Libri > Harry Potter
Ricorda la storia  |      
Autore: Anwa_Turwen    27/07/2017    2 recensioni
Dopo anni di antipatia e dispetti, tra James se Lily le cose potrebbero essere cambiate...
----
One Shot Nata per Wattpad, se per caso la ttrovate anche là, sappiate che è il mio profilo e non ho copiato nessuno.
Genere: Commedia, Fluff, Romantico | Stato: completa
Tipo di coppia: Het | Personaggi: I Malandrini, James Potter, Lily Evans | Coppie: James/Lily
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Malandrini/I guerra magica
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Our Beginning

 

Il fuoco scoppiettava nella Sala Comune di Grifondoro, in una sera di ottobre inoltrato. Due ragazzi del settimo anno occupavano i posti migliori vicino al camino, chini sui libri di scuola.

《Padfoot, io non ce la faccio più!》esclamò James Potter alzando il capo da un complicatissimo schema di Trasfigurazione Avanzata e togliendosi gli occhiali 《va bene che siamo all'anno del M.A.G.O e dobbiamo impegnarci, ma ci siamo stati tutto il pomeriggio, non ti sembra eccessivo?》

《Hai ragione Prongs, anche se la Mcgranitt stamattina mi ha davvero spaventato》

《Certo, Sirius, spaventare te... di' piuttosto che non vogliamo farci superare da Mocciosus anche in Trasfigurazione》

《Allora su questo puoi stare tranquillo, James, le pozioni sono l'unica cosa che riescano a quel decerebrato》Sirius raccolse le sue pergamene e allungò le gambe sul tavolino. Seguì un attimo di rilassato silenzio.

《Hey Prongs, ma dove si è cacciato il lupacchiotto?》

《Sai, credo che Remus stia trattenendo Peter dal gettarsi nel Lago Nero. È disperato, non smette di cercarla, nel castello non l'ha trovata e sta pensando a settacciare tutto il parco.》

《Sì, credo che a Natale gli regalerò una Ricordella nuova... almeno magari si ricorderà dove ha messo la sua. Ne ho piene le pluffe delle sue lamentele, nemmeno lo avesse lasciato la ragazza》

《Seriamente, Sirius, quando mai Peter avrà una ragazza?》

James diede un'occhiata all'amico e si chinò sulla sua borsa, per poi tirarne fuori un oggetto sferico e nebuloso, la Ricordella del quarto Malandrino.

《Sarà meglio che tu non lo dica a Peter. Se la prenderà a morte se sa che sono stato io.》

《Prongs! Tu sei un maledetto deficiente cornuto. Hai davvero fatto uno scherzo a Wormtail senza dirmi niente!》Sirius tirò giù i piedi dal tavolo fingendosi indignato. 《Bene, allora adesso paghi: mi dici con chi uscirai ad Halloween》

《Non fare il bambino Padfoot, te l'ho detto che non esco con nessuna. Lei non...》

《Mmm non ci credo. Non mi hai detto un sacco di cose da quando -》

Il ritratto che nascondeva l'entrata alla sala comune si aprì ed entrò Remus Lupin, trascinandosi dietro un Peter Pettigrew davvero mogio.

《In effetti, ci sono molte cose che il nostro James non ci dice, da quando ha vinto l'ultima partita》 Lupin sprofondò nella sua poltrona preferita adocchiando la sfera che James aveva un mano e scosse il capo sospirando. 《Tieni Peter, credo che Prongs l'abbia ritrovata, ora smetterai di rompere, spero》

Pettigrew si stava profondendo in ringraziamenti, Sirius e James si sforzavano di non ridergli in faccia, e Lupin li guardava con disapprovazione, quando il buco del ritratto si aprì per la seconda volta e una ragazza dai capelli rosso scuro e una spilla da prefetto sulla divisa attraversò la stanza diretta ai dormitori femminili. 

Una mano di James era corsa a raccogliere gli occhiali ed inforcarli, mentre l'altra si arruffava convulsamente i capelli, e con lo sguardo seguiva la nuova arrivata. La ragazza si raddrizzò e gli sorrise furtivamente, prima di scomparire attraverso le scale dei dormitori.

《Duuunque》 Remus interruppe il silenzio che per un attimo si era creato, tre paia di occhi ironici tutti puntati su James. 《Dicevamo che forse Prongs ci nasconde qualcosa.》

《Tu stai zitto, Moony, sono solo stanco per lo studio.》 gemette James 《e non vedo l'ora che arrivi Halloween, e la gita a Hogsmeade.》

《Sì, e chissà perché non vedi l'ora? James, siamo i tuoi migliori amici》disse Sirius rimettendosi comodo. 《Per tre anni ci scassi le palle giurando di conquistare la Evans, e smetti prorpio quando stai finalmente per riuscirci?》(《Tienici informati, Prongs》riuscì a dire Peter che stava scartando una Cioccorana)

James si arruffò di nuovo i capelli, si sistemò gli occhiali e scosse la testa prima di rispondere 《Non sto affatto per riuscirci.》

《Andiamo, per tutto l'anno scorso non vi siete quasi parlati, Lily si rifiutava anche di sgridarti a dir la verità. Sono un Prefetto, e quando avevamo i turni insieme lei si lamentava di "non saper più che fare con i lui e i Malandrini, diglielo tu, Remus, perché io ho perso la pazienza" eccetera eccetera》

《Ci siamo accorti che l'altro ieri siete arrivati in ritardo a Pozioni, vi siete lasciati superare ancora una volta da Mocciosus che aveva già cominciato》rincarò la dose Sirius. 《Ci siamo accorti anche che ti stai allenando come un pazzo, per il Quidditch. Lei faceva il tifo per te, sabato al tuo quarto goal ha applaudito più forte di tutti e poi quando abbiamo vinto non era più in sé》

《È perché tiene per il Grifondoro》si schermì James.

《È perché tiene a te!》

Perfino Pettigrew era interessato slla conversazione. 《E se non mi sbaglio di grosso, l'hai anche trattenuta un attimo fuori dagli spogliatoi》

James si passò un palmo sulla faccia e sospirò di nuovo. 

《E va bene. Ho chiesto a Lily di uscire con me ad Halloween, se non aveva da fare》

《Uuh, che novità!》rispose Sirius 《come se non l'avessi mai fatto!》

Remus trapassò l'amico con un lungo sguardo indagatore. 《Già... ma questa volta credo che abbia accettato》


***


31 ottobre 1977, lunedì. 

Finalmente il primo giorno di completo relax dall'inizio della scuola era arrivato. Forse qualche Corvonero del quinto e settimo anno ne avrebbe approfittato per un ripasso generale, ma in tutto il resto del castello, dal terzo anno in poi ragazzi e ragazze si svegliarono elettrizzati, con la prospettiva dell'uscita a Hogsmeade e, la sera, del banchetto di Halloween, in Sala Grande.

I corridoi profumavano già di zucca al forno, mentre Hagrid, Gazza e i professori Vitious e Mcgranitt si affaccendavano per dare gli ultimi ritocchi alle decorazioni.

Nella stanza delle femmine al settimo anno di Grifondoro, Lily Evans uscì dal suo letto con un leggero senso di oppressione al cuore.

Perché mai aveva accettato di uscire con Potter?! 

D'accordo, era cambiato. Durante l'anno che aveva passato ad ignorarlo, sembrava che si fosse dato una regolata. I Malandrini avevano combinato meno casini, e lui sembrava che avesse cercato in tutti i modi di farsi perdonare per le volte che si era comportato da cazzone. 

Era la sua unica occasione per scoprire se tutto questo succedeva davvero. Le era andato dietro fin da ragazzino, le aveva dato veramente fastidio, ma ora era cresciuto anche lui. E Lily era sinceramente colpita da come lo avesse fatto senza smettere di essere ossessionato da lei, in fin dei conti sembrava tenerci davvero. 

E poi, tutte le sue amiche sarebbero state con qualcuno alla gita, si vergognava di andare in giro da sola e non si sarebbe permessa di fare da terzo incomodo a nessuno.

《Niente ripensamenti, eh Lils?》la salutò Alice entrando in camera, sesto anno, una delle sue migliori amiche. 《Ormai hai accettato》

Lily prese la borsa e trascinò nel bagno l'amica, con aria depressa. 《Forse ho fatto una cavolata. Dopo di questa non me lo leverò mai più di dosso》

《Invece hai fatto bene》la rassicurò Alice. 《Sai quante ragazze vorrebbero essere al tuo posto? Lui è il figo dell'ultimo anno, il campione di Quidditch...》

《Non nego che sia migliorato tantissimo, era già bravo, ma capisci, si dava troppe arie. Lo faccio perché se l'è meritato, finalmente. Non ha ancora preso una punizione da settembre》Lily prese a spazzolarsi i lunghi capelli rossi mentre l'amica si vestiva. 

《Come fai a saperlo, controlli gli archivi?》 ridacchiò Alice 《Su su, si vede che ti piace! Dammi retta, hai fatto bene, sarei invidiosa di te se non fossi inpegnata》

《Oddio, non farti sentire da Frank! E comunque non mi piace》

《Tranquilla, stasera avrai cambiato idea...》

Quando le due ragazze scesero per la colazione, trovarono immancabilmente Potter e i suoi amici a bisbigliare lanciando occhiate di sottecchi al loro indirizzo. Alice sorrise a Lily e andò a sedersi accanto al suo inseparabile Frank Longbottom.

Lily era indecisa. Aveva detto ad Alice che non era così interessata, beninteso, ma in fondo sapeva che non era vero. Si chiedeva come avesse fatto a non accorgersi prima di quel ragazzo che le era stato così alle costole. Si dava troppe arie andava ripetendosi, combinava casini e si faceva mettere in punizione dieci volte al mese. E maltrattava Sev...

Preferì non pensare a come aveva trattato il suo migliore amico negli anni passati, e che lo facesse ancora sinceramente non le importava. Aveva chiuso con Severus.

Ma questo era un argomento a parte, amaro per la verità, ma che Lily cercava sempre di occultare in un remoto angolo della sua testa. Adesso le restava da concentrarsi su come avrebbe dovuto salutarlo. 

Non poteva andare lì pubblicamente e fare scena, non poteva nemmeno passare dritta e ignorarlo, dopo gli ultimi giorni di incontri sfuggevoli e nascosti, a quel punto la maleducata sarebbe stata lei. 

Optò per una via di mezzo, passando vicino e mormorando un ciao farcito di sorrisi, come aveva fatto spesso negli ultimi giorni. La verità è che moriva dalla voglia di conoscere il vero James Potter.


***


Finalmente, Gazza finì di controllare le autorizzazioni di tutti i ragazzi e aprì i cancelli.

Lily era in ritardo. Merda, pensava, e poi sarebbe lui il maleducato!

《Non verrà》si stava deprimendo James vicino all'ingresso di Hogwarts 《sicuramente avrà cambiato idea.》

《Ma cosa dici, secondo me... magari noi cominciamo ad andare, eh Padfoot? Forse la Evans aspetta di trovarti da solo》Remus non fece in tempo a finire di parlare che Lily arrivò correndo, apparentemente di buonumore.

《'Giorno ragazzi! Ehm...》

《Ciao. James stava per rimanerci molto male, vero Prongs? Credeva non saresti venuta》

Lily lanciò un'occhiata assassina a Sirius e si avvolse più stretta nella sua sciarpa gialla e scarlatta, incamminandosi lungo la strada. I quattro le andarono dietro ridacchiando. 

James la raggiunse. Per la prima volta, era un po' imbarazzato dalla sua presenza, ma dentro di lui si espandeva una piacevole sensazione di vittoria. Intanto pensava a come avvicinarla senza fare passi falsi. 

《Mmm... Lily, dove ti piacerebbe andare?》

《Mah pensavo di fare un salto da Mondomago e poi ai Tre Manici di Scopa...》

《Perfetto, posso accompagnarti se vuoi》

《Per noi va bene Prongs!》disse Sirius lanciando occhiate complici agli altri. 《Urge andare da Zonko, ho finito i fuochi artificiali》

《E Mielandia》 aggiunse Peter. 


James ne era sicuro, sarebbe stata una giornata bellissima. Perfino migliore delle notti di luna piena passate a scorrazzare per la Foresta Proibita nelle sembianze di Prongs, insieme a Padfoot, Wormtail e Moony, i suoi migliori amici di sempre.

Ci teneva agli amici, aveva lavorato duramente per tirare fuori dalla solitudine il povero Remus, aveva ospitato Sirius quell'estate, quando lui aveva piantato la sua famiglia, e Peter poteva dirsi fortunato ad essere nel suo gruppo. Insieme avevano creato quella mitica Mappa, avevano dato fastidio a Mocciosus, avevano fottuto un sacco di regole e avevano scontato punizioni, insieme.

Ma c'era Lily Evans, e andava oltre qualsiasi amicizia. Averla finalmente lì accanto, parlarle, guardare i suoi bellissimi occhi verdi, e il vento spettinarle i capelli, farla ridere con le battute di Sirius (le più pulite che riusciva a trovare) e vederla come ghignava quando lui si spettinava i capelli. 

Andarono a fare un giro da Mondomago, e poi il vento che si era alzato li fece rifugiare dentro il negozio di Mielandia, dove tutto profumava di zucchero e cioccolata.

Neanche a dirlo, lì reincontrarono gli altri tre, che avevano tutta l'aria di essere stati interrotti mentre si divertivano alle loro spalle.

Sirius chiamò da parte James, mentre Lily si riforniva di Api Frizzole, Cioccorane, Piume d'oca di zucchero e quant'altro.

《Come sta andando? Non ti ha fatto ancora nessuna ramanzina?》

《Ehm ahahah, forse ci sono andato abbastanza vicino, comunque no, non ancora》 rispose ridendo.

《Okay ti lascio andare, conquistala prima di stasera, buona fortuna!》

Lily lo stava aspettando all'entrata. 《Andiamo a bere qualcosa, fa troppo freddo fuori》

Le guardò le guance bianche e rosse per il freddo, era una ragazza forte, ma a lui, in quel momento, sembrava così tenera! Le prese le buste dalle mani e le mise sulle spalle il proprio mantello. 

Rideva.

《Facciamo una corsa fino ai Tre Manici di Scopa?》

《Evans! Stai attenta a quello che ti dà da bere!》 le gridò dietro Sirius uscendo anche lui dal negozio 《potrebbe contenere un filtro d'amore!》

《Black! Se non la finisci giuro che...》

《In bocca al lupo!》seguì a ruota Lupin.

《In culo al basilisco!!》l'"augurio" di Sirius si perse nel vento.

《BLACK!! SEI LA FINEZZA IN PERSONA!》

Risero insieme fino alle lacrime, si guardarono a lungo, si presero per mano incamminandosi verso il pub.

Avevi ragione Alice, si ritrovò a pensare Lily quasi contro la sua stessa volontà. Avevi dannatamente ragione. Ho cambiato idea.


***


Le Burrobirre calde li avevano rinfrancati, il vento si era un po ' calmato, e il sole del primo pomeriggio intiepidiva timidamente il paese.

Sedettero su una panca, sotto le zucche e le decorazioni nere e arancio. Passò qualche pipistrello, ma non riuscì in alcun modo a turbarli.

James si mise comodo e portò un braccio oltre le spalle di lei. 《Lily, sai? Vorrei che fosse Natale anziché Halloween...》

Lei rise, di nuovo. 《Ahahah, perché?》

《Gli addobbi sarebbero di vischio》

Fu tutto molto naturale. La attirò semplicemente sulle proprie gambe stringendola in un abbraccio, senza pensare. Fissò da vicino quegli occhi di un brillante verde chiaro, contornati da una leggerissima linea di trucco, le labbra morbide e rosse, il naso piccolo e grazioso...

Lei veva solo appoggiato il suo capo sulla spalla si James, e si era abbandonata chiudendo gli occhi, cuore contro cuore. Aveva sentito la sua testa scivolare verso la propria, la distanza tra le loro labbra annullarsi in un leggero ed euforico attimo. Il mondo era svanito intorno a loro, tutto era caldo e buio, ed esistevano solo loro due, e le loro labbra che giocavano lentamente, schiudendosi e assaporandosi con dolcezza.

Era un sogno, pensò James. Anche se, ora che era così reale, lui non era più capace di immaginarselo. 

Era un sogno, pensò Lily, perché non era possibile che lei stesse davvero baciando il ragazzo più antipatico e orgoglioso di Grifondoro. 

No.

Forse era solo quello più determinato, così determinato a farla innamorare che, finalmente, dopo sei anni, ce l'aveva fatta.

Presero fiato solo un attimo. 

Da molto lontano, da un'altra dimensione sicuramente, veniva un leggero clap.... clap... ad interrompere quell'idillio. Lily si guardò intorno smarrita (clap... clap... clap)  mentre sentiva le guance tingersi di rosso (clap clap clap clap) era un applauso... qualcuno batteva le mani... - CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP - da oltre il muro sbucò un esaltato Sirius, seguito da Remus, dal viso più malandrino di sempre, seguito da Peter, con la faccia di uno che sta per subire un Crucio, e tutti e tre applaudivano come forsennati.

Lily si riprese in fretta, scivolò via dalle gambe di James e si alzò in piedi ostentando uno sguardo colmo di finto odio.

《BLACK! BRUTTO FIGLIO DI UN CANE!!!》

《Brava Evans, se intendi offendere la mia famiglia hai il mio pieno consenso e incoraggiamento》 rispose tranquillamente Sirius.

《Solo, non sprecare fiato per dire "figlio di". Lui è un cane》 aggiunse Remus appoggiandosi con nonchalance all'amico. 

《Lupin! Anche tu! E io che mi fidavo di te... James! Un'altra volta così e giuro che con te non ci vengo mai più!》 e con ciò Lily se ne andò a grandi passi lungo High Street, verso Hogwarts. L'espressione era arrabbiatissima, ma gli occhi le ridevano ancora, e sentiva il cuore palpitare come non aveva mai fatto.

Anche James si alzò, come uno che ha appena vinto una partita, stracciato l'avversario, e ritornò nel suo quartetto. 

《Benissimo Prongs, non lo faremo mai più. Promesso. Giuro solennemente che questa volta ho buone intenzioni. Non vogliamo certo che, dopo tanto, ti scappi la ragazza per colpa nostra》 rise Sirius abbracciando l'amico.

 

《Beh, caro Padfoot, capisco che sei incommensurabilmente felice per il tuo migliore amico》disse James incamminandosi a sua volta verso la scuola, 《ma la standing ovation era davvero così indispensabile?!》

 

 

 

 

Angolino Autrice

Caro lettore, se sei arrivato fin qui, meriti un elogio speciale!

È la prima volta che scrivo nel fandom di Harry Potter, e la Jily non è nemmeno una delle mie Ship favorite, dunque non so prorpio cosa sia venuto fuori! Spero che (se qualcuno mi sta leggendo, lol) l'abbia trovato carino.

Sottolineo che questa One Shot è nata per Wattpad, e la potete trovare sul mio profilo @Turwen, solo perché sia chiaro che non l'ho copiata ad altri.

Vi ringrazio per aver letto, se volete lasciare anche solo una riga di commenti, qualsiasi critica, correzione o consiglio per migliorare è bene accetto! Passate una buona giornata

 

Anwel

   
 
Leggi le 2 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Libri > Harry Potter / Vai alla pagina dell'autore: Anwa_Turwen