Recensioni per
i frammenti della farfalla
di pokas

Questa storia ha ottenuto 1 recensioni.
Positive : 1
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
06/06/21, ore 18:53

Ho letto il primo capitolo e ho dovuto continuare fino alla fine. 
Ho realizzato solo ora rileggendo alcune parti che il protagonista non ha alcun nome e sono rimasto sorpreso che questo piccolo dettaglio non mi sia mai venuto in mente durante la lettura e non l’abbia intralciata in alcun modo. Mi hai fatto riflettere su quanta importanza forse do io ai nomi e alle descrizioni fisiche, quando in realtà sono secondari rispetto alla personalità dei personaggi che qui viene fuori benissimo! Anche l’ambientazione realizzo solo ora che potrebbe essere uno luogo qualunque, come a riprendere le riflessioni di Keitlin su come nessuno e niente sia indispensabile. Riflettendoci alla fine -sempre citando Keitlin- l’ambientazione i nomi nelle storie finiscono nel dimenticatoio e solo le interazioni le emozioni dei personaggi hanno successo e restano nella nostra memoria.
La storia riassume benissimo il concetto dell’effetto farfalla, una semplice pagina di una sconosciuta porta un uragano nella vita piatta del protagonista. Mi sono piaciuti particolarmente i punti in cui si descriveva la sua routine, proprio a rappresentare la monotonia e il tran tran quotidiano in cui era intrappolato e come Keitlin poi rivoluziona completamente la sua esistenza. 
Nel capitolo finale sul cornicione sei riuscita a farmi esclamare ad alta voce mentre sembrava che Keitlin stesse per cadere. “Tutti pensano di essere utili, ma nessuno è indispensabile” eppure il protagonista per Keitlin è stato indispensabile, l’ha salvata.
Nonostante tutte le riflessioni sul karma e sulla futilità dell’esistenza, Keitlin poi trova il suo albero, trova qualcuno che legga che le sue storie. 
Alcuni pezzi della vita del protagonista sembrano finire un po’ nel nulla, il fatto che era timido, il bullismo alle medie; mi sarebbe piaciuto esplorare un po’ di più il resto della sua vita, il perché è così solitario e solo, cosa lo ha spinto a tentare il suicidio la prima volta. Sarei stato poi curioso di sapere che tipo di storia ha pubblicato sul sito, che tematiche tratta rispetto a Keitlin.
Bella e non scontata la scena dell’aggressione sull’autobus, crea una dinamica quasi karmica in cui fa vedere che sia il protagonista che Keitlin sanno aiutarsi a vicenda e hanno entrambi situazioni in cui gli serve un albero a cui appoggiarsi.
Il colpo di scena su Butterflygirl ti confesso sembra uscire un po’ fuori dal nulla, scusami se era voluta come cosa. Non vediamo mai che il protagonista andava su app di incontri o non viene menzionato che Butterfly girl era stata importante e che avevano interagito in maniera profonda. Anche il discorso sul tentato suicidio del protagonista forse avrebbe avuto bisogno di una qualche introduzione nei capitoli prima, anche se il pezzo di pianto nella doccia è un buon indizio.
Anche il tema del suicidio, soprattutto il lato di incomunicabilità col mondo del proprio dolore viene fuori molto forte e bello; fa vedere come la psiche umana può essere fragile, tra l’altro in greco(forse già lo sapevi) la psiche era associata proprio alla farfalla: tutti siamo fragili e insulsi come farfalle, ma tutti possiamo scatenare uragani.