Scrittrice Vagabonda
 
Membro dal: 10/11/12
Recensore Junior (90 recensioni)
 


 

Piacere Scrittrice Vagabonda ^^

Cit. “Io scrivo perché scrivere è la mia salvezza. Perchè scrivere è l’unica cosa che mi rimarrà sempre, la passione che nessuno mi potrà mai togliere, il rifugio che nessun bombardamento potrà mai raggiungere. Se tutto il resto del mondo mi volta le spalle, io ho il mio foglio e la mia penna. E soprattutto la mia mente, che corre anche senza gambe. Scrivo perché quello che provo quando ho finito un episodio, un racconto, un romanzo, non conosce eguali; perché quando leggo e rileggo e riscrivo e taglio, sento la voglia infinita di farlo ancora. Scrivo perché quel foglio sono esattamente io.”
 

Scrivere mi aiuta a buttare fuori tutto quello che ho. Gli stati d'animo racchiusi qui dentro sono di un periodo molto particolare, l'adolescenza.
Non sei nè carne nè pesce, ne bella ne brutta, ne intelligente ne stupida, sei e basta.
Sei solo te stessa contro il mondo e le emozioni che ti hanno scambiato per un campo di battaglia approfittando della tua fragilità e del tuo non sapere bene chi sei.
Autore: Scrittrice Vagabonda | Pubblicata: 28/02/18 | Aggiornata: 02/01/19 | Rating: Arancione
Genere: Generale | Capitoli: 7 | In corso
Tipo di coppia: Nessuna | Note: Nessuna | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Storie originali > Poesia |  Leggi le 11 recensioni

Due amiche americane in Erasmus in Giappone. Due amiche diverse tra loro ma che sanno amare incondizionatamente.
“Quello più vicino al citofono è Mark mentre l’altro con la faccia corrucciata si chiama John” si affrettò a dirmi Genevieve.
Aprii il cancello e Mark si apprestò ad accoglierci con un mazzo di rose per poi scusarsi e dirigere il mazzo verso Gin che tutta contenta lo baciò passionalmente.
Non avevamo tempo per le presentazioni anzi ce le siamo scordate. Mark e Gin erano davanti mentre io e John rimanemmo in disparte dietro, ognuno con i suoi pensieri.
Sorrisi notando la coppietta felice intrecciarsi le mani e dirsi cose sdolcinate. La mia attenzione andò al ragazzo misterioso che avevo cento metri dietro. Decidi di aspettarlo e iniziare una conversazione giusto per non sembrare antipatica.
“Ciao, mi chiamo Mary” dissi sorridendo
“Ciao, piacere John” mi rispose di rimando.
Passarono alcuni minuti e niente nessuna altra domanda espressa da lui.
Autore: Scrittrice Vagabonda | Pubblicata: 07/03/18 | Aggiornata: 07/03/18 | Rating: Rosso
Genere: Sentimentale | Capitoli: 1 | In corso
Tipo di coppia: Het | Note: Lemon | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Storie originali > Romantico | Contesto: Universitario | Leggi le 0 recensioni

#NOTE#
Questa storia è tutta inventata ma avevo preso spunto dalle tante violenze sessuali che al tempo, 10 anni fa, popolavano quotidianamente i telegiornali e i quotidiani. L’avevo scritta in memoria delle ragazze che avevano subito abusi, sessuali e non. Mi auguravo che questi scempi terminassero e invece mi ritrovo a distanza di anni a rileggerlo e a dirmi che non è cambiato niente.
Autore: Scrittrice Vagabonda | Pubblicata: 04/03/18 | Aggiornata: 04/03/18 | Rating: Rosso
Genere: Drammatico, Erotico, Malinconico | Capitoli: 1 - One shot | Completa
Tipo di coppia: Het | Note: Lemon | Avvertimenti: Contenuti forti, Non-con, Tematiche delicate
Categoria: Storie originali > Romantico |  Leggi le 2 recensioni