Storie originali > Introspettivo
Ricorda la storia  |      
Autore: Hainechan    29/10/2017    1 recensioni
Questa è semplicemente una "lettera" indirizzata a tutti coloro che stanno affrontando un momento difficile. perché la vita ci riserva molti momenti dolorosi, di sfida, di lotta, ma dentro di noi sappiamo quanto bella possa essere anche se, a volte, lo dimentichiamo.
Genere: Introspettivo, Malinconico | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Caro sconosciuto, io non ti conosco e tu non conosci me, ma una cosa la so.

Ci saranno giorni in cui piangerai, solo nel tuo letto, accucciato in posizione fetale, pensando a cosa hai fatto di male per meritarti tutta questa infelicità.

Ci saranno giorni in cui sentirai di non potercela fare. Il peso sarà talmente tanto da rischiare di soffocarti.

Ci saranno giorni in cui ti mancherà l’ossigeno e non avrai nemmeno la forza di aprire la finestra per far entrare i raggi del sole.

Ci saranno giorni in cui vorrai solo dormire e notti che non passeranno mai, il sonno che tarda a venire, la testa piena di inutili pensieri, di perché a cui non c’è una risposta e di domande che apriranno solo altre ferite.

Ci saranno giorni in cui guarderai giù dal balcone, chiedendoti se farà male, se sarà veloce, se accadrà tutto in un attimo oppure se sopravverrai, trascinandoti ancora in questo mondo che ti rifiuta e che non ti accetterà mai.

Ci saranno giorni in cui non avrai più lacrime da versare né voce per gridare il tuo dolore.

Ci saranno giorni in cui ti mancheranno le forze persino per camminare, per andare a scuola, al lavoro, semplicemente per vivere la vita.

Una vita che non ti ha mai dato nulla. Una vita che rubava e teneva per sé.

Una vita che non volevi, che qualcun altro aveva deciso per te.

Un copione che dovevi leggere, memorizzare e recitare.

Un foglio di carta bianca su cui qualcuno ha scritto una parte che non è mai stata tua, parole vuote e senza senso che alla fine si sono trasformate in catene. Ti taglieranno i polsi, le caviglie e ti sentirai morire dentro.

Crederai che non varrai nulla, che tutto ciò che hai fatto era sbagliato. Crederai che è meglio essere dimenticati e dimenticare.

Eppure, una cosa io te la posso dire.

In fondo al cuore sai che non è vero.

In fondo al cuore sai che vuoi lottare per un breve sorriso, un alito di vento, un timido raggio di sole che dona colore alla tua pelle.

In fondo al cuore sai che non sei solo.

Il passato rimane nel passato. Non tornerà più.

Il passato ti ha forgiato.

Il tuo passato ti ha reso forte.

Il tuo passato ti ha insegnato a lottare  e a difenderti.

Hai lottato, con le unghie e con in denti, hai lottato per non annegare nella melma nera di un’esistenza che credevi priva di senso.
​Non dimenticare mai con quanta fatica sei rimasto a galla.

La tua vita non è priva di senso. Ha un significato.

E tu lo sai anche se non vuoi ammetterlo.

Perché la tua sofferenza è stata talmente tanta che non puoi credere che davvero esista qualcosa di bello in questa vita. Che davvero ci siano delle persone che non ti dimenticheranno mai, che ti vogliono bene e che soffriranno se deciderai di scomparire.

Tu lo sai, e forse lo hai sempre saputo.

Tu questa vita la vuoi vivere, perché è la tua di vita.

Tu questa vita non la vuoi abbandonare, nonostante i momenti di dolore, le bugie, le grida, le lotte, i pianti.

Perché verranno quei sorrisi che hai sempre cercato, quelle carezze che hai bramato, quella dolcezza che sembrava non essere destinata a te.

La vita è un gioco. La vita è una sfida. La vita è un campo di battaglia ma anche un posto meraviglioso, un luogo in cui sognare, cercare, desiderare, amare.

Finalmente l'hai capito che non vuoi rinunciarci.

Tu vuoi vivere per cui vivi. Vivi come vuoi vivere e non dimenticare mai ciò che ti ha reso quello che sei.

 

 

   
 
Leggi le 1 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Introspettivo / Vai alla pagina dell'autore: Hainechan