:30
Cap. 25:

Ciao^^
Molto bella la scelta narrativa di alternare brevi sequenze relative a personaggi diversi, dà l'idea della concitazione e del frenetico susseguirsi degli eventi.
In questo capitolo Cedric appare un personaggio meschino, debole, concentrato su se stesso e sulle sue disgrazie. Sarà davvero così?
Le guardiane, al contrario, risultano irritanti, ovviamente non lo dico come critica alla tua scrittura, se mai come lode: ragazzine un po' sciocche, che di fronte al profilarsi di una minaccia terribile, da neutralizzare subito, accampano scuse tipo "sono appena entrata nella vasca", "sono alle prove di danza" e simili. Voglio provare anch'io a dire così quando mi chiameranno in urgenza per qualche cataclisma.
Alla fine il libro è distrutto, ma temo che questo non abbia fatto altro che liberare lo Spirito di Phobos.
E ora, come da battuta di film d'azione anni '80 (i miei preferiti): mi sa che non lo abbiamo distrutto. Lo abbiamo fatto incazzare...
Bellissimo capitolo, veramente adrenalinico!

Recensore Master
26/08/21, ore 10:30

Ciao^^
E quindi, niente. Per un attimo Orube si è illusa di poter portare con sè Cedric, ma alla fine ha dovuto recedere, rendendosi conto che l'uomo continua ad avere dei segreti nei suoi confronti.
Cedric se ne resterà sulla terra, disgustato dai merdosi terrestri ma costretto a fare lo scagnozzo di Phobos, mentre Orube tornerà nel suo mondo a portare Pace e Partecipazione. Ti confesso che queste due parole mi danno un po' di orticaria, ma apprezzo comunque la coerenza e il rigore di Orube, che nonostante ami ancora Cedric, rimane fedele ai suoi principi.
Un capitolo amaro, che sa di fine e di malinconia, reso maggiormente triste dal breve barlume di speranza.
Complimenti e alla prossima!

Recensore Master
25/08/21, ore 09:00

Ciao^^
un capitolo che essenzialmente verte sulle responsabilità del potere. Sulla distanza che man mano si crea tra chi prende le decisioni e chi le esegue. Tra l'ufficiale di stato maggiore e il soldato delle trincee. Tra il supplicante e la divinità, che sceglie di concedere o non concedere sulla base di motivi che all'adepto paiono per forza di cose imperscrutabili.
Il divario esiste ed è incolmabile, o si sceglie di prenderne atto, o ci si svincola, laddove possibile, dalla struttura gerarchica e si prendono decisioni unicamente sulla base della propria personale scala di valori.
Orube fa questa scelta. Reputa che nel suo mondo ci siano ingiustizie e sceglie di tornare in esso per combatterle.
Chiaramente ogni scelta ha un prezzo, e nel suo caso il prezzo sarà perdere ricordi preziosi.
Un capitolo ottimamente scritto ma amaro, che offre molti spunti di riflessione.
Complimenti e a presto!

Recensore Master
24/08/21, ore 08:03

Ciao^^
Dio ci salvi dall'entusiasmo dei convertiti.
Iptilos va peregrinando per i villaggi con una modalità che ricorda quella dei Medici Scalzi cinesi. È un personaggio strano, mi dà l'idea di una persona votata totalmente alla causa, quindi capace di tutto per sostenerla. Alla fine, sebbene accusi la sorella di credere e obbedire, non è molto diverso da lei, ha solo un diverso sistema di valori in cui credere.
Mi è piaciuto molto il percorso di avvicinamento di Orube al fratello, lungo il sottile raggio verde. Fa crescere la tensione pian piano, spinge a leggere una tappa dopo l'altra con sempre maggiore aspettativa.
Molto bella anche la descrizione del mondo di Orube, scirre veramente davanti agli occhi come un film.
Complimenti e alla prossima!

Recensore Master
23/08/21, ore 13:29

Ciao^^
Cassandra mi pare una persona cui la necessità ha insegnato a vivere. Non si butta a corpo morto su un'occasione, ma la valuta e la pondera per capire se si tratta veramente di un'occasione o di una fregatura. Una che si trova a fare i conti su ogni spicciolo deve imparare a ragionare così, del resto, se vuole riuscire a mangiare tutti i giorni.
In quest'ottica interroga Cedric, che però si mantiene piuttosto reticente. Penso cche si stiano studiando a vicenda, ognuno per valutare se e quanto fidarsi dell'altro/a.
Orube nel frattempo interroga l'oracolo. Le risposte non mi paiono molto soddisfacenti e, quel che è peggio, sembra che nascondano la volontà di mantenere un certo stato di cose e di far sì che determinate idee non si diffondano.
Se Orube andrà veramente a trovare il fratello, penso che ne vedremo delle belle.
Complimenti, ottimo capitolo come sempre.

Recensore Master
20/08/21, ore 08:12
Cap. 20:

Ciao^^
nella libreria si fanno prove di forza. Cedric vuole mostrare che si è accorto del controllo, le guardiane vogliono fargli capire che sono più potenti di lui. La cosa finisce comprensibilmente con uno stallo.
Diventa del tutto chiaro finalmente il motivo dei misteri che Cedric ha mantenuto anche nei confronti di Orube.
Ho apprezzato molto lo scorcio sui pensieri di Cedric a proposito del mondo umano, la futilità di tante cose, il fatto che la gente si copra di oggetti inutili, che mai verranno usati da chi li riceve. Il senso di vuoto che accompagna il periodo festivo. Si sente molto il paragone fra lui, che vuole uscire anche se è freddo, anzi apprezza quelle condizioni meteorologiche, e gli umani, che si rintanano in casa a mangiare patatine davanti alla tv.
Come sempre complimenti, a presto!^^

Recensore Master
19/08/21, ore 07:50

Ciao carissimo^^
com'è che si dice? La fiducia si costruisce in anni, ma si distrugge in un istante. Ormai c'è una distanza fra Orube e le altre, non sono più unite come prima, e questo è evidente dalle battute lasciate a metà, dall'imbarazzo di tutti nel parlare e da mille piccoli particolari.
Lei stessa non si sente a posto con la coscienza, ne è la prova il modo generico e indefinito con cui affronta l'argomento quando parla con il maestro Yarr: cosa diresti se uno facesse delle cose che non deve fare, ma per motivi che in realtà non sono quelli che crede la gente?
Quanti ne ho sentiti, partire con delle "orbite di Nettuno" in cui non si capiva nemmeno di cosa stessero parlando...
Come sempre un ottimo capitolo, dove viene ben approfondita l'introspezione della guerriera. A presto!

Recensore Master
18/08/21, ore 07:49

Ciao^^
mi piace questo modo realistico di trattare le cose: i furti si lasciano dietro scomodi testimoni, indagini e misure di sicurezza più restrittive; i colpi vanno pianificati con attenzione e non sempre riescono, proprio perché può accadere l'imponderabile.
La città di Meridian mi pare un po' al di sopra delle possibilità che Phobos ha concesso a Cedric, tant'è che il nostro deve arrabattarsi come può, usando strumenti magici che in quel luogo passano inosservati come una tromba da stadio, e alla fine è costretto a una precipitosa fuga, sempre sperando che gli sia andata bene e non sia finita contro qualche rete magica.
Un capitolo molto bello ed emozionante, complimenti!

Recensore Master
17/08/21, ore 08:30

Ciao carissimo^^
quelle ragazze hanno a disposizione ogni sistema magico per pedinare gente, eppure mi sembrano un po' pasticcione! Prima perdono una delle preziose cimici, scoperta in men che non si dica, e poi si fanno anche riconoscere da Cedric.
Bisogna dire che non ci si improvvisa spie, obiettivamente.
La situazione è ulteriormente complicata dal coinvolgimento di Orube, che in effetti genera un certo disagio nelle altre ragazze.
Vedremo se la nuova strategia darà qualche risultato in più, che spieghi le due frasi percepite tramite il contatto con il libro.
Ottimo come sempre, a presto!

Recensore Master
16/08/21, ore 08:05

Ciao^^
da che mondo è mondo, il destino degli esuli non è mai facile. Sia Cedric che Kestrel/Cassandra lo sono, e ovviamente devono dissimulare la loro origine fingendosi terrestri.
Ho trovato molto realistica e logica la faccenda delle normative anti-terrosimo: è un attimo che certi atteggiamenti di segretezza suscitino l'interesse degli Enti sbagliati. I quali probabilmente non capirebbero nulla di Meridian e Portali, ma ugualmente potrebbero disturbare parecchio.
Interessante anche la faccenda della tecnologia. Cassandra è entusiasta, ne vede solo gli aspetti positivi ma Cedric, più realistico, la riporta coi piedi per terra, mostrandole l'innovazione e il progresso in un modo più concreto, che a prescindere da vari voli pindarici ne analizza l'impatto su una società che a quanto ho capito a livello di tecnologia è ferma al medioevo.
Tutto molto interessante, sei sempre bravissimo!

Recensore Master
15/08/21, ore 17:53

Ciao Max^^
Eccomi qui per il finale di questo racconto.
Così Cedric confessa la verità, liberandosi finalmente da questo pesante tormento. Alla fine le conseguenze sono state meno gravi del previsto.
Mi auguro che Cedric abbia imparato la lezione e che abbia riconosciuto i suoi sbagli.
Questa emergenza concede ad Orube ancora un po' di tempo per decidere del suo destino. Significativo il fatto che abbia concesso una seconda possibilità a Cedric, che ha dimostrato di amare profondamente.
La questione di Cassandra è piuttosto inquietante, sembra che Cedric abbia riconosciuto in lei lo spirito di Phobos, il che viene confermato nelle ultime righe con l'apparizione del ghigno malefico. Mi chiedo come potrebbe agire Phobos in queste circostanze.
Il finale lascia diverse questioni in sospeso ed è un ottimo spunto per un seguito che spero possa arrivare presto.
Pur non conoscendo l'opera originale da cui è stato tratto il racconto ho apprezzato lo stile e ho trovato avvincente la trama.
Complimenti a te e all'autrice con cui hai collaborato.
Alla prossima! :)

Recensore Master
12/08/21, ore 11:53
Cap. 15:

Ciao^^
un capitolo leggero, nel quale le guardiane ci appaiono per quello che in effetti sono, ovvero delle ragazze che hanno voglia di divertirsi.
È Halloween e ognuna di loro ha un costume da sfoggiare, ma chiaramente il loro dovere di Guardiane non viene meno neppure nelle ricorrenze più festose.
Gli indicatori magici hanno rilevato la proposta che Phobos ha fatto a Cassandra tramite il libro e chiaramente sarà necessario approfondire le indagini sui tre personaggi presenti in libreria al momento della rilevazione.
Bella l'idea delle cimici magiche, che nessuna delle ragazze a parte Orube è intenzionata a toccare^^
Ottimo capitolo come sempre, a presto!

Recensore Master
11/08/21, ore 16:24
Cap. 14:

Ciao^^
da che mondo è mondo, si cerca di fare leva sugli affetti delle persone da cui si vuole ottenere qualcosa. Chi, sapendo che la propria madre è stata trasformata in una pianta, non sarebbe tentato dalla possibilità di riportarla alla sua vera forma?
Posto che Phobos stia dicendo la verità, ovviamente.
Da quello che ci descrivi, Cassandra pare una persona che ha saputo farsi bastare il niente che possiede e nonostante tutto va tranquillamente avanti lo stesso, ma in effetti, tirare fuori un libro da uno scaffale e trovarci dentro una "proposta che non si può rifiutare", stile padrino, metterebbe a dura prova la volontà di chiunque.
Bella la tua idea dei mitocondri, mi ricorda un po' la faccenda dei poteri Jedi.
Ora sono decisamente curioso di vedere cosa succederà...
Bravissimo, un capitolo molto avvincente!

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Prossimo]