Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: fenice64    08/05/2022    7 recensioni
Un piccolo divertissement, senza alcuna pretesa, declinato in forma di racconto, per alleggerire le pesanti atmosfere che viviamo in questi periodi oscuri, nato dall’osservazione dei giochi tra la luce e l’ombra mentre si posavano sulle cose circostanti.
Genere: Generale, Poesia | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d'ombra e di luce. 

(Lev Tolstoj)

 

 

Luce e Ombra

si alternano e si rincorrono,

in una eterna danza,

sin dalla notte dei tempi.

Sinuose si muovono,

come in un gioco,

ricamando la Natura

che lievi sfiorano.

Ognuna sente il richiamo dell’altra

e attendono per rispondersi.

L’una non può esistere senza l’altra.

L’una diviene il riparo offerto all’altra.

La luce rifulge tutto il giorno

apportando colore e vita.

Ma a sera, anche lei, ha bisogno di ristoro.

Ecco allora che l’ombra le si fa presso e,

aprendo le sue braccia,

la accoglie,

inglobandola in sé,

affinché possa trovare sollievo,

ritemprandosi per tornare a risplendere,

più e meglio di prima,

avendo riposato avvolta dalla sua ombra.

La luce ha ceduto un po’ del suo calore all’ombra,

la quale le ha regalato,

a sua volta,

una parte della sua frescura.

Ombra e Luce si avvicendano

da quando il mondo è nato,

e così continueranno per l’eternità,

sostenendosi vicendevolmente

al fine di giungere fino a noi in tutto il loro fulgore,

velato da quel manto di mistero e magia

che solo insieme sanno creare.

 

 
   
 
Leggi le 7 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: fenice64