Storie originali > Introspettivo
Ricorda la storia  |      
Autore: Anwa_Turwen    14/10/2016    5 recensioni
Ti rendi conto di amarla solo quando la lasci andare... e la lasci andare.
Genere: Introspettivo, Song-fic, Triste | Stato: completa
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

E la lasci andare...

 

 

<< Well you only need the light when its burning low, only miss the sun when it starts to snow, only know you love her when you let her go. 

 

Capisci di aver bisogno della luce solo quando essa sta per spegnersi; del sole quando inizia a nevicare. 

Hai freddo e la neve si scioglie sul tuo corpo.

No, non si scioglie, perché tu stesso sei un pezzo di ghiaccio che non si cura degli altrui sentimenti, un cuore rovente nemmeno ti scalfisce. 

Ghiaccio secco alloggia nel tuo petto, ma quando ti accorgi che forse l'amavi è troppo tardi, perché l'hai lasciata andare. 

 

Only know you've been high when you're feeling low, only hate the road when you're missing home, only know you love her when you let her go.

And you let her go...

 

Eri arrivato in alto, sì, ma ora stai velocemente sprofondando in un abisso di odio, rancore e menefreghismo. 

Hai sbagliato e lo sai, puoi mentire al mondo e convincere tutti gli altri, ma non potrai mai ingannare te stesso e in fondo ricordi qual è la verità. 

Anche lei ha sbagliato e ti sarebbe venuta a chiedere scusa se solo le fossi stato possibile. Se solo gliene avessi dato l'opportunità. 

Tu non sei pronto a perdonare, né ad accettare l'altrui perdono, ma la lasci andare, perché è più facile e meno umiliante che esternare ciò che provi veramente. 

 

Staring at the bottom of your glass, hoping one day you'll make a dream last, but dreams come slow and they go so fast...

 

E guardi il fondo del tuo bicchiere, sempre lo stesso, tutti i giorni, non esci dal tuo mondo e dalle tue paranoie e non vedi gli altri con le loro. 

Sei circondato da una gabbia di cristallo, giri in tondo e vedi sempre lo stesso infinito gioco di specchi, che ti mostra sempre te stesso, da solo. 

Ti sembra di essere l'unico che soffre, il solo ad avere dei problemi e delle paure. Esse ti impediscono di sognare e ti rinchiudono sempre più nella tua razionalità condensata fino all'irrazionale.

Chissà quando sognerai di nuovo, ma sarà sempre un altro effimero miraggio, perché i sogni arrivano lentamente e se ne vanno molto veloci al risveglio...

 

...you see her when you close your eyes, maybe one day you'll understand why everything you touch surely dies.

 

E la vedi mentre dormi, la vedi dappertutto, perché hai la coscienza macchiata dal dolore che le hai procurato, in confronto al quale la passione che c'è stata svanisce.

Sai che lei ti ama, anche se cerchi di convincerti del contrario, è tutto inutile, tu vedi che ti ama ed è ciò che ti dà più fastidio. Perché tu non la ami e anche se si è sforzata con tutta se stessa per darti il meglio di sé, per te è ancora troppo poco. Muoiono ogni giorno di più i vostri cuori, annegano nell'arroganza e nel troppo amor proprio. 

 

But you only need the light when its burning low, only miss the sun when it starts to snow, only know you love her when you let her go. 

Only know you've been high when you're feeling low, only hate the road when you're missing home, only know you love her when you let her go. 

 

Ma ecco, si fa buio, oscuro e doloroso. Siete lontani da casa e la tua strada è sempre più faticosa, anche se non lo ammettere e continuerai a dire che stai bene senza di lei, soffocando il tuo odio  e lasciandolo marcire sul fondo insieme alla tua anima.

Se solo la vedessi come qualcosa di importante potrebbe essere lei per te luce, sole e casa. 

Ma non è in grado, secondo te. Non le darai nemmeno la possibilità di provare. 

 

Staring at the ceiling in the dark, same old empty feeling your hearth, cause love came slow and it go so fast...

 

Fissi il vuoto nell'oscurità, sempre lo stesso che ti riempie il cuore.

Vuoto, perché lei se n'è andata, sei tu che l'hai lasciata andare. Non oserei tornare senza il tuo consenso, perché ti ama e preferisce soffrire pur di rispettare ciò che le hai chiesto.

L'amore è come un sogno: ci mette tanto ad arrivare, a farsi accettare, ma poi appena apri gli occhi svanisce in fretta, e allora è troppo tardi perché sia recuperato. 

 

...well you see her when you fall asleep, but never to touch and never to keep cause you loved her to much and you dived to deep.

 

Il suo pensiero ti tormenta, tanto più che non puoi rivelarlo, perché devono credere che non te ne freghi niente. 

E sempre di più sprofondi in basso, tentando di far apparire tutto normale. 

 

And you let her go...

 

Se hai creduto di amarla ti sei sbagliato, quella non era passione, ma solo sfruttamento per i propri fini.

Un continuo approfittarsene del suo troppo amore: avrebbe fatto per te qualsiasi cosa se solo gliela avessi domandata. 

Ti avrebbe capito se le avessi confidato la verità, perché non era amore che pretendeva, ma soltanto la tua felicità.  Entrambi avreste potuto soffrire di meno, ma era una buona occasione per fare quello che tu volevi, e dopo averla usata, la puoi gettare. 

 

E la lasci andare... >>

 

La musica cessa di suonare nelle cuffiette. Stanca, sono stanca.  Stanca di questo modo di vivere, stanca di cercare inutilmente una risposta. 

Le risposte che non ti ho mai chiesto e che tu non mi hai mai dato.

Chissà se mai ci riparleremo da amici, chissà se con la tua solita ignoranza -che adoro- eviterai l'argomento. Chissà se darai delle spiegazioni a tutti i miei perché. 

Mai lo farai. Semplicemente perché, forse, non le conosci nemmeno tu.

 

Appoggio sulla scrivania la testa con gli auricolari ancora attaccati. 

Potrò mai ricominciare senza pensarti continuamente? Guardare altri occhi senza ricordarmi i tuoi? Senza fare confronti in tutto?

Lasciami pure andare, ormai non tornerò. 

 

 

 

 

 

 

 

 

AngoloAutrice 

Ciao ragazzi, spero che questa deprimente introspezione non vi abbia buttato troppo giù!

L'ho scritta in uno di quei miei soliti terribili momenti di pessimismo cosmico XD ed è solo un ennesimo tentativo di sfogo incentrato su questa canzone che AMO, Let Her Go di Passenger.

Spero sia venuta decente. 

Bene, visto che mi avete sopportato fin qui, che ne pensate di sprecare un altro minutino e lasciarmi il vostro parere? ( tutte le critiche per essere stata eccessivamente banale/deprimente/noiosa sono bene accette)

Buon proseguimento di qualunque cosa! ^_^

 

 

Anwel

   
 
Leggi le 5 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Introspettivo / Vai alla pagina dell'autore: Anwa_Turwen